Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

5^ GIORNATA – La Besnatese agguanta il Morazzone. Primo ko del Gavirate

MORAZZONE – Tornano a sfidarsi Morazzone e Besnatese in questa quinta giornata di campionato, dopo il match di Coppa disputato mercoledì sera, che ha visto la formazione di Mister Rasini imporsi per 4-1 e aggiudicarsi il passaggio agli ottavi. Dopo un parziale di 0-0, il risultato finale è di 1-1, con il Morazzone in vantaggio e poi riacciuffato al finale.

morazzonePRIMO TEMPO – La prima azione della partita è della formazione ospite, con Caccia che si fa trovare subito in area ma davanti alla porta non trova il momento giusto per calciare. Dopo questo primo tentativo, però, è il Morazzone a dimostrarsi più incisivo e ad aprirsi dei buoni varchi davanti. Al 10′ Gerevini parte da centrocampo, si lascia dietro gli avversari e viene fermato fallosamente, conquistandosi un calcio di punizione. Va al tiro Ghizzi da pochi metri di distanza dal limite dell’area e calcia direttamente in porta, dove Caputo è bravo a respingere in calcio d’angolo. Dal corner nasce una buona opportunità per Petruzzellis, che colpisce di testa obbligando il portiere a d allontanare ancora in calcio d’angolo. Si ripresenta Vezzoli dalla stessa bandierina, in area si forma una mischia e sulla linea Caputo spazza via. È un momento di confusione per la Besnatese, che fa fatica a impostare il gioco e soffre le incursioni degli uomini di Lorenzi. Al 16′ Gerevini crea un possibile pericolo servendo in area Ghizzi, lasciato completamente smarcato. L’attaccante si allunga e riesce a metterci il piede, ma non trova lo specchio della porta. Riparte finalmente la Besnatese al 21′ con Dall’Omo che da centrocampo apre per Brivio sulla fascia sinistra: il terzino spinge sino alla linea di fondo ma poi non riesce a servire i compagni in mezzo. Il gioco si interrompe al 24′ per un intervento falloso di Dani su Picetti, che gli costa il cartellino. In questa prima fase del match è la formazione di casa ad avere un maggiore possesso palla e a inserirsi pericolosamente in area di rigore, mettendo pressione sulla difesa ospite, che commette qualche disattenzione di troppo. Cerca il numero Bosetti al 29′, quando si gira con una rovesciata in area, ma la sua conclusione, sebbene stilisticamente perfetta, è troppo debole e non impensierisce Caputo, che blocca senza problemi. Buona apertura di Petruzzellis per Ghizzi al 33′, ma l’attaccante perde l’attimo e la difesa della Besnatese fa in tempo a recuperare. Un altro brivido per gli uomini di Mister Rasini dopo appena un minuto, quando una svista in difesa lascia un’autostrada per l’attacco del Morazzone. Ci pensa Dall’Omo ad allontanare il pericolo, scendendo provvidenzialmente da centrocampo a sostegno della difesa. Insiste ancora il Morazzone con un girata di Ghizzi al 41′, a pochi passi di distanza da Caputo, che finisce fuori di poco. Nell’altra metà campo ci prova Dani con un destro da dentro area, che però non trova lo specchio della porta. Dopo un minuto di recupero, le due squadre rientrano negli spogliatoi sul risultato di 0-0.

