Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Pagelle di fine stagione – Avramovic e Cain, coppia dalle uova d’oro

Avramovic 8,5 (in foto in alto): Da vero e testardo scorpione non ha mai mollato la presa in questi 3 anni e ha sempre trovato stimolo dalle “coccole” di coach Caja. Partito con 6,5 punti alla prima stagione, è salito a 12,6 di media l’anno scorso e 17,7 col 39,5% da 3 (si avete letto bene) quest’anno. Una stagione da leader vero iniziata e chiusa con un trentello: il primo per prendersi la rivincita su Brescia, il secondo per salutare da vero lottatore quel pubblico che lo ama alla follia. In mezzo ci sono 28 gare su 30 in doppia cifra, lo zampino su praticamente tutte le vittorie stagionali e un talento che lo porterà lontano da Varese. Lo abbiamo già detto, lo ripetiamo: ci mancherà.

OJM Pallacanestro Varese-Ostenda 10 cainCain 8,5: Giocatore di una costanza devastante che ha iniziato la stagione con 6 doppie doppie nelle prime 8 uscite (saranno 15 a fine anno contando solo il campionato) e, a nostro giudizio, vero miglior difensore del campionato. Ha migliorato le cifre già ottime della scorsa chiudendo a 9,7 punti di media facendo un solo pick’n'roll in 30 giornate e racimolando 10,8 rimbalzi a gara chiudendo al secondo posto la speciale classifica dei rimbalzisti dietro Mockevicius. Ha contratto per il prossimo anno, ma con opzione di uscita a suo favore: la speranza di tutti i tifosi è che non voglia esercitare questa clausola.

04  Fiba Varese-Groningen scrubbScrubb 7: Doveva essere la stagione del salto di qualità dopo l’esperienza di Avellino dove usciva dalla panchina e così è stato. Tommy si è rivelato giocatore prezioso per la sua intelligenza in campo, per il suo modo di difendere, per quel suo essere così pericoloso con le sue giocate in avvicinamento a canestro che, spesso, sono state difficili da contenere. E’ un po’ scesa la qualità del suo tiro dalla lunga distanza dato che preferisce i tiri sugli scarichi, ma ha dimostrato di essere un collante di notevole qualità. La società ha provato e vorrebbe tenerlo, la sensazione è che esplorerà il mercato per monetizzare una buona stagione.

13 ferreroFerrero 6,5: Ora possiamo dirlo: la sua assenza nei mesi di dicembre e gennaio è probabilmente costata la mancata qualificazione ai playoff. Due mesi in cui è salito il chilometraggio dei suoi compagni e in cui si è sentita la sua assenza. Giancarlo conferma di poter dare minuti di intensità, ma anche di qualità: indimenticabile la prova contro Trieste a febbraio. 28 punti, nuovo massimo in carriera in serie A, e una prova che gli è valso l’appellativo di “Mao Santa”. Deve migliorare nella gestione dei falli: alle soglie dei 31 anni certe ingenuità non sono più ammesse. Cuore di capitano.

OJM Pallacanestro Varese-Ostenda 04 archieArchie 6,5: Per tutta la stagione si può dire che si è faticato a capire la reale importanza di Archie, ma, dopo aver dominato Venezia al ritorno con 24 punti in 28′, la cartina di tornasole è finalmente apparsa in tutta la sua lucentezza. Già, perchè l’infortunio accusato nello scontro con Stone è probabilmente costato la stagione all’OJM. Senza di lui è arrivato lo scivolone interno con Wurzburg, un -22 che non ha eguali in questa stagione e che è stato impossibile rimontare, e la sconfitta di Torino, 2 punti che pesano sui playoff mancati. Equilibratore tra gioco interno ed esterno, Archie chiude malissimo la sua esperienza in biancorosso finendo espulso a Bologna: non certo il finale che si attendeva da lui.

OJM SASSARI430 salumuSalumu 6,5: Ottimo upgrade rispetto a Bertone (voto 5 e un feeling mai sbocciato con coach Caja), Jean ha saputo adattarsi ad un ruolo mai rivestito prima in carriera uscendo dalla panchina ed essendo un sesto uomo di impatto. Dopo il primo mese e mezzo di assestamento, il belga ha dato la possibilità di schierare assetti razzenti giocando in coppia con Avramovic. L’addio del serbo potrebbe aprire scenari interessanti per una sua possibile conferma con avanzamento di grado, salvo ovvia verifica dei costi.

08 fiba varese-alba nataliNatali 6: Idolo dei tifosi per la sua dedizione e il suo clamoroso impegno, Nicola ha dimostrato di saper crescere diventando un tiratore affidabile dall’arco: chiude col 38% da 3 dimostrando di poter essere un’arma tattica preziosa nello scacchiere varesino. Meno spazi per lui nel girone di ritorno, ma si toglie la soddisfazione di centrare la doppia cifra con Avellino, miglior nella sconfitta casalinga dell’andata, e con Pistoia alla penultima giornata. Soffre a livello fisico contro ali più grandi e fisicate, ma se tutti mettessero il suo cuore sul parquet…

OJM TORINO156 tamboneTambone 5,5: Ci si aspettava il salto di qualità da parte di Matteo dopo l’ottimo crescendo rossiniano della scorsa annata, ma, invece, il buon Tambone si è spento col passare delle giornate. La sensazione era quasi di una mini crisi di fiducia; il campo ha detto che, tolta la brillantissima fiammata con Sassari a fine gennaio (14 punti in 17′), Matteo non è riuscito ad approfittare dello stato di forma non eccelso del suo pariruolo Moore. Occasione sprecata: lo attendiamo al riscatto l’anno prossimo.

groningen-pallacanestro varese fiba mooreMoore 5: Ha disputato le prime13 giornate su livelli di assoluto valore: 11,5 punti col 37% da 3 e una regia illuminata in ogni frangente con la perla della tripla vittoria all’esordio stagionale con Brescia. Poi, all’improvviso, si è spenta la luce: nelle restanti gare ha collezionato 8,3 punti col 34% da 2 e un laconico 24% da 3. Anche la regia è finita in affanno per un Moore che non può non catalogare come deludente questa stagione. Atteso a una sorta di prova del nove, il simpatico Ronnie non l’ha proprio superata.

OJM LARNACA16 iannuzziIannuzzi 4,5: Alla presentazione coach Caja aveva detto: se ci rende la metà di quanto ci è costato corteggiarlo per portarla a Varese saremo tutti contentissimi. In realtà, il feeling tra il sistema di gioco biancorosso e Antonio non è mai sbocciato e le cifre sono lì, impietose, a descriverlo più delle parole: i 2,4 punti, i 9′ di media e il solo 43% dal campo sono le statistiche peggiori della carriera di Iannuzzi in A. Addio annunciato.

Matteo Gallo