Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

26^ giornata – Pari Vergiatese, aggancio Morazzone in vetta. Gavirate ok, vince anche la Besnatese

GAVIRATE – Si conclude con una netta vittoria dei padroni di casa la gara tra Gavirate e FBC Saronno, con i primi che consolidano il quarto posto in classifica. Nel primo tempo si è vista una partita equilibrata almeno nella prima mezz’ora, prima che la superiorità fisica e tecnica del Gavirate prendesse il sopravvento, conquistando il vantaggio su un calcio di rigore. Nel secondo tempo le squadre sono molto più lunghe e ne approfitta il Gavirate, che raddoppia con Candeliere e nel finale ha moltissime occasioni per il terzo gol, ma la gara si conclude sul punteggio di 2-0.

GaviratePRIMO TEMPO – I primi minuti di gara vedono una buona pressione del Saronno nella metacampo avversaria, anche a causa di qualche indecisione da parte dei difensori del Gavirate in fase di disimpegno. La prima grande occasione è però dei padroni di casa, che si trovano inspiegabilmente in 3 contro 1 su rilancio del portiere, con Galli a condurre sulla destra. Lo stesso Galli potrebbe provare la conclusione una volta entrato in area, ma preferisce passarla a Cinotti, il cui tiro sbatte contro il provvidenziale difensore del Saronno. Sul calcio d’angolo che ne consegue lo stesso Cinotti ha l’opportunità per girarsi in area e calciare, ma la conclusione è alta sopra la traversa. Nei minuti successivi una insidiosissima punizione dal limite del Saronno colpisce la traversa sorprendendo Teseo, mentre il Gavirate cerca sempre di colpire la difesa avversaria con gli scatti in profondità dei suoi uomini offensivi. Continuano ad attaccare gli ospiti, e arrivano vicini al gol quando Szekely si muove bene in area, scende sul dischetto del rigore e conclude a colpo sicuro, con la palla che si spegne non molto lontana dalla porta. Anche il Gavirate va vicino al vantaggio quando Caon trova una bellissima diagonale che taglia tutto il campo da destra a sinistra, premiando lo scatto di Cinotti che però non riesce a battere Nucera. Nella seconda metà del tempo la linea difensiva del Saronno comincia ad adeguarsi ai continui scatti in profondità del Gavirate facendo funzionare con efficacia la trappola del fuorigioco. In un momento di grande pressing del Saronno al limite dell’area di rigore avversaria, i padroni di casa riescono a eludere la prima pressione e scattano in contropiede con Di Noto, che entra in area ed è atterrato da un difensore avversario. Per l’arbitro non ci sono dubbi, è calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Cinotti, che trasforma in modo impeccabile e porta in vantaggio il Gavirate. Pochi istanti dopo il Gavirate ha un’altra grande occasione, prima con Gallo a tu per tu con Nucera, poi con Caon sulla ribattuta, ma l’estremo difensore del Saronno si supera. La reazione degli ospiti arriva sui piedi di Szekely, che entra in area ma tira sul palo ben difeso da Teseo, prima che il Gavirate sfiori ancora il raddoppio con un’azione personale di Miele.

SaronnoSECONDO TEMPO - La ripresa comincia su ritmi molto bassi, con la prima occasione che arriva su una punizione dal limite del Saronno. Nonostante la posizione defilata, Szekely decide di calciare direttamente in porta e si inventa una bella traiettoria, con la palla che girando colpisce il palo. Neanche un minuto dopo arriva il raddoppio del Gavirate, ispirato da un ottimo cross dalla sinistra di Di Noto, capace di trovare il colpo di testa in tuffo da distanza ravvicinata da parte di Candeliere. Il Saronno è subito capace di reagire e trova libero in area Scavo che conclude in girata ma il tiro è troppo centrale per poter impensierire Teseo. Nei minuti immediatamente successivi il Gavirate sbaglia una miriade di occasioni, specialmente quando Miele -pescato da un bellissimo filtrante di Petruzzi- e Mendez si trovano da soli contro Nucera, ma il passaggio è troppo debole e viene intercettato dal sempre pronto portiere ospite. La gara nel secondo tempo è estremamente lenta, con il Saronno ormai stanco e rassegnato che fa una grande fatica a costruire qualcosa in attacco, e il Gavirate che punge sempre in profondità ma spreca ancora delle occasioni per chiudere la partita, specialmente sui piedi del subentrato Mendez, che in due diverse circostanze fallisce il gol del 3-0. Negli ultimi dieci minuti di gara si gioca praticamente da una porta all’altra, con il Saronno vicino al gol con una grande conclusione di Puzziferri, mentre il Gavirate continua a sprecare grandi occasioni, questa volta da parte di Qosaj. Ci prova anche Moro con una bella girata, ma Nucera fa buona guardia. La partita si conclude sul punteggio di 2-0.