besnateseSECONDO TEMPO – Alla ripresa scendono in campo gli stessi ventidue uomini del primo tempo. Al 4′ è ancora la coppia Petruzzells-Ghizzi a rendersi pericolosa in attacco. Gli uomini di Mister Rasini riescono a difendersi, ma solo momentaneamente. Subito dopo Gerevini colpisce di testa su calcio d’angolo e questa volta Caputo non riesce ad arrivarci: 1-0 sul campo di Morazzone. Calcio di punizione per gli uomini di Lorenzi al 12′ tra le proteste dela squadra, che avrebbe preferito che venisse applicata la norma del vantaggio. Va al tiro Petruzzellis ma il suo tiro non centra la porta. Sempre Petruzzellis dopo un minuto cavalca sulla fascia destra e arrivato in prossimità della linea di fondo mette in mezzo con un rasoterra, ma il pallone sfila per tutta l’area senza che nessuno ci arrivi. Al 16′ Dall’Omo è costretto ad abbandonare il campo e al suo posto entra Vendemmiati. Una giornata sfortunata per la Besnatese, che perde il suo uomo migliore in un momento delicato della partita in cui la sua qualità sarebbe stata preziosa. Gli uomini di Mister Rasini cercano comunque di raddrizzare la partita e al 20′ l’appena entrato Cesaro cerca la porta dalla distanza, ma la sua conclusione finisce alta sopra la traversa. Punizione per la Besnatese al 26′ da posizione centrale: si prepara al tiro Randon, che supera la barriera ma non imprime sufficiente forza al pallone per poter impensierire Martignoni. Nell’ultima parte del match il gioco è abbastanza equilibrato ed entrambi gli schieramenti fanno un buon pressing. La Besnatese non ci sta a tornare a casa senza punti e prova il tutto per tutto, ma davanti manca di concretezza e così permette al Morazzone di ripartire. Punizione per la Besnatese al 40′: ci prova Caccia di sinistro, ma la conclusione è troppo debole e Martignoni fa suo il pallone. È già iniziato il recupero quando Angelucci tira fuori dal cilindro il goal che vale alla sua squadra il pareggio. A un minuto e mezzo dallo scadere, la Besnatese non smette di crederci e ha addirittura l’occasione di ribaltare il risultato su calcio di punizione, ma il colpo viene deviato in calcio d’angolo e dopo il tiro dalla bandierina non c’è davvero più tempo. Finisce 1-1 a Morazzone.

I MIGLIORI IN CAMPO
Gerevini (Morazzone) 7.5 – 
Segna un goal e fa una prestazione generosa a centrocampo.

Angelucci (Besnatese) 7.5 – Entra dalla panchina e gonfia la rete in pieno recupero, regalando un punto alla sua squadra.

I COMMENTI
Lorenzi (allenatore Morazzone)
: “Nel primo tempo abbiamo creato molto, ma abbiamo anche sbagliato parecchie situazioni di due contro uno in cui saremmo dovuti andare in porta. Era una partita da chiudere prima, poi era normale soffrire di più negli ultimi  quindici minuti. Loro ci hanno creduto e così abbiamo perso i tre punti proprio alla fine. Comunque rimane la prestazione e vedremo di prenderci la vittoria settimana prossima”.
Rasini (allenatore Besnatese): “Il primo tempo non è andato benissimo: abbiamo sbagliato tanti passaggi e siamo andati in confusione dal punto di vista tecnico. Sui calci piazzati abbiamo sofferto molto e in effetti il loro gol è arrivato così. Poi però andare in svantaggio ci ha dato più cattiveria e li abbiamo messi maggiormente in difficoltà creando i presupposti per il pareggio e andando vicinissimi al secondo gol. Sono contento del carattere dimostrato dai ragazzi, dalla loro reazione e dalla voglia di non perdere”.

IL TABELLINO
MORAZZONE – BESNATESE 1-1 (0-0)
Morazzone
: Martignoni 6.5, Colavito 6.5, Dal Molin 6.5, Libralon 7, Picetti 7, Bosetti 6.5, Gerevini 7.5 (dal 32′ st Pascale 6.5), Loielo 6.5, Ghizzi 7 (dal 10′ st Giordano 6), Vezzoli 6.5, Petruzzellis 7. A disposizione: Zerboni, Canazza, Corti, Pozzi, Egnoletti, Sanfilippo, Pascale, Bovo, Giordano. Allenatore: Lorenzi.
Besnatese: Caputo 6.5, Bonizzoni 6 (dal 24′ st Randon 6), Brivio 6, Mancuso 6, Passafiume 5.5, Comani 6.5, Martignoni 6.5, Dani 6.5 (dal 16′ st Cesaro 6), Caccia 5.5, Dall’Omo 7 (dal 16′ st Vendemmiati 6), Bonfante 6 (dal 31′ st Angelucci 7.5). A disposizione: Sozzi, Gennari, De Ludovici, Cova Caiazzo, Randon, Pozzato, Cesaro, Vendemmiati, Angelucci. Allenatore: Rasini.
Arbitro: Saffioti (Carletti, Corbetta).
Marcatori: st: 4′ Gerevini (M), 48′ Angelucci (B).
Note: Giornata serena. Terreno in perfette condizioni. Spettatori circa 130. Ammoniti: Dani (B), Bonizzoni (B), Angelucci (B). Calci d’angolo: 11-5. Recupero: 1’+5’

