Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

23^ giornata – Vergiatese di misura, tris Rhodense. Stop Morazzone, pari in rimonta per il Gavirate

FAGNANO – Dopo i tre punti conquistati in trasferta contro l’Uboldese, il Fagnano ospita l’Universal Solaro, che arriva da una serie di tre vittorie consecutive che l’hanno portata al sesto posto in classifica. Porte inviolate alla fine del primo tempo. Dopo 90 minuti il risultato rimane invariato: 0-0 tra Fagnano e Universal Solaro.

FagnanoPRIMO TEMPO – Mister Raza schiera un 4-4-2, con Abati e Ingribelli davanti sostenuti da Terzi alto sulla fascia destra. Risponde l’Universal Solaro con lo stesso schema di gioco, con Scherma e Pizzato coppia di attacco. La partita inizia a ritmi blandi con un possesso palla abbastanza equilibrato. Punizione per il Fagnano al 12’. Va al tiro Ingribelli: la sua conclusione si infrange contro la barriera a quattro schierata al limite dell’area. I padroni di casa reclamano un fallo di mano, ma il direttore di gara lascia proseguire. Ripartono subito gli ospiti che si presentano nella metà campo del Fagnano. Sulka cerca la porta da fuori area con una conclusione di sinistro che di poco non trova la porta. I padroni di casa cercano di aprirsi un varco tra la difesa avversaria, ma non arrivano a tirare in porta. Per i giallorossi ci prova ancora Sulka al 22’ con un altro tiro di sinistro dalla lunga distanza, talmente preciso che avrebbe trovato l’incrocio dei pali se Bertagnoli non avesse spazzato via la sfera con una mano sola. Il pallone rimane degli ospiti, che vedono Prota solo davanti alla porta. Il centrocampista, però, non colpisce di prima e si lascia sfuggire una buona occasione. Mister Crucitti è costretto a una sostituzione prima della mezz’ora per infortunio di Sponga. Ottima parata di Bertagnoli al 34’ su Scherma smarcato al centro dell’area, ma la bandierina del guardalinee aveva già fermato l’azione per fuorigioco. Il Fagnano si conquista una punizione al 36’: calcia Toma che evita la barriera e centra lo specchio della porta, ma il tiro non è abbastanza potente per impensierire Ceveli, che fa sua la sfera senza problemi. Si fa notare ancora Scherma sul finire del primo tempo, con un rasoterra dal limite dell’area che dopo una serie di rimbalzi si deposita tranquillamente tra i guantoni di Bertagnoli. Nell’altra metà campo prova il tiro da fuori anche Ingribelli, che però non trova la porta. Brivido al 45’ con la traversa di Scherma che spizza di testa su un cross dalla fascia sinistra. Le due squadre rientrano negli spogliatoi a reti inviolate.

SolaroSECONDO TEMPO – Nessun cambio nelle due formazioni al rientro dagli spogliatoi. A entrambe le squadre sta stretto il pareggio e il gioco si fa più maschio. La prima occasione del secondo tempo arriva al 12’ minuto, quando Mercorillo colpisce di testa su calcio d’angolo, ma non riesce a imprimere forza al pallone. I padroni di casa creano subito dopo una buona giocata d’attacco, con Ingribelli che velocizza il gioco sulla sinistra e trova Abati solo davanti al portiere. Ceveli, però, è bravo a uscire e ad anticipare l’attaccante, che per poco non arriva sul pallone. Il gioco si ferma momentaneamente al 17’ per un fallo su Messaoudi, che viene soccorso prontamente in campo. Siamo al 20’ quando il Fagnano cerca di sorprendere gli avversari su un calcio di punizione, smarcando Abati defilato sulla sinistra, ma Ceveli capisce tutto ed esce appena in tempo per fermare l’attaccante. Fagnano ancora all’attacco con un buon pressing che mette in difficoltà gli avversari. Al 27’ Ingribelli cerca la porta da un calcio di punizione, ma il tiro si schianta contro la barriera. Gioco ancora fermo al 30’, questa volta per un fallo su Pizzato, che poco dopo viene sostituito. Il possesso palla è leggermente a favore del Fagnano nella fase conclusiva della partita. I padroni di casa spingono soprattutto sulle fasce ma davanti alla porta non trovano la conclusione. Sono 4 i minuti di recupero, causa le frequenti interruzioni di gioco. L’Universal Solaro reclama un calcio di rigore al 49’. L’arbitro, però, lascia correre e fischia subito dopo la fine del match. Scontro senza reti sul campo del Fagnano.

