Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Atletica

Cus Insubria e Albatese, accordo siglato. Una collaborazione per atleti e strutture – FOTO

Presso il Centro Sportivo di Grandate (CO), è stato ufficializzata nella conferenza stampa di ieri sera la collaborazione per l’atletica leggera tra US. Albatese e Cus Insubria Varese/Como.
L’accordo siglato dai Presidenti, Eugenio Meschi per il Cus Insubria e Giuseppe Maisto per l’Albatese, con la regia del responsabile del settore atletica del Cus Insubria Fabrizio Anselmo, si fonda sul progetto del campus varesino di “entrare” a pieno titolo con l’atletica leggera anche nell’area di Como. Per quanto concerne l’US Albatese, la sinergia con il club universitario concretizza un solido supporto tanto dal punto vista tecnico quanto economico; nonché la possibilità di usufruire delle strutture e della consulenza dei tecnici del Cus.

La collaborazione prevede il trasferimento dalla società comasca al Cus Insubria di atleti, alcuni dei quali di primissimo livello, appartenenti alle svariate categorie federali. Il primo anno sarà ritenuto “sperimentale”, ragion per cui gli atleti si “accaseranno” al Cus con formula temporanea (prestiti e acquisizioni c/diritto di riscatto).
Tra gli atleti spiccano i nomi dei giovani Ali Chituru e Alessio Comel, letteralmente i fiori all’occhiello della società comasca, rispettivamente classe 1999 e 1997, già con il curriculum decisamente ricco e l’ambizione di crescere sempre di più. Chiuturu, infatti, al suo primo anno nella categoria Promesse ha dimostrato grande potenza e talento collezionando una vittoria nei 110mt ostacoli ai Campionati Italiani di Rieti e un 2° posto ai Campionati Italiani Assoluti di Bressanone. Il ragazzo ha vestito anche la maglia azzurra agli Europei U23, dove nella medesima specialità, ha fatto registrare il primato personale con 13″95, rimanendo però con rammarico escluso dalla finale. Dal canto suo il più esperto Comel, al terzo anno nella categoria, porta in dote un 6° posto agli Assoluti di Bressanone, oltre ad ottimi risultati soprattutto nei salti (2,00 in alto; 4,41 con l’asta; 7,15 in lungo).

La conferenza è stata inoltre l’occasione per la presentazione di una novità assoluta, ossa l’apertura del College universitario di Triathlon, il primo con sede a Como. Il progetto è stato reso possibile grazie alla sinergia tra la Federazione Italiana Triathlon, il Cus Insubria e la società DDS di Settimo Milanese, guidata dal direttore tecnico prof. Simone Diamantini. Faranno parte del College 3 atleti vincitori del bando, di cui 2 donne e 1 uomo.
In particolare, saranno Ilaria Zane, classe 1992 iscritta alla facoltà di Lingue presso il campus di Como, atleta azzurra attualmente 4° nel ranking, con concrete speranze olimpiche per la prossima stagione. Tesserata con il Cus Insubria per l’Atletica leggera vanta un 35’25” sui 10 k m di corsa su strada, centrato a Pavia nel 2018. Beatrice Taverna, 21enne legnanese iscritta alla facoltà di Scienze della Comunicazione, atleta azzurra juniores, tesserata con il Cus Insubria. Da ultimo ma non meno importante, l’azzurro juniores classe 1998 Tommaso Botta, iscritto alla facoltà di Scienze Motorie.

Redazione