Inviata: Silvia Alabardi
____________________________________________________________________

GAVIRATE – Arriva la prima sconfitta in campionato del Gavirate al termine di una partita bellissima. I padroni di casa si presentano con una formazione estremamente rimaneggiata ma conducono la gara per tutto il primo tempo. il gol del vantaggio arriva nei primi minuti della ripresa, ma la reazione degli ospiti è decisiva, perché il Meda realizza due gol in neanche 5 minuti, senza aver costruito molto in attacco né prima né dopo, e capitalizza così tre punti che portano la squadra di mister Cairoli in cima alla classifica del girone.

gaviratePRIMO TEMPO: fin dall’inizio della partita gli ospiti cominciano a costruire dal basso con trame accurate, e dopo un paio di scambi intelligenti sulla sinistra si libera Di Noto per la conclusione, ma la palla è facile preda di Teseo. Anche il Gavirate prova a rendersi pericoloso, affidandosi alle iniziative di un Miele schierato leggermente largo a destra. I primi 20 minuti di gara sono praticamente privi di emozioni, se non per una grande occasione che capita sui piedi di Miele dopo che Seno era stato bravissimo a recuperare palla in posizione avanzata e servire lo scatto del suo compagno di reparto, che però pecca di imprecisione quando deve concludere rasoterra, con la sfera che esce di poco a lato del palo. È sempre il Gavirate a rischiare di passare in vantaggio nelle pieghe di una gara tutto sommato noiosa, quando gli ospiti perdono un pallone banale nella loro metacampo e Seno può ripartire in transizione, si accentra e decide di fare tutto da solo: la conclusione è pericolosa, Cassina la tocca ma il pallone bacia il palo prima di depositarsi a pochi centimetri dalla riga di porta ed essere spazzato via. Nel finale di primo tempo è il Gavirate ad essere più coraggioso, soprattutto grazie alle iniziative di Seno sulla sinistra, che serve bene la sovrapposizione di Comani contro il quale si oppone però il grande intervento di Cassina. Per tutto il primo tempo gli ospiti non riescono ad essere pericolosi, mentre il Gavirate si avvicina più e più volte al gol del vantaggio, tra cui un colpo di testa sfiorato da Miele, senza mai segnare la rete dell’1-0.

medaSECONDO TEMPO: dopo un paio di minuti arriva il gol del vantaggio del Gavirate, con un gran calcio d’angolo di Comani che trova Clerici solo soletto sul secondo palo, che non deve fare altro che insaccare di testa per essere portato in trionfo dai suoi. Dopo il gol cresce anche il morale, già alto, del Gavirate, che non concede spazi alle manovre offensive del Meda. Il pressing dei padroni di casa continua ad essere efficace, con Comani che ruba palla a Di Noto a metacmpo e la consegna a Seno, che si fa qualche decina di metri palla al piede prima di tirare dal limite dell’area e prendere il secondo palo della sua partita. Il Gavirate si fa trovare impreparata quando Battagliano scaglia un gran tiro da fuori, Teseo para ma sulla ribattuta arriva Porta che pensa di colpire a botta sicura ma Clerici compie un autentico miracolo per bloccare il pallone. Il difensore del Gavirate compie però una grande ingenuità quando atterra Cutuli e causa un calcio di rigore, realizzato da Battagliano per il pareggio. Da quel momento in poi la difesa del Gavirate comincia ad andare in palla e concede agli avversari spazi che fino a quel momento aveva chiuso perfettamente. Gli ospiti ne approfittano e la coppia d’attacco Porta-Cutuli, a dir poco silenziosa fino a quel momento, firma il secondo gol, con il primo che mette in mezzo una palla deliziosa per il secondo, che non deve fare altro che insaccare il pallone di testa. Il secondo tempo è tutta un’altra partita rispetto al primo, cresce l’intensità, cresce il nervosismo e crescono gli episodi, con il Gavirate che reclama un tocco di mano in area da parte di un difensore del Meda su una conclusione di Caon. Poco dopo mister Genovesi viene allontanato per proteste. Negli ultimi venti minuti di gara il Gavirate prova ad attaccare per il pareggio, ma la stanchezza, soprattutto negli attaccanti, è evidente, e i cambi non portano molto. Le migliori occasioni per il Gavirate arrivano su calcio d’angolo, quando sempre lo stesso schema libera Broggini dalla stessa posizione del gol di Clerici, ma non arriva la rete. Un’altra possibilità per il pareggio arriva quando Miele apre bene il gioco sulla destra per D’Amico che mette un bel cross in mezzo, ma la conclusione di Bertani è troppo alta. Nei minuti finali i padroni di casa giocano molte palle alte, ma Cassina fa sempre buona guardia. L’ultima chance per il Gavirate è un calcio di punizione dalla trequarti dove sale a saltare anche Teseo, ma la difesa del Meda respinge e l’arbitro fischia la fine del match. La gara si conclude sul punteggio di 1-2.

