Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Prima Categoria girone A

5^ GIORNATA – Ispra sempre più su, segue l’Accademia. Valceresio di misura sull’Antoniana. Bene il Ferno

valceresioARCISATE – La Valceresio riscatta la pirotecnica sconfitta di settimana scorsa superando di misura l’Antoniana al termine di una partita giocata sottotono per lunghi tratti. A decidere il match ci pensa una girata di Coccioli a tre minuti dal 90’. Antoniana troppo passiva e poco cattiva davanti; tre punti d’oro per la Valceresio.

PRIMO TEMPO – 4-3-3 per la Valceresio con Dicara tra i pali, protetto dalla linea a quattro composta da Di Carluccio, Soave, Carini e Dell’Orto; in mezzo al campo Bosio con Azzolin e Rigoni, mentre Cinieri e Piccinotti larghi supportano Coccioli davanti. Risponde l’Antoniana con il 3-5-2, affidando il peso offensivo a Mileo e Sorrentino; Monza in cabina di regia è affiancato da Gorletta e Mantovan, con Negri e Muggeri esterni a tutto-campo. Dietro il tris Pastanella-Ranieri-Stabile scherma l’estremo difensore Savastano. Buon avvio dei padroni di casa che costruiscono subito una bella azione con Coccioli che serve Piccinotti, ma la sua conclusione è ribattuta dalla difesa. Al 17’ Piccinotti restituisce il favore: questa volta però il rimbalzo tradisce Coccioli che non riesce a girare a rete da buona posizione. Al 21’ lo scambio sull’out tra Piccinotti e Dell’Orto apre una prateria a quest’ultimo che al momento di decidere cosa fare sceglie una via di mezzo fra un tiro e un cross vanificando l’azione. L’Antoniana attende passiva la manovra dei padroni di casa, che non arrivano comunque a impensierire Savastano, e prova a farsi vedere davanti alla mezzora con un paio di angoli che non producono nulla di fatto. Bisogna aspettare il 35’ per il primo tiro degli ospiti con la bella girata di Stabile che però non trova lo specchio della porta. Al 38’ doppia occasione per Coccioli: prima affretta troppo la conclusione, mancando abbondantemente lo specchio della porta, poi trenta secondi dopo prova a sorprendere Savastano con un semi-pallonetto che non termina troppo lontano dal palo. È anche l’ultima occasione di un brutto primo tempo che si conclude a reti bianche.

SECONDO TEMPO – L’Antoniana prova a partire forte, ma il primo acuto della ripresa è di marca Valceresio con l’angolo di Bosio per la girata aerea di Coccioli; pallone alto sulla traversa. Altro corner al 13’: questa volta Cinieri spreca una buona occasione sulla ribattuta, ciabattando il pallone. La Valceresio comincia ad alzare i ritmi e gli ospiti non riescono più a ripartire: a seguito di una punizione Savastano si oppone in qualche modo a Coccioli, che aveva provato il più classico dei gol di rapina. Al 25’ arriva la migliore occasione del match: sugli sviluppi di un corner Soave si ritrova il pallone fra i piedi e libera il destro: vola Savastano e respinge. Al 33’ buco clamoroso di Soave che permette a Corbetta di presentarsi solo contro Dicara, ma l’estremo difensore è strepitoso a coprire tutto lo specchio della porta e a respingere di gamba. Il miracolo di Dicara viene ripagato al 42’ Piccinotti sulla fascia riesce a superare Ranieri, fino a questo momento impeccabile, e a servire in mezzo Coccioli, la cui girata dall’interno dell’area piccola questa volta supera Savastano per l’1-0. I quattro minuti di partita non cambiano il risultato: la Valceresio si aggiudica un match sicuramente non spettacolare, ma porta a casa tre punti fondamentali ai fini della classifica.

I MIGLIORI IN CAMPO
Dicara (Valceresio) – voto 6.5: poco impegnato dagli avversari, ma la parata su Corbetta vale oro. Immancabile la menzione a Coccioli che con il suo gol regala i tre punti alla Valceresio
Savastano (Antoniana) – voto 6: tiene viva l’Antoniana fin che può; alla fine si deve arrendere alla girata da due passi di Coccioli .

