Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

28^ giornata – Il Cas ipoteca il campionato, Aurora bloccata. Bene il Gorla, il Tre Valli inguaia la San Marco

ARCISATE– È sfida ad alta quota tra Valceresio e Aurora Cantalupo ci si giocano i posti d’onore ed i posti sul trno playoff. Dopo una gara maschia complice pioggia e terreno pesante, finisce 2 a 2 con la Valceresio che passa in vantaggio, si fa rimontare e l’aggiusta alla fine.

Valceresio Aurora 2PRIMO TEMPO – Sotto una timida pioggia inizia la sfida diretta dal signor Barbuscio di Como. Bastano 4′ alla Valceresio per sbloccare la gara e ci pensa Bosio: potenza e precisione nell’angolino alla sinistra di Baschirotto, il suo destro dal limite vale l’1 a 0. Anche la seconda chance è di marca Valceresio con Ndizie che non inquadra di testa da corner nonostante la bella girata. In generale è difficile costruire trame di gioco a causa di un campo in brutte condizioni e della pioggia che si fa cessante col passare dei minuti. L’Aurora però tenta di alzare il baricentro e si affida come al solito a Vernocchi per gestire la manovra. Al 20′ proprio il numero quattro serve col contagiri D’Ascanio, aggancio perfetto poi il pallonetto di destro su Dicara in uscita è troppo debole, palla al portiere. I padroni di casa si affidano alle ripartenze ed in effetti sembrano poter far male in questo modo, tant’è che Busatto spende un cartellino su Ambrosoli concedendo un calcio da fermo da buona posizione. Il sinistro di Dell’Orto non scende a dovere. Il match non decolla, giocare a palla bassa è difficile, si cercano le palle lunghe ma sono poco fruttifere da entrambe i lati. Alla cronaca anche un battibecco tra mister D’Onofrio e D’Ascanio, probabilmente per una palla non spazzata fuori con Ambrosoli a terra dopo un contrasto. Da una punizione sulla destra nasce però l’1 a 1 con protagonista ancora Bosio che questa volta di testa nel tentativo di spazzare beffa un incolpevole Dicara. I gialloneri provano a spingere in questi ultimi minuti, D’Ascanio si mette in proprio e appena dopo il pareggio tenta con un sinistro dal limite di ribaltare la situazione, blocca il numero uno di casa. Tre minuti di recupero con un diluvio ormai scatenato,

SECONDO TEMPO – Si ricomincia sotto il nubifragio e senza variazioni di formazione. Al minuto numero sei Bosio cestina un’occasione d’oro quando riceve palla poco fuori dall’area a seguito di un errato disimpegno del numero uno ospite ma il suo stop e tiro è troppo frettoloso e a porta sguarnita manda oltre la traversa. Mentre giocare diventa sempre più complicato, nonostante la temperatura gli animi sono caldissimi, il match piuttosto frammentato. I mister pescano forze fresche dalle panchine, Coccioli e Rigoni da un lato, Luraghi e Tapinetto dall’altro. Davvero pochi i tentativi degni di nota, Ambrosoli s’intestardisce un po’ in un paio di circostanze, Vernocchi ci prova da fuori ma manda a lato. Gli uomini di Senziani hanno sicuramente più possesso ma dal canto suo la squadra di casa si chiude bene e non lascia spiragli, tranne al 26′ quando cambia il risultato ed il merito è gran parte di Tapinetto, velocissimo ad involarsi sulla destra, mette il turbo e imbecca in mezzo D’Ascanio, incredibilmente smarcato, per lui è un gioco da ragazzi. 1 a 2. La Valceresio non ci sta e tenta di rimettersi subito in carreggiata con il destro di controbalzo di Coccioli, Baschirotto ha un riflesso decisivo di piede e gli dice di no, poi i ragazzi di Arcisate trovano un corner ma Soave non impatta a dovere di testa. Ci si avvia così all’ultimo quarto d’ora, i ragazzi di D’onofrio ci provano ma con poca lucidità come nell’azione Coccioli – Ambrosoli con quest’ultimo che in area di prima intenzione non trova il bersaglio. Il tecnico di casa a -7 minuti dal termine osa ulteriormente scegliendo di mandare in campo Ponti per capitan Carini, ora è una Valceresio a trazione anteriore. Ruggeri cerca di incrementare il suo bottino di capocannoniere del girone con una punizione che vola alta, poi i locali costruiscono due azioni d’oro che falliscono in entrambe i casi di testa: la seconda con Piccinotti in tuffo fa gridare al gol ma così non è. L?arbitro dà 5 minuti di recupero, i biancoverdi gettano il cuore oltre l’ostacolo. Ambrosoli conquista una punizione dal limite preziosissima. Dell’Orto ringrazia e con il sinistro a giro fa 2 a 2. C’è ancora vita per entrambe, Ponti sfrutta male un contropiede lanciato a rete, D’Ascanio una punizione sulla trequarti, il tempo scorre e alla fine è 2 a 2.