Cairoli (all. Meda): “Questa vittoria vale tantissimi punti, per come è arrivata, perché abbiamo affrontato una squadra fortissima. Noi siamo stati bravi a non mollare mai, volevamo raddoppiare quando arrivavano sull’esterno con le mezze  ali e sono state scelte che hanno pagato. Dopo i gol potevamo fare qualche ripartenza perché loro si sono sbilanciati. Le ambizioni rimangono quelle, partita dopo partita: vogliamo fare i playoff”.
Fumagalli (dirigente Gavirate): “Faccio i complimenti ai miei ragazzi, che per 65’ hanno fatto una grande partita senza giocatori importanti. La partita è stata condizionata da un rigore non concesso al Gavirate, per una partita tra la prima e la seconda ci vuole un arbitro di personalità. Usciamo con 0 punti immeritatamente, e questo oggi non mi va giù, perché gare del genere devono avere arbitri di personalità. Faccio ancora i complimenti ai miei ragazzi”.

I MIGLIORI
Gavirate: Broggini 7:
in una difesa estremamente rimaneggiata come quella del Gavirate, il veterano Broggini risponde alla grande, e nel primo tempo non concede praticamente nulla. Cala leggermente nel secondo tempo, ma non ha particolari colpe sui gol.
Meda: Pozzoli 7: schierato largo a centrocampo, Pozzoli ha licenza di inventare per il Meda. Bravo a convergere verso il centro e creare occasioni per i compagni, è lui l’uomo in più quando gli ospiti guadagnano un altro spirito nel secondo tempo.

FOTOGALLERY Gavirate-Meda 14 Gavirate-Meda 11 Gavirate-Meda 03

 

 

 

GAVIRATE – MEDA 1913 1-2 (0-0)
Gavirate:
Teseo, D’Amico (43’ st Testa), Masinari (13’ st Nyanzu Aka), Esteri, Broggini, Clerici (25’ st Bertani), Pinorini, Caon, Seno (35’ st Tartaglione), Miele, Comani. A disposizione: Riva, Testa, Bocci, Montagner, Nyanzu Aka, Lercara A., Bertani, Scotti, Tartaglione. All. Genovesi.
Meda 1913: Cassina, Bernareggi (1’ st Fraternali), Martino (28’ Bottos), Bonacina, Sala, Ronzoni, Pozzoli (45’ st Di Pentimo), Di Noto, Porta, Battagliano, Cuttuli. A disposizione: Biffi, Orsenigo, Di Pentima, Bottos, Boseggia, Cesarotti, Fraternali, Castella, Maugeri. All. Cairoli
Arbitro: Vezzoli di Bergamo (Mapelli – Pasinetti)
Marcatori: st: Clerici 3’ (G), Battaglione r. 13’ (M), Cutuli 16’ (M)
Ammoniti: st: Broggini 15’ (G), Pozzoli 21’ (M)
Espulsi: st: Genovesi (all. Gavirate) 22’ (G).

