Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

Il Fagnano scioglie i dubbi, Riccio: “Pronti con un nuovo mister”

Il Fagnano sarà ai blocchi di partenza della Promozione della prossima stagione. Attualmente le voci che volevano che il presidente Antonio Caprioli facesse un passo indietro non trovano conferma e ad assicurarlo è direttamente il Direttore Sportivo Gianni Riccio: “Il presidente ha deciso di continuare e sarà ancora al nostro fianco. Siamo contenti e ripartiremo di nuovo per il secondo anno di Promozione della nostra storia. Il Fagnano ci sarà”.
Questo verrà detto chiaramente in un incontro tra le parti già fissato per giovedì sera, ma, al momento, non ci sono dubbi: “Noi dirigenti, il presidente e i giocatori ci siederemo tutti attorno ad un tavolo giovedì; faremo il punto dell’annata passata, faremo senza dubbio alcune valutazioni e guarderemo al futuro per il bene del Fagnano”.

Fagnano-Morazzone 01 razaSicuramente sulla panchina dei biancorossi non si siederà Ulisse Raza, il cui rapporto si è interrotto: “Ci ha guidato alla salvezza attraverso i playout e lo ringraziamo – continua Raza -. Ha dato tantissimo, non possiamo dire nulla su di lui come uomo e come allenatore, ma crediamo che si sia chiuso un ciclo e sia giusto cambiare. Non mi sbilancio sui nomi di mister che possano andare bene per noi, ma ci stiamo guardando in giro”.

Dopo un campionato di mille vicissitudini, di pura lotta e di rincorsa, il Fagnano si è salvato ai playout condannando alla retrocessione la Guanzatese. A segnare il gol vittoria nell’1-0 di Guanzate (dopo l’1-1 in casa dell’andata) è stato Ingribelli: “Abbiamo raggiunto il nostro obiettivo, ossia la salvezza da neopromossa. Ne siamo davvero felici e ci siamo meritati questo traguardo anche perchè abbiamo subito qualche ingiustizia come i 6 gol validi che ci sono stati annullati secondo noi ingiustamente in tutto il torneo. Nel girone d’andata abbiamo fatto fatica e non ci è girato praticamente niente per il verso giusto. Al ritorno, invece, abbiamo cambiato marcia e ci abbiamo messo il cuore. A fare la differenza è stato il gruppo, l’unità d’intenti dei ragazzi che volevano fermamente la salvezza e ci sono riusciti. Adesso ripartiamo“.

Laura Paganini