Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Arti Marziali

Judo – Gorle, Catania e Gerenzano, brillano i nostri atleti

Periodo intenso per gli atleti agonisti e non della FIJLKAM presenti nella provincia di Varese e nell’alto milanese che domenica sono stati protagonisti sui tatami di Gorle, di Catania e di Gerenzano.

A Gorle si sono svolti gli esami per il passaggio di grado delle cinture nere. Un grande applauso va a Nicola Scamarcia del Gymnic Club Induno Olona che con i suoi 74 anni ha affrontato e superato l’esame per cintura nera, segno che il judo può essere praticato a qualsiasi età ed aiuta a mantenersi in forma. Complimenti anche a Germano Gaudenzi e Michele Crosta della Pro Patria di Busto A. che hanno superato l’esame per il secondo dan .

Nelle stesse ore a Catania, ai campionati italiani di jujitsu – ne-waza (lotta a terra – brasilian jujitsu), Luca Bianchi della Pro Patria Busto A., unico rappresentante della nostra provincia, ha conquistato il bronzo inanellando una serie di tre vittorie e si è inchinato solamente davanti al vincitore della categoria. Grande soddisfazione del tecnico Daniele Pellegatta e di tutta la dirigenza.

A Gerenzano nel week end è andato in scena il 30 Trofeo Internazionale “SANKAKU” ed il trofeo Internazionale Lombardia 2019 valido anche come tappa del trofeo Italia per U15. Numerosi i judoka della nostra zona presenti e ottimi i risultati raggiunti.
Sabato per il trofeo Sankaku da segnalare le vittorie nella categoria cadetti al limite di 90 kg del rappresentante del CSG Busto Garolfo Christian Sagunti.  Argento del rappresentante della Robur et Fides Varese Roberto Campi nella categoria U35 fino a 90 kg e sempre in rappresentanza del sodalizio varesino l’argento U13 fino a 48 kg di Bergamin e delle atlete del Bu Sen Luino Emma Petrolo, categoria cadetti fino a 70 kg, e Sara Stivoni. A questi risultati si aggiungono l’ottimo bronzo della parabiaghese Martina Pancaldi nella categoria U35 fino a 52 kg e sempre per il Judo Club Parabiago l’argento di Tecla Galeoto nella classe U13, il bronzo di Emma Ferracini della Pro Patria Busto cadetta fino a 52 kg e del rappresentante del Bu Sen Luino Gabriele Brigatti.
Non arrivano a medaglia ma non fanno mancare il loro impegno in gara Beatrice Sinelli, Francesco D’Alessandro e Samuele Borsani (Judo Club Castellanza), Gabriele Caridi, Filippo Silvestri, Baba Ion, Adam Santucci, Bendif Yaakoub, Gabriel Pezzucchi, Mara Federica, a cui va un particolare augurio di pronta guarigione dato che ha dovuto abbandonare la gara per un fastidioso infortunio al gomito, (Pro Patria Busto Arsizio), Nicola Destefano e Luca Lo Porto (Bu Sen Luino).

Domenica per il trofeo internazionale Lombardia 2019 U15 raggiungono il podio la luinese Noemi Pignatiello terza classificata nella categoria 70 kg e la legnanese Martina Vukovic bronzo nella categoria fino a 57 kg. Buone prove anche da parte dei rappresentanti della Robur et Fides Varese Pellizzaro e Molinaro entrambi settimi nelle rispettive categorie di peso e della rappresentante del Judo Club Parabiago Glenda Galeoto anche lei settima classificata. Presenti anche Riccardo Gambaro (Judo Club Castellanza), Edoardo Sechi (Pro Patria Busto A.), Capellini, Travetti, Pirotta, Indelicato, D’Angelo e Assi (Robur et Fides Varese)

     Redazione