IL TABELLINO
VALCERESIO – ANTONIANA 1-0 (0-0)
Valceresio: Dicara 6.5, Di Carluccio 6, Dell’Orto 6, Bosio 5.5, Soave 6, Carini 6 (17’ st Premoli 6), Cinieri 5.5 (38’ st Scalamandre sv), Rigoni 5.5 (45’ st Barozzi), Coccioli 6.5, Piccinotti 6, Azzolin 5.5. A disposizione: Carullo, Lo Presti, Dogbo, Cantelmo, Cabrio, Gioppo. Allenatore: D’Onofrio.
Antoniana: Savastano 6, Negri 6, Muggeri 6, Monza 5.5 (44’ st Straface), Pastanella 6, Ranieri 6, Stabile 5.5 (43’ Carlomagno sv), Mantovan 6, Mileo 5.5 (32’ st Morelli 6), Gorletta 6 (15’ st Giovanniello 5.5), Sorrentino 5.5 (27’ st Corbetta 5.5). A disposizione: Melchiorre, D’Aloia, Noci. Allenatore: Casabianca.
Arbitro: Pina di Como.
Marcatori: st: 42’ Coccioli (V)
Note: sereno, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori: circa 100. Angoli: 7-4. Ammoniti: Mileo (A), Mantovan (A), Sorrentino (A), Monza (A), Coccioli (V), Savastano (A). Recuperi: 2’+4’

 

                                                                                                                       Inviato Matteo Carraro
________________________________________________________________________________________

 

MAGNAGO – Entrambe vittoriose una settimana fa, rispettivamente su San Michele e Valceresio, l’Accademia BMV e il Calcio Bosto si affrontano sul terreno di gioco di Magnago per una sfida che attualmente vale l’alta classifica. Accademia BMV travolgente nella prima metà di gara, con ritmi serrati e un gioco che impensierisce costantemente la difesa di casa: segnano Epoli e Izzo per il 2-0 con cui si chiude il primo tempo. La ripresa vede un Bosto leggermente più positivo, ma l’Accademia BMV continua a giocare bene e ha pochi problemi a gestire il vantaggio: il risultato non cambia, 2-0 per i biancoazzurri.

