Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Eccellenza girone A

Pagelle e commenti Varesina: Tino specialista, Cargiolli ispirato. Spilli: “Vittoria che dà autostima”

La Varesina domina e vince la seconda partita consecutiva in scioltezza. Alcione mai in partita e annichilito dalla prestazione sontuosa delle Fenici. Varesina-Alcione 7-1

LE PAGELLE

Ghirlandi 6 - Ordinaria amministrazione. Non può assolutamente nulla sul gol

Frigerio 6 - Bene all’esordio da titolare. Nel secondo tempo è anche meno timido (16′ st Bellacci 6 – Tiene bene la posizione)

Boni 6 - Ordinato e sicuro, da lì non si passa (28′ st De Angelis 6 - Ingresso con personalità)

Albizzati 6,5 - Come sempre, comanda la difesa. Autore di un grande gol, il suo secondo consecutivo

Tino 7,5 - Ogni punizione che batte è un pericolo. Oggi ha il piede caldo e realizza un bellissima doppietta

Taino 7 - Schierato a centrocampo, è autore di una prestazione top. E’ sempre pericoloso e riesce anche ad andare in rete

Rebolini 6,5 - Regia e mental coach della squadra

Martinoia 6 - Un po’ troppo nervoso, ma la sua corsa serve sempre alla squadra (33′ st Morello – sv)

Deodato 6,5 - Lampi di grande classe per questo giovane del 2001. Ottima prestazione di qualità (7′ st Broggi 6 – Entra sulla trequarti ma sbaglia qualche giocata di troppo considerata la sua classe)

Franzese 7 - Sempre rapace quando c’è da esserlo. E stavolta la fortuna gli dà una mano con la palla che supera la linea di pochi centimetri (16′ st Bianconi 6,5 - Grandissimo gol di tacco e bravissimo a tenere su la palla per far salire la squadra)

Cargiolli 7 - Freddo sul rigore, è autore di grandi giocate per i propri compagni

MISTER SPILLI - Le parole di mister Marco Spilli in conferenza stampa post-partita: “Tutte quelle sotto la Castellanzese hanno qualche rammarico. Focalizziamoci sui lati positivi. L’approccio alla gara e il gioco è stato ottimo. Questa è la strada giusta per i playoff. Il merito di tutto questo è dei calciatori. Ora il campionato è nel vivo, e avere questa autostima è molto importante. Taino è molto bravo negli inserimenti, mi serviva per sbilanciare la squadra in avanti. Non ero sicurissimo di cambiare per non alterare gli equilibri. Mi piace come soluzione, e potrebbe essere importante a gara in corso”

LEGGI ANCHE
LA PARTITA

Simone Calabrese