Inviato Marco Mastrorilli
_____________________________________________________________________

- RISULTATI E CLASSIFICA Girone A

LE ALTRE PARTITE

CAS SACCONAGO – VITTUONE 3-3 (3-1)
CAS Sacconago: Heinzl, Maestri, Finato, Napolitano (26’ st Macchi), Tirelli, Castiglioni (31’ st Cavaleri), Brusa (37’ st Ferrario), Nardone, Berton, Caccia, Gomaa. A disposizione: Ferni, Rota, Paparazzo, Mariani, Amato, Zaroli. Allenatore: Cau
Vittuone: Malerba, Pisoni (1’ st Bianchi), Razzini, Pepe, Fedeli (1’ st Serinelli), Foresti, Battaglia (35’ st Ceresani), Gemmi, Maugeri, Musso (7’ st Barbieri), Dibitetto (16’ st Riva). A disposizione: Previtali, Abate, Castiglioni, Bottara. Allenatore: Annoni
Arbitro: Schiavini di Crema (Gatti-Greco di Seregno)
Marcatori: pt: 14’ Berton (C), 20’ Berton (C), 40’ Dibitetto (V), 47’ Berton (C); st: 35’ Barbieri (V), 45’ Dibitetto (V)  

Pirotecnico 3-3 fra CAS e Vittuone con i padroni di cassa che gettano alle ortiche un doppio vantaggio che fino a dieci minuti dalla fine sembrava sufficiente a garantire i tre punti. Autentico mattatore di giornata Berton, anche se la sua splendida tripletta non basta. L’attaccante apre le danze al 14’ con l’incornata dell’1-0 e al 20’ sigla il 2-0 in mischia. Al 40’ è ancora Berton protagonista, ma questa volta in negativo: la sua conclusione si schianta sulla traversa e innesca il contropiede che consente a Dibitetto di accorciare le distanze. In chiusura di tempo comunque Berton cala il tris al termine di una straripante azione personale. Nella ripresa il CAS si abbassa troppo e lascia la gestione della manovra al Vittuone, anche se gli attacchi sembrano parecchio sterili. All’80’, quasi all’improvviso, l’inzuccata di Barbieri su un cross spiovente dalla destra riapre i conti e allo scadere arriva la beffa per i padroni di casa: una punizione dall’out indirizzata in area genera una mischia che consente a Dibitetto in girata di firmare il 3-3 finale.

_________________________________________________________________ 

BASE 96 – GORLA MAGGIORE 1-1 (0-1)
Base 96: Frontino, Serafini, De Petri, Cicola (43’ st Cossa), Borlina, Quitadamo, Carraro (10’ st Panin), Molteni, Scavo (24’ st Farioli), Filomeno, Ingribelli. A disposizione: Redaelli, Rose, Arienti, Sanseverino, Meroni, Elezi. Allenatore: Castellazzi
Gorla Maggiore: Novello, Ferro, Hushi, Di Simone, Caristina, Chiarion (22’ st Macchi), Puricelli, Antonini, Gualtieri (1’ st Falsaperna), Ippolito (38’ st Mahracha), Coltraro (10’ st Callini). A disposizione: Ceveli, Rivoltella, Bene, Betto. Allenatore: Contaldo
Arbitro: Zambelli di Lodi (Miele di Milano – Brambilla di Lecco)
Marcatori: pt: 35’ Chiarion (G); st: 48’ Farioli (B)
Note: 20’ st espulso Borlina (B) per fallo da ultimo uomo 

È un pari che sa di beffa per il Gorla Maggiore l’1-1 maturato sul campo della Base 96. Gli uomini di Contaldo giocano un gran primo tempo sfiorando il gol con la punizione di Puricelli e con una bella azione conclusa da Gualtieri. Rete che arriva al 35’ con la bella punizione di Chiarion che infila Frontino. I padroni di casa comunque non stanno a guardare e tocca a Novello chiudere prima su Filomeno e poi su Ingribelli. Nella ripresa la Base 96 entra con un piglio decisamente più aggressivo, mentre il Gorla gioca di ripartenza sprecando parecchie occasioni. Al 20’ i padroni di casa restano in dieci quando Borlina, ultimo uomo, abbatte Ippolito al limite dell’area. Nonostante la superiorità numerica il Gorla non chiude il match e allo scadere la Base 96 agguanta il pari: da una punizione a metà campo viene innescato Ingribelli, posizione sospetta, che serve poi Farioli per un cross in mezzo dove s’innesca una mischia furibonda risolta da Farioli.

