Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

Recuperi 18^ 19 ^ – Cas e Gorla si prendono la vetta, poker Arsago, Ispra in extremis

BUSTO ARSIZIO – Recupero della 18° giornata a Busto Arsizio dove si affrontano il Cas Sacconago e l’Union Tre Valli. Gli uomini di Cau cercano punti per avvicinarsi alla vetta, i ragazzi di Cugliate Fabiasco, al contrario, vanno a caccia di risultati positivi per smuovere una classifica deficitaria.
In una partita frenetica alla fine sono i biancoblù a spuntarla con il risultato di 3 a 1.

F3A8E58D-61B9-4BAC-AB21-EF14F59F681FPRIMO TEMPO – La partenza è sprint per entrambe le squadre che giocano a ritmi alti e pochi tocchi, qualche errore in fase d’impostazione però si nota, dovuto soprattutto all’aggressività ospite che pare aver iniziato con il piglio giusto. Le prime chance però sono tutte per il Cas con un paio di mischie pericolose in area, reattivo Zullo soprattutto sul colpo di testa di Oldani. Al 13’ però da corner la zampata vincente è di Cavaleri con un destro a botta sicura su cui si tuffa ancora il numero uno neroverde, per l’arbitro però la palla ha varcato la linea. 1 a 0. La qualità biancoblù è però quando con una manovra corale Caccia si presenta da solo in area, calcia ad incrociare, Berton non ci arriva di un soffio e la palla carambola fuori. Ma i ragazzi di Iori non demordono e al 21’ conquistano un calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Borella, il numero sette si lascia ipnotizzare, Heinzl respinge al mittente. Si viaggia davvero ad alta velocità, non c’è un attimo di respiro, il Tre Valli è poco ordinato ma arrembante, Agrello concede sprazzi di qualità. Al 37’ i neroverdi dopo un’azione insistita trovano l’1 a 1 grazie al tiro cross in area di Harabi su cui però è decisiva la deviazione di Nardone. Ancora qualche ribaltamento di fronte ed un tiro fuori bersaglio di Harabi, ma si va al riposo senza recupero e sul risultato di 1 a 1.

SECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi e con un sinistro perfetto di Azimonti merito dapprima di un’azione insistita di Oldani, rimasto in zona d’attacco dopo una punizione e bravo a recuperare palla e ad appoggiare per il compagno che di sinistro, in caduta, manda la sfera là dove Zullo nulla può. 2 a 1. La sfida è viva, il Tre Valli rischia qualcosa ma ha comunque un atteggiamento propositivo. Al 15’ si mette in proprio Caccia che schiaccia il piede sull’acceleratore, si beve due avversari e poi serve per l’accorrente Berton, il numero nove calcia di prima intenzione ma non angola abbastanza. I padroni di casa hanno tutte le intenzioni di chiudere, ci provano ancora al 24’ con il neoentrato Castiglioni che raccoglie di petto in area e calcia di destro al volo, palla di poco oltre la traversa. Gli ospiti si sono abbassati un po’ troppo da qualche minuto a questa parte e tra l’altro faticano anche a ripartire concedendo qualche errore di troppo. Girandola di cambi, i mister cercano forze fresche. Borella avrebbe una chance da distanza siderale, opta per la palla in mezzo e sbaglia. Gli ultimi minuti sono concitati al massimo, il Cas richiede un rigore, Harabi si esibisce in una rovesciata troppo velleitaria. Al 48’ Oprandi recupera palla davanti alla sua area, contropiede micidiale con praterie davanti e porta sguarnita, ma alla fine guadagna solo corner. C’è ancora tempo però per il 3 a 1 con Turconi che dopo una respinta di Zullo fa scorrere i titoli di coda. Cas batte Tre Valli 3 a 1.