I MIGLIORI
Gavirate – Candeliere 7:
il capitano e ancora difensiva del Gavirate disputa la solita, solida prova, alla quale aggiunge anche il gol.
Saronno – Nucera 6.5: è una giornata difficile per l’estremo difensore del Saronno, ma risponde bene ai molti tiri che è chiamato a parare, evitando un passivo che sarebbe potuto essere molto peggiore.

I COMMENTI
Crippa (All. Gavirate): “Non è stata una delle gare migliori del Gavirate ma le occasioni le abbiamo create, abbiamo combattuto contro una squadra solida, sicuramente il risultato è stato un po’ troppo stretto, abbiamo sbagliato qualche occasione ma abbiamo fatto quello che dovevamo fare.”

IL TABELLINO
GAVIRATE – FBC SARONNO 2-0 (1-0)
Gavirate:
Teseo, D’Amico, Testa (45’ st Montagner), Esteri, Jammeh (37’ st Moro), Candeliere, Galli (8’st Mendez), Caon, Di Noto, Miele (26’ st Qosaj), Cinotti (14’ st Petruzzi). A disposizione: Albè, Broggini, Montagner, Petruzzi, Pinorini, Mendez, Moro, Carretta, Qosaj. All: Crippa
Saronno: Nucera, Puzziferri, Carluccio, Morandi, Confuorto, Stevanin (32’ st Spitaleri), Guerriero, Rossi, Strano, Scavo, Szekely. A disposizione: Scolfaro, Spitaleri, Patea, Bonfrate, Balconi, Vannucci, Busnelli, Inzaghi, Coltraro. All: Imburgia
Arbitro: Negri di Legnano (Neri – Mazzarella)
Marcatori: Pt: Cinotti 40’ r. (G) St: Candeliere 7’ (G)
Ammoniti: st: Spitaleri 34’ (S), Caon 42’ (G)

Inviato Marco Mastrorilli

————————————————————————————————————————————————————

BESNATE – Periodo difficile a casa Besnatese, che in questo girone di ritorno ha racimolato soltanto 3 punti finendo pericolosamente in zona playout. A un passo dalla zona playoff, invece, gli ospiti dell’Olimpia Calcio, a quota +10 in classifica rispetto agli uomini di Rasini. Allo scadere del primo tempo il risultato parziale è di 2-1. Al triplice fischio il risultato è un 3-2 ricco di emozioni.

