Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

Folgore Legnano, la nota più lieta. Mister Colombo: “Pane e umiltà per salvarci al più presto”

È una delle più belle sorprese del girone d’andata e forse una sorpresa anche per se stessa perché dopo una salvezza raggiunta agli sgoccioli nella passata stagione, era difficile immaginarsi una Folgore Legnano così in su, piazzata al 5° posto e quindi in piena corsa playoff. Ed era più difficile immaginarselo anche perché si sapeva fin dall’inizio che saremmo stati al cospetto di un girone difficile ed equilibrato.
Dello stesso parere mister Giuseppe Colombo, allenatore dei grigiorossi capace di organizzare una squadra in maniera davvero efficace, tanto che adesso qualche grattacapo in più alle avversarie che devono affrontarla di domenica in domenica, viene.

presentazione folgore_2Mister se lo aspettava così questo campionato?
A dire il vero sì perché lo scorso anno fu un girone un po’ compromesso dal numero di squadre partecipanti e da tutte le note vicende, perciò quando siamo partiti quest’anno eravamo a conoscenza del fatto che fosse più dura, ecco perché guardandoci in faccia con la società ci siamo detti subito “Puntiamo alla Salvezza””.
Dopo le prime 15 giornate siete 5° con 28 punti, voi punterete pure alla salvezza ma la classifica dice tutt’altro oggi…
Sì in effetti siamo molto soddisfatti e siamo in una posizione che non ci aspettavamo, abbiamo affrontato la prima parte di campionato con molta umiltà e questa è la caratteristica su cui punto molto io e che pretendo dalle mie squadre, poi piano piano a questa umiltà abbiamo affiancato la convinzione nei nostri mezzi, e ne è uscita fuori una classifica che a mio avviso è la voce della verità, la classifica rispecchia sempre i valori di ciò che si è visto in campo, sappiamo perciò di aver fatto bene e ne siamo molto orgogliosi”.
Alla luce di tutto questo gli obiettivi non cambiano? Che girone di ritorno si aspetta? 
Saremmo folli se cambiassimo obiettivi ora, noi abbiamo costruito questa armata per salvarci e puntiamo appunto alla salvezza, credo che ci servano ancora una decina di punti per garantirci la categoria, a questo punto non dobbiamo far altro che raggiungerli il prima possibile e poi, quando saremo ancora più sereni di adesso, vedremo se potremmo giocarci qualche altra posizione”. “Per quanto riguarda la prossime quindici giornate - prosegue il tecnico –  me le aspetto ancora più toste, perché ci sono squadre che magari ad oggi non hanno ancora espresso il loro reale valore e squadre che invece ci hanno affrontato un po’ più a cuor leggero, ora magari lo faranno con un piglio diverso, noi non ci scomponiamo troppo, continueremo a cercare di fare del nostro meglio per dare adito ad un’altra classifica che ci premi”.
Valceresio-FolgoreChe ci dice più in generale di questo campionato? Se lo aspettava così combattuto? Vede della favorite?
Sì me lo aspettavo così perché la prima categoria è sempre un campionato molto ben organizzato, con società preparate e che economicamente hanno anche qualcosa da investire, qui ci sono giocatori che hanno militato anche più su e che danno lustro, portando ad un livello medio-alto il campionato, è bello proprio per questo. Favorite? Il mio giudizio è condizionato ovviamente però per come le ho viste contro di noi direi che Valceresio e Vanzaghellese sono le due squadre che mi hanno dato l’impressione di solidità maggiore e la solidità conta”.
Facciamo un passo indietro: l’anno scorso lei era in seconda categoria con la Crennese, quest’anno un gradino più in su con la Folgore: soddisfatto della sua scelta?
C’è da fare una piccola premessa: il mio primo anno da giocatore fu proprio con la Folgore Legnano, anche perché io sono di questa città, tornare nelle vesti di allenatore mi ha permesso di avvicinarmi a casa ma possiamo anche dire di tornare a casa, per me è una soddisfazione, una bella esperienza, sapevo che avrei trovato delle persone serie e così è stato, sono molto contento della mia scelta
Un’ultima battuta sul prossimo match ovvero Luino Maccagno-Folgore Legnano, che gara si aspetta?
Come ho detto e come ripeterò fino alla fine, siamo una squadra umile, non andremo certo a Luino pensando sia facile anche perché non sappiamo se hanno integrato la formazione in questo mercato, inoltre a Legnano c’è un problema campi e orari, noi e la società abbiamo cercato di fare del nostro meglio ma non ci è consentito usufruirne quando vogliamo, detto ciò ci presenteremo con la nostra solita mentalità e con la voglia di ripartire con il piede giusto”.

Anche perché se dovessero arrivare i tre punti poi sarà “solo” meno sette, giusto mister?

 

Mariella Lamonica