Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Rugby

Rugby Varese in ritiro a Sondrio. La promessa Malnati: “Concentrazione massima”

Manca ancora poco più di un mese prima dell’inizio della stagione 2019/2020 ma il tempo delle amichevoli pre campionato è arrivato. Infatti, questo fine settimana il Rugby Varese andrà in ritiro a Sondrio dove affronterà il Rugby Sondrio Sertori in questo primo impegno pre stagionale.I biancorossi conoscono bene la squadra di casa avendola affrontata nello scorso campionato ottenendo una vittoria e una sconfitta. A darci il suo parere su questa prima sfida ci pensa Mattia Malnati. Classe 2000, Malnati non è un veterano della squadra, bensì una giovane promessa che ha già mostrato il suo valore a club, allenatori e compagni e nella scorsa stagione ha formato una coppia di centri formidabile insieme al compagno di reparto Valcarenghi: “Questa partita, come le prossime, sarà fondamentale per prepararci al meglio per l’inizio del campionato – spiega – e dobbiamo approfittarne al massimo per prepararci al meglio. Sondrio non è mai una sfida semplice, sono una squadra ruvida che gioca in serie B da tanto e può dare filo da torcere a chiunque. Il nostro compito sarà provare il più possibile sia in attacco che in difesa e consolidare il nostro gioco provando diverse giocate e schemi. Ovviamente Sondrio farà lo stesso e dubito si risparmierà. Del resto sulla carta è un’amichevole ma, si sa, in questo sport le amichevoli non esistono, sarà una bella battaglia”.Malnati fa il punto sulla preparazione: “Nelle scorse settimane ci siamo preparati bene, all’inizio con una dura preparazione fisica e successivamente i nostri allenatori hanno aggiunto sempre più gioco sul campo in modo da oliare i nostri meccanismi quindi siamo pronti per questa partita. Ovviamente non siamo ancora al meglio e credo anche Sondrio, quindi magari non vedremo un ritmo di gioco altissimo ma del resto queste amichevoli servono a ridarci ritmo partita. Sarà molto importante, oltre a far bene nel gioco, mantenere alta la concentrazione e la lucidità mentale per tutti gli ottanta minuti. Siamo molto positivi, la squadra è forte, ci sono tanti giovani ma anche diversi veterani che svolgono un lavoro fondamentale per la squadra. Le possibilità per far bene ci sono tutte, ora sta a noi dimostrare sul campo di che pasta siamo fatti“.

Stefano Sessarego