BesnatesePRIMO TEMPO – Mister Rasini schiera un 4-4-2, con Angelucci e Passafiume F. coppia d’attacco e Bonfante alto a centrocampo. Risponde la formazione ospite con un 4-2-3-1 con il centravanti La Iacona sostenuto da Ferrari, Niesi e Arrigoni. Sono passati appena due minuti di gioco quando Angelucci riceve un cross dalla fascia destra e a pochi passi da Rossi gonfia la rete sbloccando subito il risultato. Calcio di punizione per l’Olimpia al 6’: va al tiro La Iacona che cerca la conclusione di potenza, ma la barriera avversaria devia il colpo che finisce tranquillamente tra i guantoni di De Stefano. Angelucci vicino al raddoppio al 14’, quando da posizione defilata sulla sinistra si accentra in area e cerca la porta dal limite, sferzando un destro che colpisce l’incrocio dei pali. L’Olimpia prova a proporsi in avanti e ad aprirsi un varco tra la difesa di casa, compatta e precisa negli interventi. Al 23’ è il centrale Randon a sventare un potenziale pericolo deviando in calcio d’angolo un cross insidioso. Nell’altra metà campo gli uomini di Rasini verticalizzano in pochi passaggi smarcando in area Passafiume F., che colpisce di prima spiazzando Rossi. Raddoppio al 25’ della Besnatese, che dopo tante difficoltà sembra essere tornata al bel calcio mostrato nel girone di andata. A ogni modo, l’Olimpia non si fa intimidire e non è certo disposta a perdere. L’occasione di riaprire la partita arriva subito dopo, alla mezz’ora di gioco, quando il direttore di gara concede un calcio di rigore. Si presenta al dischetto La Iacona, che gonfia la rete e riduce lo svantaggio. Il match si interrompe momentaneamente per uno scontro di gioco che lascia Randon a terra dolorante. Il difensore si fa assistere a bordo campo lasciando per pochi minuti la squadra in dieci. Il possesso palla è leggermente a favore dell’Olimpia in quest’ultima fase del primo tempo. La Iacona cerca la doppietta su un cross di Calizzi, ma il tiro finisce alto sopra la traversa. Su un errore a centrocampo Passafiume F. parte in accelerazione sulla fascia destra, dribbla la difesa dell’Olimpia e ormai a ridosso della porta carica il destro, ma Rossi era giù uscito quel poco che bastava per bloccare il tiro. Dopo pochi minuti è Angelucci a provocare un brivido, con una conclusione tesa dal limite che, tuttavia, viene intercettata prima di arrivare in porta. I padroni di casa insistono ancora: giocata incredibile di Bonfante che parte da centrocampo e supera uno dopo l’altro i difensori dell’Olimpia fino ad arrivare davanti a Rossi, bravo a respingere il suo destro. Non c’è più tempo per altre emozioni in questa prima fase di gioco e le formazioni rientrano negli spogliatoi.

OlimpiaSECONDO TEMPO – Un cambio per Mister Rinaldi alla ripresa: fuori Zonta e dentro Piazza. Mister Rasini, invece, lascia gli stessi uomini del primo tempo. Inizia con un po’ di nervosismo questo secondo tempo, per qualche fallo di troppo in entrambi gli schieramenti. Dopo 10 minuti Passafiume verticalizza per Angelucci servendo un buon pallone al compagno, che però viene anticipato dalla difesa dell’Olimpia. Proprio il centravanti poco dopo resta a terra per uno scontro di gioco sulla tre quarti, che vale alla Besnatese un calcio di punizione. Lo calcia Randon, che però imprime troppa forza e i compagni non possono arrivare sul pallone. I ritmi sono piuttosto lenti rispetto ai primi 45 minuti di gioco, con le squadre che faticano a trovare spazi nella metà campo avversaria. A metà secondo tempo l’Olimpia si conquista un calcio da punizione da una posizione potenzialmente pericolosa. Barriera a cinque per la Besnatese, prende la rincorsa Arrigoni che colpisce di sinistro cercando il tiro a giro, ma il pallone, deviato dagli avversari, si avvicina troppo debolmente alla porta per impensierire De Stefano. Ci riprovano ancora gli uomini di Rinaldi, con un’ulteriore punizione, questa volta più defilata sulla destra. Tocca a Ferrari, che cerca direttamente la porta e sfiora di poco il palo alla destra di De Stefano. Non c’è due senza tre: fallo di Martignoni e terza punizione per l’Olimpia al 34’. La posizione è ancora più insidiosa, a pochi passi dal limite dell’area. Ancora cinque uomini in barriera per la Besnatese, che spediscono in calcio d’angolo il tiro di Ferrari. Proprio dal corner nasce il pareggio dell’Olimpia, che porta la firma di Niesi. Olimpia vicina a ribaltare il risultato con La Iacona, che smarcatosi alla sinistra di De Stefano cerca di incrociare sul palo opposto, senza trovare lo specchio. Subito dopo il portiere di casa salva provvidenzialmente la porta, uscendo in modo pulito sul pallone. Sono cinque i minuti di recupero concessi dal direttore di gara. La partita sembra ormai finita quando Angelucci viene trovato libero da centrocampo: l’attaccante si libera della difesa e davanti a Rossi insacca con sangue freddo alla sua sinistra. Il triplice fischio arriva dopo l’esultanza: gli uomini di Rasini trovano finalmente i 3 punti tanto agognati con una prestazione importante.

