Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Calciomercato, Prima Categoria girone A

Colpaccio Valceresio, Ferno cala gli assi, Gandolfo-Vanzaghellese ritorno di fiamma?

È tempo di calciomercato in prima categoria, con le società che iniziano a muoversi alla ricerca del “colpaccio” o delle pedine giuste per rinforzare la rosa in vista della stagione 2019/2020.
Di seguito le manovre delle ultime settimane squadra per squadra con l’aggiunta di formazioni neo retrocesse e neo promosse che con ogni probabilità andranno a comporre il girone A di prima categoria.

ANTONIANA: dopo la salvezza quasi miracolosa firmata mister Pavone, l’Antoniana ha deciso di intraprendere un’altra direzione, quella che porta ad un altro tecnico ovvero Mirko Colombo. L’ex Ispra e Gorla (fra le altre), ritrovo alcuni giocatori di vecchia conoscenza come ad esempio i fratelli Ranieri. Se loro dovrebbero continuare la loro avventura in giallorosso, non sarà così invece per i cugini Venturelli (destinati a Vanzaghello) e per Walter Santaniello che dopo sei anni lascia via Ca’ Bianca. Tutti da scoprire, invece, gli altri profili a cui la società bustocca sta dando la caccia.

ARSAGHESE: riscattarsi è l’obiettivo minimo dell’Arsaghese visto l’annata incolore appena conclusa. Dopo la conferma di mister Marsich e l’arrivo del nuovo ds Emanuele Gallo, la rosa vedrà tante conferme e qualche nuova aggiunta. A vestire ancora biancorosso saranno Nebuloni, Castoldi, Gueye, Lo Bello, Fontana C., Franishta, Palese e Mai (che causa infortunio rientrerà tra ottobre e novembre). Situazione instabile per Gandolfo: ad oggi è a tutti gli effetti un giocatore dell’Arsaghese ma l’attaccante preferirebbe avvicinarsi a casa. Tra i nuovi arrivi spicca il numero uno Massara, a lui si affiancheranno un giocatore top per ruolo. I sogni? Italiano del Cantello Belfortese e Davide Galluzzo del Tradate.

BOSTO: in casa Bosto c’è ancora tanta aria di festa dopo lo straordinario percorso compiuto ai playoff e valso la promozione in prima. Mister Epifani continuerà a guidare lo stesso gruppo fatto di tantissimo giovani. Al momento sono due le uscite confermate ovvero Dicara difensore classe ’84, che appende gli scarpini al chiodo) e Gallo Stampino, difensore classe ’98 alle prese con un infortunio. Alla prima squadra verranno invece aggregati in pianta stabile Alongi (2000, terzino) e Granata (2001, centrocampista) dando così seguito alla linea giovane fatta in casa. Caccia poi ad un paio di pedine esterne soprattutto per quanto riguarda il reparto difensivo.

AURORA CANTALUPO: dopo la finale playoff persa in casa Gorla, l’Aurora è già pronta a guardare avanti. Via vai continuo al campo di Cerro Maggiore dove si susseguono diversi colloqui. All’appello mancano un difensore, un centrocampista ed un attaccante. Restano invece alla corte di mister Senziani (confermato) quasi tutti i ragazzi presenti quest’anno ovvero Banfi, Bortignon, Vernocchi, Ruggeri, Tapinetto, Castelli e Villacis ed a loro si aggregano 2 juniores quali Edoardo Gariboldi (terzino) e Fabio Mayer (centrocampista). Si proverà anche a trattenere Moneta (giunto in prestito dall’Uboldese). Qualche punto di domanda sul portiere Pansera e su D’Ascanio: il forte numero dieci è richiesto da moltissime squadre.

CANTELLO BELFORTESE: anche in casa Cantello Belfortese c’è voglia di voltare pagina, non cambieranno però le basi. Mister Criscimanni riparte con i “soliti noti” ovvero Boschini, Ossola, Da Pos, Pantelis, Di Bari, Italiano (che nonostante la corte dell’Arsaghese dovrebbe restare in questa orbita), Motta e tutti gli altri già presenti quest’anno. A cambiare aria saranno “solo” Lazzarini (probabile Laveno per lui), Arena Yuri, Adamo (che farà mezza stagione poi partirà per l’erasmus) e Markaj. Il forte attaccante albanese, dopo due annate tribolate causa infortuni, pare essere finalmente in forma e vuole rilanciarsi in un’altra piazza. Tornerà a casa il difensore Santillo dopo un anno a Ponte Tresa, indosserà questi colori anche Toulli centrocampista ex Tre Valli in arrivo da Buguggiate oltre che gli juniores (definitivamente aggregati alla prima squadra) Martini e Michelotti, restano aperte le piste per una punta ed un portiere da affiancare a Boschini.
Quanto alle date il primo sabato di luglio verrà inaugurato il sintetico del campo di allenamento, intorno al 10, invece, prevista la presentazione ufficiale della prima squadra.

FERNO: come abbiamo già raccontato una delle nuove realtà della categoria sarà il Ferno di mister Minniti. Tanto entusiasmo ed ambizioni alle stelle, ecco i confermati rispetto alla passata stagione: Migliorin,, Crivelli, Ciccone, Ferrario, Madeo Alessio, Madeo Luca, Viceconte, Boccato, Gaudio, Menini e Madera. I primi quattro nuovi acquisti saranno l’attaccante in arrivo da Gavirate Cinotti, il centrocampista Andrea Randon, l’altro centravanti Turri, che ha chiuso la stagione con la Crennese Gallaratese ed l’ex Tradate Casotto.

