Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Pro Patria

Pro Patria di misura sul Matelica (1-0). Adesso lo Spezia

Busto Arsizio – Fidarsi è bene. Ma non fidarsi è ancora meglio. E infatti la Pro Patria fatica a mettere sotto un Matelica ribaldo oltre ogni aspettativa. Passaggio del turno affidato alla freddezza di Defendi (1-0). Prossima fermata di Coppa Italia nel prossimo weekend al “Picco” di La Spezia.

LA FOTOGALLERY busto arsizio pro patria matelica coppa italia ghioldi busto arsizio pro patria matelica coppa italia tifosi busto arsizio pro patria matelica coppa italia bertoni

 

 

FISCHIO D’INIZIO – Dopo 84 giorni (12 maggio playoff con la Carrarese), la formazione biancoblu torna in campo ufficialmente per la 44^ gara della sua storia nella Coppa Italia maggiore (17 vittorie, 3 pareggi e 23 sconfitte il fatturato complessivo). Non accadeva dal 2013. Biancorossi ospiti forti del Trofeo di Serie D vinto il 18 maggio contro il Messina. In 3 delle ultime 5 stagioni, Matelica eliminato al primo turno da Como (5-0 nel 2014), Pordenone (2-0 nel 2017) e Monza (1-0 l’anno passato).

IN CAMPO – Per Javorcic proverbiale 3-5-2 con il solo Spizzichino a fare da ambasciatore delle novità. I restanti 10/11 nel solco della continuità. Cioè, il claim stagionale tigrotto. Un paio di novità rispetto alla rifinitura. Il solo Mangano contumace per infortunio. Maceratesi a Busto con 22 convocati e gattopardo tattico tendente al 4-2-3-1. Battistini in panca con in testa l’idea meravigliosa di portare finalmente tra i professionisti la cittadina sull’Esino.

LA PARTITA – Avvio brillante del Matelica. Poi cresce la Pro che sfiora la rete con Ghioldi (a lato) e Parker (super Urbietis). Nulla di fatto all’intervallo. Nella ripresa decisivo l’ingresso di Defendi che fredda Urbietis al 27′. Solo 26′ in campo per l’ex Cuneo che lascia il campo dopo il rosso a Colombo (doppia ammonizione). La formazione di Javorcic si regala lo Spezia sudandola sino allo scadere (1-0).

LA DIRETTA

SECONDO TEMPO

50′ chiusura davvero sofferta. Ma la Pro passa: 1-0! Matelica mai domo.

48′ ancora Tornaghi in uscita su Di Renzo. Brivido clamoroso.

46′ Barbetta scarica il destro, Tornaghi in angolo. Parata tutt’altro che scontata.

45′ ancora 5′ di recupero.

38′ già finita la partita di Defendi, entra Palesi. Ultimi minuti in sofferenza con l’uomo in meno.

36′ secondo giallo a Colombo. Pro in 10.

35′ ultimo cambio marchigiano, Barbetta per Bugaro.

31′ fuori Samuel Di Renzo e dentro Demoleon.

30′ Mastroianni impegna Urbietis. Pro in scioltezza. Battistini abbandona la giacca.

27′ vantaggio biancoblu. Defendi (freddissimo) infilza Urbietis: 1-0!

25′ comunicato l’incasso dal responsabile comunicazione Nicolò Ramella: 605 spettatori per 5.700 euro al botteghino.

23′ Spizzichino per Parker, capocciata alta di pochissimo. Javorcic lo cambia con Mastroianni.

20′ Valenti da fuori, sinistro non malvagio. Comunque fuori.

16′ giallo anche a Samuel Di Renzo. Match molto spezzettato.

14′ ammonito Spizzichino, qualche dubbio.

12′ Defendi per Le Noci.

10′ Bugaro pericolosissimo. Fuori di un palmo.

7′ dentro Severini per Rinaldi nel Matelica.

19.32 si riparte senza cambi. In tribuna anche gli ex Giovanni Zaro ed Ersid Pllumbaj.

PRIMO TEMPO

46′ si chiude dopo 1′ di recupero: 0-0! Biancoblu in crescita nel finale di tempo.

45′ intervento dubbio su Spizzichino, Collu lascia correre. Poi angolo per la Pro senza sviluppi.

41′ Bertoni per Parker che gira di testa, Urbietis in allungo sfodera la paratona.

36′ ammonito Moretti. Ritmi bassi.

30′ giallo a Colombo. Sugli sviluppi della punizione, angolo marchigiano. Nulla di fatto.

29′ Ghioldi recupera palla, destro a lato dall’interno dell’area.

24′ primo corner tigrotto. Le Noci di un nulla sopra la traversa. Cresce di colpi la Pro.

20′ bella manovra biancoblu, sciupa tutto Ghioldi. Poi Galli spara alto di poco.

15′ primo quarto d’ora complicato. Matelica vitale.

6′ primo angolo ospite. Senza esito.

3′ trattenuta a Le Noci non segnalata. Ospiti col 4-2-3-1. Battistini in giacca nonostante la canicola.

18.32 si parte!

Bollino rosso al botteghino in linea con le autostrade il 4 agosto. Il battesimo stagionale è l’occasione per il varo del nuovo sistema d’allarme del Pro Patria Museum. Messa in sicurezza frutto della raccolta fondi “La Storia…siamo noi” in collaborazione con l’Associazione Culturale “Brughiera CàdeMat“. Pro in biancoblu. Matelica in grigionero. “Speroni” rinnovato con le sedute del settore popolari a regalare un suggestivo effetto ottico. Curva tigrotta presidiata.

IL TABELLINO
Pro Patria – Matelica 1-0 (0-0)
Pro Patria 3-5-2: Tornaghi; Molnar, Lombardoni, Boffelli; Spizzichino, Ghioldi, Bertoni, Galli; Le Noci (12′ st Defendi, 38′ st Palesi), Parker (23′ st Mastroianni). A disposizione: Angelina, Marcone, Battistini, Pedone, Brignoli, Fietta, Cottarelli, Molinari, Ferri. Allenatore: Ivan Javorcic
Matelica 4-2-3-1: Urbietis; Di Renzo S. (31′ st Demoleon), Pupeschi, De Santis, Di Renzo A.; Croce, Bordo; Valenti, Rinaldi (7′ st Severini), Bugaro (35′ st Barbetta); Moretti. A disposizione: Bigliardi, Visconti, De Luca, Barbarossa, Peroni, Amoroso. Allenatore: Pier Francesco Battistini
Arbitro: Giuseppe Collu di Cagliari (Massimino di Cuneo e Dicosta di Novara, quarto ufficiale Nicolini di Brescia)
Marcatore: Defendi al 27′ st
NOTE: terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Moretti (M), Spizzichino (PP), Di Renzo S. (M). Espulso Colombo (PP) al 36′ st per doppia ammonizione. Angoli: 3-4 Recupero: 1′ pt / 5′ st Spettatori: 605 paganti per 5.700 euro di incasso

 

LEGGI ANCHE:
- LE PAGELLE
- IL POST PARTITA

Giovanni Castiglioni
(foto di Davide Caforio, Agenzia Blitz)