I MIGLIORI IN CAMPO
Angelucci (Besnatese) 8.5 –
Decisivo dal primo all’ultimo minuto, con due goal pesantissimi che aprono e chiudono la partita.
Niesi (Olimpia Calcio) 7 – Segna il goal che pareggia momentaneamente la partita e corona una prestazione grintosa e di qualità.  

I COMMENTI
Comani (giocatore Besnatese): “Una prestazione che ci dà molta fiducia perché abbiamo vinto dopo undici partite senza i tre punti. Abbiamo subito un ennesimo goal su tiro piazzato ma oggi finalmente la fortuna è girata anche a noi. Ora dobbiamo continuare con questa grinta e prepararci al meglio per i due scontri diretti che ci aspettano.”
Rinaldi (allenatore Olimpia Calcio): “ Il sogno dei playoff è finito. Purtroppo siamo una squadra che non ha molta fame e oggi abbiamo giocato contro una squadra che seppur modesta aveva più voglia di noi. L’unico risultato che ci poteva servire era la vittoria, peccato”.

IL TABELLINO
BESNATESE – OLIMPIA CALCIO 3-2 (2-1)
Besnatese
: De Stefano 6, Passafiume A. 6, Cimino 6.5, Randon 6, Martignoni 5.5, Comani 6.5, Corcione 5, Dani 6 (dal 40’ st Cova Caiazzo sv), Angelucci 8.5, Bonfante 6.5 (dal 25’ st Berardi 6), Passafiume F. 6.5 (dal 29’ st De Angelis 5.5) A disposizione: Novello, Berardi, Dal Cortivo, Bonizzoni, Macchi, Gennari, Tosetto, De Angelis, Cova Caiazzo. Allenatore: Rasini.
Olimpia Calcio: Rossi 5.5, Calizzi 6.5, Brivio 6, Papasodaro 5.5, Zonta 5.5 (dal 1’ st Piazza 6), Manera 6, Arrigoni 6.5 (dal 29’ st Monteverdi 6), Confeggi 6, La Iacona 6.5, Ferrari 6, Niesi 7. A disposizione: Ambrosetti, Chiurato, Pasci, Di Dio, Monteverdi, Santillo, Visconti, Sassi, Piazza. Allenatore: Rinaldi.
Arbitro: Andreotti (Re, Camelia)
Marcatori: pt: 2’ Angelucci (B), 25’ Passafiume F. (B), La Iacona (O); st: 36’ Niesi (O), 48’ Angelucci (B)
Note: Giornata soleggiata. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 100. Ammoniti: Martignoni (B), Calizzi (O), Corcione (B), Angelucci (B). Calci d’angolo: 2-3. Recupero: 1’+5’