FOLGORE LEGNANO: dopo la bellissima annata coronata dal sogno playoff, ci si è preoccupati subito di trattenere mister Colombo e la maggior parte del gruppone. Se su Gazzardi sono finiti gli occhi di mezzo girone (ma dovrebbe comunque restare a Legnano), gli occhi della Folgore sono invece finiti su Badji, centrocampista che nell’ultimo anno ha difeso i colori dell’Antoniana. L’avvicinamento, però, pare non essere andato a buon fine. Ci vorrà ancora tempo per delineare gli obiettivi dei grigiorossi.

ISPRA: altro grosso punto di domanda sull’Ispra Calcio. Sollevato dall’incarico mister Pasetti, il presidente Binda potrebbe svelare le carte in tavola sulla prossima guida tecnica nei prossimi giorni. Da lì in poi si partirà con il mercato. L’unica certezza è, al momento, l’addio di Golisciano: il centrocampista ha deciso di tuffarsi nell’avventura Valceresio.

SAN MARCO: dopo la salvezza conquistata ai playout, la San Marco ha deciso di tenersi stretto mister Efram per puntare a tenersi la categoria anche il prossimo anno. L’organico all’80% sarà lo stesso, anche Carraro, rientrato quest’anno da un infortunio e protagonista in biancoblù, nonostante le numerose richieste ha deciso di restare. Gli obiettivi sono un giocatore per reparto e nella lista dei desideri ci sarebbe anche Pietro Caccia. Non è escluso, infatti, che l’esterno che ha vinto il campionato con il Cas, possa tornare proprio in via Villoresi.

SAN MICHELE: le neopromossa San Michele non ha ancora svelato i piani. Salutato mister Lorenzi si continua a lavorare per una guida giovane. Per quanto riguarda la rosa verrà confermata la maggior parte del gruppo e probabilmente verrà rimpolpata la categoria fuoriquota nonostante dovrebbero continuare a vestie giallonero De Taddeo (99), Ena (99) ed il secondo portiere Bianchi (98).

SARONNO: il cielo su Saronno è ormai sgombro e privo di nubi. La nuova dirigenza ha apertamente dichiarato di voler riportare Saronno ai piani alti del calcio dilettantistico e già a partire da questa stagione l’obiettivo è vincere. Con in panchina mister Chiodini, il ds Morandi si sta muovendo per costruire una rosa all’altezza ripartenza però dalla categoria fuoriquota. Legnani (2001), Busnelli (2001), il portiere Scolfaro (2000), Maggiore (98 ex Pro Patria), Puttiferri (99, quest’anno in prestito alla Caronnese), De Carlo (2000, quest’anno in prestito all’Uboldese), sono tutti giovani che si punta a trattenere, da lunedì, invece, ci si concentrerà sulle altre pedine. Il sogno era Tartaglione ma l’attaccante pare non abbia accettato l’idea di retrocedere in prima, ecco perchè andrà a Gavirate. La lista dei desideri del ds è però ancora lunga.

SOLBIATESE INSUBRIA: un po’ di mistero, un po’ di certezze. Bisogna attendere i prossimi giorni per capire definitivamente cosa succederà alla Solbiatese Insubria, visto che come annunciato nei giorni scorsi dal presidente Pozzolini si coltiva il sogno del Chinetti e, magari, anche di una categoria più in su.

TRADATE: tutto tace in zona Tradate. Si vociferava di un ritorno di mister Belvisi ma poi sono arrivate le smentite, resta quindi da capire come la società di muoverà in questa sessione estiva di mercato e soprattutto a chi affiderà la panchina.

VALCERESIO: il colpaccio si chiama Davide Golisciano. Dopo un lungo corteggiamento, il centrocampista ha ceduto alle lusinghe arcisatesi e potrebbe davvero essere quel giocatore pronto a far fare il salto alla squadra di mister D’Onofrio. Non solo lui in arrivo: si lavora per una punta fuoriquota, o in alternativa una d’esperienza. L’idea è comunque di lasciare intatto il reparto difensivo, risultato il più solido del campionato. Non sarà più della causa, invece, il Andrea Giardino.

VANZAGHELLESE: la fusione con il Bienate è diventata realtà, il nuovo nome sarà Accademia Bmv. A “guadagnarci” dovrebbero essere entrambe le società che in questo modo si completano di un settore giovanile “forte” e di una prima squadra “altrettanto forte” che giocherà le partite comunque a Vanzaghello.
Confermato mister Trubia la rosa è stata limata aggiungendo due juniores ovvero Borini (2001) e Bonini (2000 centrocampista) e gli acquisti di Epoli, 96 attaccante in arrivo dal Ticinia con un passato tra Sestese e Pontisola, Giacomo Colombo centrocampista classe 92 sempre ex Ticinia e dei cugini Venturelli in arrivo dall’Antoniana. Confermato quasi in toto il gruppone approdato ai playoff (anche Izzo resterà nonostante la corte di numerose squadre), resta da definire il discorso Suman che potrebbe anche tornare a Morazzone. Mentre non faranno più parte del progetto Moro, Colombo e Stefanazzi. Un altro sogno però potrebbe non chiudere il mercato della Vanzaghellese, con quel Mattia Gandolfo che potrebbe anche tornare a vestire questa maglia.

Mariella Lamonica