Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

3^ GIORNATA – Gavirate a punteggio pieno. Besnate di misura a Fagnano

GAVIRATE: il Gavirate rimane a punteggio pieno dopo la vittoria di misura ottenuta contro una combattiva Union Villa Cassano. I padroni di casa dominano la partita in quasi tutta la sua interezza, ma non riescono mai a segnare. Serve l’ingresso in campo di Giuseppe Miele, nel secondo tempo, per sbloccare il risultato nei minuti finali, e regalare ai suoi una meritata vittoria.

LA FOTOGALLERY GAVIRATE CALCIO PROMOZIONE GAVIRATE VS. UV CASSANONELLA FOTO GAVIRATE CALCIO PROMOZIONE GAVIRATE VS. UV CASSANONELLA FOTO GAVIRATE CALCIO PROMOZIONE GAVIRATE VS. UV CASSANONELLA FOTO

 

 

gavirate

 

PRIMO TEMPO: la partita comincia con un lungo monologo del Gavirate, che fa girare palla nella metacampo avversaria, anche se non riesce a concludere con pericolosità, se non per un rasoterra di Pinorini sul quale Rinaldi fa buona guardia. L’Union Villa fa fatica ad uscire palla al piede, ma lotta molto contro il reparto difensivo del Gavirate, e Qosaj sfiora la traversa con un gran tiro da fuori area. Anche Muharemi ci prova da fuori, quando la gara ha appena superato il quarto d’ora e gli ospiti stanno acquistando coraggio, soprattutto nel pressing avanzato che permette di recuperare palla al limite dell’area avversaria. Tartaglione ha sui piedi una grande occasione per portare in vantaggio i suoi, quando la linea difensiva dell’Union Villa sale con un attimo di ritardo e lui può colpire in porta indisturbato, ma la palla è troppo centrale per poter impensierire Rinaldi. Siamo quasi alla mezz’ora di gioco quando Lercara distribuisce bene il gioco sulla destra per Cortez, che si libera bene per il cross e trova sul secondo palo lo stesso Lercara, che cerca la conclusione al volo ma non trova la porta. La seconda parte del primo tempo è tutta del Gavirate, che entra in area più e più volte, spesso e volentieri grazie agli scambi tra Lercara e Cortez, ma non trova il vantaggio. Ci prova Comani, uno dei più positivi del Gavirate, da fuori area, ma Rinaldi non si fa trovare impreparato. La prima frazione di gioco non regala altre emozioni e il primo tempo si conclude sul punteggio di 0-0.

union villa cassanoSECONDO TEMPO: la ripresa comincia con un’uscita a metà tra il coraggio e l’incoscienza da parte di Rinaldi, che mette a terra Cortez e concede una punizione dal limite al Gavirate. Se ne occupa Comani, e per poco non realizza un gol da cineteca, con la palla che colpisce la traversa. Il Gavirate continua a premere ma non riesce a far breccia nella difesa avversaria, mentre gli ospiti ci provano dalla distanza con Muharemi, che impegna i guantoni di Teseo. La ripresa è tutto sommato priva di emozioni, anche perché l’Union Villa si chiude a riccio e cerca di resistere agli attacchi del Gavirate, che però ci mette anche del suo per non segnare, come quando Cortez, Nyanzu e Comani dialogano benissimo sulla sinistra, arriva la palla in mezzo per Miele ma il suo tiro dall’interno dell’area piccola è troppo largo. Passano i minuti e la pressione del Gavirate aumenta, e con questa aumenta anche il numero di uomini che i padroni di casa portano in area: Comani spizza di testa un pallone da vero centravanti, e solo un magnifico intervento di Rinaldi salva il risultato. Il gol del vantaggio arriva al 37’, quando l’ennesima palla in mezzo, dove Lercara è bravissimo a fare un velo portando con sé un paio di marcatori, liberando così Miele per una conclusione rasoterra sulla quale Rinaldi non può nulla. Nei minuti successivi il Gavirate continua ad attaccare, ma non riesce a chiudere la partita, dimostrando anche un po’ di leziosità. Gli ospiti si riversano in area per provare il tutto per tutto ma non riescono a impensierire Teseo. La gara si chiude sul punteggio di 1-0.

