Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Attualità, Hockey, Nuoto

Riqualificazione del Palaghiaccio, l’8 novembre si aprono le buste

Quindici giorni supplementari, due settimane in più per presentare la propria visione per il Palaghiaccio del futuro. Il Comune di Varese, considerando le tante domande tecniche arrivate nelle ultime settimane, ha prorogato i termini del bando per la riqualificazione funzionale e statica della struttura di via Albani; una decisione presa al fine di consentire a tutti i partecipanti di formulare le migliori proposte possibili. Secondo la nuova scadenza, quindi, i progetti dovranno arrivare a Palazzo Estense entro le ore 12.00 di giovedì 7 novembre; l’apertura delle buste e la verifica formale delle documentazioni pervenute, invece, avverrà nella mattinata di venerdì 8 novembre, a partire dalle 9.00 in via Sacco.

L’avviso pubblico riguarda tutti quei soggetti interessati a presentare una proposta in project financing, con il Comune che si impegna a corrispondere all’opzione vincente il contributo che l’amministrazione si era aggiudicata grazie al bando CONI “Sport e Periferie”. Una somma, al netto dei ribassi di gara, pari a quasi 2 milioni di euro.

Obiettivo del progetto deve essere quello di rilanciare il PalAlbani, già oggi uno degli impianti sportivi più utilizzati della provincia, rendendolo una vera e propria eccellenza sportiva. Tra le specifiche richieste da Palazzo Estense rientrano la capienza dell’impianto (almeno pari a quella attuale di 1464 spettatori), la presenza di un settore ospiti con servizi igienici dedicati e, ovviamente, le dimensioni della pista da ghiaccio: 30×60 metri, omologata sia per gli incontri internazionali di hockey sia per le manifestazioni ufficiali di pattinaggio di figura.

Un’attenzione particolare andrà poi dedicata alla zona delle piscine, con le vasche che dovranno consentire, anche in contemporanea, le attività di nuoto libero, di avviamento alle discipline acquatiche e i corsi. Per quanto riguarda gli spogliatoi e i servizi igienici, infine, è necessario che organizzazione e dimensioni siano conformi alle norme CONI e dei diversi enti competenti.

Il bando pubblico e la proroga alla sua validità si possono trovare cliccando qui.

Redazione