Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

Gorla, la storia si ripete. Contaldo e Ippolito: “Felicissimi, meritiamo la promozione”

Il secondo turno playoff sorride al Gorla Maggiore che si prende l’1 a 1 ai danni dell’Aurora ed in virtù della miglior posizione in classifica, avanza di diritto al terzo turno di questa post season.
Prossimo avversario l’Olimpiagrenta formazione del girone C e della zona di Lecco che oggi ha avuto la meglio per 3 a 0 sul Costamasnaga (gara di andata domenica 19 maggio, gara di ritorno mercoledì 22 maggio).

Ecco le due facce della medaglia. Da un lato mister Contaldo, capitan Ippolito e tutto il Gorla Maggiore ovviamente su di giri, dall’altro mister Senziani e tutta la sua amarezza:Abbiamo fatto la partita che volevamo fare su un campo di patate, se avessimo giocato sul nostro terreno che è un tappeto da biliardo avremmo sicuramente vinto, ma se non abbiamo potuto giocare in casa nostra la colpa è degli arbitri che non ci hanno permesso di arrivare più su in classifica; a parte questo nella gara abbiamo visto un eurogol firmato D’Ascanio, gol che fa ogni domenica, mentre loro invece hanno trovato una rete a mio avviso fortuita grazie al loro terzino, la nostra colpa è avergli permesso di crossare. Spiace per come sia andata, credo però che il Gorla lo ritroveremo qui l’anno prossimo, perché chi passa il secondo turno e poi si ferma solitamente non viene ripescato, staremo a vedere“. Mister sta confermando che l’anno prossimo sarà ancora s questa panchina?A dire il vero non lo so, sono piuttosto stanco di vedere determinate cose, io spero solo che questi ragazzi, che per la maggior parte ci siamo fatti in casa, restino“.

Parola poi ai vincitori e a mister Contaldo, assolutamente al settimo cielo:Abbiamo messo in campo tutto, il nostro cuore e la nostra voglia in primis ma anche tutto un lavoro di tattica e di studio non indifferente che abbiamo fatto ogni volta in base all’avversario, e questo perché siamo una squadra che conosce bene i suoi limiti, che cerca di limitarli e che amplifica i propri pregi, ed anche oggi è quello che abbiamo cercato di fare al massimo“. Eppure dopo il gran gol di D’Ascanio c’è stato qualche minuto di assestamento, avete accusato il colpo…Sì, è vero, innanzitutto complimenti a lui perché ha davvero fatto un eurogol, poi però abbiamo raccolto le energie e dato tutto fin quando è arrivato il gol di Hushi con un inserimento perfetto sulla fascia, gol che ci ha fatto esplodere di gioia“. A proposito di Hushi: possiamo dire che questa rete ed il suo interprete siano un po’ il simbolo di una classe “operaia” che a Gorla non ha mai mollato?Sì, è vero, è così, magari ti aspetti la giocata da Ippolito o da Falsaperna ma poi arriva la rete di un terzino che in realtà sarebbe un centrocampista e che, come tutti gli altri, ha lavorato tantissimo“. C’è una dedica per tutto questo?Sì, quando ero a Brebbia ho conosciuto il professor De Laurentis, un uomo di questa società che ha allenato anche la juniores e che è venuto a mancare dopo pochi mesi dall’inizio di quella mia avventura, la dedica è tutta per lui e per questa società, una società pulita, che mi ha scelto per rendere possibile tutto questo, io non ho mai parlato male dell’arbitro, mi sono sempre assunto tutte le mie responsabilità, ed oggi festeggio con i miei ragazzi un traguardo bellissimo“: Basterà per andare in promozione?Questa è una bella domanda, spero proprio che basti perché qui se lo meritano tutti, noi comunque ci mettiamo al lavoro nuovamente per provare ad uscire vittoriosi dall’ennesima battaglia“.
Felice ovviamente anche capitan Ippolito:Siamo  ancora qua, onore all’Aurora, grandissima squadra, ma noi ci meritiamo tutto questo per il lavoro fatto, lo meritano i tifosi, la società, spero sia la volta buona per salire in promozione, ce lo meritiamo“. Cosa hai pensato dopo il gol di D’Ascanio?Abbiamo accusato il colpo, poi abbiamo messo in campo tutto il nostro carattere ed abbiamo trovato la rete con Hushi, un ragazzo che merita tantissimo, merita questa maglia e forse anche altri palcoscenici per il sacrificio, per il lavoro, per la sua umiltà“. A chi dedichi tutto questo?A tutta Gorla Maggiore, società splendida, tifoseria splendida, ci sono sempre stati vicini, qui c’è gente che ama alla follia questi colori, la dedica è tutta per loro“.

LA PARTITA

Mariella Lamonica