Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Le pagelle: Peak signore di Roma, Jakovics il giustiziere

Peak: 8 Gara di ottima sostanza da parte di LJ che reagisce alle ultime due prove in chiaroscuro con una prestazione magistrale. Letale in penetrazione dove è impossibile tenere il suo passo, pericoloso da fuori, condisce la sua prova con 4 rimbalzi, 3 recuperi e un bel 29 di valutazione. Deciso in ogni circostanza: lo vogliamo così!
Clark: 6,5 Non servono le sue magie e allora Jason ricama due tre lampi di pura classe con delle penetrazione per puristi del basket e del talento come quando semina il malcapitato Kyzlink al 15′. Ormai è una certezza.
Jakovics: 7,5 Segna 18 punti in soli 20′ di utilizzo, incute terrore nell’area romana con le sue penetrazioni raccogliendo falli a iosa e mette i punti sulle i prima sulla fuga biancorossa con due triple filate per il 30-17 che suggella un parziale di 14-0 e chiude, visto l’andamento, la gara. Poi, i suoi punti valgono anche il +25 del 29′ con cui mette fine alla contesa. Giustiziere della notte.
Vene: 7 Si concede perfino il lusso di stoppare Moore al 30′ all’interno di una gara in cui sbaglia veramente poco e illumina coi suoi giochi alto basso con Simmons. Da applausi a scena aperta l’alley hoop per l’affondata di Simmons al 21′.
Simmons: 7 Il miglior rimbalzista del campionato si prende una pausa dalla carambole, ma non dallo spremere intensità dal suo gioco. Ottima l’intesa con Vene, vola a quote altissime a infilare i suoi punti tutti arrivati su schiacciata e giocate spettacolari. E in difesa si danna l’anima anche sul +30. Strepitoso.
Mayo: 6,5 L’inizio è di puro godimento con Josh e Dyson a scambiarsi colpi proibiti, ovvero canestri uno in faccia all’altro. Poi capisce che non serve spremersi da primattore per portare a casa i due punti e si ricicla nel ruolo di attore non protagonista in maniera ottima: 5 assist per un silente, ma prezioso Mayo.
Tambone: 7 A tratti nei primi 20′ è assolutamente dominante per come crea per sè e per i compagni con una facilità disarmante. Puro talento la tripla con cui sancisce il 34-19 del 10′, ma la sua è una gara di pregevolissima fattura con assist per i compagni (4) e sarebbero anche di più se qualcuno non venisse inopinatamente sprecato. Divo romanum.
Ferrero: 7 Conclude con uno dei plus/minus più alti: questo a evidenziare tutta la grinta messa in campo dal capitano che sovrasta il più quotato (e spesso) Alibegovic nonchè chiunque gli si pari davanti in posizione 4. Colpisce feralmente sugli scarichi e manda tutti al bar sull’84-51 del 31′. Ecceziunale veramente.

Matteo Gallo

- LA PARTITA

- SALA STAMPA

FOTOGALLERY

- RISULTATI E CLASSIFICA