 Inviata Silvia Alabardi

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Guanzatese – Morazzone 0-1 (0-1)
Guanzatese:
Fumagalli, Bonella, Favero, Paganini, De Boni, Corti (st 17’ Monaco), Girola, Scaccarabozzi, Molteni (st 40’ Lamanna), Colombo, Coppola (st 26’ Cabrera). A disposizione: Nava, Dal Bello, Imperiali, Santin, Pirotta, Giudici. Allenatore: Papis
Morazzone
: Martignoni, Canazza, Colavito, Loielo (st 45’ Egnoletti), Patella, Picetti, Gerevini (st 42’ Scuderi), Libralon, Ghizzi (st 38’ Giordano), Vezzoli, Romeo. A disposizione: Zerboni, Costa, Scuderi, Sola, Egnoletti, Pinna, Bovo, Giordano, Di Stefano. Allenatore: Stincone
Arbitro:
Cordini di Lodi
Marcatori:
pt 15’ Ghizzi (M)
Il Morazzone supera di misura la Guanzatese e aggancia in vetta la Vergiatese. Risolutoria la rete siglata nel primo tempo da Ghizzi che approfitta di un errore di Fumagalli in fase di rinvio, recupera la palla e insacca a porta vuota, Gli ospiti hanno anche un paio di occasioni buone per raddoppiare sotto-porta, ma devono ringraziare Martignoni che alla mezz’ora della ripresa evita il pareggio con un colpo di reni sul tentativo di Girola.

Lentatese – Meda 1-2 (1-1)
Lentatese:
Tagliabue, Perani, Meroni T, Rampoldi, Fontana, Fagone (st 31’ Pozzati), Fossati (st 34’ Pozzoli), Abd Alla, Picone, Innocenti (st 31’ Secchi), Corti (st 27’ Malacarne). A disposizione: De Nicolo, Banfi, Meroni W, Perucchini, Abadi. Allenatore: Martelli
Meda:
Rocatello, Castella, Orsi (st 28’ Frigerio), Bonacina, Cortinovis, Parravicini, Cutuli, Bianco (st 22’ Tavella), Pozzoli, Battaglino, Forni (st 44’ Manca). A disposizione: Cassina, Citterio, Marano, Ronzoni, Miucci, Galliani. Allenatore: Cairoli
Arbitro: Marini di Seregno
Marcatori:
pt 33’ Pozzoli (M), 39’ Fossati (L); st 15’ Pozzoli (M)
Il Meda sbanca il terreno della Lentatese e conquista l’intera posta in palio. Dopo un primo tempo in equilibrio per via dei gol di Pozzoli alla mezz’ora e del pareggio ravvicinato di Fossati, al quarto d’ora della ripresa ci pensa ancora Pozzoli a trovare la rete decisiva che regala i tre punti alla formazione ospite.

Solaro – Rhodense 1-1 (1-1)
Solaro:
Ceveli, Quaglia, Messaoudi, Capelli (st 27’ Piccolo), Greco, Sponga, Bajoni, Mercorillo, Miculi (st 33’ Paolillo), Sulka (st 42’ Ferraro), Pizzato (st 15’ Boniardi). A disposizione: Porro, Franzoni, Aloi, Scherma,  Cetti. Allenatore: Crucitti
Rhodense: Mantovani, Tiriolo (st 17’ Pastori), Formato, Bonizzi (st 13’ Zanus), Degiorgio, Galbiati, Colombo (st 13’ Prada), Castelnuovo, Gentile, Caruso, Battaglia. A disposizione: Torri, Gazzea, Incoronato, Lodi, Guarino, Beretta. Allenatore: Raspelli
Arbitro: Schiavini di Crema
Marcatori:
pt 12’ Sulka (S), 31’ Greco autogol (R)
Bella partita tra Solaro e Rhodense che tornano a casa con un punto e una rete ciascuna. Al 12’ Sulka trasforma il rigore che porta avanti i padroni di casa, ma alla mezz’ora è uno sfortunato autogol di Greco nel tentativo di spazzare un cross in scivolata a cogliere fuori tempo il proprio portiere e regalare il pareggio agli ospiti.