I MIGLIORI IN CAMPO
Dell’Orto 7 – Valceresio:
gara ordinata senza grosse sbavature ma il merito di questo pareggio nasce dal suo sinistro che  trova la bella rete del pareggio su punizione.
D’Ascanio 7 – Aurora Cantalupo: nonostante un campo improbabile, non dimentica la qualità e nel momento di maggior difficoltà della squadra se la carica in spalla trovando anche la zampata del momentaneo 1 a 2. Prezioso.

I COMMENTI
D’Onofrio (allenatore Valceresio):Sono un po’ arrabbiato con i miei perché non abbiamo messo in campo la nostra qualità e troppe volte abbiamo peccato nelle ripartenze e nell’ultimo passaggio, sappiamo che l’Aurora è una buona squadra ma è vero anche che ci siamo complicati la vita da soli, alla fine comunque siamo stati bravi a crederci e a trovare il pareggio che penso sia un risultato giusto“.
Senziani (allenatore Aurora Cantalupo):Penso onestamente che oggi si sia vista una sola squadra in campo, ma spesso è così quando giochiamo, ci ha pensato l’arbitro a condannarci con una punizione che non c’era assolutamente, non posso dire nient’altro se non che ormai il Caso ha vinto il campionato“.

IL TABELLINO
Valceresio – Aurora Cantalupo 2-2 (1-1)
Valceresio:
Dicara 6, Di Carluccio 6.5 (dal 29′ st Puka 6), Dell’Orto 7, Robustellini 6. Soave 6.5, Carini 6 (dal 38′ st Ponti 5.5), Cinieri 6 (dal 18′ st Rigoni 6), Ndzie 6, Ambrosoli 6, Piccinotti 6.5, Bosio 6.5 (dal 16′ st Coccioli 6). A disposizione: Vavassori, Rania, Giardino, Iori, Barozzi, Puka, Rigoni, Coccioli, Ponti. Allenatore: D’Onofrio
Aurora Cantalupo: Baschirotto 6, Villacis 6 (dal 25′ st Bortignon 6.5), Simone 6 (dal 29′ st Moretta 6.5), Vernocchi 6.5, Banfi 6, Castelli 6, Pasotti 6 (dal 44′ st Mencarelli sv), Busatto 6 (dal 11′ st Luraghi 6.5), Ruggeri 6, D’Ascanio 7, Gioeli 6 (dal 14′ st Tapinetto 7). A disposizione: Spirito, Serighelli, Thoilard, Mencarelli, Bortignon, Moretta, El Atrouchi, Luraghi, Tapinetto, Allenatore: Senziani.
Arbitro: Barbuscio di Como
Marcatori: pt: 4′ Bosio (V), 40′ aut. Bosio (V); st: 26′ D’Ascanio (A), 45′ Dell’Orto (V),
Note: Giornata piovosa, terreno in discrete condizioni, spettatori  circa 100. Ammoniti: Busatto (A), Carini (V), D’Ascanio (A), Castelli (A), Puka (V), Angoli: 3-1 Recupero: 3’+5’.

Inviata Mariella Lamonica

————————————————————————————————————————————————————

CUGLIATE FABIASCO – Siamo arrivati alla 28° giornata e per il Tre Valli è già tutto scritto dopo la sconfitta di settimana scorsa in casa del Brebbia che ha decretato la retrocessione. Mentre per il San Marco si giocherà tutto fino alla fine per allontanarsi dalla zona rossa della classifica. Ottima prestazione del Tre Valli, che hanno giocato sin dal primo minuto un ottima gara dimostrando tutto il loro carattere, si impongono per 2 a 0 su un San Marco spento.

