Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

29^ giornata – Il Gavirate stende il Morazzone. Promozione: si deciderà tutto all’ultima giornata!

GAVIRATE – Due contropiedi perfetti, due gol in cinque minuti: è così che il Gavirate conquista un’importantissima vittoria contro il Morazzone, mettendo il sigillo sulla qualificazione ai playoff e dando a Vergiatese (prossima avversaria del Gavirate) e Rhodense una grandissima occasione per il primo posto. Il Gavirate segna due gol a fine primo tempo, con due bellissime azioni in velocità, prima con Galli, poi con Miele. Nel finale del primo tempo il Morazzone accorcia le distanze con un colpo di testa di Colavito, ma non riesce ad agguantare il pareggio.

GaviratePRIMO TEMPO – Nei primi minuti di gara entrambe le squadre preferiscono puntare sui lanci lunghi, senza scoprirsi eccessivamente e lasciare spazi in contropiede agli avversari. Il primo tiro in porta della gara è un tentativo di Libralon che prova a sorprendere Teseo calciando da oltre metacampo, ma l’estremo difensore del Gavirate si fa trovare pronto. La gara prosegue su ritmi bassi, con il Gavirate che sfrutta l’estro di Galli sulla sinistra e il Morazzone che tende spesso e volentieri dei cross insidiosi dalla trequarti. Si sporca i guanti anche Martignoni quando Esteri sale bene sulla sinistra e mette in mezzo un tiro-cross sul quale Mendez avrebbe potuto capitalizzare con un po’ più di aggressività. I padroni di casa rischiano in un paio di occasioni, specialmente quando un retropassaggio sbagliato mette Ghizzi in condizione di involarsi verso la porta di Teseo, ma Broggini interviene e gli ruba palla, secondo l’arbitro senza commettere fallo. Per il Gavirate ci prova Caon da fuori area, ma la palla è facile preda di Martignoni. In generale tutto il primo tempo si è giocato su ritmi molto bassi, tra due squadre prudenti e ben consapevoli dell’importanza della posta in palio. Il Gavirate ha provato a fare breccia nella difesa molto fisica del Morazzone con un bel fraseggio, ma non sono mai riusciti a creare qualcosa di pericoloso una volta arrivati al limite dell’area. Alla prima azione in contropiede il Gavirate segna un bellissimo gol, che parte da una bella chiusura di D’Amico di testa, con la palla che entra in possesso di Di Noto. Da lui a Miele, che gestisce bene la sfera intorno alla metacampo e serve un ottimo filtrante per Mendez, che brucia tutti sullo scatto, entra in area e serve un ottimo pallone sul quale si avventa e conclude Galli, dopo aver eseguito un bel movimento di smarcamento. La reazione del Morazzone arriva, con Ghezzi e compagni che provano a punire la difesa del Gavirate sulle palle alte, ma nel finale concedono un’altra ripartenza. Tutto parte ancora da Di Noto, che trova bene Caon in mezzo al campo; il centrocampista numero 8 conduce in velocità la sfera fino al limite dell’area, dove pesca con un pallonetto Miele, bravissimo a concludere in diagonale battendo un incolpevole Martignoni. Il primo tempo si conclude sul punteggio di 2-0.

MorazzoneSECONDO TEMPO – Il secondo tempo comincia con un prolungato possesso palla del Gavirate, che si conclude con un tiro da fuori area da parte di Galli, agguantato facilmente da Martignoni. Il Morazzone si affida all’estro di Vezzoli, molto in ombra nel primo tempo, che converge verso il limite dell’area e serve un bel pallone per Romeo, fermato regolarmente da Broggini. Il più pericoloso nell’inizio del secondo tempo è Galli, che prima ci prova ancora da fuori area con un tiro a giro, poi va vicino alla doppietta quando è servito in area da una bella palla di Miele, ma il tiro è troppo strozzato ed esce di poco. Attorno al quarto d’ora il Morazzone comincia a esercitare una grande pressione sul Gavirate, e deve intervenire Teseo in allungo per togliere la palla dal piede di Bosetti, lasciato solo soletto in area. I padroni di casa invece provano ancora a pungere in contropiede, e rischiano il gol che chiuderebbe i conti quando Mendez prova una traiettoria insidiosa dal fondo, ma la palla esce di poco alta sopra la traversa. Anche Broggini di testa va vicino al terzo gol del Gavirate, con il Morazzone che prova il tutto per tutto ma non sembra sufficientemente organizzato per scardinare la difesa del Gavirate. Quando tutto sembra ormai segnato, gli ospiti accorciano le distanze su calcio d’angolo, con una bellissima palla di Vezzoli colpita alla perfezione da Colavito, che anticipa tutti e batte Teseo. Nei minuti finali gli ospiti si riversano in quantità nell’area del Gavirate, che si divora un gol in contropiede con Qosaj. Nonostante l’assedio finale del Morazzone nei minuti finali, il Gavirate resiste. La gara si conclude sul punteggio di 2-1.