I Migliori
Tirelli 7 – Amici dello Sport: nel primo tempo è più frenato, nella ripresa tira fuori personalità e lucidità nel gestire ogni intervento
Londino 6.5 – Union Tre Valli: tocca tanti palloni e prova a mettere ordine anche aiutando i compagni in difficoltà

IL TABELLINO
Amici dello Sport – Union Tre Valli 3-1 (1-1)
Amici dello Sport: Heinzl 6.5, Tirelli 7, Vacirca 6.5 (dal 38’ st Bolognini sv), Azimonti 7, Panarese 6, Oldani 6.5, Caccia 7 (dal 45’ st Oprandi sv), Nardone 6 (dal 32’ st Turconi), Berton 6.5, Agrello 6.5 (dal 40’ st Macchi sv), Cavaleri 7 (dal 22’ st Castiglioni F.)A disposizione: Ferni, Castiglioni L., Oprandi, Castiglioni F., Macchi, Alessi, Iorfida, Bolognini, Turconi. Allenatore: Cau
Union Tre Valli: Zullo 6.5, Coppola 6, Benedetto 6, Trizio 6, Touili 5.5, De Maddalena 6, Borella 5, Pastorelli E. 6, Harabi 6.5 (dal 38’ st Grosset sv), Londino 6.5, Frigeri 5.5 (dal 22’ st Martini). A disposizione: Aiello, Gilardi, Grosset, Ranzoni, Pastorelli N., Martini. Allenatore: Iori.
Arbitro:Meneghel di Gallarate
Marcatori: pt: 13’ Cavaleri (A), 37’ aut Nardone (A); st: 3’ Azimonti (A), 50’ Turconi (A).
Note: Serata serena, terreno duro, spettatori 30 circa. Ammoniti: Borella (U), Touili (U), Caccia (A), Trizio (U), Turconi (A), Angoli: 7-2 Recupero: 0’+5’ .

Inviata Mariella Lamonica

—————————————————————————————————————————————————-

ARSAGO SEPRIO– Scontro importante per la parte medio-bassa della classifica, tra l’Arsaghese, reduce da una serie di sconfitte, e il Brebbia, a quota più 1 sugli avversari.
Risultato parziale di 2-0. Dopo 90’ raddoppiano i goal per l’Arsaghese: 4-0 al triplice fischio.

AACE1380-C91D-4E44-957D-0291C8CA51C5PRIMO TEMPO – 
Mister Marsich schiera un 4-4-2, con Gandolfo e Palese in attacco, mentre il Brebbia scende in campo con un 4-3-1-2, con Mirabella davanti al centrocampo. Sono passati appena 5 minuti di gioco quando l’Arsaghese costruisce una buona azione sulla fascia destra, Fontana C. si fa trovare al centro e spiazza Stefanelli con un colpo da distanza ravvicinata. 1-0 ad Arsago: si prospetta una partita ricca di emozioni. Il Brebbia non fa neanche in tempo a metabolizzare la rete subita quando Mai smarcato in area solo davanti a Stefanelli calcia un destro potente che porta i padroni di casa in vantaggio di due goal. Punizione per il Brebbia al 12’: va al tiro Mazzotta che calcia di forza ma non trova la porta e la sua conclusione finisce alta sopra la traversa. Nell’altra metà campo i padroni di casa si guadagnano una punizione al 20’. Gandolfo cerca un compagno nella mischia, ma la difesa del Brebbia è brava ad allontanare la sfera. Ripartono subito gli uomini di Pizzuti, che cercano di alzare il baricentro. Il direttore di gara non si lascia scappare un fallo di mano dei padroni di casa e fischia una punizione per il Brebbia da una posizione interessante. Ci prova Lombardo che cerca la porta con un rasoterra forte e preciso che finisce fuori di poco, alla destra di Cosentino. Nonostante i due goal di svantaggio il Brebbia non piega la testa e pressa ripetutamente in attacco. Quadrelli si fa trovare in area, ma accerchiato dalla difesa avversaria non riesce a girarsi e calciare. Arsaghese vicino al 3-0 con Cobello, che da dentro l’area carica il destro e sfiora la traversa. Si fa sentire la tensione agonistica nell’ultima fase della partita: le due squadre non tirano dietro la gamba e il gioco è spesso interrotto a causa di interventi fallosi. Arriva il fischio del direttore di gara che manda negli spogliatoi sul risultato di 2-0.

