Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallavolo, UYBA Volley

Missione compiuta, UYBA in finale di Coppa Cev

BUSTO ARSIZIO – La UYBA vince per 3-0 (25-22, 25-18, 25-11) anche la semifinale di ritorno di Coppa Cev contro il Bekescsaba e, forte del 3-0 di una settimana fa in Bulgaria, conquista la quarta finale di Coppa Cev della sua storia (due vinte nel 2010 e nel 2012 e una persa nel 2017 contro il Lokomotiv Mosca). L’andata si giocherà in casa delle rumene del Blaj martedì 19 marzo con il ritorno a Busto Arsizio in programma martedì 26 marzo alle ore 20.30. Tutto facile per le farfalle che sbrigano la pratica in un’ora e venti minuti e ora da domani possono pensare alla trasferta di domenica sera (ore 17) in casa di Filottrano.

I SESTETTI – La UYBA scende in campo con Orro in regia, Grobelna opposto, Bonifacio e Berti al centro, GennariMeijners (Herbots ha la febbre) in banda e Leonardi libero. Le avversarie rispondono in palleggio Talas in diagonale con la montenegrina Perovic, al centro Bodovics e Medic, in banda Ivanovic e Mlinar con Molcsanyi libero.

LA DIRETTA 

TERZO SET – Coach Mencarelli dà fiato a Grobelna e Bonifacio e al loro posto inserisce Piani e Botezat. Meijners fa male in battuta con l’ace del 4-3 e beneficia di alcuni errori gratuiti del Bekescsaba per confezionare il primo scatto (7-4) ribadito dal muro di Berti dell’8-4. Dopo un passaggio in campo di Uyby, il gatto del Palayamamay, Orro a muro strappa applausi (11-6) e la UYBA doppia le bulgare (14-7) decisa a chiudere in fretta il match e pensare da subito alla trasferta di domenica (ore 17) contro Filottrano. Sul 15-8 Orro esce tra gli applausi e Cumino prende il suo posto in regia. Poco dopo, sul 15-9, esce tra gli applausi ma in lacrime anche Szedmak che appoggia male il ginocchio e probabilmente è vittima di un brutto infortunio. Sul 20-9 entra anche la giovane Peruzzo che sostituisce una applauditissima capitan Gennari. Il finale di set vola via liscio senza altre emozioni fino al comodo 25-11 (muro di Piani) per Busto.

SECONDO SET – Dopo il 2-3 del Bekescsaba, la UYBA ingrana la quarta e in un baleno arriva al +4 del 7-3 grazie al muro di Grobelna. Ma, proprio come nel primo set, le ospiti inseguono e mettono in grave crisi la ricezione bustocca (7-6) che soffre il pallone europeo Mikasa. Dopo il 9-9 (incomprensione Orro-Berti), ancora una volta è Gennari a trascinare le sue prima al vantaggio del 10-9 e poi a quello del 13-11 che dà ossigeno alle biancorosse. Superato questo momento, le farfalle incrementano il vantaggio ringraziando per qualche errore avversario e supportate da migliori percentuali in attacco (17-12, Grobelna). Sembrano indirizzate verso la finale (basta vincere questo set), quando, invece, incappano in un altro periodo negativo che ridà fiato e speranze alle bulgare (17-15) e costringe coach Mencarelli a fermare il gioco. Bonifacio con due punti di fila spegne ogni velleità (19-15) seguita a ruota da Gennari (20-16) e da Botezat (ace del 22-16) che indirizzano definitivamente il set e la finalissima in favore della UYBA. L’errore in battuta ospite concede il 25-18 e il biglietto per la Romania per il 19 marzo (data della finale d’andata).
Statistiche set: la migliore della UYBA è Grobelna con 4 punti (50% e un muro) mentre sono 6 i punti di Perovic.

PRIMO SET – Inizia subito decisa la UYBA che spezza a suo favore l’equilibrio del set con un’ottima Gennari (7-3). Le bulgare non rimangono a guardare e risalgono la china fino all’errore di Grobelna che vale il 9-9. A suonare la carica è capitan Gennari con due punti di fila (schiacciata ed ace) per l’11-9. Meijners in pallonetto e un errore avversario conducono verso il 14-11 dopo il quale il coach del Bekescsaba chiama il primo time out a sua disposizione. Al ritorno in campo, Perovic riporta a contatto le compagne (14-13) ma la UYBA mantiene saldo il suo vantaggio con Berti (17-15) e poi respinge un altro assalto (18-17) con una giocata intelligente di Orro (19-17) e con Meijners, autrice del 20-17. Meijners conferma il +3 (21-18) e, dopo tre set ball annullati dalle bulgare (24-22) inframezzati da un time out di Mencarelli, Meijners firma il 25-22.
Statistiche set: 5 punti per Meijners (50%), 4 per Grobelna e Gennari, mentre per le bulgare a spiccare è Perovic.

 

Yamamay E-Work Busto Arsizio – Swietelsky BÉKÉSCSABA 3-0 (25-22, 25-18, 25-11)
Yamamay E-Work Busto Arsizio
: Piani 6, Peruzzo, Herbots ne, Grobelna 8, Gennari 9, Cumino, Orro 2, Leonardi (L), Bonifacio 4, Meijners 10, Berti 5, Botezat 3. All. Mencarelli, 2° Musso. Battute errate: 8. Battute vincenti: 3. Muri: 7.
Swietelsky BÉKÉSCSABA: Ivanovic 3, Szpin (L), Perovic 15, Fabian, Medic 7, Glemboczki, Talas, Pekarik, Mlinar 6, Bodnar 1, Szedmak, Sebestyen, Molcsanyi (L), Bokan, 2 Bodovics. All. Bogdan, 2° Maté. Battute errate: 10. Battute vincenti: 1. Muri: 2.
Arbitri: Antonio Fernando Correa Benitez (ESP) – Jasmin Husejnovic (BIH)
Spettatori: 2128. Incasso: 5730€

Laura Paganini

 

- I COMMENTI
- LE PAGELLE
RISULTATI SEMIFINALI COPPA CEV
FOTOGALLERY UYBA-Bekescsaba by molinari 16 UYBA-Bekescsaba by molinari 08 berti UYBA-Bekescsaba by molinari 10 meijners