COMMENTI – Visentin (all. Union Villa Cassano): “L’idea era quella di tenere la partita corti e stretti fino alla fine, non volevamo farci allargare, soprattutto nel primo tempo ci siamo riusciti. Nel secondo tempo sono riusciti ad allargare meglio e il portiere ha fatto dei grandi interventi. Noi abbiamo dato il massimo, sono tre domeniche che gli episodi ci vanno male, questo ci deve far crescere, ci manca sempre un pezzettino, una scintilla.”
Genovesi (all. Gavirate): “Quando Beppe è entrato sapevamo che ci poteva dare quella giocata che può fare. La partita è stata molto difficile, l’abbiamo preparata sapendo che sarebbero stati molto stretti, abbiamo creato molte palle gol. C’è stato qualche fallo non sanzionato ma abbiamo mantenuto la calma e siamo stati molto bravi.”

I MIGLIORI
Gavirate: Miele 7: entra nel secondo tempo e risolve la partita. Avere giocatori con il suo curriculum e la sua esperienza pronti ad entrare dalla panchina è un valore inestimabile.
Cassano: Rinaldi 7: il giovane portiere disputa un’ottima gara, se il risultato rimane inviolato per quasi 90 minuti il merito è soprattutto suo.

GAVIRATE – UNION VILLA CASSANO 1-0 (0-0)
Gavirate: Teseo, D’Amico, Nyanzu Aka (39’ st Scotti), Esteri, Comani, Candeliere, Tartaglione (13’ st Miele), Caon (6’ st Broggini ), Pinorini (24’ st Montagner), Cortez Aguirre (32’ st Seno), Lercara. A disposizione: Papa, Bocci, Scotti, Clerici, Broggini, Montagner, Seno, Testa, Miele. All. Genovesi
Cassano: Rinaldi, Omodei, Giordano, Brebbia, Mazzotta, Vesco, Rondanini (32’ st Marzetta), Shala A., Qosaj, Shala K., Muharemi. A disposizione: Dosoli, Giberti, Martignoni, Magini, Toma, Ruggia, Mazzucchelli, Marzetta, Montemurro. All. Visentin
Arbitro: Gambirasio di B   ergamo (Colleoni – Zappella)
Marcatori: st: Miele 37’ (G)
Ammoniti: st: Rinaldi 3’ (U), Lercara 12’ (G), Shala K. 28’ (U), Shala A. 38’ (U), Esteri 47’ (G), Muharemi 49’ (U).

Inviato Marco Mastrorilli
_____________________________________________________________________

FAGNANO – Si preannuncia una gara avvincente tra Fagnano e Besnatese, bloccate entrambe a quota 0 punti dopo le prime due giornate. Dopo il primo tempo La Besnatese è in vantaggio per 1-0 grazie a un calcio di rigore messo a segno da Dall’Omo. Risultato invariato al triplice fischio: il Fagnano incassa la terza sconfitta consecutiva e la Besnatese conquista i primi punti del campionatbesnateseo.