_________________________________________________________________ 

FAGNANO – UNION VILLA CASSANO 2-4 (1-2)
Fagnano: Gajeta, Compagnone, Savoldi, Mastromarino, Paolillo, Garzonio (43’ st Gabri), Manuzzato M., Beltemacchi, Manuzzato D., Lepori, De Rosa (40’ st Panizza). A disposizione: Bianchi, Pecoraro, Salatino, Caprioli, Wafo Foka, Bernasconi, Sassi. Allenatore: Riccio
Union Villa Cassano: Rinaldi, Omodei, Giordano (11’ st Montemurro), Toma, Mazzotta, Vesco, Pedroni, Brebbia, Rondanini (35’ st Marzetta), Shala K., Muharemi (23’ st Qosaj). A disposizione: Dosoli, Giberti, Russo, Montemurro, Magini, Ruggia, Marzetta, Qosaj. Allenatore: Visentin
Arbitro: Summa di Varese (Re-Mazzarella di Gallarate)
Marcatori: pt: 3’ Rondanini (U), 25’ De Rosa (F), 39’ Brebbia (U); st: 8’ De Rosa (F), 34’ Qosaj (U), 45’Shala K. (U)
Note: 27’ st espulso Mastromarino (F) per doppia ammonizione 

Due squadre alla disperata ricerca di punti: al triplice fischio è l’Union Villa Cassano a sorridere, che si stacca dall’ultimo posto in classifica lasciando il Fagnano a quota 0. Bel match fin dalle prime battute: al 3’ Shala addomestica il rinvio di Rinaldi e serve Rondanini che a tu per tu con Gajeta non sbaglia. Replica il Fagnano che colleziona occasioni con i Manuzzato, ma Rinaldi è sempre attento. L’estremo difensore nulla può al 25’ sul diagonale di De Rosa che consente al Fagnano di agguantare il pari. Parziale che non dura fino all’intervallo perché al 39’ Brebbia scarica in rete la respinta di Gajeta sul tiro di Rondanini. Brebbia ha il piede caldo e al 42’ colpisce in pieno la traversa, mentre all’ultimo e Shala a centrare il palo. Sembra un incubo per gli ospiti che dopo i due legni vengono raggiunti a inizio ripresa da De Rosa che approfitta della respinta corta di Rinaldi per siglare la personale doppietta. Buon momento del Fagnano che però resta in dieci quando Mastromarino stende Toma e si prende il secondo giallo. A questo punto il Cassano ci crede e trova il 3-2 con Qosaj che ringrazia Toma per l’assist e infila Gajeta; nel finale Shala di testa su corner chiude definitivamente il match e regala al Cassano i primi tre punti di questo campionato.

_________________________________________________________________ 

MAGENTA – OLIMPIA CALCIO 0-2 (0-2)
Magenta: Cotogno D., Decio (27’ st Bencivenga), Pravettoni (43’ st Cardia), Garavaglia (15’ st Marise – 29’ st Pellegatta)), Candiani, Turconi, Azzarone, Mazzetti (Rampinini), Ferrario, Cotugno M., Italia. A disposizione: Temporiti, Chiodini, Giannì, Di Davide. Allenatore: Gandini
Olimpia Calcio: Rossi, Calizzi, Martinoia, Manera, Zecchini, Visconti, Sassi, Silva (29’ st Confeggi), La Iacona, Piazza (23’ st Balconi), Cavallaro (35’ st Ovalle). A disposizione: Rinaldi, Lovergine, Chiurato, Pradelli, Marcozzi, Keller. Allenatore: Rinaldi
Arbitro: Carrozzo di Seregno (Bolognesi-Ghita di Voghera)
Marcatori: pt: 30’ Piazza (O), 35’ La Iacona (O) 

Parte bene il Magenta che costruisce subito una buona occasione spenta però dall’ottimo intervento di Rossi. Col passare dei minuti crescono gli ospiti che alla mezzora, in cinque minuti, chiudono già i conti: prima Piazza di testa trasforma in gol il corner di Sassi, poi La Iacona sfrutta il recupero di Piazza sulla trequarti per girare in rete dai sedici metri. Nella ripresa l’Olimpia gestisce senza errori un match molto combattuto a centrocampo e sfiora il tris con il contropiede di Piazza, la cui conclusione termina fuori di poco.