San MarcoPRIMO TEMPO – La squadra di casa si riversa subito nella metà campo avversaria e al 6’ Trizio sfiora di testa la palla senza centrare la rete.
Pastorelli N. al 9’ si gira e prova la rovesciata ma non riesce e la sfera termina alta. Ancora Trizio protagonista dopo qualche minuto con un lancio potente ma intercettato dal portiere. Si fa vedere anche l’altro 7 in campo Napolitano che in area si presenta davanti al portiere mancando l’appuntamento con il goal.
Proteste degli ospiti al 20’ per una trattenuta di maglia su Polimeni, i giocatori reclamano il rigore ma l’arbitro fa proseguire il gioco.
Prova di carattere per i nero-verdi che nonostante tutto stanno dimostrando il loro orgoglio. Sono ancora loro che si fanno vedere al 28’ con Binda che tira una sassata ma il portiere in allunga manda in angolo.
La squadra ospite sta provando a far girare la palla ma non riesce a dar vita a occasioni importanti.
A dieci minuti dalla fine punizione guadagnata per la squadra di mister Marchiorato e tirata da Napolitano ma finisce diretta tra i guantoni del portiere.
Primo tempo senza troppe emozioni fin’ora.
Al 40’ arriva il goal tanto cercato dal Tre Valli grazie ad una bella azione di Trizio e Pastorelli N., quest’ultimo trova la rete del vantaggio spiazzando il portiere.
Finiti i primi 45 minuti e l’arbitro manda tutti negli spogliatoi.

Tre ValliSECONDO TEMPO – Ripresa lampo per il San Marco, Vendemmiati riceve palla da calcio d’angolo e prova la conclusione, il tiro poco preciso finisce oltre i pali.
Pastorelli N. al 8’ dalla distanza tira una palla con poco peso e senza precisione.
Al 17’ Cortellaro vicinissimo al pareggio: salta l’uomo, si presenta in area e tira una palla potente, magistrale l’intervento del numero uno di casa. Vendemmiati due minuti dopo stoppa la palla e tira di primo colpo ma il lancio va oltre il palo destro. Ancora San Marco in primo piano alla metà del secondo tempo con Diouf con uno stacco di testa che termina di poco largo.
Alla mezz’ora Vendemmiati calcia una punizione respinta di testa da Benedetto.
Al 35’ raddoppio Tre Valli , protagonista una grande azione di Trizio che serve Binda e davanti alla porta non sbaglia.
A pochi minuti dalla fine altro contatto sospetto su Binda per un’uscita del portiere, ma anche in questo caso l’arbitro fa proseguire. Al 44’ salvataggio sulla linea di Bellin, su tiro di Binda, che evita il 3 a 0. Triplice fischio dell’arbitro che dopo 4 minuti manda tutti sotto la doccia.

I MIGLIORI IN CAMPO
Trizio (Union Tre Valli) 7
– eccellente prestazione, due assist e sempre a disposizione per i suoi.
Diouf (San Marco) 6.5 – oggi tutta la squadra non ha dato il meglio ma dopo il suo ingresso ha cercato di spingerli in avanti

I COMMENTI
Vincenzi:
“Stiamo costruendo qualcosa per il prossimo anno, soddisfatto di oggi”.
Marchiorato: “Non ci è stata la scossa in campo e do le dimissioni così i ragazzi si responsabilizzano e sono convinto che è l’unico modo per salvarci”.

