Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

Cas Sacconago, adesso o mai più? Cavaleri: “Artefici del nostro destino”

Un calendario spezzettato e tre vittorie consecutive nelle ultime tre uscite: è bastato questo al Cas per rimettersi davanti a tutti a quota 41 punti con 12 gare all’attivo, una in più della Folgore Legnano che insegue con 38 lunghezze.
Il successo nel derby, poi quello con l’Union Tre Valli nel recupero dello scorso giovedì ed infine la vittoria in rimonta sul difficile campo della Vanzaghellese, se c’era da dare un segnale in questo inizio di girone di ritorno allora forse spetta ai biancoblù il merito per averlo fatto, nonostante sia ancora lunghissima, nonostante dietro l’angolo ci siano altri scontri diretti pronti ad osannarti o a stenderti con un cazzotto in pieno volto.
A confermare che in alto si stia alla grande ci pensa Luca Cavaleri, attaccante proprio dei bustocchi:Siamo tornati davanti a tutti dopo la partita con la Vanzaghellese e siamo contenti, è stata una gara senza predominio dell’una o dell’altra, siamo andati sotto ma poi una bella punizione di Nardone, seppur deviata, ed il tapin di Berton, ci hanno regalato la vittoria, una vittoria ottenuta davvero col carattere”.

luca cavaleri_1E soprattutto ottenuta su un campo difficile e contro una squadra tosta come la Vanzaghellese, formazione costruita per arrivare in fondo…
Sì assolutamente, la Vanzaghellese è un’ottima squadra seppur non stia attraversando un periodo brillantissimo, ma insieme ad altre 4/5 corazzate è una di quelle che può giocarsela fino alla fine”. Insieme a chi?Io nell’elenco metto Aurora Cantalupo, Valceresio e Folgore Legnano questi ultimi probabilmente nessuno se li aspettava così in alto, però è anche vero che conosco diversi giocatori che militano lì e sono tutti ragazzi in gamba e di categoria, e poi a guai a dimenticarsi del Gorla….

Vostra prossima avversaria fra le altre cose.
Sì domenica arrivano da noi, all’andata finì 0 a 0, forse hanno qualcosa in meno rispetto agli altri anni ma hanno dei pilastri e per me resta sempre una delle avversarie da battere e già domenica sarà durissima”.

Torniamo al Cas: che stagione state vivendo? Cosa è cambiato rispetto all’anno scorso?
luca cavaleri_2La stagione è di quelle importanti, in un girone poi dove non c’è l’ammazzacampionato sappiamo di essere fra quelle che se la giocano e sappiamo di non avere niente da invidiare a nessuno, siamo consapevoli dei nostri mezzi, ma la strada è ancora lunga, certo quando sei davanti l’artefice del tuo destino sei tu, ma in realtà noi lo siamo a prescindere dalla posizione perché, ripeto, mai come quest’anno siamo completi e forti in ogni reparto; cosa è cambiato è facile dirlo, siamo diventati più gruppo, più squadra, lavoriamo sodo ma questo lo abbiamo sempre fatto, ora però ci conosciamo meglio e siamo al corrente delle nostre qualità, per intenderci in un’altra situazione probabilmente la partita di domenica non l’avremmo mai vinta”.

Pensi che il vostro gruppo ed il vostro carattere possano davvero essere le armi in più?
Il nostro carattere, la nostra qualità, il nostro esser gruppo, la nostra voglia di lavorare ma anche tutte le soddisfazioni che vogliamo toglierci: io sono qui da quattro anni, al primo abbiamo fatto i playoff e li abbiamo persi a Brebbia, poi ci sono state due stagioni così così, ecco perché questo è l’anno in cui non possiamo sbagliare”.

Veniamo a te: sei soddisfatto del tuo campionato?
Diciamo abbastanza contento sono arrivato in doppia cifra ma in realtà voglio farne ancora, mi sto anche riprendendo dopo uno stiramento, sono rientrato con gol con il Tre Valli, spero di arrivare presto al massimo della forma, sono contento però di essere più continuo anche perché per dirla tutta quest’anno mi sono un po’ imposto sul ruolo”.

cas-vanzaghellese_18Spiegaci meglio.
Sono un giocatore molto duttile ed ovviamente sono a disposizione, negli anni passati mister Cau mi utilizzava in più ruoli, quest’anno però ho chiesto di tornare un po’ alle mie origini da attaccante e complice l’infortunio iniziale di Berton ho saputo sfruttare l’occasione, certo con una squadra così alle spalle è più facile, ma se sarò davvero contento te lo dirò solo alla fine”.

Nove giornate più un recupero: come te li aspetti questi ultimi due mesi?
Bellissimi o meglio adesso arriva il bello, queste sono le partite che tutti vorrebbero giocare dove non c’è nulla di scontato e dove ognuno lotta per i propri obiettivi, noi non ci nascondiamo, non ci siamo mai nascosti in realtà, siamo pronti e come ho già detto lo sappiamo bene che dipende solo da noi, è un’annata importante, bella, faremo di tutto per trasformarla nell’annata perfetta”.

IL CAMMINO DEL CAS 

Mariella Lamonica