_________________________________________________________________

SEDRIANO – UNIVERSAL SOLARO 3-1 (1-1)
Sedriano: Cukaj, Alemani (39’ pt Raimondi), Vitagliano, Rossi M., Di Davide, Oliva (19’ st Di Benedetto), Trezzi, Moscatelli (44’ st Gentile), Rossi A, Ghidoli (19’ st Paoluzzi), Savarese (38’ st Criscione). A disposizione: Bertolotti, Luci, Giordano, Citro. Allenatore: Galli
Universal Solaro: Piuri, Quaglia (19’ pt Cetti), Franco, Capelli, Aloi (23’ st Raineri), Parisi, Somaini (17’ st Pizzato), Mercorillo (25’ st Poerio), Cisse (36’ st Pianta), Carà, Lancellotti. A disposizione: Scolfaro, Sulka, Cattafi, Piccolo. Allenatore: Stincone
Arbitro: Cassi di Bergamo (Colitti di Sesto San Giovanni – Rubolino di Milano)
Marcatori: pt: 18’ Ghidoli (S), 30’ Carà (U); st: 4’ Savarese (S), 35’ Rossi A. (S) 

Parte bene l’Universal Solaro che prova a gestire il pallino del gioco fin dalle prime battute, ma paga a caro prezzo le proprie distrazioni difensive. Al 18’ Ghidoli sfrutta l’infortunio di Quaglia, poi sostituito, per superarlo in velocità e firmare l’1-0. Gli ospiti ci mettono qualche minuto ad assimilare il colpo, e non appena lo fanno trovano subito il pari la splendida conclusione da fuori area di Carà. Gli uomini di Stincone finiscono in crescendo il primo tempo e provano a cominciare la ripresa allo stesso modo, ma un errore in fase di impostazione permette a Savarese di punirli per la seconda volta. Anche in questo caso arriva la reazione al gol subìto, ma a differenza del primo tempo il gol non arriva: prima Cisse colpisce la traversa, Pizzato spreca una buonissima occasione e infine la difesa salva sulla linea un pallone destinato a entrare in rete. Il Sedriano soffre, ma in ripartenza trova il 3-1 con A. Rossi che chiude definitivamente i conti.

_________________________________________________________________

UBOLDESE – VIGHIGNOLO 4-1 (4-1)
Uboldese: Giglio, Maggioni, Bartucci, Colombo, Valenzano, Fiore, Besati (38’ st Garri), Maiorano (25’ st De Carlo), Emiliano (41’ st Schiattarella), Martucci, Arrigoni (35’ st Di Dio). A disposizione: Trubia, Masserini, Sulejmani, Naldi, Roccheggiani. Allenatore: Maestroni
Vighignolo: Amadori, Lavano, Guerrini (23’ st Airoldi), Bascape, Tanzi, Ambrosio, Sala (23’ st Crippa), Lardera, Maraschio (17’ pt Scala – 15’ st Drago), Maccarone, Lolli. A disposizione: Cota, Bruschi, Giannettino, Filiberti, D’Angelo. Allenatore: Pistone
Arbitro: Cordini di Lodi (Zaninetti-Torregrossa di Voghera)
Marcatori: pt: 3’ Arrigoni (U), 14’ Besati (U), 17’ Sala (V), 22’ Emiliano (U), 45’ Arrigoni (U) 

Rotonda vittoria per l’Uboldese che riscatta il ko di settimana scorsa surclassando 4-1 il Vighignolo che incappa invece nella seconda sconfitta consecutiva. Subito avanti i padroni di casa con Arrigoni che non spreca il lancio di Emiliano e punisce Amadori. Al 14’ Besati replica l’azione del compagno, questa volta lancio di Martucci, e di piatto infila il 2-0. Gli ospiti provano a scuotersi e trovano il 2-1 con Sala che si presenta a tu per tu con Giglio anche se la posizione di partenza lascia qualche dubbio. L’Uboldese non si scompone e cinque minuti dopo trovano il 3-1 con Emiliano che con una splendida azione personale lascia sul posto due avversari e di collo infila il portiere sul palo lungo. In chiusura di tempo Arrigoni cala il poker siglando la sua personale doppietta con uno splendido gol in rovesciata appena dentro l’area di rigore su assist di Maiorano. Nella ripresa l’Uboldese controlla agevolmente il vantaggio e si porta meritatamente a casa i tre punti.

In redazione Matteo Carraro