Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Serie D

Castellanzese al lavoro per la Coppa. Roncari sicuro: “Possiamo fare bene”

Nelle gambe ben quattro uscite estive. Si avvicina l’esordio ufficiale in Serie D per la Castellanzese che comincerà la nuova stagione al “Mari” di Legnano dove domenica alle 20.30 incontrerà i lilla di mister Manzo, ripescati nella massima categoria dilettantistica, per il turno preliminare di Coppa Italia. Battesimo di fuoco dunque per i neroverdi che nel frattempo hanno travolto in amichevole il Borgomanero con un tennistico 6-0 e hanno appreso quali saranno le loro avversarie in campionato.

Venerdì 9 agosto la Lega Nazionale Dilettanti ha diramato i raggruppamenti del prossimo campionato di Serie D con la Castellanzese che è stata inserita nel Girone B, quello “lombardo”, con Arconatese (MI), Brusasporto (BG), Caravaggio (BG), Dro Alto Garda (TN), Folgore Caratese (MB), Inveruno (MI), Legnano (MI), Levico Terme (TN), Milano City (MI), Nibionnoggiono (LC), Ponte S. Pietro (BG), Pro Sesto (MI), Scanzorosciate (BG), Seregno (MB), Sondrio (SO), Tritium (MI), Villa D’Almè Valbrembana (BG), Virtus Bolzano (BZ) e Virtus Ciserano Bergamo (BG).
“Il Girone B ci porta più verso est geograficamente. Di certo non sarà un campionato facile da affrontare anche perché ci sono ottime squadre in questo raggruppamento che ci daranno del filo da torcere, ma questo lo sapevamo anche prima – ha dichiarato mister Fiorenzo Roncari a NeroverdeChannel, il canale ufficiale della Castellanzese -. La squadra è attrezzata per poter far bene sia nell’uno che nell’altro girone. Non facciamoci tanti problemi, dobbiamo essere contenti e soddisfatti per dove siamo arrivati. E faremo di tutto per confermarlo, per mantenere questa categoria”.

Intanto la Castellanzese si prepara ad un altro test, l’ultimo prima della Coppa Italia, in trasferta contro la Vergiatese, martedì 13 agosto alle 16.30. “Ho delle buone sensazioni – continua Roncari -, la squadra sta assimilando i meccanismi di gioco. Credo che nessuno possa prescindere dall’unione, dalla coesione, dalla determinazione. Serve sapersi mettere a disposizione e questa squadra ha queste caratteristiche e ciò non può che aiutare nel lavoro quotidiano”.

Alessio Colombo
(foto Castellanzese)