Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

Recuperi 11^ 12^ 13^ – Il big match dice Ferno, Bosto vittoria che pesa, San Marco stoppa l’Accademia

TURBIGO - Terza partita in sette giorni per la squadra di casa, reduce da due successi consecutivi senza gol subiti. Il Bosto, invece, domenica ha vinto e convinto in casa col Tradate. Primo tempo bloccato e privo di spunti: ci pensa Alongi a realizzare con una bella iniziativa personale la rete del vantaggio ospite. Molto più Bosto nella ripresa: la squadra gialloblù rischia molto poco e chiude i conti a metà secondo tempo con un’incornata di Lovisetto su cross di Vista. Finisce 0-2 per il Bosto.

PRIMO TEMPO - Baricentro molto alto per il Bosto nelle battute iniziali della gara, Turbighese compatta dietro e pronta a cercare la profondità per il contropiede. Ed è proprio con una situazione di questo tipo che arriva la prima occasione della gara: lancio lungo per Delvecchio che si allarga, palla messa in mezzo per Raso che manca l’appuntamento col pallone da centro area. Alongi prova a illuminare la formazione ospite con un bel dribbling sulla fascia destra che però non dà frutti, la Turbighese va invece alla conclusione con Penna che, dal limite dopo una lunga azione manovrata, non riesce a impensierire più di tanto Marcon. Il Bosto riesce a crearsi un varco al 28′ quando Alongi raccoglie dal limite e calcia, Noto respinge e Lovisetto sembrerebbe in vantaggio sulla ribattuta: miracoloso recupero in spaccata di Maglione e risultato invariato. Al 35′ Granata fa partire l’azione lanciando Pellegrini largo a destra, la difesa fa muro sul cross ma ci crede Alongi, che passa tra due avversari e si ritrova solo davanti al portiere: 0-1 per il Bosto. La Turbighese si riorganizza e in contropiede riparte quattro minuti più tardi: bel gioco di gambe di Bouzida per evitare i recuperi di Fronte e Ghiringhelli, bravo Marcon a respingere in corner la potente conclusione dell’attaccante avversario. Ghiringhelli si fa male, al suo posto Sgarbi. Di nuovo sfondando da destra il Bosto apre la difesa al 43′: buono il cross di Lovisetto per Carabelli, che però spara alto di prima intenzione. Ospiti in vantaggio all’intervallo.
SECONDO TEMPO - Poco da segnalare nei primi 15 minuti di ripresa: un po’ di nervosismo a seguito di un colpo al volto di Crini a Piatti a palla lontana che, però, il direttore di gara girato di spalle non può ravvisare. Il tutto rientra senza particolari problemi. Rischia tantissimo Noto al 17′ quando un tiro tutto sommato innocuo di Granata dalla distanza gli passa sotto le gambe: l’estremo difensore di casa riesce a rimediare prima che sia troppo tardi e blocca la sfera sulla riga di porta. Nessun problema per il Bosto, che manovra benissimo al 22′: Tasco libera Vista tutto solo a sinistra per il cross, palla al bacio per Lovisetto che nell’area piccola realizza con la testa. Tante proteste tra i padroni di casa per la posizione di partenza del capitano gialloblù. Incredibile occasione per la Turbighese al 28′: punizione di Raso tesa sul secondo palo, la palla sfila e Maglione ha due occasioni per colpire sotto porta, ma la difesa fa due volte muro. Spreafico per Bigoni nella Turbighese, Redaelli e Fiori per Alongi e Carabelli nel Bosto. Ancora Vista pericolosissimo a sinistra, suggerimento basso per l’accorrente Tasco che col tiro di prima intenzione trova la risposta di Noto. Su punizione da lato Tasco prova ad andare direttamente in porta, Noto si rifugia in corner sull’insidiosa conclusione del 10 ospite. Ultima occasione per Tasco, che lascia il posto a Borrelli; dentro anche Munari per Granata. Piatti prova dalla distanza il colpo dello 0-3, Noto amministra senza problemi e blocca. Finisce 0-2 dopo 4 minuti di recupero.
I MIGLIORI IN CAMPO 
Maglione (Turbighese) 6.5: partita non facile per una spenta squadra di casa. Il difensore rossoblù fa quello che può per spegnere le iniziative avversarie e salva un gol già fatto alla mezz’ora. Sfortunato quando la difesa, su calcio piazzato, gli nega il gol dell’1-2.
Vista (Calcio Bosto) 7.5: se nel primo tempo i gialloblù fanno male da destra, la ripresa è tutta di Piatti e Vista a sinistra. Il terzino ospite offre una prova di qualità e sostanza, lasciandosi anche andare a qualche giocata pregevole. Perfetto il cross che vale lo 0-2.
IL TABELLINO 
TURBIGHESE – CALCIO BOSTO 0-2 (0-1) 
Turbighese: Noto, Pesce, Crini, Frontini, Maglione, Bigoni (23′ st Spreafico), Penna, Diaz, Bouzida, Delvecchio, Raso. A disposizione: Mazzoleni, Garavaglia, Borsani, Ferrario, Costa. All. Giubertoni.
Calcio Bosto: Marcon, Pellegrini, Vista, Fronte, Ghiringhelli (40′ pt Sgarbi), Lovisetto, Granata (41′ st Munari), Piatti, M. Alongi (25′ st Redaelli), Tasco (35′ st Borrelli), Carabelli (30′ st Fiori). A disposizione: Arrigoni, J. Alongi, Tuveri, Canestrelli. All. Epifani.
Arbitro: Sig. Renna di Saronno.
Marcatori: pt: 35′ M. Alongi (B); st: 22′ Lovisetto (B).
Note: spettatori 50 circa. Cielo sereno, serata fredda. Terreno di gioco in ottime condizioni. Ammoniti: Bigoni (T), Frontini (T), Diaz (T), Spreafico (T). Angoli: 7-2. Recupero: 2′ + 4′.

