Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallanuoto

Luongo show, la BPM saluta il pubblico amico con un successo netto

Busto Arsizio – Non ha problemi il Banco BPM Sport Management ad aggiudicarsi 14-8, davanti al pubblico di casa, l’ultima gara interna della stagione con la formazione guidata da mister Marco Baldineti (senza l’infortunato Damonte sostituito dal giovane del vivaio Rosanò) che annienta il CN Posillipo: il 4-0 di fine primo tempo indirizza la sfida, il Posillipo nel secondo tempo arriva anche a -1, ma poi è un parziale di 8-0 per i Mastini a chiudere definitivamente i conti. Show di capitan Stefano Luongo che mette a segno 7 gol.

LUTTO il Posillipo si presenta a Busto Arsizio con solo 11 effettivi: Andra Maria Scalzone è costretto a far rientro a casa per un grave lutto familiare accompagnato dal secondo portiere Tommaso Negri. Al giocatore del Posillipo le condoglianze del Banco BPM Sport Management e del presidente Sergio Tosi.

LA GARA Il primo gol della partita porta la firma di capitan Stefano Luongo che infila alla destra di Sudomlyak, poi è ancora l’attaccante bustocco a servire l’assist per il 2-0, a uomo in più, di Drasovic. Il 3-0 arriva sulla controfuga ancora del numero 10 dei Mastini che prima prende la superiorità e poi batte in velocità la difesa avversaria. Al 6’ è un super guizzo di Nicosia a neutralizzare il rigore di Rossi, poi arriva il poker del sette di Baldineti che sfrutta appieno la doppia superiorità e realizza con Mirarchi. La prima marcatura degli ospiti arriva a uomini dispari con Rossi che infila Nicosia dopo 90” di secondo tempo poi, dopo l’assalto a vuoto dei padroni di casa, il Posillipo dimezza lo scarto andando ancora in gol con Gianpiero Di Martire. Un attimo più tardi arriva il gol dell’altro Di Martire ospite, Massimo, che da posizione cinque a infilare in diagonale Nicosia, ma un attimo più tardi arriva la risposta di Drasovic che riporta i suoi al doppio vantaggio sul 5-3. Un minuto più tardi ci pensa capitan Luongo a trasformare il rigore del 6-3 e poi, a uomini dispari in uscita dal timeout, a infilare il gol del +4 bustocco. Alla ripresa delle operazioni, dopo la pausa tra secondo e terzo tempo, è ancora Drasovic a farsi trovare pronto all’appuntamento col gol: Alesiani serve il servo che dai 5 metri non può sbagliare. Poco dopo i Mastini colpiscono ancora in velocità con Di Somma che, col passaggio, scavalca la difesa avversaria serve Alesiani che spinge in porta il 9-3. Alesiani si ripete a 5’ dalla fine del terzo tempo, poi è gol di Vincenzo Dolce che festeggia il suo compleanno firmando la rete dell’11-3. Nicosia neutralizza ancora una volta gli ospiti poi serve Alesiani che sui due metri serve Luongo che spinge in porta il 12-3. Il Posillipo torna a realizzare dopo 9 minuti senza gol, con Luca Marziali che sigla il 12-4 imitato, a uomini dispari, un minuto più tardi da Rossi per il 12-5 del 7’ del terzo tempo. Bruni si conquista il rigore, ma il tiro di Luongo è parato da Sudomlyak poi sull’assalto successivo arriva il terzo gol consecutivo degli ospiti che realizzano con Mattiello. Bruni si procura un altro rigore in avvio di ultima frazione e questa volta Luongo è infallibile e infila il 13-6, poi il capitano di Busto Arsizio ha un rimballo fortunoso dopo un tiro del Posillipo neutralizzato dalla difesa di casa: la palla schizza in avanti l’attaccante bustocco è il più rapido di tutti e arriva un altro gol quello del 14-6 che chiude definitivamente la gara. Da segnare per Busto Arsizio l’ingresso in campo, negli ultimi 5 minuti di gioco, del giovane del vivaio bustocco Alessio Rosanò. Finisce 14-8 per Busto Arsizio che tornerà in vasca sabato per l’ultima gara di stagione regolare a Firenze.

MARCO BALDINETI (allenatore Banco BPM Sport Management): “Ultima partita in casa della stagione regolare: un ringraziamento ai nostri tifosi e arrivederci per l’anno prossimo per chi non ci sarà a Trieste alle Final Six scudetto e ad Hannover per le finali di Champions League. È stata una buona partita, siamo partiti bene poi magari un po’ di errori e un calo di concentrazione però quando eravamo già 12-3. In questa partita però non abbiamo mai permesso al Posillipo spunti per poterci riprendere. Detto questo purtroppo c’è da segnalare l’infortunio a Damonte (ancora out dopo il collegiale con la nazionale) che speriamo di recuperare al più presto perché senza di lui abbiamo problemi sia dal punto di vista del gioco sia dal punto di vista dello spogliatoio perché è un giocatore importante”.

PREMIAZIONI prima della gara premiate le prime tre classificate del campionato nazionale amatoriale di pallanuoto master organizzato da ASC (Attività Sportive Confederate) e Sport Management con Pallanuova (prima), Desenzano (seconda) e Mantova (terza) che hanno ricevuto la coppa dalle mani del capitano del Banco BPM Sport Management Stefano Luongo e da quelle del difensore Giuseppe Valentino. Premiati anche Giorgio Zancoghi di Mantova e Francesco Carli di Pallanuova che hanno vinto, a pari merito, la classifica marcatori con 30 gol a testa.

BIANCA SEREGNI CAMPIONESSA MONDIALE JUNIORES DI AQUATHLON sempre prima dell’inizio della partita spazio anche per un’altra importante premiazione: quello dell’atleta Sport Management Bianca Seregni che, negli scorsi giorni, si è laureata campionessa mondiale juniores di aquathlon. La nuotatrice si allena nella piscina Sport Management di Sesto San Giovanni (MI).