Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Hockey

Sciopero degli arbitri, le società si fanno sentire

Dopo lo stop per due turni (quello infrasettimanale e quello del weekend) del campionato di IHL a causa dello sciopero degli arbitri, le società si muovono e si fanno sentire per riprendere il regolare svolgimento del torneo quanto prima.
Ecco la presa di posizione dei club che hanno diramato il seguente comunicato.

Le società partecipanti al Campionato Nazionale IHL, riunitesi a Peschiera, preso atto dell’imbarazzante situazione venutasi a creare in ordine alla mancata disputa delle partite di campionato, ritengono doveroso rilevare quanto segue:

  1. la decisione del GAHG di non dare la disponibilità di arbitrare non solo i Campionati senior ma anche i Campionati giovanili, concretizza  un comportamento grave e lesivo della lealtà sportiva che comporta rilevanti ripercussioni economiche per le società ed un danno di immagine non solo per dette società ma per l’intero movimento dell’hockey. Anche la classe arbitrale ha l’obbligo di attenersi alle norme comportamentali previste dalle normative della FISG, della quale sono tesserati ed al pari di tutti gli affiliati e tesserati sono anche soggetti alla Giustizia Sportiva;
  2. la FISG, allo stato, risulta essere inadempiente al suo obbligo nei confronti delle società, affiliate  ed iscritte ai campionati, di garantire il regolare svolgimento dei rispettivi campionati.

Ciò premesso chiedono che la FISG ponga in essere  tutti gli interventi necessari affinché sia garantito il regolare svolgimento di tutti i campionati e, comunque, la ripresa del Campionato IHL a partire dal 19.10.2019. In difetto le società si riservano di adottare le decisioni che riterranno più opportune, ferma restando la disponibilità a partecipare a qualsiasi incontro che la FISG intendesse convocare al fine di trovare una soluzione  che permetta la ripresa dell’attività su ghiaccio anche dei settori giovanili.

Le società sono contrarie ad accettare qualsiasi richieste di aumenti dei costi arbitrali per la stagione in corso, dato che le stesse sono già state concordate ed approvate con le NOFA, mentre per le prossime stagioni sono disponibili a discuterne in contraddittorio con la FISG ed il GAHG ma a patto che vi sia un programma di sviluppo e di trasparenza all’interno del Gruppo Arbitri Hockey Ghiaccio.