I MIGLIORI IN CAMPO
Gavirate – Di Noto 7.5:
il cuore della manovra del Gavirate. Sempre partecipe nel fraseggio dei suoi, da lui partono entrambi i contropiedi vincenti a fine primo tempo. Un faro in mezzo al campo, infatti quando esce il Gavirate perde tanto.
Morazzone – Loielo 6.5: l’individualità che spicca di più per il Morazzone. Non sfigura nel duello a metà campo con i centrocampisti del Gavirate, indovina un paio di traiettorie che mettono in difficoltà la difesa del Gavirate.

I COMMENTI
Crippa (allenatore Gavirate): “Noi sapevamo che ci avrebbero messo in difficoltà all’inizio, noi li abbiamo aspettati con la nostra qualità e siamo venuti fuori. Faccio comunque i complimenti a loro perché hanno i punti che meritano. Rhodense e Vergiatese sono due formazioni importanti, tra due settimane dovremo disputare una grande partita. Il momento è positivo perché tutte le parti della società collaborano, siamo come coperti da una bolla che non ci fa sbagliare nulla.”
Stincone (allenatore Morazzone): “I miei ragazzi anche oggi vanno applauditi, nel secondo tempo sarebbe stato facile prendere il terzo gol piuttosto che fare il 2-1. Finché siamo stati concentrati abbiamo fatto la gara che dovevamo fare, potevamo fare di più in fase di possesso, su questo campo bisogna mostrare più personalità ma la colpa è mia. È stato un peccato prendere il secondo gol, ha messo la partita su un binario complicato. Noi puntiamo sempre al massimo, adesso passiamo la Pasqua senza problemi e affronteremo le cose da uomini e ci prepareremo alla gara con il Meda come abbiamo sempre fatto. Non avrei mai pronosticato di arrivare così all’ultima giornata, bisogna fare i complimenti alla fame dei miei ragazzi.”

IL TABELLINO
GAVIRATE – MORAZZONE 2-1 (2-0)
Gavirate:
Teseo, D’Amico, Broggini, Esteri, Di Noto (27’ st Cinotti), Candeliere, Testa (14’ st Carretta), Caon, Mendez (27’ st Jammeh), Miele (18’ st Moro), Galli (39’ st Qosaj). A disposizione: Albe, Pinorini, Jammeh, Petruzzi, Bottone, Carretta, Cinotti, Qosaj, Moro. All. Crippa.
Morazzone: Martignoni, Scuderi (13’ st Bovo), Colavito, Loielo (39’ st Giordano), Bosetti, Picetti, Gerevini, Libralon, Ghizzi, Vezzoli, Romeo (20’ st Pinna). A disposizione: Zerboni, Egnoletti, Costa, Sola, Pozzi, Bovo, Pinna, Di Stefano, Giordano. All. Stincone.
Arbitro: Rignanese di Legnano (Liguori – Cattaneo)
Marcatori: pt: Galli 41’ (G), Miele 45’ (G) st: Colavito 37’ (M)
Ammoniti: pt: Bosetti 9’ (M), Caon 19’ (G), Gerevini 31’ (M) st: Ghizzi 9’ (M), Qosaj 47’ (G)

Inviato Marco Mastrorilli

FOTOGALLERY Gavirate-Morazzone 10 Gavirate-Morazzone 17 Gavirate-Morazzone 06

————————————————————————————————————————————————————

BESNATE – Penultima partita di campionato che preannuncia grandi emozioni, tra la Besnatese al decimo posto, a 2 punti dalla zona play out, e la Vergiatese prima classificata a quota 58 insieme al Morazzone. A fine primo tempo le due squadre sono sul risultato di 1-1. Al triplice fischio dell’arbitro la partita finisce 1-4, confermando il primo posto degli uomini di Gatti.

