Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

Le pagelle: Ferrero, che capitano! Moore ritrovato

Archie: 6 Parte bene tanto che sono suoi i primi 5 punti di Varese. Poi si perde un pò e il super Ferrero di oggi lo relega in panchina perdendo il feeling col campo.
Avramovic: 6,5 Sanders è un brutto cliente in difesa, ma Aleksa riesce ad essere pungente con le sue scorribande che portano i punti della prima fuga sul 41-47 del 16′, ma sa anche esser utile con alcuni passaggi illuminanti. Una doppia dimensione così tornerà certamente utile all’OJM.
Iannuzzi: 7 Non sbaglia nulla in questa partita dimostrando, forse, di prediligere i ritmi alti. Presente e concentrato in attacco dove fa male a Trieste prendendo posizione e subendo falli, non arretra nemmeno in difesa dove è un ottimo baluardo per l’anello.
Salumu: 7 Prova convincente anche in campionato per il belga che realizza la tripla decisiva allontando gli spettri di una incredibile beffa sul 92-97 a 1’30″ dal termine. Ha il pregio di essere preciso sugli scarichi e anche in difesa si fa valere. Altra aggiunta importante nel telaio biancorosso.
Scrubb: 7 E’ il re dei rimbalzi offensivi: il suo senso per il rimbalzo aiuta Varese nel condurre questa gara (9 in totale le sue carambole al 40′). Contiene abbastanza il temuto Dragic in difesa e in attacco fornisce il suo solito contributo tra tiro da fuori e canestri in avvicinamento. Collante.
Tambone: 5,5 Soli spiccioli in una partita in cui non riesce mai a prendere il giusto ritmo.
Cain: 6,5 Si sta trasfomando da realizzatore a passatore di qualità. Ormai conosciuto dalle difese, Tyler sposta il suo raggio d’azione più in alto fungendo da smistatore di pallone di qualità. Dietro la vita è dura tra Knox e Mosley, ma la sua pagnotta la porta a casa anche stasera.
Ferrero: 10 Ed è anche riduttivo. “Gianca” mette in campo una prova che è frutto di un raro mix di cattiveria agonistica e furore offensivo: 28 punti in 21′ con un globlale 11/13 dal campo che fa arrossire James Harden. In difesa si danna l’anima su chiunque e, in special modo, su Peric. Non è un caso che alla sua uscita per falli al 37′, Trieste abbia ringhiato fino al -5: se Varese torna dall’Allianz Dome con i 2 punti, beh, 1/1,3 sono merito del suo capitano.
Moore: 7,5 Non guardate le cifre al tiro di Ronnie. Stasera Moore disputa una gara sostanziosa e di qualità in cabina di regia vincendo il duello con Wright. 6 rimbalzi, 5 assist, ma, soprattutto, quella sensazione di armonia impressa al gioco di Varese che evidenziano quanto Moore sia fondamentale negli equilibri di questa OJM. Ottimo ritorno nella settimana della Coppa Italia.

Matteo Gallo

- LA PARTITA

- SALA STAMPA