Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Rugby

Serie B – Buona la prima per il Rugby Varese

Buona la prima per il Rugby Varese che, nel suo esordio stagionale, supera l’ostico Amatori Capoterra con il punteggio finale che dice 34-28 a favore dei biancorossi. Varese gestisce bene il match e dimostra di essere superiore per tutti gli ottanta minuti, tornando a casa con cinque punti in classifica, conquistati grazie alle quattro mete marcate nel corso della gara. Capoterra, invece, torna in Sardegna con due punti bonus difensivi che, per come si era messa la partita, sono quasi un lusso.
Varese è superiore in ogni reparto e fase di gioco. La mischia del Varese, soprattutto nel primo tempo, distrugge quella avversaria mentre i trequarti fanno il loro lavoro, non potendo aprire molto agevolmente l’ovale per via della continua pioggia che ha reso non semplice la vita ai velocisti biancorossi.
rugby varese-capoterra 01Nonostante il maltempo, però, la prima meta del Varese arriva, dopo pochi minuti, grazie ad un’ottima apertura della palla da parte dei trequarti che si conclude con la meta dell’esordiente Zuinisi, che schiaccia all’angolo. Tamborini sbaglia la trasformazione, ed è 5-0. Al dodicesimo minuto Varese segna la sua seconda meta. Questa volta sono gli avanti biancorossi a farsi sentire con un netto avanzamento in mischia sui cinque metri avversari. Capoterra commette diversi falli tattici e l’arbitro è costretto ad assegnare la meta tecnica al Varese. Otto minuti più tardi i biancorossi vanno in meta per la terza volta. È ancora la mischia a svolgere il solito lavoro sporco che si concretizza con un’altra meta tecnica. Al 20′ Varese conduce quindi per 19-0 mantenendo un ritmo di gara molto elevato. La risposta dei sardi arriva ad un paio di minuti dall’intervallo. Capoterra trova la sua prima meta grazie ad una lunga serie di ripartenze con gli avanti che svolgono un lavoro efficace vicino ai punti d’incontro. La trasformazione va a segno ed il primo tempo si chiude quindi sul 19-7.
Nei primi minuti della ripresa Varese rallenta concedendo qualcosa in più a Capoterra, che deve approfittarne per rientrare in partita, e lo fa. Come nel primo tempo, sono ancora gli avanti sardi a mettere in difficoltà il Varese e alla fine la seconda meta arriva, grazie ad un’altra azione prolungata che vede un lento, ma continuo, avanzamento tramite diversi ‘raccogli e vai’. Con la trasformazione, Capoterra torna pericolosamente vicino ai padroni di casa nel punteggio (19-14). Dopo il duro colpo subito, Varese si risveglia e torna a farsi rivedere nei ventidue metri avversari. Dopo qualche fase, Bosoni buca la linea avversaria e serve l’assist a Pandozy che si libera di un avversario e va a schiacciare in mezzo ai pali. Tamborini questa volta centra la trasformazione. Si va quindi sul 26-14. Capoterra, però, non molla e al 23′, dopo una rolling maul avanzante, marca la sua terza meta, anch’essa trasformata. Il match rimane quindi apertissimo ed entusiasmante quando ci si avvicina sempre di più nei minuti finali, dove le sorprese non mancheranno. A sei minuti dal termine Varese conquista un calcio di punizione nella metà campo avversaria. Capitan Borello sa che potrebbe essere un’ottima occasione per andare oltre break e alla fine sceglie la via dei pali. E, ancora una volta, Tamborini si conferma “piede bollente” centrando il piazzato e portando i suoi a +8. Ma non è finita qui. Ad un paio di minuti dal termine Varese attacca ancora e riesce a marcare la sua ultima meta del match, segnata da Borello, allontanando definitivamente ogni speranza di rimonta avversaria. A tempo ormai scaduto, Capoterra insiste e la sua determinazione viene parzialmente premiata da una meta tecnica che regala due importanti punti bonus difensivi ai sardi. Capoterra non torna quindi a casa a mani vuote ma, per il secondo anno consecutivo, torna sconfitto da Varese.
Da sottolineare gli esordi, nelle fila biancorosse, di diversi giovani provenienti dall’under 18 del Varese, come Zuinisi, marcatore della prima meta del match, la terza linea Margherini ed i trequarti Calabrese e Carbone. Adesso, gli occhi del Varese sono puntati verso la prossima partita, dove i biancorossi cercheranno il colpaccio sul campo del Rugby Bergamo.
Rugby Varese- Amatori Rugby Capoterra 34-28 (19-7)
Varese: Comolli, Zuinisi, Malnati, Bianchi, Genua, Pandozy, Tamborini, Bobbato, Borello (c), Djoukouehi, Contardi, Lacchè, Gulisano, Dal Sasso, Bosoni. A disposizione: Maletti, Patruno, Ciavarrella, Margherini, Sacchetti, Carbone, Calabrese. All. Pella e Galante
Mete Varese: tecnica (2), Zuinisi, Pandozy, Borello
Trasformazioni: Tamborini (1)
C.p.: Tamborini (1)
Stefano Sessarego