Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Mercato, Pallacanestro

Avellino nel baratro: sequestrati 100milioni di euro. Tutto il basketmercato

La notizia è appena rimbalzata agli onori della cronaca. La Guardia di Finanza di Avellino avrebbe portato ad esecuzione un decreto di sequestro nei confronti del presidente della Scandone Gianandrea De Cesare e delle aziende a lui riconducibili, portati via beni per un ammontare di circa 100 milioni di euro.  Tra i beni confiscati ci sarebbero anche le due società sportive di proprietà di De Cesare, l’Avellino Calcio ed appunto la Scandone Basket. La squadra campana dunque sempre più sull’orlo del baratro.

Intanto anche oggi basket mercato sforna alcune news interessanti. Iniziamo da Riccardo Moraschini; ormai lasciata Brindisi che gli ha offerto un biennale dopo l’ottima stagione disputata alla corte di coach Vitucci, pare proprio essere intenzionato ad approdare a Milano da Ettore Messina, anche la Virtus Bologna ha comunque messo gli occhi su di lui.

La Dinamo Sassari ha invece confermato la fiducia a Daniele Magro, lo scorso anno protagonista di  una stagione straordinaria in Sardegna. La Fortitudo Bologna sarebbe interessata al lungo Robert Upshaw, centro americano 25 enne proveniente dal Prokom Gdynia in Polonia, squadra con la quale ha disputato l’Eurocup mentre Ike Udanoh la prossima stagione vestirà la maglia dei campioni d’Italia della Reyer Venezia. Ala centro di 202 cm, nato a Detroit ma in possesso del doppio passaporto statunitense e nigeriano, lo scorso anno ha giocato a Cantù e Avellino.

Usciamo per un momento dall’Italia per trasferirci in Serbia al Partizan Belgrado allenato da Andrea Trinchieri che nelle ultime ore ha piazzato due gran colpi: Rashawn Thomas proveniente dalla Dinamo Sassari, squadra con la quale ha vinto la Fiba Cup e ha disputato la finale scudetto con Venezia e William Mosley, nell’ultima stagione all’Alma Trieste dopo aver fatto tappa anche a Bologna, Ferentino, Recanati, Latina e Legnano. E per oggi è tutto.

Benedetta Lodolini