I MIGLIORI IN CAMPO
Savoldi (Fagnano) 7 – 
Preciso e pulito negli interventi, gioca in anticipo sugli avversari sventando qualche possibile azione pericolosa.
Ceveli (Universal Solaro) 7 –  Salva la porta in più di un’occasione, dimostrando una buona reattività.

I COMMENTI
Raza (allenatore Fagnano):
“Abbiamo incontrato la squadra più in forma del girone con cinque ragazzi titolari fuori per infortunio, per cui questo pareggio per me vale come una vittoria. Alcuni episodi ci hanno sfavorito e non è la prima volta che veniamo penalizzati. Sarà per la posizione in classifica? A maggior ragione i ragazzi sono stati straordinari. Qualche settimana fa sembravamo spacciati e invece ora abbiamo qualche squadra a tiro. Se rimaniamo sul pezzo e recuperiamo gli infortunati, abbiamo speranza di giocarci gli spareggi, che sono il nostro obiettivo per questa stagione”.
Crucitti (allenatore Universal Solaro): “Siamo venuti per vincere ma abbiamo trovato un campo difficile in cui abbiamo dovuto cambiare completamente la nostra modalità di gioco. Comunque è un punto guadagnato che ci permette di confermare il sesto posto in classifica, oltretutto con quattro giocatori infortunati. Il nostro obiettivo era la salvezza e ora ci troviamo in zona play-off. Dobbiamo continuare così, con la giusta fiducia. Domenica ci aspetta il Morazzone e sarà l’occasione di riscattarci, visto che con le grandi non siamo ancora riusciti a portarci a casa una vittoria”.

IL TABELLINO
FAGNANO – UNIVERSAL SOLARO 0-0
Fagnano
: Bertagnoli 7, Clerici 6 (dal 7’ st Galbiati 6), Savoldi 7, Mastromarino 6 (dal 47’ st Bacchion nc), Cicchetti 6, Toma 6.5, Manuzzato M. 6, Garri 6, Abati 6.5, Ingribelli 6.5, Terzi 6. A disposizione: Trubia, Pusceddu, Galbiati, Caprioli, Bacchion, Garzonio, Colombo, Manuzzato D. Allenatore: Raza.
Universal Solaro:  Ceveli 7, Messaoudi 6, Baglio 6, Bajoni 6, Quaglia 6, Sponga 6.5 (dal 28’ pt Paolillo 6.5), Prota 6.5, Mercorillo 6.5, Scherma 6.5 (dal 22’ st Miculi 6.5), Sulka 6.5, Pizzato 6 (dal 33’ st Emiliano 6). A disposizione: Porro, Paolillo, Ferraro, Emiliano, Miculi, Greco, Capelli, Aloi, Leoncini. Allenatore: Crucitti.
Arbitro: Vezzoli (Cattaneo, Maffongelli)
Marcatori: -
Note: Giornata serena. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 150. Ammoniti: Abati (F), Bajoni (U), Baglio (U). Calci d’angolo: 3-5 Recupero: 0’+4’

Inviata Silvia Alabardi

————————————————————————————————————————————————————

MORAZZONE – Secondo pareggio consecutivo in casa per il Morazzone che contro l’Uboldese non riesce ad andare oltre l’1-1. Succede tutto nel primo tempo: l’Uboldese passa alla prima occasione con Corrado (6’) e padroni di casa rispondono al 23’ con Gerevini. Ripresa equilibrata, senza particolari sussulti. Un punto che non accontenta nessuno.