BesnatesePRIMO TEMPO – Gli uomini di Rasini scendono in campo con un 4-3-1-2, con Berardi dietro alle punte Angelucci e Passafiume. Rispondono gli ospiti con il solito 4-1-3-2, con Shala regista e Caccia di supporto agli arieti Guarda e Becerri. Il gioco è maschio sin dai primi minuti di gioco, con Guarda che si impone con il fisico nell’area avversaria, ma la difesa di casa è brava a contenere le sue incursioni. Risponde subito la Besnatese, con Corcione che accelera e verticalizza per Angelucci, ma il suo passaggio è fuori misura e il compagno non può arrivarci. Buona giocata di Passafiume al 10′, quando salta la difesa ospite e si lancia verso la porta protetta da Caputo, ma si allunga troppo il pallone e il portiere esce senza problemi. Nell’altra metà campo è punizione per la Vergiatese al 16′ per un fallo di mano. Si prepara al tiro Shala, defilato sulla destra, e mette al centro un sinistro morbido a mezza altezza che scorre davanti alla mischia e finisce direttamente oltre la linea di fondo. Altra punizione per gli ospiti dopo 26 minuti di gioco. La posizione è la stessa ma questa volta è Becerri ad andare al tiro: calcia un destro potente e profondo che Novello afferra al volo. Non siamo ancora alla mezzora quando l’attaccante di casa Angelucci è costretto a uscire dal campo per infortunio: al suo posto entra Bonfante. Calcio di rigore al 32′ per gli uomini di Gatti. Al dischetto si presenta Shala che spiazza Novello portando la sua squadra in vantaggio. Goal pesante in un primo tempo intenso, giocato a ritmi alti da entrambe le formazioni. Dopo tre minuti Caccia viene lanciato davanti a Novello, ma il guardalinee alza la bandierina. Scena simile dopo una manciata di secondi: questa volta è Guarda a trovarsi a tu per tu con il portiere di casa, che compie un miracolo parando di piede prima del fischio del direttore di gara. Il match diventa piuttosto nervoso per qualche intervento falloso di troppo che scalda gli animi in campo e fuori. Grande emozione a tinte bianco-celesti al 45′: Corcione salta un uomo a centrocampo e apre sulla destra per Bonfante che cerca il tiro: esce Caputo che respinge con i guantoni, ma il pallone finisce tra i piedi di Bonizzoni che insacca a pochi centimetri dalla porta. Vergiatese acciuffata proprio sullo scadere. Si prevede un secondo tempo altrettanto ricco di emozioni.

VergiateseSECONDO TEMPO – Cambio per la Vergiatese in questo inizio di secondo tempo: entra Kate al posto di un Martinoia un po’ sottotono. Brivido a un minuto della ripresa, quando Bonfante dentro area sfiora il palo alla destra di Caputo con un rasoterra insidioso. Nell’altra metà campo cerca la conclusione da fuori Guarda, ma manca di precisione e il pallone finisce molto alto sopra la traversa. Ci prova anche Caccia al 6′, ma non centra lo specchio della porta, seppur di poco. È la Vergiatese a insistere in questa fase di gioco, ma Novello si fa trovare attento e ferma un tentativo pericoloso di Guarda. Subito dopo, però, si lascia sorprendere da un sinistro di Shala da fuori area che gli rimbalza davanti e gonfia la rete. Vergiatese di nuovo in vantaggio al 10′. Sono passati appena 7 minuti quando Caccia serve un assist delizioso a Becerri, a tu per tu con Novello. Il portiere esce e riesce solo a spizzicare il pallonetto dell’attaccante che finisce morbido in porta. Costano caro alla Besnatese questi pochi minuti di blackout: è ancora Becerri ad approfittarne trovando la doppietta dopo solo un minuto: dopo un tiro di Kate respinto da Novello, carica ancora il destro e insacca a porta vuota. Il risultato è di 1-4 sul campo di Besnate. Al 34′ Caputo esce in modo pericoloso su Passafiume, che rimane a terra dolorante. Gli uomini di Rasini accusano il colpo dei tre goal ravvicinati, perdendo la determinazione con cui per 55 minuti avevano tenuto testa alla prima classificata. Il possesso palla è soprattutto della Vergiatese in questa fase di gioco, fino al triplice fischio dell’arbitro che manda tutti negli spogliatoi sul risultato di 1-4.

