Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Altri Sport

Da Busto agli Europei di Obstacle Course Racing: “Realtà in espansione”

L’Obstacle Course Racing (OCR) è uno sport emergente che sta prendendo sempre più piede anche in Italia. Si tratta di una disciplina in cui un atleta deve superare di corsa o camminando vari ostacoli che richiedono un certo impegno fisico e che sono simili a quelli usati nell’addestramento militare: pareti da scavalcare, assi di equilibrio, reticolati sotto cui strisciare, corsi d’acqua da attraversare e trincee riempite di fango. Insomma, tutto ciò sembra una sorta di percorso di guerra in cui ognuno deve dare il meglio di sé e oltrepassare, oltre gli ostacoli (senza commettere penalità), anche le proprie paure e la fatica fisica. E al traguardo la soddisfazione che si prova è immensa.

A raccontare dell’OCR con passione è Francesco Venco, coach nonché capitano dell’Arena Team Taurus, squadra élite della Spartan Arena di Busto Arsizio che è nata nel 2019 dopo qualche anno di allenamenti. “A Busto abbiamo creato uno dei campi di allenamento più funzionali della Lombardia che sta diventando un punto di riferimento – spiega -. Abbiamo circa 500 iscritti di ogni età che lo frequentano anche solo per tenersi in forma e fare esercizio, mentre il gruppo di agonisti è formato da una trentina di atleti. Presto apriremo anche una sede a Buccinasco che sarà più grande e darà modo anche chi arriva da più lontano di avere un riferimento più accessibile”.

Una buona parte degli atleti bustocchi è in partenza per uno degli appuntamenti principali della stagione: gli Europei OCR che si svolgeranno in Polonia dal 27 al 30 giugno. “Nel Parco Avventura Gdynia Kolibki gareggeranno in sette dell’Arena Team Taurus – continua Venco che accompagnerà i suoi atleti ma non potrà essere lui stesso protagonista a causa di un infortunio -. Questi ragazze e ragazzi si sono qualificati alla manifestazione durante le tappe del Campionato Italiano Obstacle Course Race portando a termine la prova e ottenendo il tempo limite necessario. Per tutti loro si tratta dell’esordio assoluto nella kermesse continentale e l’obiettivo è di chiudere il percorso nel migliore modo possibile. Dovranno superare 60 ostacoli disseminati lungo 15 chilometri molto tecnici e che richiedono una buona preparazione fisica. Il livello degli avversari sarà altissimo e i migliori al momento sono i polacchi e i francesi. Noi ce la metteremo tutta e faremo del nostro meglio, siamo pronti“.

Sabato 29 e domenica 30 giugno, altri tre atleti dell’Arena Team Taurus saranno invece ad Alleghe dove si terranno gli Europei di Spartan Race, uno sport simile (e forse più conosciuto ai più) ma non proprio uguale all’OCR. “Il mio mentore Roberto Bauleo sarà al loro fianco e qui le chance dei nostri di fare risultato sono sicuramente più alte. Dovranno percorrere 20 chilometri con un grande dislivello altimetrico e superare 28 ostacoli – aggiunge Venco”.

L’OCR affonda le proprie radici nei circuiti militari ed è proprio da qui che arriva Venco: “Provengo dall’esercito e ho sempre avuto interesse per discipline di questo tipo. Ho provato, mi è piaciuto e abbiamo cominciato a creare un gruppo che lavorasse insieme e a costruire nello stesso tempo un campo di allenamento. Adesso la Spartan Arena di Busto Arsizio sta avendo sempre più seguito e attiriamo curiosi e appassionati. Abbiamo contatti con la Federazione e credo che a breve termine potremo portare a Busto Arsizio una tappa del Campionato Italiano“.
Un obiettivo dopo l’altro e un ostacolo dopo l’altro Busto si fa sempre più strada anche nell’OCR e nella Spartan Race.

Laura Paganini