Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Mercato, Pallavolo

Altro tassello per la Futura: Michela Gallizioli al centro

Continuano gli annunci ufficiali per il team biancorosso della Futura Volley Giovani Busto Arsizio che affronterà da neopromossa la Serie A2. Dopo le palleggiatrici Caterina Cialfi ed Erin Grippo, le schiacciatrici Aurora PistolesiRebecca LathamSerena Zingaro e Virginia Peruzzo, la centrale Benedetta Sartori e i liberi Valentina Danielli Barbara Garzonio, alla corte del riconfermassimo coach Matteo Lucchini entra direttamente da Trescore Balneario la centrale Michela Gallizioli.

Nata il 6 luglio del 1993 e alta 186 centimetri, ha sviluppato la sua tecnica nel florido vivaio della Foppapedretti Bergamo ed è stata aggregata alla prima squadra nel 2011/12. Il suo unico match disputato in Serie A1 avviene all’ultima giornata di regular season e, nonostante la sconfitta netta subita per mano di Modena, la centrale allora diciottenne disputa un gran match piazzando 12 punti, il 44% offensivo e 3 muri. Bergamo decide di tenersela stretta mandandola nella propria “cantera” di stanza a Piancogno e impegnata nel campionato di B1.
Poi approda a Trescore Balneario dove rimane ben sei stagioni, centrando al secondo tentativo la promozione nella terza serie nazionale. L’impatto della centrale cresce di pari passo con le prestazioni del team: nella prima annata in B1 il team orobico raggiunge il terzo posto nel girone B e centra l’accesso ai playoff, replicando la prestazione nel 2016/17 dopo il trasloco nel girone A. Trescore, con Gallizioli leader riconosciuta sia in campo che in spogliatoio, staziona costantemente nelle prime posizioni in campionato e si rivela una delle avversarie più ostiche per la neopromossa Futura Volley. Se nell’andata giocata al San Luigi il match è tiratissimo nonostante il 3-1 biancorosso, è al ritorno che la Don Colleoni spinge al limite le ragazze di coach Lucchini e capitola solo ai vantaggi del tie-break: la centrale fattura 33 punti, 7 ace e 6 block-in nei due incontri, abbastanza per convincere Busto a puntare su di lei per l’approdo nella serie cadetta.

Il progressivo percorso di crescita affrontato finora dalla 26enne rappresenta quindi praticamente una certezza per coach Lucchini e per tutta la società biancorossa. Il ritorno in Serie A servirà di certo a motivare in maniera ulteriore un’atleta dal carattere già granitico.

L.P.