IL TABELLINO
Union Tre Valli – San Marco 2-0
(1-0)
Union Tre Valli:
Zullo 6.5, Benedetto 6.5, Coppola 6.5, De Maddalena 6.5, Trizio 7, Touili 6.5, Pastorelli N. 7 (dal st 38’ Filosa), Pastorelli E 6.5, Binda 6.5, Londino 6.5, Frigeri 7 A disposizione: Aiello, Caversazio, De Maria, Filosa, Roca  Allenatore: Vincenzi
San Marco: Pitaro 6, Bellin 6.5, Cortellaro 6 (dal st 23’ Kuklev), Salmoiraghi 6, Primi 6, Roncato 6, Napolitano 6.5 (dal st 6’ Diouf 6.5), Gallarati 6, Carraro 6 (dal st 14’ Gallo), Lambertini 6 (dal st 13’ Possoni), Vendemmiati 6.5 A disposizione: Polimeni, Landonio, Diouf, Possoni, Principato, Migliore, Kuklev, Gallo, Andreolli Allenatore: Marchiorato
Arbitro: Villano di Gallarate
Marcatori: pt: 40’ Pastorelli N. (T) st: 35’ Binda (T)
Note: Giornata piovosa, terreno in buone condizioni, spettatori 20 circa. Ammoniti: pt: 35’ Touili (T) st: 15’ Diouf (S), 18’ Cortellaro (S) Angoli: 7-3 Recupero: 0’+4’

Inviata Roberta Sgarriglia

————————————————————————————————————————————————————

TRADATE – Partita sulla carta facile per il Tradate, che ospita al comunale via Europa, il fanalino di coda Luino. Nonostante i soli 9 punti, la squadra di mister Antonelli cerca di mettere in difficoltà i padroni di casa, grazie alla grinta soprattutto di Lucanto, ma il risultato di questa partita, per il Luino pare essere una condanna.

TradatePRIMO TEMPO – La prima frazione di gioco vede il predominio del Tradate, che cerca di pungere in tutti i modi il Luino, ma fino all’episodio del rigore, Braccio blocca qualsiasi iniziativa. Subito, al 7’, Dama prova un tiro dalla distanza, ma Braccio è bravo a deviare in angolo. Un minuto dopo, azione pericolosa dei padroni di casa, con Marco Galluzzo che calcia una punizione direttamente sulla testa di Traore, che la mette fuori. Il risultato si sblocca al 16’: Arioli atterra Marco Galluzzo in area, per il direttore di gara è calcio di rigore. A batterlo è lo stesso Galluzzo che spiazza Braccio. Ancora un brivido al 20’, con una bellissima giocata in solitaria di Knouzi, fermata dal portiere. Il Luino bussa alla porta del Tradate al 25’, con una punizione di Lucanto, ma Giugliano la manda fuori. Il 2-0 arriva al 37’: rimessa laterale di Traore e Dama la spizzica in porta. Al 43’, Crivellari serve perfettamente Davide Galluzzo, che colpisce l’incrocio. Un minuto dopo, Traore di prima dalla sinistra impegna Braccio in una grande parata.

LuinoSECONDO TEMPO – Nessun cambio per i due allenatori all’inizio di ripresa, ma il Luino sembra essere più concreto. Al 3’, tiro dalla distanza di Bellini che si alza poco sopra la traversa. Tutto tranquillo fino al terzo gol del Tradate: al 21’, Re prova a sorprendere Braccio dalla distanza centralmente, il portiere para ma non trattiene e sulla ribattuta Knouzi manda in rete. Luino che però non demorde: al 25’ è Mehdi che cerca in tutti i modi di sorprendere Giugliano, che però è sempre pronto su ogni pallone. La partita sfila via con qualche azione da entrambi le parte.

I MIGLIORI IN CAMPO
Traore (Tradate) 7,5 –
Sempre presente su ogni pallone, non demorde mai, diverse volte vicino al gol.
Lucanto (Luino) 7,5 – Al bomber manca solo il gol: prodigo nel servire i compagni. L’esperienza fa la differenza.

I COMMENTI
Garantola (allenatore Tradate):
“Sono molto contento per la prestazione dei miei ragazzi: abbiamo fatto esordire tre ragazzi del 2001. Sulla gara niente da dire, giocata con tranquillità”.
Antonelli (allenatore Luino): “Sono arrabbiato per il nostro primo tempo, per l’atteggiamento iniziare, dove potevamo sicuramente giocare meglio. L’obiettivo non era quello di arrivare ultimi”.

