Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallavolo

Prima trasferta in A2: Futura a Roma per il riscatto

Una trasferta per ritrovare serenità e fiducia: è questo l’obiettivo da perseguire per la Futura Volley Giovani, alle prese con il primo match fuori casa della sua storia in Serie A2 e con una condizione morale tutta da costruire.
Le Cocche non hanno brillato all’esordio in campionato, lasciando campo libero ad un ottimo CUS Torino tra le mura del Palasport San Luigi; il Barricalla non ha solo conquistato l’incontro con un perentorio 0-3, ma ha anche cancellato un’imbattibilità interna rimasta attiva per due stagioni piene. Un colpo all’orgoglio che Cialfi e compagne dovranno saper tramutare in fame agonistica, soprattutto mettendo sul campo quella coralità che domenica scorsa si è vista solo per brevi tratti di gara.

La trasferta di dopodomani in casa di un’Acqua&Sapone Roma Volley Club molto rinforzata rispetto alla scorsa stagione non sarà semplice. Dopo la regular season passata chiusa in penultima posizione nel girone B di A2 con 4 vittorie e 12 punti all’attivo, il team laziale non è riuscito a risalire la china nella Pool Salvezza e retrocede. In estate, però, la Lega Pallavolo accorda il ripescaggio e il club si rinforza con acquisti di grande esperienza in Serie A (come la palleggiatrice ex Monza Martina Balboni, la centrale Federica Mastrodicasa e la schiacciatrice Alessia Arciprete) e con colpi più esotici, come l’opposto americano Holly Tolliver.
Esattamente come avvenuto per le biancorosse, anche Roma ha subito una sconfitta per 3-0 alla prima giornata, ma in circostanze decisamente diverse: le laziali infatti sono state battute al Sanbapolis di Trento dalla Delta Informatica, principale candidata alla promozione in massima serie.

La schiacciatrice bustocca Aurora Pistolesi è l’unica ad aver affrontato l’Acqua&Sapone nella scorsa edizione della Serie A2, disputando una grande gara proprio sul campo della capitale – 19 punti, 4 ace e 3 muri – : “Ricordo bene quella gara ma quella Roma era profondamente diversa da quella attuale, ora è una delle candidate alla promozione e inoltre due mie compagne della scorsa stagione a Baronissi giocano lì (Arciprete e De Luca Bossa, ndr)”. Anche per lei il diktat resta quello di fornire un’impressione migliore di quanto fatto vedere nell’ultima uscita: “Più che la prestazione delle singole voglio che la squadra giri al meglio, solo in questa maniera potremmo toglierci delle soddisfazioni; che si vinca o che si perda, dobbiamo uscire dal campo a testa alta e con la consapevolezza di aver dato tutto“. L’ambiente biancorosso, comunque, resta sereno: “Siamo sicuramente dispiaciute da quanto avvenuto domenica scorsa: abbiamo passato questa settimana di allenamento lavorando su ciò che è andato peggio, così da non farci trovare nuovamente impreparate. Non siamo però abbattute e non partiamo di certo sconfitte“.

La stessa convinzione traspare anche dalle parole di coach Matteo Lucchini: “La settimana di allenamento è andata bene, ci siamo concentrati su aspetti che, se resi al meglio, avrebbero potuto rendere diverso il risultato del match di Torino in almeno due set su tre. Faremo di tutto per ‘spingere’ in maniera più convinta sull’acceleratore già da questa domenica“. Sulle avversarie che le biancorosse andranno ad affrontare, l’allenatore teme la maggior conoscenza di questo campionato: “Roma ha diverse giocatrici che hanno un’esperienza in Serie A tale da poter decidere l’esito di qualsiasi gara. Sotto questo punto di vista dobbiamo crescere in fretta: abbiamo la necessità di portare sul taraflex una maggiore convinzione nei nostri mezzi, e allo stesso tempo dobbiamo di volta in volta metabolizzare alla svelta i momenti-no che inevitabilmente avverranno durante i nostri incontri“.

La Futura, quindi, ha tutta l’intenzione di ribaltare gli avvenimenti di 5 giorni fa: avrà dunque la possibilità di farlo alle ore 17.00 di domenica 13 ottobre presso l’Honey Sport City di Roma (via di Macchia Saponara 151).

- PROGRAMMA E CLASSIFICA

[email protected]
(foto di Giovanni Pini)