PRIMO TEMPO – La formazione di casa scende in campo con un 4-3-2-1, con Mattia Manuzzato e De Rosa alle spalle della punta Denis Manuzzato. Rispondono gli uomini di Rasini con un 4-3-1-2, con il trequartista Dall’Omo dietro alla coppia d’attacco Caccia-Vendemmiati. Il match inizia in modo equilibrato, con i due schieramenti che prendono le misure e costruiscono soprattutto nella fascia centrale del campo. La prima bella occasione si presenta per la squadra di casa al 7′, quando De Rosa ruba palla sulla trequarti: il Fagnano parte in contropiede, ma la difesa ospite è brava a respingere l’incursione e a sventare il pericolo prima che gli avversari raggiungano l’area di rigore. Calcio di punizione per la Besnatese al 9′. Si prepara al tiro Randon, che con un rasoterra cerca Caccia al centro, ma il pallone schizza in avanti e l’attaccante non può arrivarci. Dopo un paio di minuti i bianco-blu si conquistano un’altra punizione per un fallo su Martignoni: il pallone colpisce la barriera e il direttore di gara concede il calcio di rigore per un fallo di mano. Va agli 11 metri il rigorista Dall’Omo, che spiazza Bertagnoli e porta la sua squadra in vantaggio. Il gioco si interrompe al 21′ per l’infortunio dello stesso Bertagnoli, che probabilmente si strappa rinviando il pallone. Si scalda subito Gajeta, pronto a entrare in campo al posto del compagno. Il Fagnano cerca di rimettersi in sesto ed essere più concreto in fase di costruzione. Ci prova subito dalla fascia sinistra con Mattia Manuzzato , che viene fermato in modo falloso. L’arbitro lascia proseguire per la norma del vantaggio e Denis Manuzzato accelera verso l’area, si accentra e scarica il destro, che però finisce lontano dai pali. Dopo poco, è sempre Mattia Manuzzato che si smarca sulla sinistra, viene servito dai compagni e cerca il cross in mezzo, ma chiude troppo e Caputo fa suo il pallone. Al 26′ Caccia riceve la sfera da calcio d’angolo, prova la conclusione di sinistro dal limite dell’area ma calcia sopra la traversa. Siamo al 31′ quando Vendemmiati si invola sulla fascia destra, riesce a girarsi nonostante la pressione della difesa e crossa un pallone teso in mezzo, ma in area non c’è nessuna maglia bianco-blu. Nell’altra metà campo, buona giocata sulla fascia destra di Bernasconi, che verticalizza per De Rosa: l’attaccante sta per calciare ma viene fermato egregiamente da Bonizzoni. Il gioco si interrompe momentaneamente al 35′ per uno scontro di gioco che lascia Vendemmiati a terra dolorante. La Besnatese si aggiudica un calcio di punizione dal limite, va al tiro Caccia che supera la barriera con un buon sinistro a giro, ma Gajeta si fa trovare pronto e para con sicurezza. Siamo al 40′ quando Brivio trova un’autostrada sulla fascia sinistra, arriva a ridosso della porta e anziché provare il tiro serve indietro Caccia, che viene anticipato dalla difesa. Il primo tempo è quasi finito quando Mattia Manuzzato accelera sulla sinistra, ma il guardalinee ferma tutto per fuorigioco. Non c’è più tempo e gli uomini rientrano negli spogliatoi sul risultato di 0-1.