IL TABELLINO
Tradate – Luino Calcio 3-0 (2-0)
Tradate:
Giugliano 6.5, Traore 7.5 (43’ s.t. Camara sv), Panuccio 6 (30’ Sala sv), Verna 6, Moretti 7, Galluzzo D. 6, Dama 7.5 (45’ s.t. Gaddour sv), Galluzzo M. 7, Knouzi 7, Crivellari 6 (19’ s.t. Rossato 6.5), Re (40’ s.t. Oliverio sv). A disposizione: Drago, Guerrini, Gigli. Allenatore: Garantola.
Luino: Braccio 5, Parietti 6 (37’ s.t. Bocci sv), Scaglioni 6, Iozzino 5.5, Dozzio 7, Arioli 5.5, Mehdi 6,5 (30’ s.t. Notturno sv), Granai 6 (18’ s.t. Matranga 6.5), Lucanto 7.5 (34’ s.t. Rudi sv), Bellini 6.5, Righetto 7 (34’ s.t. Silipo sv). A disposizione: Passera, Tansini, Cracas. Allenatore: Antonelli.
Arbitro: Banova di Abbiategrasso.
Marcatori: p.t.: 16’ M. Galluzzo (T) rig., 37’ Dama (T); s.t. 21’ Knouzi (T).
Note - Giornata piovosa, campo in discrete condizioni. Osservato un minuto di silenzio per le vittime del terremoto all’Aquila di dieci anni fa. Spettatori: 50 circa. Ammoniti: Arioli, Dozzio (L). Angoli:7 a 2 per il Tradate. Recupero: 0’+ 3’.

Inviato Silvia Galli

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Amici dello Sport – SolbiateInsubria 2-0 (1-0)
Amici dello Sport
: Heinzl, Tirelli (dal 30′ st Bolognini), Vacirca, Turconi (dal 35′ st Oprandi), Panarese, Oldani, Caccia (dal 25′ st Macchi), Nardone (dal 20′ Cavaleri), Berton, Agrello, Castiglioni (dal 15′ st Azimonti). A disposizione: Ferni, Castiglioni, Oprandi, Bolognini, Macchi, Di Mauro, Iorfida, Azimonti, Cavaleri. Allenatore: Cau
SolbiateInsubria: Policastro, Ferrenti, Cosenza, Bossi A., Monticelli, Cafaro, Bellumore, Bossi L., Ana Petre, Figliolia, Ventura.A disposizione: Bottani, Castelli, Lo Giudice, Cerutti, Gobbato, Lo Presti, Manfredi, Accetta, Visentin. Allenatore: Castiglioni
Arbitro: Bacchetta di Monza
Marcatori: pt: 25′ Castiglioni F (A); st: 30′ Cavaleri (A)
Castiglioni e Cavaleri, il Cas va ed ipoteca il campionato.
Un gol per tempo bastano a stendere la SolbiateseInsubria. Il primo porta la firma di Castiglioni F che risolve con abilità una mischia in area. Per la seconda rete bisogna invece attendere la mezz’ora quando il neoentrato Cavaleri calcia una punizione all’incrocio dei pali. Prima invece la conclusione di Berton da pochi passi si stampa sulla traversa. Gli ospiti non riescono a trovare la forza di reagire, il Cas gestisce e conduce in porto una gara che sa tanto di titolo.

Gorla Maggiore – Ispra 2-0 (0-0)
Gorla Maggiore: 
Savastano, Hushi, Bernasconi, Di Simone, Caristina (dal 41′ st Pietroboni), Bahamad, Ruggia (dal 44′ st Mahracha), Antonini, Puricelli, Ippolito, Falsaperna (dal 46′ st Deservi). A disposizione: Galizia, Toutcha, Pietroboni, Deservi, Mahracha, Lucioni, Perri, Lamperti. Allenatore: Contaldo
Ispra: 
Sabatino, Pomi, Verde (dal 27′ st Sottocorna),, Becerri, Modde, Gaballo, Dardha, Magistri (dal 27′ st Cerutti), Verde S, Golisciano, Ba. A disposizione: Tenti, Cerutti, Piras, Antonetti, Lamorte, Sottocorna, Binda. Allenatore: Pasetti
Arbitro: Pinci di Gallarate
Marcatori: st: 7′ rig Falsaperna (G), 26′ Ippolito (G)
Dopo la sconfitta di settimana scorsa torna a vincere il Gorla Maggior e lo fa con il suo tandem d’attacco che stende l’Ispra.
Nel primo tempo la squadra di casa costruisce qualche palla invitante sia con Ippolito sia con Falsaperna ma Sabatino fa buona guardia. La risposta biancorossa è firmata da Golisciano, colpo di testa facile presa per Savastano, e Ba che dopo un’azione confusa si divora un gol che sembrava fatto.
La ripresa comincia con Ippolito che subisce fallo in area guadagnando così un calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Falsaperna che non sbaglia. 1 a 0. Poco dopo è Hushi a non trovare il bersaglio da posizione favorevolissima. Gli ospiti non demordono ed il solito Golisciano tenta di pareggiare i conti ma il suo tentativo si stampa sulla traversa. Al 26′ però ecco il gol della sicurezza con capitan Ippolito, 2 a 0. Il risultato non cambia più, la squadra di Contaldo torna seconda in classifica.

