Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Pallacanestro Varese

“Basket: una scuola di vita”, la Pallacanestro Varese entra in aula. Le novità

Si alza il sipario sulla nuova edizione del “Basket: una scuola di vita”, appuntamento che da 17 anni a questa parte vede entrare nelle scuole la Pallacanestro Varese. Presso la sala conferenze “Giancarlo Gualco” dell’Enerxenia Arena, Raffaella Demattè, responsabile del progetto, ha presentato le attività e ha dato voce a tutti coloro che lo sostengono e che ne saranno protagonisti in prima linea.

basket scuola di vita 2019 02Uno fra tutti, Giancarlo Ferrero, capitano della Pallacanestro Varese e fresco reduce da un esame universitario sostenuto stamattina: “Sento il “Basket: una scuola di vita” anche molto mio. Da quattro anni a questa parte sono a Varese e ho sempre partecipato a questa bella iniziativa. Noi giocatori andiamo nelle scuole a parlare non solo di basket, ma il più delle volte raccontiamo del nostro stare assieme in squadra e della routine di atleti. Esco da questo tipo di appuntamenti sempre arricchito: è più quello che imparo che quello che do ai ragazzi. Spesso gli studenti sono affascinati dalla diversità e fanno tantissime domande soprattutto a stranieri come Avramovic o agli americani. E’ un prezioso momento di scambio e sono orgoglioso di prestarmi a tutto ciò anche quest’anno”.
Non solo la Pallacanestro Varese entra nelle scuole, ma lo fanno anche i tesserati dell’HS Varese. Il vicepresidente Antonio Bazzi racconta: “Ci prestiamo molto volentieri per far conoscere la nostra realtà sportiva e per soddisfare le tante curiosità degli studenti. Come i normodotati, anche noi siamo atleti e nello stesso tempo lavoriamo e studiamo e i ragazzi vogliono sapere parecchio sulla nostra vita quotidiana”.

Concretamente anche grazie al supporto di Intesa San Paolo, Elmec e FNM, nonché a quello dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Varese, della FIP e del CONI provinciale, la Pallacanestro Varese si fa conoscere all’interno delle classi dalle elementari alle superiori come realtà sportiva e veicola anche valori come la lealtà, la dedizione, l’impegno e la felicità, motore di ogni progetto di vita fin da bambini. Sono quattro i livelli di applicazione: gli incontri nelle scuole, gli studenti che sono invitati ad assistere alle partite casalinghe con biglietti gratuiti per loro e per gli insegnanti e con una tariffa agevolata per i genitori, il concorso per lo striscione più bello preparato e poi esposto al palazzetto e la premiazione a fine stagione.

Claudio Schena dell’ufficio provinciale scolastico spiega: “La mia esperienza con “Basket: una scuola di vita” è iniziata 17 anni fa e già allora ricordo di essermi accorto di essere di fronte ad un progetto mai visto prima quanto a base educativa e culturale. Di anno in anno questa iniziativa si arricchita ed è rimasta unica nel suo genere. La scuola continuerà a supportare sempre la Pallacanestro Varese in questo”.
L’Assessore allo Sport del Comune di Varese Dino De Simone aggiunge: “La squadra più blasonata della città è la Pallacanestro Varese e che questa squadra entri nelle scuole portando valori come il rispetto per se stessi e l’arbitro e un’idea di comunità è bellissimo. Ci tengo a dirlo: la punizione per chi non va bene a scuola non è privare dello sport e degli allenamenti. Lo sport deve sempre essere un valore aggiunto“.
Infine, Marco Caccianiga: “Lo sport è un carburante per ottenere successi al di là della realtà sportiva. Apprezzo tantissimo questi incontri nelle scuole, ma lancio l’iniziativa che vengano fatti anche con i genitori di sera per formarli e dare loro una cultura sportiva”.

Anche quest’anno la Pallacanestro Varese aderisce all’attività di alternanza Scuola-Lavoro dando l’opportunità a qualche ragazzo che frequenta un liceo sportivo di misurarsi con il lavoro all’interno di un club. Novità assoluta, invece, è “A scuola con Giangallo”: la mascotte della squadra biancorossa farà visita ai bambini degli asili con uno scopo educativo ma anche ludico.

 Laura Paganini