Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Eccellenza girone A

Le pagelle di metà stagione: grandioso Verbano, timida Varesina. Rinascita Vergiatese. Pavia, chi sei?

VERBANO 10: c’è poco da dire. Una cavalcata sontuosa senza mai montarsi la testa. Ha perso un’unica partita, quella nello scontro col Busto 81, poi ha macinato solo risultati positivi meritandosi a pieni voti il titolo di campione d’inverno. Un gruppo giovanissimo con dei numeri da campioni: 34 punti frutto di dieci successi, quattro pareggi e una sola sconfitta. Percorso netto tra le mura amiche della Bombonera dove solo due formazioni sono passate indenni portando via un punto. Impeccabile.

RHODENSE 8: la vera sorpresa di questo girone. La squadra neopromossa ha chiuso al terzo posto davanti alla Varesina, battuta proprio nello scontro diretto dell’ultima giornata. Chi lo avrebbe mai detto? Perfetta in trasferta, è l’unica che non è mai tornata a casa a mani vuote: fuori casa non ha mai perso. A questo punto, nel girone di ritorno ci si aspetta molto. Peperoncino.

ALCIONE 8: vedi la Rhodense con la differenza fondamentale che è già esperta della categoria. Ha dato filo da torcere a molti e quando si è arresa (5 sconfitte) non lo ha fatto facilmente. Ha fatto un passo indietro nelle ultime due giornate, ma ha comunque chiuso il girone in piena zona playoff. Sorpresa.

OLGIATE OLONA CALCIO ECCELLENZA BUSTO 81 VS. VOGHERESE 1919NELLA FOTOBUSTO 81 7.5: nel complesso è un cammino molto positivo quello dei biancorossi che tuttavia hanno sprecato qualche chance che sono costate il primo posto. Quattro sconfitte pesano sul bilancio di metà anno; un giro di boa che non li vede più primi ma sempre all’inseguimento. Con 16 punti conquistati, è la squadra che meglio ha fatto in trasferta; vanta inoltre il miglior attacco con 30 gol messi a segno. Insomma, i presupposti per continuare la marcia ci sono tutti. Ambizioso.

ACCADEMIA PAVESE 7: un’escalation positiva: ha faticato con le favorite, ma ha vinto tutti i match chiave. Dopo un inizio con tre ko di fila, si è riscattata battendo il Busto 81. Con Fenegrò, Castanese, Mariano e Sestese ha calato un poker di scontri diretti vinti che le hanno permesso di abbandonare la zona bassa della classifica. Ha perso con la Vergiatese, ma si è riscattata col poker infitto alla Vogherese prima del pareggio scoppiettante col Calvairate. Promettente.

VOGHERESE 6.5: il -2 in classifica al momento le sta costando i playoff. E’ una squadra ambiziosa che ha alternato alti e bassi. Si è fatta valere in casa, mentre in trasferta ha inciampato di più. Ha chiuso in bellezza con una vittoria importante sul Pavia, diretto rivale. Veemente.

Vergiatese-Verbano 06VERGIATESE 6.5: a volte la testartaggine paga e la società è andata dritta per la sua strada anche quando le cose non sembravano andare bene. Una scelta che è stata premiata. La neopromossa ha faticato parecchio ad assestarsi in categoria: sette partite senza vincere hanno fatto traballare la panchina di Marzio che però è rimasto al suo posto. Dopodiché c’è stata una clamorosa risalita con cinque vittorie su sette gare che l’hanno proiettata a metà classifica. A rovinare l’idillio è stato però l’Ardor Lazzate col 4-0 dell’ultima giornata, un risultato pesante che comunque non ha tolto serenità. Ostinata. 

CALVAIRATE 6: in piena lotta playout, ha assestato qualche colpo importante come le due vittorie contro Settimo e Sestese. Tra le squadre agli ultimi posti, è quella che ha fatto più gol (ben 24), ma allo stesso tempo condivide la peggior difesa con la Castanese: 30 reti subite. Incognita.