Gorla Maggiore – Ispra 2-0 (0-0)
Gorla Maggiore: 
Savastano, Hushi, Bernasconi, Di Simone, Caristina (dal 41′ st Pietroboni), Bahamad, Ruggia (dal 44′ st Mahracha), Antonini, Puricelli, Ippolito, Falsaperna (dal 46′ st Deservi). A disposizione: Galizia, Toutcha, Pietroboni, Deservi, Mahracha, Lucioni, Perri, Lamperti. Allenatore: Contaldo
Ispra: 
Sabatino, Pomi, Verde (dal 27′ st Sottocorna),, Becerri, Modde, Gaballo, Dardha, Magistri (dal 27′ st Cerutti), Verde S, Golisciano, Ba. A disposizione: Tenti, Cerutti, Piras, Antonetti, Lamorte, Sottocorna, Binda. Allenatore: Pasetti
Arbitro: Pinci di Gallarate
Marcatori: st: 7′ rig Falsaperna (G), 26′ Ippolito (G)
Dopo la sconfitta di settimana scorsa torna a vincere il Gorla Maggior e lo fa con il suo tandem d’attacco che stende l’Ispra.
Nel primo tempo la squadra di casa costruisce qualche palla invitante sia con Ippolito sia con Falsaperna ma Sabatino fa buona guardia. La risposta biancorossa è firmata da Golisciano, colpo di testa facile presa per Savastano, e Ba che dopo un’azione confusa si divora un gol che sembrava fatto.
La ripresa comincia con Ippolito che subisce fallo in area guadagnando così un calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Falsaperna che non sbaglia. 1 a 0. Poco dopo è Hushi a non trovare il bersaglio da posizione favorevolissima. Gli ospiti non demordono ed il solito Golisciano tenta di pareggiare i conti ma il suo tentativo si stampa sulla traversa. Al 26′ però ecco il gol della sicurezza con capitan Ippolito che recupera una sfera da lui stesso persa e castiga il numero uno ospite. 2 a 0. Al 42′ Bahamad lascia i suoi in dieci, ma il risultato non cambia più, la squadra di Contaldo torna seconda in classifica.

Antoniana – Arsaghese 2-1 (0-1)
Antoniana
: Paroni, Venturelli, Muggeri (dal 10′ st Negri), Zaroli (dal 20′ st Maneggia), Larocca, Ranieri, Macchi, Badji, Ranieri, Sorrentino (dal 25′ Mileo), Venturelli. A disposizione: Maneggia, Negri, Maglio, Tirdea, Mileo. Allenatore: Pavone
Arsaghese: 
Franishta, Guidali (dal 35′ st Pedrocchi), Caprioli (dal 14′ st D’Aloia), Caimano (dal 30′ st Castoldi), Bernasconi, Nebuloni, Fontana C, Lo Bello, Fontana M. (dal 18′ st Gueye), Gandolfo, Palese. A disposizione: Cosentino, Castoldi, Gueye, D’Aloia, Gjini, Agrini, Pedrocchi. Allenatore: Marsich
Arbitro: Broyanovskyy di Milano
Marcatori: pt: 25′ Fontana M. (AR); st: 30′ Maglio (AN), 40′ Badji (AN)
Punti preziosi per l’Antoniana che ribalta la situazione ei si aggiudica il match con l’Arsaghese.
A passare in vantaggio sono gli ospiti grazie a Marco Fontana che riceve in area si gira bene e trafigge Paroni. I biancorossi gestiscono e non si registrano ulteriori sussulti nella prima frazione.
Nella ripresa i padroni di casa trovano un eurogol con il neoentrato Maglio che servito negli ultimi sedici metri al volo la spedisce all’incrocio dei pali. L’Arsaghese si complica la vita con l’espulsione di Palese, mentre a 5′ dal termine è Franishta l’artefice del 2 a 1 giallorosso: tiro tutt’altro che irresistibile di Badji, il numero uno non trattiene e se la vede sfilare alle spalle. Al triplice fischio è 2 a 1.