I MIGLIORI IN CAMPO
Bonfante (Besnatese) 7 – 
Entra in campo con la giusta carica e crea qualche brivido nell’area avversaria.
Shala (Vergiatese) 8 – Due goal e una prestazione ordinata di grande esperienza.

I COMMENTI
Rasini (allenatore Besnatese):
“Sono molto soddisfatto del primo tempo dei ragazzi, in cui hanno dimostrato una grande voglia e determinazione. Poi sul 2-1 ci siamo allungati troppo e abbiamo commesso qualche ingenuità. Speravamo di poter festeggiare la salvezza già oggi e invece ci giocheremo tutto domenica prossima contro l’Uboldese. Sarà una partita importantissima e la disputeremo al massimo. A parte i dieci minuti di disattenzione che ci sono costati tre goal, abbiamo confermato di poter mettere in difficoltà le squadre di vertice. Quello che ci manca ancora, però, è un po’ più di esperienza e una maggiore cura dei dettagli.”
Gatti (allenatore Vergiatese): “In trasferta abbiamo sempre vinto e il girone di ritorno è stato spettacolare. Domenica dobbiamo vincere per forza. La Besnatese è una squadra che merita la salvezza. Hanno giocato un primo tempo intenso, in cui hanno vinto tanti duelli. Noi, però, cercavamo di non farli partire e alla fine abbiamo avuto la meglio.”

IL TABELLINO
BESNATESE – VERGIATESE 1-4 (1-1)
Besnatese
: Novello 5, Bonizzoni 7, Dal Cortivo 6.5, Randon 6.5 (dal 33′ Tosetto 6), Martignoni 6.5, Comani 6, Corcione 6 (dal 45′ st Macchi sv), Berardi 6, Angelucci 6 (dal 28′ pt Bonfante 7), Dani 6.5 (dal 24′ Russo 6), Passafiume 5.5. A disposizione: De Stefano, Bonfante, De Angelis, Cova Caiazzo, Gennari, Russo, Tosetto, Macchi. Allenatore: Rasini.
Vergiatese: Caputo 6, Dolce 6.5 (dal 40′ st Randon 6), Azzolin 6.5 (dal 45′ st Cattaneo sv), Shala 8 (dal 46′ st Tatani sv), Trionfo 6, Cantoni 6.5, Martinoia 5 (dal 1′ st Kate 6.5), Vitulli 5.5, Caccia 7.5, Becerri 8 (dal 21′ st Inguimbert 5.5), Guarda 6.5. A disposizione: Pappa, Cattaneo, Tatani, Baca, Randon, Turconi, Lombardi, Inguimbert, Kate. Allenatore: Gatti.
Arbitro: Carrozzo (Casiraghi, Stracquadaini)
Marcatori: pt: 32′ Shala (V), Bonizzoni (B); st: 10′ Shala (V), 17′ Becerri (V), 18′ Becerri (V)
Note: Giornata nuvolosa. Terreno in condizioni soddisfacenti. Spettatori circa 200. Ammoniti: Azzolin (V), Martinoia (V), Comani (B), Martignoni (B), Kate (V), Dal Cortivo (B), Shala (V), Caputo (V). Calci d’angolo: 2-1. Recupero: 2’+ 4’

Inviata Silvia Alabardi

FOTOGALLERY Besnatese-Vergiatese 16 Besnatese-Vergiatese 12 Besnatese-Vergiatese 04

