Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallavolo, UYBA Volley

Troppa Novara per le farfalle: il derby rimane in Piemonte

Nella terzultima giornata di campionato, la UYBA perde 3-0 (30-28, 25-18, 25-21) contro Novara al PalaIgor incassando la terza sconfitta in altrettante gare stagionali ufficiali contro le piemontesi dopo il 2-3 dell’andata al Palayamamay e lo 0-3 di Verona nella semifinale di Coppa Italia a inizio febbraio.
Le farfalle iniziano la serata con un ottimo piglio e mettono in serissima difficoltà le padrone di casa, costrette ad inseguire a lungo nel primo set (15-19). Nel combattutissimo finale, però, ad avere la meglio sono le azzurre trascinate dalle Nitezich e Bartsch (10 punti a testa) e da una imprendibile Egonu, MVP del match con 26 punti e il 59% in attacco. Perso il primo set, la UYBA si è disunita e non ha saputo reggere il confronto nei successivi due parziali dove le piemontesi hanno dominato. Note di merito per Herbots, autrice di una buona partita (13 punti e 38%), e Meijners che nel corso del primo set è subentrata a Grobelna nel ruolo di opposto e l’ha sostituita per il resto della sfida (17 punti e 47% in attacco).
Ora per Busto è in calendario un impegno europeo: martedì 19 marzo alle ore 16 italiane la formazione di Mencarelli sarà di scena in Romania contro Blaj per l’andata della finale di Coppa Cev. Il ritorno è previsto al Palayamamay di Busto Arsizio martedì 26 marzo alle ore 20.30 (clicca qui per le info sui biglietti). 

I SESTETTI – La UYBA scende in campo con il tradizionale sestetto formato da Orro in regia, Grobelna opposto, l’ex Bonifacio e Berti al centro, Gennari ed Herbots schiacciatrici e Leonardi libero. Novara risponde con Egonu opposta alla regista CarliniChirichella e Veljkovic al centro, Bartsch e la novità Nizetich in banda e Sansonna libero.

I COMMENTI – Capitan Alessia Gennari fa i complimenti alle avversarie: “Non è una novità che Egonu sia imprendibile, ma non siamo riuscite ad arginarla. Novara è stata brava, si è vista tutta la superiorità fisica e ha fatto un ottimo lavoro in battuta. Sappiamo che possano fare meglio ma stasera sono state più forti loro”.
Coach Mencarelli aggiunge: “La differenza con Novara rispetto alla semifinale di Coppa Italia è stata molto minore per due motivi: premesso che ho visto entrambe le squadre cresciute rispetto a quella partita, noi abbiamo cercato di fare qualcosa in più in battuta e nella ricerca dei tocchi a muro. Ci siamo riusciti nel primo e in parte nel terzo set. L’altra differenza è stata che Novara ha spinto molto in battuta, molto di più rispetto a Verona, ma noi abbiamo tenuto alto il cambiopalla anche con ricezione meno e questo mi fa ben sperare anche per le prossime gare: è un aspetto, questo, su cui stiamo lavorando da un mese e mezzo e i frutti iniziano a vedersi. L’ingresso di Meijners positivo? Molto, e sono per prima cosa contento per lei e per il percorso che ha fatto per tornare a questi livelli. E’ una giocatrice che potrà darci una grande mano in questo finale di stagione”.
Dall’altra parte Nizetich è soddisfatta: “Nel primo set ci hanno messo sotto pressione, poi ci siamo sciolte e siamo riuscite a portare a casa una vittoria preziosa che ci voleva dopo il brutto ko contro Chieri di settimana scorsa. Abbiamo disputato una buona partita, sono contenta”.

LA FOTOGALLERY novara-uyba by molinari 15 novara-uyba by molinari 10 orro novara-uyba by molinari 07 bonifacio

 

 

LA DIRETTA

TERZO SET – La UYBA inizia bene il set sfruttando il turno in battuta di Herbots (0-2). Novara impatta con Nizetich (2-2) e poi mette la freccia con la numero 5 piemontese e con Egonu (6-4) e quando Busto commette un fallo di posizione (8-4) Mencarelli decide di fermare il gioco. Nizetich mette in crisi la ricezione delle farfalle direttamente dal servizio (10-5) ed Egonu doppia Busto (12-6). La UYBA è costretta a rincorrere e non riesce ad avvicinarsi e a mettere pressione alle avversarie che volano via (18-12). Con orgoglio le biancorosse passano dal 20-13 al 20-16 (brava Meijners) e successivamente al 21-18 (Herbots), ma poi capitolano per il 25-21 finale siglato con il muro di Veljkovic.