fagnanoSECONDO TEMPO – Nessun cambio alla ripresa nelle due formazioni. Siamo al 5′ quando Caccia viene lanciato solo davanti a Gajeta, ma appena arriva sul pallone il direttore di gara interrompe l’azione per fuorigioco. Calcio di punizione per i padroni di casa al 7′: riceve la sfera Mattia Manuzzato che cerca in mezzo il fratello Denis. L’attaccante prova la rovesciata dal limite: il numero gli riesce ma il pallone colpisce la difesa. Nell’altra metà campo è calcio di punizione per i bianco-blu al 10′: si prepara Caccia che tira di sinistro direttamente in porta e Gajeta allontana in calcio d’angolo con i pugni. Buona giocata di Savoldi sulla fascia destra, che spinge fino alla linea di fondo, ma poi non riesce a servire i compagni al centro per la pressione della difesa di casa. Si scalda, nel frattempo, tutta la panchina del Fagnano: Mister Mattavelli ha bisogno di più freschezza per provare a raddrizzare il risultato. Calcio di punizione per i suoi uomini al 18′ da pochi metri fuori dall’area, in posizione defilata sulla sinistra. Va al tiro Mastromarino, mischia in area e su rimpallo il pallone colpisce il palo, vaga pericolosamente davanti alla porta e Caputo lo fa suo. Il Fagnano si carica e in questa fase del match spinge in avanti per provare il tutto per tutto. Deve fare però attenzione ai pericolosi contropiedi della Besnatese, con Caccia sempre pronto a scattare in avanti. Al 25′ Savoldi crossa in mezzo per Denis Manuzzato, che colpisce di testa ma non trova la porta per il buon lavoro di contenimento della difesa. Buona occasione al 28′ per De Rosa, che colpisce da dentro area ma non trova lo specchio della porta. Al 32′ l’arbitro fischia una punizione al limite per il Fagnano per fallo di Dall’Omo: carica il destro De Rosa, ma il tiro non è tanto preciso quanto potente e finisce sopra la traversa. Nell’altra metà campo, buona azione di Brivio sulla fascia sinistra, che crossa per Vendemmiati. L’attaccante insacca in mezza scivolata ma il direttore di gara annulla il goal per fuorigioco. Proprio Vendemmiati è costretto a lasciare il campo poco dopo e viene sostituito da Cova Caiazzo. Brivido nell’area della Besnate al 40′, quando Denis Manuzzato colpisce di testa su cross dalla destra ma non riesce a indirizzare la sfera verso la porta. La tensione è alta negli ultimi minuti di gioco e il Fagnano non demorde, presentandosi ripetutamente in avanti. La difesa ospite riesce a contenere gli attacchi e al triplice fischio dell’arbitro gli uomini di Rasini portano a casa i tre punti.

I MIGLIORI IN CAMPO
Gajeta (Fagnano) 7 – 
Un’ottima prova per questo giovane portiere che, entrato improvvisamente nel corso del primo tempo, difende i pali con sicurezza evitando che la Besnatese incrementasse il vantaggio.
Dall’Omo (Besnatese) 7 –  La sua freddezza dagli undici metri vale 3 punti preziosi per la sua squadra, che si aggiudica la prima vittoria del campionato.

IL TABELLINO
FAGNANO– BESNATESE 0-1 (0-1)
Fagnano
 Bertagnoli 5.5 (dal 22′ pt Gajeta 7), Savoldi 6.5, Salatino 6 (dal 24′ st Compagnone 6.5), Lepori 6, Paolillo 6.5, Garzonio 6, Manuzzato M. 6, Mastromarino 6, Manuzzato D. 7, Bernasconi 6.5 (dal 15′ st Panizza), De Rosa 6.5. A disposizione: Gajeta, Compagnone, Panizza, Abati, Pecoraro, Beltemacchi, Caprioli, Rinaldi, Gabri. Allenatore: Mattavelli.
Besnatese: Caputo 6, Bonizzoni 7, Brivio 7, Randon 6, Passafiume 7, Comani 6.5, Mancuso 6.5 (dal 39′ st De Angelis sv), Martignoni 6 (dal 24′ st Cesaro 6), Caccia 6.5 (dal 26′ st Bonfante 6), Dall’Omo 7, Vendemmiati 6.5 (dal 38′ st Cova Caiazzo sv). A disposizione: Sozzi, Gennari, De Lodovici, De Angelis, Cova Caiazzo, Pozzato, Bonfante, Dani, Cesaro. Allenatore: Rasini.
Arbitro: Trombello (Susini, Borella)
Marcatori: pt: 13′ Dall’Omo (B).
Note: Giornata nuvolosa. Terreno in condizioni soddisfacenti. Spettatori circa 150. Ammoniti: Garzonio (F), Dall’Omo (B). Calci d’angolo: 3-7. Recupero: 1’+5’.