 

Inviato Filippo Antonelli

 

 

RISULTATI E CLASSIFICHE

Le altre partite

 

Antoniana – Cantello Belfortese  1-1 (0-1)
Antoniana: Savastano, Gorletta (dal 1′ st Calabrò), Zekaj, Gatti, Negri, Noci, Straface, Stabile, Ranieri A., Corbetta, Carlomagno (dal 20′ st Marena). A disposizione: Melchiorre, Marena, Cirignano, Macretti, Leoni, Bertoldi, Calabrò, Milani, Tassinari. All. Pavone
Cantello Belfortese: Piovezan, Motta (dal 30′ st Calemme), Scalamandrè, Da Pos, Pantelis (dal 40′ st Bianchi), Di Bari, Touili, Italiano, Giacopinelli (dal 25′ st Martini), Binda (dal 45′ st Candiloro), Fontana. A disposizione: Boschini, Calemme, Martini, Michelotti, Bianchi, Ciss, Candiloro. All. Criscimanni
Arbitro: Marelli di Como
Marcatori: pt: 8′ Italiano (C); st: 25′ Corbetta (A)
Finisce 1 a 1 la sfida salvezza tra Antoniana e Cantello Belfortese, un punteggio che in realtà serve a poco ad entrambe.
Partono meglio gli ospiti che passano in vantaggio già all’8 con la zampata di Italiano da corner di Pantelis, bravo ad anticipare tutti sul primo palo. La prima frazione di gioco fa registrare solo una deviazione di Piovezan sulla traversa sulla punizione di Corbetta, per il resto poche occasioni.
Nella ripresa la gara non decolla, i biancorossi però si abbassano un po’ troppo seppur senza subire troppo. Ma al 25′ sempre Corbetta da calcio d’angolo beffa Piovezan, complice l’incomprensione tra Pantelis e Motta. Palla in rete e 1 a 1. Qualche cambio per trovare forze fresche: Criscimanni pesca Martini ed il neoentrato andrebbe anche in gol su cross di Binda, ma il direttore di gara dice che la palla era oltre la linea di fondo. Null’altro da segnalare, è 1 a 1.