Vanzaghellese – CantelloBelfortese 3-1 (2-0)
Vanzaghellese: 
Rogora, Grassi (dal 29′ st Moro), Pisoni, Lo Piccolo, Daggiano, Villa, Bellin (dal 28′ st Quaini), Suman (dal 47′ st Bonina), Izzo, Pisoni (dal 44′ st Stefanazzi), Colombo. A disposizione: Bonini, Moro, Spadaccino, Stefanazzi, Quaini, Zecchin, Milani, Bonina, Ferioli. Allenatore: Trubia
CantelloBelfortese: Boschini, Motta, Adamo, Da Pos, Pantelis, Ossola, Bianchi, Arena F. (dal 16′ st Veronesi), Fontana, Markaj (dal 23′ st Giacopinelli), Arena Y (dal 16′ st Michelotti). A disposizione: Airoldi, Mariano, Di Bari, Lazzarini, Giacopinelli, Veronesi, Michelotti, Martini. Allenatore: Criscimanni
Arbitro: Taborelli di Abbiategrasso
Marcatori: pt: 34′ rig. Lo Piccolo (V), 44′ Suman (V); st: 25′ Michelotti (C), 44′ Izzo (V)
Torna a vincere la Vanzaghellese e continua a coltivare le speranze playoff.
La gara la sblocca Lo Piccolo al 34′ su rigore dopo che Fontana commette fallo su Daggiano. Gli ospiti provano a pareggiare i conti con il tirocross di Motta ma è attento Rogora a deviare in angolo. Ma un minuto prima del duplice fischio ci pensa Suman a raddoppiare con un preciso colpo di testa che termina la sua corsa all’incrocio dei pali.
Nella ripresa Markaj tenta di accorciare le distanze con una punizione delle sue ma Rogora si supera manda in corner. Allora tocca a Michelotti su assist proprio del numero cinque ridare speranza ai suoi con un’incornata che l’estremo difensore di casa salva solo oltre la linea. Ma al 44′ i locali chiudono la contesa su contropiede grazie al tapin in area di Izzo. 3 a 1.

Folgore Legnano – Brebbia 1-1 (1-0)
Folgore Legnano
: Bertuola, Panozzo, Gagliardi, Ristori, Monti, Cattaneo, Castellotti, Russo, Gazzardi, Bertola, Catalano. A disposizione: Colombo, Maggio, Scandroglio, Favareto, Ciocia, Chiodini, Brun, Moretta. Allenatore: Colombo
Brebbia: Oltolini, Stigliani, Marchesotti, Ruffo, Lombardo, Squizzato, Louraini, Frattini, Quadrelli, Mirabella, Reggiori. A disposizione: Mattioni, Traorè, Galbignani, Milano. Allenatore: Pizzuti
Arbitro: Demian di Sesto San Giovanni
Marcatori: pt: 7′ Ristori (F); st: 39′ Reggiori (B)
Mentre il Brebbia si prende un altro punto salvezza, la Folgore non riesce a fare bottino pieno ma non scende dal treno playoff.
Il primo sussulto vale già al rete dell’1 a 0 grazie a Ristori che di testa, su cross di Bertola, batte Oltolini, I padroni di casa costruiscono diverse chance da gol ma non riescono a finalizzare, si va al riposo con il minimo vantaggio. Nella ripresa il copione non cambia: Folgore in avanti e Brebbia che si chiude e riparte. Alla mezz’ora l’arbitro non concede un rigore per fallo di mano di Ruffo, grandi recriminazioni da parte dei padroni di casa. E così al minuto 39 ecco Reggiori raccogliere sul secondo palo un traversone dalla sinistra e di testa mandare alle spalle del numero uno ospite. 1 a 1, non c’è più tempo, Folgre e Brebbia si spartiscono la posta in palio.

 

In redazione Mariella Lamonica