Inviata Silvia Alabardi

______________________________________________________________

RISULTATI E CLASSIFICA

______________________________________________________________________

LE ALTRE PARTITE

UBOLDESE – UNIVERSAL SOLARO 2-1 (1-1)
Uboldese: Giglio, Maggioni, Bartucci (16’ st Masserini), Colombo, Besati, Sponga (3°’ pt Fiore), Emiliano (31’ st De Carlo), Maiorano, Giglio, Martucci, Arrigoni. A disposizione: Trubia, Sulejmani, Naldi, Schiattarella, Roccheggiani, Garri. Allenatore: Maestroni
Universal Solaro: Piuri, Quaglia, Cetti, Piccolo, Greco, Parisi, Somaini (38’ st Lancellotti), Mercorillo, Cisse (39’ st Pianta), Carà, Niesi (21’ st Pizzato). A disposizione: Scolfaro, Aloi, Poerio, Raineri, Delia, Cattafi. Allenatore: Stincone
Arbitro: Saffioti di Como (Longoni-Gatti di Seregno)
Marcatori: pt: 19’ Carà (US), 20’ Arrigoni (U); st: 89’ rig. Arrigoni (U)
Note: 70’ st espulso Giglio (U) per doppio giallo. 

Prima sconfitta in campionato per l’Universal Solaro che cade all’ultimo minuto in casa dell’Uboldese, brava a far suo il match nonostante l’inferiorità numerica. Ospiti in vantaggio al 19’ con Carà che spedisce all’incrocio dei pali l’ottimo assist di Niesi, ma l’Uboldese è reattiva e meno di un minuto dopo trova il pari con Arrigoni che sfrutta un rimpallo favorevole per presentarsi davanti a Piuri e superarlo senza problemi. La partita è equilibrata fino al 70’ quando Giglio lascia i suoi in 10 per doppia ammonizione; paradossalmente è proprio l’Uboldese a beneficiarne, dato che il Solaro si disunisce e non riesce a sfruttare la superiorità. A partita praticamente scaduta i padroni di casa guadagnano da un corner il rigore che Arrigoni trasforma per regalare ai suoi un’importantissima vittoria.

_________________________________________________________________

BASE 96 – OLIMPIA CALCIO 2-1 (1-0)
Base 96: Frontino, Serafini (2’ st Sanseverino), De Petri, Ingribelli, Borlina, Quitadamo, Filomeno, Carraro, Scavo (43’ st Cossa), Panin (35’ st Arienti), Elezi (15’ st Pacini),. A disposizione: Assanelli, Rose, Meroni, Cicola, Vicario. Allenatore: Castellazzi
Olimpia Calcio: Rossi, Calizzi, Balconi, Manera, Zecchini, Visconti, Sassi, Silva (33’ st Confeggi), Ovalle, Cotarello (22’ st Moro), Martonoia (4’ st Piazza). A disposizione: Rinaldi, Lovergine, Keller, Pradelli, Chiurato, Cavallaro. Allenatore: Rinaldi
Arbitro: Paccusse di Milano (Russo-Varcalli di Milano)
Marcatori: pt: 22’ Panin (B); st: 14’ Panin (B), 27’ Moro (O)  

Grande prova per la Base 96 dinnanzi al pubblico amico, con i ragazzi di mister Castellazzi che dominano il match e nonostante il brivido del 2-1 portano meritatamente a casa i tre punti. Padroni di casa avanti al 22’ con Panin che raccoglie il traversone di Scavo e infila di testa l’angolino. Nella ripresa è ancora Panin, innescato da Carraro, ad accentrarsi dalla destra e a scaricare un sinistro a togliere la ragnatela dall’angolino. Partita in totale controllo che rischia di essere buttata via quando Borlina con un forte retropassaggio mette in difficoltà Frontino che non riesce a controllare il pallone, regalandolo a Moro per il 2-1. L’episodio comunque non scuote gli ospiti che, anzi, rischiano di subire la terza rete, ma la traversa ferma il colpo di testa di Moro.

