Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Pro Patria

La Pro Patria fa rotta su Olbia. Javorcic: “Siamo concentrati”

Da Busto ad Olbia via Appiano Gentile. In barba a qualsiasi navigatore, la Pro Patria fa rotta sulla Sardegna passando dalla Pinetina. A 24 ore dalla trasferta isolana (ore 15, stadio “Nespoli”), Ivan Javorcic sembra apprezzare la divagazione sull’itinerario: “Quella con l’Inter è stata una bella esperienza. Per il vissuto dei ragazzi. Magari il risultato ha fatto molto effetto fuori ma per me vale zero. La prima cosa che mi ha colpito della struttura è la qualità dei campi. Quello che manca in Serie C”. Alle spalle la parentesi in nerazzurro, all’uscio bussano già i bianchi galluresi di Michele Filippi: “Partita difficile. Siamo concentrati su quanto dovremo fare. Non certo sulle loro eventuali difficoltà attuali (un punto nelle ultime 6 giocate, ndr)”.                        

Undici biancoblu fatto con 3-5-2 consistente di Tornaghi tra i pali; Battistini, Lombardoni e Boffelli in difesa; Spizzichino, Colombo, Bertoni, Ghioldi e Galli in mediana; Le Noci e Mastroianni in attacco. Fietta di rientro tra i convocati, assenti Defendi (riacutizzarsi del problema al piede), Brignoli (attacco influenzale) e il nazionale Kolaj selezionato per il match a tinte forti di martedì sera ad Elbasan dell’Under 21 albanese con il Kosovo. Ivan Drago fa il check in all’avversario: “Sono un gruppo di talento, veloce e frizzante. E sono abituati a costruire le loro fortune in casa”.

La Pro Patria non vince in Sardegna (e ad Olbia) dal 13 ottobre (guarda un po’) 1996. Da allora nell’isola ha raccolto un solo punto in 7 trasferte. Difficile considerarlo un caso. Lo spalatino conviene: “E’ così. Certamente le condizioni ambientali incidono. Magari ci sono 7/8 gradi in più e il vento è spesso un fattore”. Domani per le 15 previsti 15° e raffiche inferiori ai 30 Km orari. Condizioni tutto sommato non proibitive.

I 22 convocati per il match di domani (ore 15.00, stadio “Bruno Nespoli”) con l’Olbia (tra parentesi i numeri di maglia):
Portieri: Angelina (22), Mangano (12), Tornaghi (1)
Difensori: Battistini (4), Boffelli (3), Lombardoni (19), Marcone (2), Molinari (24), Molnar (5)
Centrocampisti: Bertoni (14), Colombo (21), Cottarelli (20), Fietta (16), Galli (15) Ghioldi (23), Masetti (26), Palesi (6), Pedone (7), Spizzichino (17)
Attaccanti: Le Noci (10), Mastroianni (9), Parker (11)

Fiero & Tonic. Il soggetto in questione è parecchio suscettibile. E pare abbia una memoria di ferro. Quindi, meglio maneggiare con estrema cura. Alludiamo ad Adalberto Fiero di Pistoia, arbitro designato per il match del “Nespoli” (Lorenzo D’Ilario di Tivoli e Franco Iacovacci di Latina gli assistenti). Secondo anno in categoria (15 gare dirette in C tra cui in questo campionato alla prima giornata Alessandria – Gozzano 2-2), il fischietto toscano si è guadagnato il quarto d’ora di celebrità nel 2016 quando (secondo la Turris), avrebbe provocato i giocatori campani prima di una sfida con il Manfredonia ricordando Sessana – Turris della stagione precedente: “Vi stavo aspettando dalla partita di Mondragone…”.

A seguire precedenti con le 2 avversarie di domani:
11 ottobre 2015  Rieti – Olbia  2-2  (Serie D)
6 aprile 2019  Gozzano – Pro Patria  0-2
4 maggio 2019  Olbia – Pro Vercelli  1-0                

Giovanni Castiglioni