Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Fotogallery, Giovanili

Matrimonio granata per l’Accademia Visconti: “Il Torino ci ha scelti” – FOTO

Ieri sera tante persone hanno affollato il campo sportivo di Sumirago antistante alle scuole medie: giovani calciatori in erba, genitori curiosi, autorità e, naturalmente, la dirigenza. L’Accademia Visconti, infatti, dal 1° luglio sarà ufficialmente affiliata con la Academy Torino e ieri sono state apposte le firme che ufficializzano l’ingresso del club del presidente Elvio Zampese nella famiglia granata.
“Sono felice di annunciare questa collaborazione – spiega il Direttore Sportivo Giuseppe Pugliese -. Ho avuto contatti con altre società di Serie A che ci hanno proposto un progetto di crescita, ma al Torino ho visto le cose migliori. Il Torino mette al centro della sua attenzione i ragazzi e per questo noi è fondamentale. Siamo orgogliosi che da ora in poi potremo far fare ai nostri atleti un’esperienza fuori dal comune e che ricorderanno per sempre“.

Accademia Visconti collaborazione Torino Academy 03L’Accademia Visconti sarà la prima società della nostra provincia ad essere affiliata con la Academy Torino e, concretamente, dalla prossima stagione i ragazzi avranno la possibilità di andare a Torino per alcune giornate di formazione, di partecipare a tornei organizzati dal club granata e di beneficiare dei consigli tecnici degli istruttori che periodicamente faranno visita al campo di Sumirago (ma anche a quelli di Albizzate e Castronno) per dare delle linee guida ai già preparati allenatori biancoblù. Inoltre, Bruno Teseo, scout per l’Academy Torino nella zona, terrà d’occhio i migliori prospetti tra i Pulcini e gli Esordienti: “Si tratta di un progetto solito e su cui puntiamo molto. Sono fiero di farne parte e darò il mio contributo al meglio”.

In mancanza del presidente, bloccato da un impegno di lavoro inderogabile, a mettere la firma nero su bianco su questa avventura che sta per iniziare è un emozionantissimo vice presidente Alessandro Caprino, una delle anime pulsanti dell’Accademia Visconti. ”Voglio ringraziare Flavio Santoianni che a settembre mi ha proposto quest’idea che sembrava quasi assurda. Oggi, invece, siamo qua e iniziamo un percorso bellissimo.  Ringrazio anche i genitori e ovviamente il presidente che ha messo a disposizione tutto ed è felice quanto noi”.

Prima della benedizione di don Mario, sono state apprezzate le parole di incoraggiamento di Yvonne Beccegato, assessore allo sport del Comune di Sumirago, e di Lorenzo Bianchi, vice delegato della Lega Nazionale Dilettanti per la provincia di Varese. “Sono lieta di essere stata invitata a questa occasione unica per il nostro comune. Sono contenta di vedere tutti questi ragazzi e questi genitori e faccio i complimenti ai dirigenti dell’Accademia Visconti. Grazie all’Academy Torino per questa opportunità che dà alla nostra associazione sportiva”, afferma Beccegato. Bianchi aggiunge: “Sono felice di vedere che molti hanno creduto in questo progetto. L’importante è che i ragazzi giochino e si divertano sempre”.

Accademia Visconti collaborazione Torino Academy 07Poi, il momento più atteso delle firme e delle foto di rito, preceduto dal bel discorso di Teodoro Coppola, responsabile dell’Academy Torino e coordinatore di 57 Academy Torino in giro per il mondo, che ha coinvolto i ragazzi e ha cercato di trasmettere lo spirito del Torino. “Ci siamo conosciuti per cinque mesi e poi abbiamo scelto voi dell’Accademia Visconti perchè sono stato colpito fin dalla prima volta dal vostro spessore umano e dall’umiltà dei vostri istruttori. Adottiamo delle strategie operative per conoscere l’eventuale partner con cui fare l’affiliazione e per questo vi ho invitato a 4 o 5 eventi, tra cui al Filadelfia domenica scorsa, per farvi capire cosa significa fare parte della casa del Torino. Non vinceremo gli scudetti, che lasciamo ad altri, ma vogliamo far crescere i giovani all’interno di un percorso sano ed educativo senza creare illusioni ed aspettative. Il Torino non è qui a scoprire nessuna stella perchè al primo posto c’è la vita di tutti i giorni. Poi, certo, se tra di voi ci sarà qualcuno di molto talentuoso non saremo bendati e lo porteremo con noi. Vogliamo che anche le famiglie siano presenti perchè il Torino non è un parcheggio ed è giusto che i genitori sappiano cosa fanno i propri figli. Noi siamo una grande famiglia ma voi genitori non sostituitevi alle competenze tecniche dei nostri istruttori”.

 Laura Paganini