59FE81F9-EC0D-4BBB-ADAB-3E1B1AB9458FSECONDO TEMPO – 
Si riprende con la stessa intensità del primo tempo. Dopo pochi minuti il Brebbia reclama un rigore, ma il direttore di gara lascia correre. Non ci stanno proprio a perdere gli uomini di Pizzuti, che cercano di aprirsi un varco tra la difesa avversaria per raddrizzare le sorti della partita. La prima bella occasione arriva al 10’, quando Mirabelli cerca di sinistro la porta dal limite dell’area e la manca di poco. I padroni di casa continuano comunque a giocare alti in cerca di un altro goal. Con una buona incursione nella metà campo avversaria si guadagnano una punizione da un buon punto. Gandolfo si prepara al tiro. Il Brebbia, che aveva schierato una barriera a tre, può tirare un sospiro di sollievo perché la conclusione del bianco-rosso finisce molto alta fuori dallo specchio. L’attaccante, però, si fa perdonare immediatamente. Dopo appena due minuti si smarca in area e si allunga il pallone quel poco che basta per presentarsi pericolosamente davanti a Stefanelli, che nulla può fare contro il suo tiro che trova l’angolo opposto alla sua sinistra. Terza rete per l’Arsaghese, che a metà del secondo tempo sembra proprio mettere la vittoria in cassaforte. Non finisce qui la goleada dei padroni di casa: c’è spazio anche per Palese, che al 39’ stoppa un ottimo pallone in area, se lo mette sul destro e gonfia ancora la rete. Nella formazione dei padroni di casa entra anche il secondo portiere, che occupa i pali nei minuti finali. Vittoria schiacciante ad Arsago con il risultato di 4-0.

I MIGLIORI IN CAMPO
Gandolfo (Arsaghese) 7.5 – Suo il terzo goal arrivato nel secondo tempo, ciliegina sulla torta di una più che buona prestazione.
Galbignani (Brebbia) 6.5 – Entra a partita in corso e porta un po’ di freschezza e tanta voglia di fare.

I COMMENTI

Marsich (allenatore Arsaghese): “Vittoria fondamentale perché venivamo da una serie di risultati negativi in cui non riuscivamo a fare punti. Oltretutto l’abbiamo ottenuta contro una squadra che ci era davanti in classifica e che abbiamo scavalcato. Comunque dobbiamo pensare a noi stessi e preoccuparci di fare buone prestazioni. L’obiettivo dopo questo brutto periodo è di uscire il prima possibile dalle zone basse”.
Pizzuti (allenatore Brebbia): “Una giornata negativa: tutto quello di buono che avevamo costruito nelle ultime partite è andato vanificato oggi. Ha inciso molto il fatto di aver subito due goal nei primi minuti di gioco. Partita da archiviare: ora dobbiamo pensare alla salvezza”.

IL TABELLINO
ARSAGHESE – BREBBIA 4-0 (2-0)
Arsaghese: Cosentino 7 (dal 43’ st Martarello nc), Ricci 6.5, Castoldi 6, Carnaghi 6 (dal 35’ st Caprioli 6), Mai 6.5, Nebuloni 6.5 (dal 1’ st D’Aldia 6), Fontana C. 7 (dal 36’ st Caimano 6), Lobello 6 (dal 43’ st Fontana M. nc), Gueye 6.5, Gandolfo 7.5, Palese 7. A disposizione: Martarello, Bernasconi, Caprioli, D’Aldia, Guidali, Caimano, Fontana M., Franishta. Allenatore: Massimo Marsich.
Brebbia: Stefanelli 5, Ventura 5.5 (dal 18’ st Galbignani 6.5), Marchesotti 5.5, Lombardo 5.5, Mazzotta 6, Squizzato 6, Lovaraini 6, Ruffo 6, Milano 6, Mirabella 6.5 (dal 18’ st Pascalis 6), Quadrelli 6. A disposizione: Traore, Pascalis, Galbignani. Allenatore: Pizzutti Mario.
Arbitro: Greco
Marcatori: pt: 5’ Fontana (A), 7’ Mai (A); st: 26’ Gandolfo (A), 39’ st Palese (A)
Note: Serata serena. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 50. Ammoniti: Marchesotti (B), Mirabella (B), Lobello (A), Lovaraini (B). Calci d’angolo: 3-3. Recupero: 0’+1’

 

Inviata Silvia Alabardi

 