SESTESE 5.5: molto negativo il rendimento in trasferta con zero successi, tre pari e quattro sconfitte. Ha fatto decisamente meglio in casa. Nel complesso ha subito pochi gol, ma l’attacco arranca. Nella strada verso la salvezza, si è risollevata nel finale pareggiando a Lazzate e battendo in casa il favoritissimo Busto 81. Convinzione.

Varesina-Fenegrò 10VARESINA 5.5: ci si aspettava ben altro, invece il percorso è stato ricco di difficoltà con le trasferte che si sono rivelate il tallone d’Achille. Squadra nata e partita per vincere, ha chiuso con un quarto posto che fa ben sperare per il prosieguo della stagione, ma che è arrivato dopo una bella rincorsa a seguito di un inizio davvero deludente. I soli 7 punti conquistati in trasferta hanno avuto il loro peso; cinque sconfitte sono troppe per un’aspirante vincitrice. Non mancano però gli aspetti positivi: ha la miglior difesa del girone (appena 12 gol subiti) e questo vuol dire molto. Pronta a riscattarsi. Timida.

PAVIA 5.5: 5-5-5 questo il tris di numeri del Pavia che ha pareggiato i conti collezionando lo stesso identico numero di vittorie, pareggi e sconfitte: cinque, appunto. Ha chiuso il girone a metà classifica in compagnia di Ardor Lazzate e Accademia Pavese. La piazza si aspettava di più. Il cambio in panchina ha dato una sterzata solo inizialmente, poi ha subito un vero e proprio crollo non riuscendo più a vincere. Due pareggi con le ultime due in classifica e tre sconfitte l’hanno fatta scivolare indietro. Cedevole.

SETTIMO MILANESE 5.5: un inizio scoppiettante per la compagine che è rimasta a lungo nelle prime posizioni salvo poi andare incontro ad una violenta crisi. E’ partito col turbo con sei risultati utili (quattro vittorie in sei partite battendo squadre come Varesina, Busto 81 e Ardor Lazzate) salvo poi perdersi un po’ per strada. Non è riuscita più a vincere dal 13 ottobre scorso. Il pareggio col Verbano all’ultima giornata ha risollevato un po’ il morale.Smarrito.

MARIANO 5.5: anche quest’anno si ritrova a combattere in una dura lotta per mantenere la categoria. L’arrivo di Rovellini ha ridato identità al gruppo che è riuscito ad abbandonare l’ultimo posto. Chi va piano, va sano e va lontano. Riuscirà nell’obiettivo? Di sicuro ci crede. Prezioso.

ARDOR LAZZATE 5: fuochi d’artificio sul mercato, grandi ambizioni, un cambio di allenatore, ma poca costanza. L’avvio della squadra che, sulla carta, aveva tutte le carte in regola per giocarsi le prime posizioni è stato davvero shock con tre sconfitte nelle prime quattro giornate. Poi altalena di emozioni. Col mercato invernale ha rivoluzioto molto puntando su altri cavalli di razza. H chiuso con un poker a Vergiate che ha alzato l’entusiasmo. Shock.

CASTANESECASTANESE 5: salvarsi è l’obiettivo anche di questa stagione. Un traguardo che a tratti è sembrato difficilissimo da ottenere. La società ha optato per un cambio di allenatore e per un mercato di rinforzi. La situazione non è cambiata di molto (pesantissimo il ko a Fenegrò), ma l’ultima incredibile vittoria arrivata in rimonta rappresenta lo spirito del gruppo neroverde. Di sicuro dovrà migliorare il rendimento casalingo che è il peggiore del girone: una sola vittoria, tre pareggi e tre sconfitte per un misero bottino di 6 punti su 21 a disposizione. Non ha avuto mezze misure in trasferta invece dove ha vinto o perso. Ha chiuso al penultimo posto. Sacrificio.

FENEGRò 4.5: una sola vittoria in tutto il girone. Evidenti difficoltà, ultimo posto a -3 dalla penultima. Non è ancora condannato, ma serve qualcosa in più per evitare il peggio. Inabissato.

eli.ca.