SECONDO SET – Mencarelli conferma Meijners opposto con Grobelna in panchina. Il set inizia in perfetto equilibrio (5-5) e con le due trascinatrici sugli scudi, ossia Egonu per Novara e una brillante Herbots per la UYBA. Bartsch firma il primo break del secondo parziale per le padrone di casa (9-7) ed Egonu ribadisce il vantaggio (10-7) costringendo Mencarelli a spendere un time out. Novara, preso il la, spinge sull’acceleratore e approfitta di qualche imprecisione delle biancorosse (14-9). Meijners tenta di tenere attaccato Busto (15-12) e la parallela in fast di Chirichella va direttamente fuori (18-16), ma l’inerzia rimane ancora di Novara che mantiene la testa avanti (21-17) forzando tanto in battuta e mettendo pressione alle avversarie in ogni fondamentale. Mencarelli getta nella mischia Samadan al posto di Berti ma nemmeno lei può fare nulla per contenere una Egonu scatenata (23-18) che lancia le azzurre alla vittoria anche del secondo set (25-18).

PRIMO SET – Il primo punto di serata è firmato Orro, bravissima a muro (0-1). La UYBA approfitta di qualche indecisione delle padrone di casa (due errori di Bartsch, in attacco e in battuta) per portarsi sul +2 dell’1-3. Ma la risposta di Novara non si fa attendere e le piemontesi passano avanti (6-5) prima di tornare ad inseguire (6-9) grazie alle bellissime difese delle farfalle che non lasciano cadere nessun pallone. Al ritorno dal time out voluto da Barbolini, Novara risale la china e sul colpo in diagonale da seconda linea di Egonu impatta sul 10-10 e poi l’ex Bartsch opera il sorpasso (11-10). Busto non ci sta e il muro di Grobelna su Nizetich (11-11) fa capire che le ospiti non mollano e, anzi, con Bonifacio tornano avanti sul 14-16. L’ace di Herbots su Nizetich vale il +3 del 15-18 che subito diventa 15-19 con Gennari in parallela. Il coach di casa chiama un altro time out e quando riprende il gioco Egonu, l’invasione di Orro e l’ace di Nizetich ridanno vigore alle piemontesi (18-19) e stavolta costringono Mencarelli a richiamare le sue ragazze. A fare respirare è Meijners, subentrata in corsa al posto di Grobelna nel ruolo di opposto, che mette a terra il 18-20 con un bel mani out. Il finale di set si accende con Egonu, un punto di spalla di Chirichella e un altro punto di Egonu per un break che prova a stendere la UYBA (21-20). Novara spinge con Veljkovic (22-20), Bartsch non perdona (23-21), ma Herbots si accende e pareggia i conti sul 23-23. Egonu ed Herbots non sbagliano (24-24), Botezat invece in battuta sì (25-24). Herbots annulla un altro set ball (25-25) e il set si fa lunghissimo: solo il 30-28 decreta la fine in favore delle azzurre.

 

Igor Gorgonzola Novara – Unet E-Work Busto Arsizio 3-0 (30-28, 25-18, 25-21)
Igor Gorgonzola Novara
: Carlini 3, Stufi ne, Camera ne, Plak ne, Nizetich 10, Chirichella 4, Sansonna (L), Piccinini 1, Bici ne, Bartsch 10, Zannoni, Veljkovic 8, Egonu 26. All. Barbolini, 2° Baraldi. Battute errate: 11. Battute vincenti: 3. Muri: 7.
Unet E-Work Busto Arsizio: Piani ne, Peruzzo ne, Herbots 13, Grobelna 1, Gennari 8, Cumino ne, Orro, Leonardi (L), Bonifacio 3, Meijners 17, Berti 4, Samadan, Botezat. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute errate: 6. Battute vincenti: 5. Muri: 5.
Arbitri: Luciani – Turtù

 

RISULTATI E CLASSIFICA

Laura Paganini
(foto di Alessandra Molinari)