NFO Ferno – Valceresio 3-2 (2-1)

NFO Ferno: Migliorin, Madeo L (dal 39′ st Ferrario)., Madera (dal 24′ st Viceconte), Pace, Tatani (dal 12′ st Madeo A.), Casotto, Gaudio (dal 7′ st Traore). Boccato, Dal Cortivo, Ciccone, Casiraghi. A disposizione: De Maria, Ferrario, Crivelli, Madeo A., Camara, Viceconte, Traore, Turri, Vecchio. All. Minniti
Valceresio: Dicara, Di Carluccio, Dell’Orto, Robustellini, Soave (dal 43′ st Premoli), Carini, Rigoni (dal 33′ st Lo Presti) , Bosio, Coccioli (dal 12′ st Ndzie), Piccinotti, Cinieri. A disposizione: Carullo, Azzolin, Dogbo, Lo Presti, Ndzie, Premoli, Barozzi. All. D’Onofrio
Arbitro: Barbuscio di Como
Marcatori: pt: 26′ 30′ Madeo L. (F), 32′ Cinieri (V); st: 8′ Madeo L. (F), 18′ Ndzie (V)
Il big match non delude, regala emozioni, cinque gol e la vittoria del Ferno.
I ragazzi di Minniti partono forte, Dicara manda in corner il tiro di Madera. Dalla bandierina nasce il gol con Madeo L. che si fa trovare pronto sul secondo palo:  1 a 0. Al 30′ è raddoppio e lo firma nuovamente Madeo L. che anche questa volta castiga Dicara su spizzata di Madera. La Valceresio non ci sta ed accorcia le distanze al 32′ con il tiro di Cinieri che fa palo-gol. 2 a 1 e tutti negli spogliatoi.
La ripresa vede nuovamente allungare i padroni di casa: all’8′ l’asse Madera – Madeo L. fa ancora male. Tripletta per questi ultimo e gara sul 3 a 1. Ma non è tutto perchè gli ospiti cercano di tenersi dentro al match e ci riescono con Ndzie: colpo di testa da corner, 3 a 2. Il pareggio potrebbe arrivare con la conclusione di Robustellini, palla fuori non di molto, o con l’azione di Piccinotti su cui si reclama a lungo per un calcio di rigore. L’arbitro dice che è tutto regolare, non c’è più tempo. A fare festa sono i Minniti boys.


San Marco – Accademia Bmv 0-0 (0-0)

San Marco: Cardi, Bellin, Vergari, Corrado, Primi, Cortellaro, Gallarati (dal 25′ pt Passafiume), Salmoiraghi, Andreolli (dal 27′ st Bugini), Lambertini (dal 36′ st Iorfida), Carraro (dal 20′ st Inzaghi). A disposizione: Pitaro, Iorfida, Quatraro, Vergari A., Passafiume, Bugini, Petenà, Azuokwu, Inzaghi. All. Torretta – Efrem
Accademia Bmv: Rogora, Venturelli R. (dal 1′ st Mombrini), Vacirca, Lo Piccolo, Villa (dal 29′ st Cobianchi), Grassi, Bellin (dal 34′ st Cantarini), Vago, Izzo, Pisoni Stefano (dal 40′ st Venturelli A.), Epoli (dal 21′ st Gandolfo). A disposizione: Bonini, Pisoni Simone, Cobianchi, Daggiano, Bonina, Venturelli A., Mombrini, Cantarini, Gandolfo. All. Trubia
Arbitro: Barbata di Legnano
Finisce 0 a 0 tra San Marco e Accademia Bmv.
Se il primo tempo è povero di occasioni, nella ripresa si alzano un po’ i toni. Sono gli ospiti che cercano di fare la gara, mentre i bustocchi provano ad affidarsi al contropiede. Mister Trubia opta per una formazione a trazione anteriore ma non riesce a fare male, complici i due ottimi interventi di Cardi su Gandolfo. Bellin di testa scheggia la traversa, sul fronte opposto è provvidenziale la chiusura di Grassi sul tiro da distanza ravvicinata di Andreolli. Bugini e Inzaghi non sfruttano a dovere un paio di ripartenza, la San Marco compatta e chiusa dietro non lascia spiragli e strappa un punto pesantissimo.


In redazione Mariella Lamonica