accademia bmv - bostoPRIMO TEMPO - Squadre subito pronte a partire a marce alte nello scontro di Magnago: l’Accademia cerca i tagli degli attaccanti dietro la difesa, il Bosto cambia gioco per sfruttare l’ampiezza. La prima occasione nitida è per i padroni di casa al 6′: Epoli svetta su corner, palla alta sopra la traversa. Al 17′ combina ancora molto bene l’Accademia, con la palla che gira in velocità e favorisce il cross di Pisoni dalla sinistra: la palla scende in area con tempi pressoché perfetti, ma Izzo manca per pochissimo l’appuntamento col pallone e la sfera termina tra le braccia di Marcon. I biancoazzurri continuano a trovare il modo di impensierire la retroguardia gialloblù e il pallone buono arriva al 23′ in ripartenza, quando Izzo si coordina in maniera strepitosa al volo dalla distanza e colpisce il palo: Epoli è il più veloce ad arrivare sul pallone ed è 1-0. Il Bosto accusa il colpo e perde palla in uscita due minuti più tardi, con Venturelli che riesce a ripartire a tutta velocità da metà campo e innesca Izzo sul lato destro dell’area di rigore: duello fisico vinto, conclusione perfetta verso l’angolo lontano, palo interno e 2-0. L’Accademia rifiata un po’ e gli ospiti provano a reagire prima dell’intervallo: un corner calciato da Tasco arriva pericolosamente nell’area piccola, Rogora coi pugni toglie il pallone dalla testa di Fronte. Allo scadere punizione per Tasco, che calcia alto. Si torna negli spogliatoi con l’Accademia BMV meritatamente in vantaggio per 2-0.
SECONDO TEMPO - Il Bosto prova a imprimere una marcia diversa alla sua partita e si dispiega con una combinazione che premia Munari al limite dell’area: conclusione alta sopra la traversa. Primi cambi da entrambe le parti: Gandolfo e Vacirca per Spadaccino e Venturelli tra i padroni di casa, Lovisetto per Granata tra gli ospiti. La squadra di casa torna vicina al gol con la solita palla dalle retrovie che scavalca la difesa, il controllo di Izzo lo porta ad allargarsi e la conclusione colpisce il palo esterno. Al quarto d’ora punizione dalla trequarti per l’Accademia BMV che pesca Suman nell’area piccola, clamorosa la risposta di Marcon con il piede per tenere viva la gara. Epifani inserisce anche Carabelli al posto di Giardini. L’inerzia non cambia e i padroni di casa sfondano ancora sulla destra con Epoli che va dentro da Izzo, conclusione debole e Marcon blocca. Gli ospiti rialzano la testa e una combinazione in verticale vale il filtrante di Tasco per Marco Alongi, la difesa mura la conclusione del numero 9 gialloblù. I biancoazzurri danno anche spettacolo e, al 24′, Gandolfo si dispiega a sinistra e entra in area con un tunnel, Izzo si appoggia su Epoli che dal limite dell’area calcia basso: Marcon controlla in due tempi. Anche Piatti e Fiori per Redaelli e Marco Alongi tra gli ospiti, Trubia risponde con Bellin, Pesce e Bonina per Epoli, Izzo e Stefano Pisoni. Il Bosto prova a riorganizzare le idee e fa piovere una palla in area su cui Piatti non arriva per un soffio, l’azione si interrompe subito dopo per una carica al portiere. L’Accademia BMV continua a gestire bene e a provarci all’occorrenza, anche perché il Bosto è sbilanciato in avanti e concede spazi. Dopo 4 minuti di recupero, l’arbitro fischia la fine e ufficializza il successo dei padroni di casa.
I MIGLIORI IN CAMPO 
Lo Piccolo (Accademia BMV) 7.5: non provate a passare dalle sue parti, è tempo perso. È il primo ad arrivare su ogni pallone e non ne butta via neanche uno, fungendo da punto di partenza della travolgente manovra della squadra di casa. Sempre concentrato e a testa alta.
Ghiringhelli (Calcio Bosto) 6.5: gioca contro uno dei clienti più difficili dell’intera categoria e sbaglia raramente scelta, distinguendosi nella ripresa per diversi interventi in anticipo che negano il contropiede di casa.
IL TABELLINO 
ACCADEMIA BMV – CALCIO BOSTO 2-0 (2-0) 
Accademia BMV: Rogora, Cobianchi, Venturelli (dal 13′ st Vacirca), Lo Piccolo, Villa, Vago, Spadaccino (dal 10′ st Gandolfo), Suman, Izzo (dal 37′ st Pesce), St. Pisoni (dal 43′ st Bonina), Epoli (dal 33′ st Bellin). A disposizione: Grassi, Si. Pisoni, Mombrini. Allenatore: Trubia.
Calcio Bosto: Marcon, Pellegrini, J. Alongi, Fronte, Giardini (dal 19′ st Carabelli), Ghiringhelli, Munari, Granata (dal 10′ st Lovisetto), M. Alongi (dal 33′ st Fiori), Tasco, Redaelli (dal 25′ st Piatti). A disposizione: Arrigoni, Vista, Sgarbi, Canestrelli, Pezzino. Allenatore: Epifani.
Marcatori: pt: 23′ Epoli (A), 26′ Izzo (A).
Arbitro: Sig. Rastellino di Seregno.
Note: spettatori 150 circa. Pomeriggio nuvoloso. Terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Venturelli (A), Suman (A), Granata (B), Izzo (A), Ghiringhelli (B), St. Pisoni (A). Angoli: 2-2. Recupero: 1′ + 4′.