___________________________________________________________________________

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Base 96 – Lentatese 2-1 (1-1)
Base 96:
Frontino, De Laurentis, De Petri, Cicola (st 20’ Molteni N), Quitadamo, Larese, Pozzi (pt 40’ Elezi), Molteni N, Giglio, Panin, Filomeno. A disposizione: Frontino, Arienti, Serafini, Meroni, Ceppi, Tagliabue, Ponti. Allenatore: Castellazzi
Lentatese:
Tagliabue, Perani, Pozzati (st 12′ Malacarne), Rampoldi, Meroni W, Meroni T (st 38’ Pozzoli), Fossati, Banfi (pt 12’ Fontana), Picone (st 26’ Secchi), Perucchini (st 36’ Termine), Innocenti. A disposizione: De Nicolo, Abd, Corti, Abadi, Fontana, Secchi. Allenatore: Valente
Arbitro:
De Pascalis di Milano
Marcatori:
pt 35’ Panin (B), 37’ Picone rig. (L); st 40’ Molteni N (B)
La Base 96 vince contro una Lentatese costretta a salutare la Promozione e scendere in Prima Categoria. Panin porta avanti i padroni di casa alla mezz’ora, due minuti più tardi Picone pareggia su rigore, mentre nel finale di secondo tempo ci pensa Molteni N a regalare alla Base 96 l’intera posta in palio.

Saronno – Uboldese 2-4 (1-1)
Saronno:
Nucera, Puzziferri, Stevanin, Carluccio, Confuorto (st 43’ Bonfrate), Patea, Morandi (st 25’ Spitaleri), Busnelli, Strano, Rossi, Szekely. A disposizione Comi, Bocellari, Balconi, Coltraro, Legnani. Allenatore: Imburgia
Uboldese:
Menegon, Maggioni, Razzari (st 25’ Soldi), Colombo, Valenzano, Bartucci, Tartaglione, Maiorano, Di Vito (st 25’ Muzzupappa), Martucci, De Milato (st 41’ Petruzzellis). A disposizione: Giglio, Porchera, Corrado, Galli, De Carlo, Morelli. Allenatore: Maestroni
Arbitro:
Martinelli di Ostia
Marcatori:
pt 29’ De Milato (U), 42’ Rossi (S); st 24’ Maiorano (U), 34’ Patea (S), 37’ De Milato (U), 47’ Petruzzellis (U)
L’Uboldese rifila un poker che condanna il Saronno alla retrocessione con una giornata di anticipo. De Milato sblocca il risultato alla mezz’ora deviando in rete di testa un tiro di Tartaglione che sarebbe uscito, Rossi pareggia prima del riposo con una conclusione dal limite. Nella ripresa il nuovo vantaggio ospite porta la firma di Maiorano con un pallonetto a superare Nucera in uscita bassa, ma il Saronno non demorde e ritorna in parità dieci minuti dopo grazie all’inzuccata di Patea su calcio d’angolo. Nemmeno il tempo di festeggiare che dall’altra parte, sempre di testa su corner, De Milato riporta avanti l’Uboldese, mentre nel recupero c’è gloria anche per Petruzzellis che segna a porta vuota nell’ultima azione della partita.

Meda – Fagnano 0-1 (0-1)
Fagnano:
Bertagnoli, Terzi (st 34’ Rondanin), Savoldi, Clerici, Cicchetti, Toma, Garri (st 1’ Mastromarino), Galbiati (st 43’ Abati), Manuzzato, Ingribelli, Sassi. A disposizione: Gajeta, Caprioli, Bernasconi, Cappio, Paredes, Putignano. Allenatore: Raza
Meda:
Cassina, Ronzoni, Castella, Bonacina, Cortinovis, Parravicini, Bianco (st 36’ Citterio), Tavella, Pozzoli (st 17’ Ballabio), Battaglino, Manca (st 4’ Frigerio, st 45’ Miucci). A disposizione: Giraldi, Longoni, Maugeri, Orsi. Allenatore: Cairoli
Arbitro:
Belingheri di Lecco
Marcatori:
pt 40’ Manuzzato (F)
Un gol di Manuzzato a cinque minuti dalla fine del primo tempo regala al Fagnano tre punti d’oro per continuare a nutrire le speranze playout contro un Meda che ormai non aveva più nulla da chiedere al campionato.

