Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Giovanili

Juniores – Varesina beffata in pieno recupero, scudetto alla Romulea

Minuto 95’: Silvestro va via a destra, cross al centro e zampata di Minniti della Romulea che gela Baglieri e tutta la Varesina. È questo l’epilogo peggiore possibile per la squadra Varesina, dopo una finale veramente bella, divertente, piena di spunti, di agonismo, di fatica e di sudore in un campo su cui ha battuto per tutti i 90’ un sole aggressivo che ha condizionato il finale di gara con le squadre molto stanche.

Mister Fedele sa di avere una squadra fisicamente meno strutturata dei suoi avversari, ma sa che i suoi piccoli terribili possono creare grattacapi alla difesa romana. Ma il calcio sa sorprendere ed è proprio su un’occasione che non ti aspetti che la Varesina passa da calcio piazzato. Calcio d’angolo al 5’ con lo cambio Leone-Loda-Leone e pennellata al centro: De Angelis sbuca sul secondo palo e di testa fulmina Arsene mandando in delirio i 150 tifosi Varesini accorsi per l’evento. La Romulea è squadra forte e prova subito a rimettersi in partita, prima con una incursione di Falanga, poi con una conclusione di Belardo, anche se l’occasione più ghiotta è per Vitiello sugli sviluppi di un calcio d’angolo che trova il riflesso di Baglieri a dire no. Dopo qualche minuto di sforzo difensivo, i rossoblu si riaffacciano in avanti e il guizzo di Loda impensierisce Arsene. Dopo pochi minuti una splendida azione della Varesina tutta di prima strappa gli applausi anche dello sportivissimo pubblico romano, ma quando sembra che la squadra di Fedele abbia ritrovato vitalità e manovra arriva il gol del pareggio: Pellegrino, uno dei migliori va via sulla destra e crossa, Potenza da vero numero 9 devia di testa e infila la dov’è Baglieri proprio non può arrivare. A fine primo tempo è 1-1, e la partita è apertissima.

La ripresa inizia con un’occasione clamorosa per la Romulea. Una sbavatura della linea difensiva rossoblu libera Menniti davanti a Baglieri ma il pallonetto a colpo sicuro termina clamorosamente alto. Gol sbagliato e…? Esatto! Gottardi accende il motorino di Canavesi che si incunea e viene steso, l’arbitro dà il vantaggio perché la palla arriva a Loda in buona posizione. Il 10 varesino serve in qualche modo Deodato che al centro dell’area inventa un movimento da centro NBA, fantastico, e col destro fa esplodere di gioia tutto il mondo Varesina. La partita è un via vai di fatica ed emozioni che solo una finale sa dare, e come un copione da thriller arriva il 2-2 dopo pochi minuti. Ci si mette un po’ di sfortuna. Il sinistro di Pellegrino infatti trova la deviazione di De Angelis con la gamba che spiazza il proprio portiere. La Romulea è viva. Le forze fisiche iniziano a cedere, borracce in ogni dove, crampi, lotta, fatica vera. Tra cambi e qualche ammonizione, nonostante partita correttissima e tifoserie esemplari, si arriva nel finale di gara: attimi che non si dimenticano.
Minuto 89: Bellacci recupera un pallone importante e trova Loda, che in girata inventa un cross-assist per la testa di Canavesi, il colpo di testa del numero 11 ferma il cuore di tutta la Romulea, ma per centimetri sfiora il palo alla destra di Arsene. Il “Nooooo” che accompagna questa azione dal lato della tribuna rossoblu è da brividi. L’arbitro dà 5 di recupero. Non sembrano più esserci margini per evitare i supplementari. Poi la coltellata per tutta la Varesina. Un gol che fa male, tanto male, ma che in nessun modo può intaccare una stagione monumentale per Fedele e i suoi ragazzi. Complimenti lo stesso Varesina, testa alta.

ROMULEA-VARESINA 3-2 (1–1)
Romulea: Arsene, Grimaldi (12’ st Silvestro), Monacu, Torsellini, Piermattei, Vitiello, Menniti, Belardo, Potenza (20 st Settembre) Falanga,Pellegrino. A disposizione: Mataloni, Cerbara, De Chiara, Piselli, Rotoloni, Lucciti. Allenatore: Feroce
Varesina: Baglieri, Grippo, Essan, Gottardi, Leone (39 st Corti), De Angelis (50 st Segalini), Mancuso (13 st Menga), Bellacci (50 st Esteri), Deodato, Loda, Canavesi. A disposizione: Moresco, Frigerio, Lanzo, Boccadamo, Sanfilippo. Allenatore: Fedele.
Arbitro: Nicolò Dorillo di Torino.
Marcatori: pt: 5’ De Angelis (V), 41’ Potenza (R); st: 11’ Deodato (V), 16’ Pellegrino (R), 50’ Menniti
NOTE – Angoli: 7-7. Ammoniti: Falanga (R), Torsellini (R), Essan (V)

 Roberto Bulgheroni