RISULTATI 18° GIORNATA RISULTATI 19° GIORNATA

Gorla Maggiore– SolbiateseInsubria 2-1 (1-1)
Gorla Maggiore
: Galizia, Hushi, Antonini, Bernasconi, Caristina, Bahamad, Ruggia, Bene, Puricelli, Ippolito, Falsaperna. A disposizione: Savastano, Toutcha, Pietroboni, Voltan, Morelli, Perri, Carrozzo. Allenatore: Contaldo
SolbiateseInsubria: Bottani, Ferrenti, Castelli, Bossi, Lo Presti, Monticelli, Bellumore, Bossi L., Figliolia, Ventura, Ana Petre. A disposizione: Policastro, Gobbato, Lo Giudice, Cerutti, Accetta, Libralon, Manfredi, Mattiuz, Visentin. Allenatore: Castiglioni
Arbitro: Scialpi di Legnano
Marcatori: pt: 13’ rig. Falsaperna (G), 36’ Ana Petre (S); st: 17’ Falsaperna (G)
Il Gorla si prende tre punti e la vetta battendo 2 a 1 la SolbiateseInsubria di mister Castiglioni.
Al 13’ Bene si procura un calcio di rigore che Falsaperna realizza. Al 29’ però i padroni di casa si complicano la vita quando Ippolito reagisce su un avversario e si vede rifilare il cartellino rosso. Gli ospiti ci provano e agguantano il pari il più classico dei gol dell’ex, di testa, di Ana Petre. Si va così al riposo in equilibrio quanto a punteggio ma non a uomini.
Nelle ripresa ci pensano Falsaperna e Puricelli ad impegnare Bottani, ma il numero uno nulla può sul contropiede della squadra di casa finalizzato ancora da Falsaperna. 2 a 1. Manca ancora mezz’ora, gli uomini di Contaldo reggono e conducono in porto il match.

San Marco – Ispra 0-1 (0-0)
San Marco
: Pitaro, Landonio, Cortellaro, Gallarati, Principato, Roncato, Migliore, Diouf, Gallo, Possoni, Napolitano. A disposizione: Agliano, Primi, Airoldi, Carraro, Lambertini, Vergari, Vendemmiati, Andreolli, Kuklev. Allenatore: Marchiorato
Ispra: Sabatino, Cerutti, Verde F., Becerri, Modde, Gaballo, Marzetta, Dardha, Verde S., Golisciano, Ba. A disposizione: Tenti, Pomi, Bouraya, Antonetti, Sottocorna, Cialona. Allenatore: Pasetti
Arbitro: Grassi di Gallarate
Marcatori: st: 43’ Ba (I)
Alla fine ci pensa Ba che al minuto 88’ di testa regala un successo pesantissimo ai suoi.
Nel complesso è una gara equilibrata senza grossi sussulti. Nel primo tempo i bustocchi da registrare una traversa di Gallarati ed il miracolo di Pitaro sulla girata a botta sicura di Verde.
Nella ripresa la gara non decolla e le uniche due chance si intravedono negli ultimi minuti: Vendemmiati chiama Sabatino alla parata all’incrocio dopo un tiro a giro, Ba su cross dalla destra castiga definitivamente i bustocchi.

Antoniana – Tradate 1-0 (0-0)
Antoniana
: Paroni, Venturelli, Muggeri, Zaroli, La Rocca, Ranieri S., Macchi (dal 45’ st Negri), Badji, Mileo, Sorrentino (dal 32’ st Corbetta), Venturelli. A disposizione:. Melchiorre, Negri, Maneggia, Corbetta, Maglio, Tirdea. Allenatore: Pavone
Tradate: Giugliano, Verna, Panuccio (dal 23’ st Rossato), Galuzzo D., Aresi, Akpolat, Guerrini (dal 8’ st Crivellari), Knouzi, Traore (dal 45’ st Molteni), Calderaro (dal 15’ st Camara). A disposizione: Drago, Crivellari, Rossato, Camara, Essahbani, Molteni. Allenatore: Garantola
Arbitro: Marasco di Saronno
Marcatori: st: 21’ rig Mileo (A)
Antoniana di misura ma letale: ci pensa Mileo e la sua freddezza dal dischetto a fare bottino pieno.
Chance col contagocce nel primo tempo.
Nella seconda frazione di gioco al 21’ arriva l’episodio chiave; Sorrentino atterrato in area, il irettore di gara non ha dubbi, Mileo non cincischia. 1 a 0. Ancora Mileo prima e Corbetta poi potrebbero chiudere i conti, non lo fanno ma il risultato non cambia più.

In redazione Mariella Lamonica