Olimpia – Solaro 1-2 (1-2)
Olimpia:
Ambrosetti, Sassi, Brivio, Arrigoni, Papasodaro (st 21’ Ferrari), Manera, Piazza, Confeggi, La Iacona, Chiurato, Niesi. A disposizione: Rossi, Calizzi, Monteverdi, Di Dio, Fiore, Santillo, Visconti, Zonta. Allenatore: Rinaldi
Solaro: Porro, Sponga, Baglio, Bajoni, Greco, Quaglia, Boniardi (st 33’ Capelli), Messaoudi, Miculi, Mercorillo (st 7’ Ferrario), Scherma (st 41’ Aloi). A disposizione: Dossena, Vottari, Macchi, Cetti, Paolillo. Allenatore: Crucitti
Arbitro:
Calligher di Como
Marcatori:
pt 19’ Greco aut. (O), 20’ Miculi (S), 36’ Baglio rig. (S)
Il Solaro torna vittorioso dalla trasferta sul campo dell’Olimpia Ponte Tresa. Finisce 1-2 per gli ospiti, passati in svantaggio a metà del primo tempo a causa dell’autogol di Greco. Un minuto dopo ci pensa Miculi a ristabilire la parità, prima del definitivo sorpasso firmato da Baglio su rigore poco dopo la mezz’ora.

Rhodense – Cob91 4-0 (1-0)
Rhodense:
Mantovani, Pastori, Formato, Incoronato (st 23’ Colombo), Gazzea, Galbiati, Zanus, Castelnuovo (st 33’ Bonizzi), Gentile (st 27’ Beretta), Caruso (st 30’ Prada), Battaglia (st 30’ Guarino). A disposizione: Englaro, Tiriolo. Allenatore: Raspelli
Cob91: Riboldi, Ghidoni, Genovese D (st 27’ Sebastiani), De Vita, Genovese S, Andreotti, Davi (st 27’ Stellari), Pioggia, Troiano (st 17’ Mastrapasqua), Bortolotti (st 34’ Bilardo), Personè. A disposizione: Dosoli, Profeta, Disca, Amelotti. Allenatore: Provasi
Arbitro:
Di Ronza di Busto Arsizio
Marcatori:
pt 12’ Gentile (R); st 22’ Gentile (R), 30’ Caruso (R), 35’ Gentile (R)
La Rhodense si impone contro la Cob91 e si giocherà la promozione diretta in Eccellenza all’ultimo giornata in un testa a testa contro la Vergiatese. Al 12’ del primo tempo Gentile spizza di testa un cross di Formato, la palla colpisce la traversa, carambola sulla schiena di Riboldi ed entra in rete. Nella ripresa ancora Gentile raddoppia di testa su corner, poi alla mezz’ora Caruso trova una deviazione vincente per il 3-0 prima della tripletta di uno scatenato Gentile che al 35’, in pallonetto, arrotonda ulteriormente il risultato.

Muggiò – Guanzatese 1-1 (1-1)
Muggiò:
Pungente, Sanfilippo, Banfi (st 1’ Brevi), Cesana, Sessi, Ghezzi, Gigante, Odone, Norrito (st 30’ Ghidelli), Tentori, Zambrano (st 25’ Pozzi). A disposizione: Mancuso, Bonavoglia, Lascala, Alitto, D’Agostino, Cuccu. Allenatore: Natobuono
Guanzatese:
Fumagalli, Bonella, Monaco (st 1’ Puggioni), Sagnella, De Boni, Corti, Girola (st 1’ Favaro), Scaccarabozzi, Paganini (st 27’ Borghi), Pappalardo, Molteni (st 37’ Lamanna). A disposizione: Nava, Colombo, Cabrea, Dal Bello, Giudici. Allenatore: Papis
Arbitro:
Luchi di Milano
Marcatori:
pt 7’ Pappalardo (G), 44’ De Boni aut. (M)
Succede tutto nel primo tempo nel pareggio tra Muggiò e Guanzatese. Gli ospiti fanno e disfano, andando in vantaggio in apertura con Pappalardo ma facendosi poi rimontare a causa dell’autogol di De Boni all’ultimo minuto.

In redazione Indro Pajaro