Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Nuoto

Mare Nostrum, poker nostrano in acqua a Barcellona

Si è concluso ieri il raduno durato una decina di giorni a Calella (in foto in alto), una sessantina di chilometri da Barcellona. Lo scorso 2 giugno Arianna Castiglioni, Nicolò Martinenghi, Silvia Scalia e Matteo Rivolta, accompagnati dagli allenatori Gianni Leoni e Marco Pedoja, sono volati in Spagna per affinare la preparazione in vista del Mare Nostrum (in vasca oggi e domani), ma soprattutto degli appuntamenti più importanti della stagione e, uno su tutti, il Mondiale a Gwangju, in Corea del Sud, in programma dal 21 al 28 luglio.

Arianna Castiglioni, Nicolò Martinenghi e Silvia Scalia sono già qualificati alla kermesse iridata e affrontano il Mare Nostrum, così come il Sette Colli di Roma in calendario nel prossimo weekend, come una tappa di avvicinamento. Scalia, inoltre, prima di volare in Corea del Sud, si tufferà in acqua a Napoli per le Universiadi che si svolgeranno nella prima metà di luglio e che riuniscono tutti gli atleti universitari di varie discipline sportive. Per Matteo Rivolta, invece, il Sette Colli sarà l’ultima opportunità per centrare la qualificazione ai Mondiali e negli ultimi giorni a Calella ha messo molta benzina nelle gambe per arrivare al top della forma tra una settimana a Roma.

Il raduno di Calella ha portato in dote, tuttavia, qualche problema fisico per Arianna Castiglioni e Nicolò Martinenghi. Quest’ultimo, che ha saltato gran parte della stagione scorsa per una frattura da stress all’osso pubico sinistro, ha accusato negli ultimi giorni un’infiammazione alla spalla sinistra che l’ha costretto a non forzare troppo nella bracciata a rana. Il Mare Nostrum, però, non è in pericolo e Tete dovrebbe tuffarsi senza problemi nei 100 rana (oggi) e nei 50 rana (domani).
Arianna Castiglioni, invece, soffre di dolori all’adduttore destro dovuto alla pubalgia, e settimana scorsa ha accusato dolore all’adduttore della gamba sinistra che l’ha fatta rallentare un po’ nel ritmo di allenamento e nel carico di lavoro. Attualmente il fastidio sembra scomparso, ma le è rimasta meno forza nella gambata. La sua presenza nei 50 rana e 50 stile (oggi) e nei 100 rana (domani) al Mare Nostrum non sembrerebbero a rischio, ma la bustocca non forzerà.
Silvia Scalia scenderà in acqua nei 100 dorso oggi e nei 50 dorso e 50 farfalla domani, mentre Matteo Rivolta sarà all’opera nei 50 dorso e 50 farfalla oggi e nei 100 farfalla domani.

Laura Paganini