Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

Il Cas ospita il Brebbia, Vanzaghellese-Gorla da mille e una notte

A giudicare dal programma della giornata questa potrebbe essere la classica domenica di passaggio, quella con pochi big match ma tanti punti pesanti in palio. E se si considera che all’appello, compresa questo, mancano solo 5 turni, allora i punti sono tanto pesanti quanto delicati.
Partiamo dalla capolista Cas. I ragazzi di mister Cau sono incappati in una domenica no la scorsa settimana, merito di quell’Arsaghese che si è rivelata ancora una volta tutt’altro che arrendevole nonché bestia nera dei blues (visto che è stata l’unica squadra a batterli sia all’andata che al ritorno), il respiro di chi insegue si fa sempre più vicino, l’obiettivo e aggirare l’ostacolo Brebbia, in una situazione davvero complicata tra la salvezza da rincorrere e le recenti dimissioni anche del presidente Barbarito, e guardare avanti.
Primissima delle inseguitrici del Cas è prorpio il Gorla Maggiore, oggi a -1. Domani banco di prova importantissimo in quel di Vanzaghello: all’andata fu un tiratissimo 2 a 2, gara accesa dentro e fuori dal campo, lo spettacolo è assicurato.
In piena corsa playoff anche Aurora Cantalupo e Folgore Legnano, appaiate a quota 46 punti.
I primi se la vedranno con la SolbiateseInsubria, squadra in un buon momento di forma visto che arriva dalla vittoria pesantissima sul campo della Valceresio e dalla goleada con il Luino Maccagno.
La Folgore si è invece rialzata domenica scorsa battendo l’Ispra grazie ad un Gazzardi in formato super, c’è da dare continuità di risultati per stare nella zona alta dei playoff ma attenzione perchè domenica arriva il Cantello Belfortese. Se è vero che la squadra di Criscimanni sta cercando “solo” di chiudere al meglio la stagione senza poter più raggiungere particolari obiettivi, è vero anche che talvolta l’orgoglio vale più di un post season e che farci i conti non è per forza una legge matematica scritta.
Altra squadra che deve rialzarsi alla svelta se non vuole perdere il treno playoff è la Valceresio di mister D’Onofrio. Due sconfitte consecutive potrebbero, per una squadra che era incappata in un solo ko prima di queste ultime due domeniche, pesare notevolmente, domenica col Luino Maccagno sarà vietato in primis sottovalutare l’impegno, visto che questi ragazzi da ultimi in classifica stanno tirando fuori volontà ed orgoglio, ed in secondis sbagliare.
Antoniana – Ispra potrebbe risentire degli strascichi della scorsa domenica. Il giudice ha usato la mano pesante per entrambe le formazioni dopo i fatti accaduti nella 24° giornata. I bustocchi dovranno infatti fare a meno di Macretti, Santaniello, Badji, Larocca, Mantovan e Ranieri A., oltre mister Pavone, ai biancorossi è andata un po’ meglio ma comunque non potranno schierare nè Cialona nè Modde.
Ospiterà la San Marco formato “salvezza a tutti i costi” il Tradate di mister Garantola. “Sarà una sfida delicata in una piazza che anche se per quest’anno ha poco altro da chiedere a questo campionato, resta sempre una piazza di tutto rispetto“, ha confessato il ds bustocco Luca Michele in settimana.
Deve giocarsi il tutto per tutto il Tre Valli tra le mura amiche con l’Arsaghese. La classifica è deficitaria, l’Arsaghese che ha già dimostrando sette giorni di poter battere anche la capolista, non potrà schierare il suo capitano Mai (che ha riportato un serio infortunio proprio nell’ultima partita) ma non vorrà fare gite in questo finale di stagione.
L’appuntamento su tutti i campi della provincia è per l’ultima volta alle ore 14.30, dalla prossima settimana con il cambio dell’ora si giocherà alle ore 15.30.

 

PROGRAMMA E CLASSIFICA

Mariella Lamonica