_________________________________________________________________

GORLA MAGGIORE – MEDA 1-5 (1-1)
Gorla Maggiore: Novello, Ferro (25’ st Ostuni), Hushi, Bernasconi, Caristina, Paolillo, Antonini, Chiarion, Gualtieri (32’ st Mahracha), Ippolito (44’ st Macchi), Callini (45’ st Coltraro). A disposizione: Ceveli, Rivoltella, Di Simone, Bene, Falsaperna. Allenatore: Contaldo
Meda: Cassina, Cutuli (40’ st Cesarotti), Castella (1’ st Perani), Bonacina, Sala, Orsenigo, Fraternali (15’ st Pozzoli), Di Noto, Porta, Battaglino, Maugeri, Biffi. A disposizione: Di Pentima, Ronzoni, Bernareggi, Martino, Orsi. Allenatore: Cairoli
Arbitro: Andreoni di Milano (Turra-Dipace di Milano)
Marcatori: pt: 20’ Fraternali (M), 29’ Ippolito (G); st: 15’ Fraternali (M), 40’ Porta (M), 41’ Di Noto (M), 47’ Porta (M). 

Pioggia di gol a Gorla con il Meda che legittima la sua ambizione di puntare ai piani alti. Primo tempo abbastanza equilibrato con gli ospiti che passano grazie al gol in mischia di Fraternali, ma vengono raggiunti alla mezzora dal gollonzo di Ippolito che con un tiro rasoterra riesce a sorprendere Cassina grazie all’aiuto di una zolla che manda fuori tempo l’estremo difensore. Nella ripresa il Meda alza i ritmi e passa al quarto d’ora ancora con Fraternali che gonfia la rete con un tiro da fuori. A cinque minuti dalla fine micidiale uno-due degli ospiti che tagli le gambe al Gorla: prima Porta con un gol da rapinatore d’area firma il 3-1 e poi Di Noto in contropiede chiude definitivamente i conti. Nel recupero Porta in ripartenza arrotonda ulteriormente il risultato.

_________________________________________________________________

MAGENTA – VITTUONE 2-2 (1-0)
Magenta: Cotugno D., Decio, Paparella (28’ st Pravettoni), Azzarone (43’ st Bencivenga), Candiani, Turconi, Rampinini, Mazzetti, Cardia (10’ st Marise), Cotugno M. (33’ st Baldelli), Italia. A disposizione: Temporiti, Giannì, Pellegatta, Garavaglia, Sacheli. Allenatore: Gandini
Vittuone: Previtali, Pisoni, Razzini (28’ st Abate), Pepe, Fedele, Foresti, Gemmi, Granata (1’ st Melziade), Maugeri (25’ st Castiglioni), Musso (18’ st Barbieri), Dibitetto (1’ st Riva). A disposizione: Malerba, Battaglia, Bottara, Ceresani. Allenatore: Annoni
Arbitro: Palmisano di Saronno (Cinotti di Gallarate – Candiani di Busto Arsizio)
Marcatori: pt: 5’ Candiani (M); st: 5’ rig. Rampinini (M), 15’ Razzini (V), 17’ Battaglia (V).  

Magenta e Vittuone si dividono la posta in palio al termine di un match equilibrato, con i padroni di casa che però si fanno raggiungere nonostante le due reti di vantaggio. Apre le danze Candiani al 5’ con una bella girata sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Sull’1-0 il Vittuone ha una ghiotta occasione per il pareggio su rigore, ma Cotugno ipnotizza Granata e a inizio ripresa è il Magenta a raddoppiare con un altro penalty, questa volta trasformato da Rampinini. Al 60’ il Vittuone batte velocemente una punizione sulla trequarti e Razzini scarica un bolide imparabile che bacia il palo e termina alle spalle di Cotugno. Il Magenta accusa il colpo e un paio di minuti più tardi Battaglia concretizza nel migliore dei modi una bella azione orchestrata dai compagni di squadra.