Inviato Filippo Antonelli

- RISULTATI E CLASSIFICA Girone A
_______________________________________________________________________
SAN MARCO-SOLBIATESE 0-3
_______________________________________________________________________

Cantello Belfortese – Ispra 1-2 (0-0)
Cantello Belfortese
: BoschiniMotta, Santillo, Da Pos, Di Bari, Touili, Arema, Italiano, Russo, Binda, Fontana. A disposizione: Piovezan, Mariano, Mognon, Robustellini, Calemme, Bianchi, Michelotti, Giacopinelli, Ciss, Santoro. Allenatore: Criscimanni.
Ispra: Scapolo, Dardha (dal 41′ st Cerutti), Verde F., Brovelli, Hamataj, Modde, Battistello (dal 35′ st Cazzulli), Della Torre, Verde S. (dal 45′ st Bouraya), Magistri, Lamorte (dal 43′ st Sottocorna). A disposizione: Tenti, Cerruti, Antonetti, Oldrini, Bouraya, Sottocorna, Cazzulli, Pomi. Allenatore: Baratelli.
Arbitro: Renna di Saronno
Marcatori: st: 25′ rig. Fontana (C); 30′ Lamorte (I), 33′ Brovelli (I)
L’Ispra va, anche in casa del Cantello Belfortese.
Un primo tempo scialbo con poche occasioni da entrambe le parti, si contrappone ad un ripresa più vivace.
Battistello e Della Torre si trovano la strada sbarrata da un ottimo Boschini, poi passano i padroni di casa con la freddezza dal dischetto di Fontana. Ma l’uno – due isprese in cinque minuti è micidiale. Ancora Battistello al 30′ con un tiro a giro impegna seriamente Boschini che manda sulla traversa, la palla resta lì decide la zampata di Lamorte. Tre minuti più tardi ci pensa Brovelli a ribaltare la situazione con un sinistro ad incrociare da fuori che termina la sua corsa nell’angolino. Al triplice fischio l’Ispra vince 2 a 1 e si tiene stretta la vetta.

Arsaghese – San Michele 1-0 (0-0)
Arsaghese
: Noto, Bernasconi, Panarese, Azimonti, Passera, Nebuloni, Fontana, Lo Bello, Gueye, Agrello, Palese. A disposizione:Franishta, Castoldi, Marchioni, Berardi, Degradi, Fontana, Bernasconi, Collenghi. Allenatore: Marsich.
San Michele:De Leo, Agosti, Smeraglia, De Taddeo, Tenti, Caturano, Cereti, Bilato, Ciccone, Boscolo, Parente. A disposizione:Bianchi, Di Stefano, Mastropietro, Cosenza, Cervellin, Bartolomei, Tancredi, Candiloro, Ricci. Allenatore: Saporiti.
Arbitro: Cicognani di Busto Arsizio
Marcatori: st: 95′ Lo Bello (A)
Tira un grosso sospiro di sollievo l’Arsaghese e lo fa al 95′ grazie alla zampata in mischia di Lo Bello. In realtà in quest’occasione il San Michele lamenta fallo su De Leo ma per l’arbitro è tutto regolare.
La partita comunque è una gara in cui nel primo tempo succede poco o nulla, chance solo per Palese che cincischia davanti a De Leo, bravo ad anticiparlo.
Nella ripresa i locali reclamano un rigore su Carlo Fontana, poi la situazione giallonera si complica quando Boscolo lascia i suoi in dieci. I ragazzi di Saporiti sembrano resistere ma il fortino regge fino al penultimo istante, perchè l’ultima, grazie a Lo Bello risulterà fatale.

Folgore Legnano – Tradate 0-0 (0-0)
Folgore Legnano:Bertuola Panozzo, Brun (dal 42′ st Castellotti), Ristori, Rosana, Cattaneo, Ciocia, Russo, Gazzardi, Moretta (dal 45′ st Scandroglio), Scherma. A disposizione: Maggio, Favareto, Colombo A., Re, Colombo G., Avella, Castellotti, Scandroglio, Castiglioni. Allenatore: Colombo.
Tradate: Giugliano, Sava (dal 18′ st Ferrenti), Moretti, Guerrini, Galluzzo D., Romano (dal 33′ pt Akpolat), Dama (dal 18′ st Knouzi), Galluzzo M., Ana Petre, Monticelli, Stefanazzi. A disposizione: Martignoni, Ferrenti, Knouzi, Basaglia, Akpolat, Lattuada, Sala, Boukari. Allenatore: Garantola.
Arbitro: Di Trani di Pavia
Partita dai due volti quella tra Folgore Legnano e Tradate.
Se nel primo tempo c’è un predominio grigiorosso, con tanto di conclusione al volo di Gazzardi su lanci odi Scherma in cui strappa applausi Giugliano per la respinta, nel secondo tempo succede esattamente l’opposto.
Il Tradate prende le misure e prende coraggio, è più propositivo e si appella anche alla sfortuna quando Guerrini da fuori area stampa la sfera sull’incrocio dei pali, palla sulla schiena di Bertuola e poi “solo” calcio d’angolo. Non succede null’altro, le due formazioni si dividono la posta in palio.

