Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro, Sport Disabili

Handicap Sport Varese, squadra fatta ma manca lo sponsor

La squadra è praticamente fatta ma manca ancora il main sponsor. In estrema sintesi, è questa la situazione della Handicap Sport Varese che rivoluziona il gruppo che nello scorso campionato non è riuscito a ottenere la salvezza e che dopo sei stagioni (quelle consecutivamente disputate in serie A dopo la promozione ottenuta nel 2013) deve registrare l’addio della Cimberio. L’azienda di San Maurizio d’Opaglio ha infatti annunciato nei giorni scorsi il disimpegno dalla Pallacanestro Varese (dopo dodici stagioni trascorse insieme, sette delle quali da primo sponsor) e anche dalla Handicap Sport.
“A Renzo e a Roberto Cimberio dobbiamo un grandissimo ringraziamento – dice Carlo Marinello, presidente della Handicap Sport Varese – perché il loro supporto è stato per noi molto importante, dapprima “filtrato” dalla Pallacanestro Varese e poi giunto a noi direttamente. Dopo la promozione in serie A, abbiamo trascorso insieme sei stagioni bellissime e chissà che un giorno le nostre strade non possano incontrarsi di nuovo”.

Un altro addio da registrare è quello di Gianfranco Ponti, che ha deciso di concentrare tutte le sue risorse sul settore giovanile della Pallacanestro Varese. Confermati invece gli sponsor ormai storici della Handicap Sport: Amca elevatori di Varese (azienda che si occupa di installazione e manutenzione di ascensori e montacarichi), ZMC di Cavaria (che costruisce catene da trasporto industriali) e la Effe-effe di Fabrizio Fiorini, già amministratore delegato della Pallacanestro Varese (la sua è un’azienda di import-export con sede a Bresso).
Inutile dire che Carlo Marinello, insieme con Antonio Bazzi, Elena Missaglia e Giorgio Pedraccini che con il presidente condividono oneri e onori in seno alla Handicap Sport, sono ora alla ricerca di un’azienda che supporti le loro fatiche economiche.

La squadra, si diceva, è praticamente fatta, con una autentica rivoluzione rispetto allo scorso campionato. Restano infatti in maglia biancorossa soltanto Gabriele Silva, grande protagonista dello scorso campionato, e Alessandro Nava, oltre a Francesco Roncari che però nella stagione passata non ha mai visto il campo a seguito di una serie di problemi fisici che dovrebbero essersi finalmente risolti, e a Momo Fiorentini, che aveva staccato per un breve periodo.
L’addio che più sorprende è quello di Nicola Damiano, che ha scelto di vivere una nuova esperienza, anche di vita, in Germania. Va all’estero anche Massimiliano Segreto, che si è accasato a Malaga, mentre motivi famigliari hanno costretto all’addio Alessandro Pedron. Ai saluti anche la nutrita truppa straniera: Pedro De Barros, Janic Binda, Saliou Diene, Dipen Sharma.

Le novità, pronte a schierarsi accanto a Momo Fiorentini, Alessandro Nava, Francesco Roncari e Gabriele Silva, sono rappresentate da Riccardo Marinello (che torna in biancorosso dopo la stagione trascorsa in Svizzera a seguito del divieto per i normodotati di giocare in serie A) e Alan Mazzoleni (già a Varese qualche anno addietro), mentre dalla Gran Bretagna arrivano Liam John Baskett e Aiden Jay Clarke; completa il roster Flavio Cardoso Pereira, reduce da una precedente esperienza italiana a Torino prima di fare ritorno in Brasile. Conferma in panchina per coach Fabio Bottini. “I due ragazzi inglesi – precisa Carlo Marinello – saranno con noi senza alcun rimborso spese: ci limiteremo infatti a offrirgli una abitazione”.

In attesa di valutare caratteristiche e potenzialità dei nuovi arrivati, una squadra con Silva, Nava, Roncari e Marinello sembra assolutamente competitiva per il campionato di serie B. “L’obiettivo stagionale – precisa Carlo Marinello – sarà il ritorno in serie A ma senza strapparci le vesti se non riusciremo a centrarlo immediatamente”.