_________________________________________________________________

MORAZZONE – SEDRIANO 3-3 (1-0)
Morazzone: Martignoni, Colavito, Dal Molin, Pascale (18’ st Pozzi), Picetti, Bosetti, Gerevini (36’ st Pinna), Libralon, Ghizzi, Vezzoli, Petruzzellis (27’ st Giordano). A disposizione: Zerboni, Canazza, Egnoletti, Loielo, Bovo, Sanfilippo. Allenatore: Lorenzi
Sedriano: Cukaj, Oliva, Luci, Rossi, Di Davide, Raimondi (1’ st Di Benedetto), Rossi, Groe, Paoluzzi, Criscione (33’ st Gentile), Savarese (40’ st Trezzi). A disposizione: Bertolotti, Alemani, Allegretti, Giordano, Moscatelli, Citro. Allenatore: Galli
Arbitro: Grignani di Saronno (Greco-Brioschi di Seregno)
Marcatori: pt: 28’ Ghizzi (M); st: 4’ Petruzzellis (M), 17’ Rossi (S), 21’ Paoluzzi (S), 22’ Di Davide (S), 30’ Ghizzi (M). 

Partita sconsigliata ai deboli di cuore, con il Morazzone che riesce finalmente a muovere la classifica conquistando il primo punto del suo campionato. Padroni di casa avanti al 28’ con Ghizzi che sfiora quel tanto che basta la conclusione di Dal Molin per aggiudicarsi il gol, consentendo così al Morazzone di archiviare in vantaggio il primo tempo. In avvio di ripresa cavalcata inarrestabile di Vezzoli sull’out e cross per l’imperioso stacco aereo di Petruzzellis che vale il 2-0. Il Morazzone sembra avere la partita in pungo, ma arrivano cinque minuti di totale blackout. Al 17’ Rossi accorcia le distanze al termine di un’azione confusionaria, al 21’ Paoluzzi pareggia i conti sfruttando un campanile in area e beffando Martignoni con una carambola, mentre un minuto più tardi un autentico siluro dalla distanza di Di Davide ribalta la situazione. A questo punto, però, il Morazzone riordina le idee e torna a costruire gioco: a un quarto d’ora dalla fine Vezzoli conquista una punizione dal limite e Ghizzi realizza con una pennellata il gol del 3-3. Non è finita qui perché in pieno recupero c’è spazio anche per le veementi proteste dei padroni di casa per un rigore non assegnato per tocco di mano.

_________________________________________________________________

CAS SACCONAGO – VIGHIGNOLO 1-2 (0-0)
Cas Sacconago: Heinzl, Maestri, Cavaleri, Napolitano, Tirelli, Finato, Brusa, Nardone (36’ st Negri), Berton, Caccia, Gomaa. A disposizione: Ferni, Grimaldi, Gallazzi, Amato, Macchi, Ferrario, Castiglioni, Zaroli. Allenatore: Cau
Vighignolo: Amadori, Lavano, Airoldi, Crippa (15’ st Rossi), Tanzi, Ambroso, Sala (27’ st Drago), Bascape (43’ st Lardera), Maraschio, Maccarone, Lolli A disposizione: Scala, Cota, Filiberti, Guerrini, Mazzoleni, D’Angelo. Allenatore: Pistone
Arbitro: Carrozzo di Seregno (Rovelli-Nava di Monza)
Marcatori: pt: 20’ Gomaa (C), 27’ Lolli (V); st: 3′ Lolli (V).  

Blitz del Vighignolo che espugna il campo del Cas e centra la seconda vittoria consecutiva dopo il pareggio dell’esordio. Partono forte i padroni di casa e passano al 20’ con il gran gol di Gomaa, servito ottimamene da Napolitano dopo aver bloccato la ripartenza ospite. Il Vighignolo comunque non si scompone e trova il pari con uno splendido gol di Lolli, abile nell’accentrarsi da sinistra orizzontalmente e scaricare un destro imprendibile per Heinzl. Nella ripresa gli ospiti passano subito ancora con Lolli, lanciato da Crippa, che si presenta a tu per tu con l’estremo difensore e non ha difficoltà a superarlo. Col passare dei minuti il Vighignolo cresce e difende senza troppi problemi il vantaggio fino al triplice fischio.

In redazione Matteo Carraro