Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallavolo, UYBA Volley

Big match a Novara, farfalle agguerrite. Orro: “Pronte a combattere”

Sabato sera in campo per la UYBA che, alle ore 20.30 di domani, sarà di scena al PalaIgor di Novara contro la Igor Novara di coach Barbolini, il cui contratto è stato rinnovato proprio pochi giorni fa. Per le due compagini si tratta del terzo incrocio stagionale ufficiale dopo la gara d’andata di campionato al Palayamamay (3-2 in rimonta per le piemontesi) e quella di semifinale di Coppa Italia a Verona (3-0 per le igorine).

QUI UYBA – La squadra ha finalmente potuto allenarsi per l’intera settimana senza nessun impegno a spezzare il ritmo di lavoro. L’unica “apparizione” fuori dalla palestra è stata a Casa UYBA quando, mercoledì, in conferenza stampa Alessia Orro ha ribadito e confermato la sua volontà di rimanere a Busto Arsizio anche per la prossima stagione mettendo così fine a qualsiasi altra voce di mercato.
Gennari e compagne, dunque, hanno potuto godere di qualche giorno di stacco dopo la vittoria di Osimo contro Filottrano di domenica scorsa e poi sono tornate al Palayamamay per preparare il match contro Novara, il primo di una serie di gare impegnative e decisive per la stagione: martedì la UYBA volerà in Romania, a Blaj, dove affronterà le padrone di casa nella finale d’andata di Coppa Cev, sabato 23 marzo (ore 20.30) ospiterà Casalmaggiore, martedì 26 marzo (ore 20.30) riceverà il Blaj dove cercherà di sollevare al cielo la sua terza Coppa Cev della storia e, infine, chiuderà la stagione regolare in trasferta contro Conegliano sabato 30 marzo (ore 20.30). La caccia alla Coppa Cev e al quarto posto in campionato è davvero entrata nel vivo.

Samadan è in ripresa e non è escluso che possa essere schierata titolare al centro insieme a Bonifacio. Confermate le altre: Orro in regia, Grobelna opposto, Gennari ed Herbots in banda e Leonardi libero. ”Siamo ancora amareggiate per la semifinale di Coppa Italia persa con Novara a Verona: è vero che in quell’occasione abbiamo retto per lunghi tratti il ritmo della Igor, ma non abbiamo digerito quel 3-0 – spiega Orro -. Abbiamo l’occasione per riscattarci: sappiamo che se vogliamo centrare il quarto posto dobbiamo trovare qualche punticino anche nelle partite più difficili: questa e l’ultima a Conegliano. Novara non ci regalerà nulla, ma siamo pronte a combattere per i nostri tifosi che ci seguiranno numerosi come sempre anche in terra piemontese”.

QUI NOVARA – Le azzurre sono reduci in campionato dalla sconfitta sorprendente in cinque set a Chieri nel derby tutto piemontese e in Champions League dalla trasferta vincente di Stoccarda di martedì sera nei quarti di finale della maggiore competizione europea di pallavolo femminile. Novara, dunque, a differenza della UYBA, ha giocato anche un turno infrasettimanale prima della sfida contro le farfalle e potrebbe risentirne un po’ in termini di stanchezza.
Il gruppo, però, è di altissimo livello e Barbolini ha degli elementi di valore assoluto in Italia e anche a livello mondiale. Non a caso Egonu è la migliore realizzatrice del torneo e Veljkovic è tra le migliori del torneo per numero di muri piazzati (40); occhio anche a Chirichella, alla sempre verde Piccinini così come a Plak o alla subentrante Nizetich che all’andata a Busto Arsizio ha cambiato il volto alla squadra. Presumibilmente Barbolini punterà sul sestetto formato da Egonu opposta alla regista CarliniChirichella e Veljkovic al centro, Bartsch e Piccinini in banda e Sansonna libero.
Se la UYBA deve provare a fare punti in ottica quarto posto, Novara è seconda e deve difendersi dagli attacchi di Scandicci (ora a -3).

 

Igor Gorgonzola Novara – Unet E-Work Busto Arsizio
Igor Gorgonzola Novara: 1 Carlini, 2 Stufi, 3 Camera, 4 Plak, 5 Nizetich, 10 Chirichella, 11 Sansonna (L), 12 Piccinini, 13 Bici, 14 Bartsch, 15 Zannoni, 17 Veljkovic, 18 Egonu. All. Barbolini, 2° Baraldi.
Unet E-Work Busto Arsizio: 1 Piani, 3 Peruzzo, 4 Herbots, 5 Grobelna, 6 Gennari, 7 Cumino, 8 Orro, 9 Leonardi (L), 13 Bonifacio, 14 Meijners, 15 Berti, 17 Samadan, 18 Botezat. All. Mencarelli, 2° Musso.
Arbitri: Luciani – Turtù

 

- PROGRAMMA E CLASSIFICA

Laura Paganini
(foto di Alessandra Molinari)