NFO Ferno – Turbighese 2-0 (2-0)
NFO Ferno
: Migliorini, Madera, Pace, Taore, Tatani, Turri, Gaudio, Boccato, Dal Cortivo, Ciccone, Casiraghi. A disposizione: De Maria, Ferrario, Madeo A., Madeo L., Viceconte, Menini, Casotto, Vecchio, Barucci. Allenatore: Minniti.
Turbighese: Noto, Pedroli, Crini, Frontini, Garavaglia, Bigoni, Tambara, Valsesia, Boozida, Del Vecchio, Lo Presti. A disposizione: Mazzoleni, Borsani, Corbascio, Spreafico, Tolotti, Ferrario, Ascente, Costa, Maglione. Allenatore: Giubertoni.
Arbitro: Grassi di Gallarate
Marcatori: pt: 20′ Boccato (N), 40′ Madera (N)
Il Ferno si prende altri tre punti importanti e lo fa con una gara in cui non lascia spiragli alla Turbighese, colpita e affondata già nel primo tempo.
Al 20′ i padroni di casa passano con Boccato che dopo un tiro da fuori smorzato di Tatani, si fa trovare pronto con il piattone che vale l’1 a 0. Al 40′ arriva anche il raddoppio firmato Madera, bravo a sfruttare il lancio lungo di Turri e a saltare Noto.
Nella ripresa i ragazzi di Minniti potrebbero rimpinzare il bottino marcatori ma non sfruttano a dovere le occasioni. Anzi al 30′ si complicano la vita quando Migliorin su un lancio lungo va in anticipo ma tocca la palla con la mani fuori dall’area. Per il direttore di gara è cartellino rosso. Nemmeno il tempo dell’arrembaggio Turbighese che si ristabilisce la parità numerica con il fallo da ultimo uomo di Garavaglia. Non succede più nulla, Ferno batte Turbigo 2 a 0.

Crennese Gallaratese – Ticinia Robecchetto 3-0 (1-0)
Crennese Gallaratese:  Sarati, Capitale, Bogni, Zoccarat, Spitaleri, Bellin, Antonino, Gramuglia, Zantomio, Apone, Callegarin. A disposizione: Diana, Elmazi, Marchioro, Peroni, Milani, Di Stefano, Sartorato, Sylla, Galbersanini. Allenatore: Mona.
Ticinia Robecchetto:Ghirardelli, Bighiani, Cattaneo, Toma, Talpo, Valloni, Mira, Croci, Sessa, Bigioni, Limonta.A disposizione: Ferracin, Oppici, Mazzon, Sardo, Demetrio, Pochini, Lovati, Ventura, Agosti. Allenatore: Cislaghi.
Arbitro: Barbuscio di Como
Marcatori: pt: 40′ Apone (C); st: 13′ Milani (C), 30′ Antonino (C)
Tris Crennese Gallaatese che mette al tappeto la Ticinia.
La gara la sblocca al 40′ della prima frazione di gioco Apone che con una rovesciata in area strappa applausi per l’ 1 a 0.
Le altre reti arrivano nella ripresa: prima Milani, subentrato, fa tutto da solo e lo fa bene visto che dopo una bella discesa entra in area e spiazza Ghirardelli, poi ci pensa Antonino con la sua classica zampata domenicale a fissare il punteggio sul 3 a 0. Sempre Antonino, di testa, potrebbe calare il poker ma non va a bersaglio, per oggi può bastare così.

In redazione Mariella Lamonica