Cob91 – Fagnano 3-0 (3-0)
Cob91:
Riboldi, Ghidoni (st 45’ Novi), Genovese D, Leone (st 1’ Mastrapasqua), Genovese S, Andreotti, Davi, Pioggia, Troiano (st 20’ Turchi), Amelotti (st 35’ Personè), Bortolotti (st 30’ Calì). A disposizione: Gasparini, D’Amore, Stellari, Bilardo. Allenatore: Provasi
Fagnano:
Bertagnoli, Terzi, Savoldi, Mastromarino (st 14’ Galbiati), Cicchetti, Clerici, Manuzzato M (st 45’ Putignano), Toma, Manuzzato D (st 1’ Abati), Ingribelli, Garri (st 35’ Caprioli). A disposizione: Trubia, Pusceddu, Garzonio, Paredes, Bacchion. Allenatore: Raza
Arbitro:
Andreoni di MIlano
Marcatori:
pt 13’ Amelotti (C), 15’ e 48’ Bortolotti (C)
Tris della Cob91 che si impone contro il Fagnano con un perentorio 3-0. Succede tutto nel primo tempo. Al 13’ Amelotti riceve palla da un compagno e spezza l’equilibrio, poi sale in cattedra Bortolotti che prima riceve un lancio lungo, entra in area e raddoppia, poi scappa via agli avversari e fulmina nuovamente Bertagnoli.

Vergiatese – Base 96 2-2 (2-1)
Vergiatese:
Caputo, Dolce, Azzolin, Shala, Lombardi, Trionfo, Martinoia, Vitulli, Caccia, Inguimbert (st 22’ Kate), Guarda. A disposizione: Pappa, Cattaneo, Tatani, Baca, Cosenza, Galbersanini, Bertani. Allenatore: Gatti
Base 96:
Spada, Molteni A, De Petri, Cicola, Quitadamo, Larese, Carraro, Molteni N, Giglio, Filomeno, Pozzi. A disposizione: Frontino, Arienti, De Laurentis, Busnelli, Meroni, Serafini, Ceppi, Tagliabue. Allenatore: Castellazzi
Arbitro:
Adragna di Milano
Marcatori:
pt 33’ Caccia (V), 40’ Vitulli (V), 44’ Giglio (B); st 45’ Quitadamo (B)
Pareggio beffa per la Vergiatese che spreca il doppio vantaggio e si fa raggiungere allo scadere dalla Base 96. Caccia apre le marcature alla mezz’ora con un tiro a giro sul secondo palo, Vitulli raddoppia poco dopo con una conclusione al volo. Prima del riposo Giglio accorcia in contropiede, e nel finale ci pensa Quitadamo a spingere in rete il pallone del definitivo 2-2 sugli sviluppi di una mischia.

FOTOGALLERY Vergiatese-Base 96 Seveso 09 Vergiatese-Base 96 Seveso 11 Vergiatese-Base 96 Seveso 01

 

 

 

 

Uboldese – Muggiò  0-2 (0-1)
Uboldese:
Menegon, Bartucci, Valenzano (st 26’ Morelli), Colombo, Razzari, Porchera (st 35’ De Carlo), Petruzzellis, Maiorano, Di Vito (st 8’ Papillo), Martucci, Galli (st 8’ De Milato). A disposizione: Giglio, Berti, Maggioni, Marangoni, Soldi. Allenatore: Maestroni
Muggiò: Pungente, Sanfilippo, Banfi, Cesana, Sessi, Ghezzi, Pozzi (st 40’ Zambrano), Alitto (st 36’ Gigante), Ghidelli, Tentori, Norrito (st 43’ Ricci). A disposizione: Mancuso, La Scala, Brevi, Cuccu, Bonavoglia. Allenatore: Natobuono
Arbitro: Sommaruga di Como
Marcatori:
pt 44’ Pozzi (M); st 23’ Tentori (M)
Il Muggiò vince per 2-0 sul campo dell’Uboldese. I padroni di casa recriminano per un presunto gol fantasma non concesso a Martucci con la palla che sbatte sulla parte interna della traversa e forse oltrepassa tutta la linea di porta e per il palo di Petruzzellis al 25’ del primo tempo. Gli ospiti vanno a segno al 44’ con Pozzi che supera Menegon finalizzando un contropiede e chiudono la partita al 23’ della ripresa con il gol di Tentori in mischia.

In redazione Indro Pajaro