MorazzonePRIMO TEMPO – Il Morazzone deve riprendere la sua corsa e per farlo mister Stincone sceglie il 4-4-2 a rombo con Vezzoli alle spalle di Ghizzi e Romeo; Libralon vertice basso, Patella e Gerevini mezzale. Linea difensiva composta da Canazza, Picetti, Bosetti e Colavito; Martignoni tra i pali. Risponde l’Uboldese con il 4-2-3-1 affidando a Muzzapappa l’attacco, supportato da Papillo, Maiorano e Tartaglione. Martucci ha il compito di costruire la manovra coadiuvato da Corrado; Menegon in porta completa l’undici titolare insieme al pacchetto difensivo Bartucci, Colombo, Valenzano e Soldi. Subito in avanti il Morazzone che conquista un angolo dopo una manciata di minuti, l’inzuccata di Picetti è alta sulla traversa. Ma al 6’ sono gli ospiti a passare: svarione difensivo del Morazzone, il pallone arriva sui piedi di Corrado che realizza il più classico dei rigori in movimento che vale l’1-0. Al 14’ clamorosa occasione fallita da Ghizzi, che è bravo ad addomesticare il pallone in area, ma sull’uscita del portiere sbaglia completamente la conclusione. Ma la pressione offensiva porta i suoi frutti e al 23’ arriva il pareggio: Ghizzi è bravo a crearsi spazio e a servire Gerevini che, solo contro Menegon, è bravo a superarlo con un tocco sporco ma efficace. Trovato il pari il Morazzone non riesce a dare continuità alla manovra offensiva. La partita è bloccata a centrocampo e i tanti errori da una parte e dall’altra frammentano il gioco. Al 40’ è l’Uboldese a farsi vedere davanti con il solito Tartaglione, ma il destro è largo sul secondo palo. Dopo un minuto di recupero si conclude il primo tempo: pareggio giusto.

UboldeseSECONDO TEMPO – La prima occasione della ripresa è firmata Uboldese: Mazzupappa, in posizione sospetta, aggiusta il tiro sporco di Corrado e si presenta a tu per tu con Martignoni, ma la sua conclusione è troppo telefonata. Al 5’ arriva la risposta del Morazzone grazie a Vezzoli che con uno splendido stop orientato elude la marcatura e si mette nelle migliori condizioni per sganciare il destro; Menegon si supera respingendo la conclusione. Al 17’ punizione insidiosa di Gerevini smanacciata in qualche modo da Menegon; sulla respinta si innesca un incredibile batti e ribatti, ma nessuno riesce a spingerla dentro. Un paio di minuti dopo è Mazzupappa scarica un potente destro dal limite dell’area, alto di poco. Partita non bellissima, ma equilibrata: i due bomber del campionato provano a dare una scossa, ma il tiro di Ghizzi è alto di poco e, dall’altra parte, la girata di Tartaglione è completamente fuori misura. Al 40’ è ancora Ghizzi a provarci con una punizione dai trenta metri, ma ancora una volta il pallone è di poco alto. Negli ultimi minuti succede poco o nulla e i 4’ di recupero non cambiano volto al match.

I MIGLIORI IN CAMPO
Picetti (Morazzone) – voto 6.5
: è un muro, dalle sue parti non si passa ed è il più pericoloso di testa quando sale per gli angoli.
Corrado (Uboldese) – voto 6.5: ha il merito di sbloccarla subito, poi tanta lotta e sacrificio in mezzo al campo.

I COMMENTI
Ivan Stincone (allenatore Morazzone)
: “Stiamo attraversando il periodo più difficile della stagione, inutile negarlo, ma questo non dev’essere né un alibi né una scusante. Quella di oggi è stata una partita figlia degli eventi e non siamo riusciti a condurre la gara come solitamente facciamo. Stanchezza mentale? Credo che stanchezza fisica e mentale dipendano l’una dall’altra. Ripeto: è un momento difficile, ma sapevamo che prima o poi sarebbe arrivato. Non dobbiamo fare troppi drammi perché dobbiamo ricordare che a inizio campionato avremmo messo la firma per avere una classifica del genere. Come se ne esce? Innanzitutto c’è bisogno di tornare a lavorare con più applicazione, a cominciare dal sottoscritto; se nelle ultime tre partite abbiamo incassato 8 gol quando fino a quel momento eravamo la miglior difesa le responsabilità sono anche mie. Comunque credo nel lavoro: la squadra c’è e ha le possibilità per uscirne”.

IL TABELLINO
MORAZZONE – UBOLDESE 1-1 (1-1)
Morazzone
: Martignoni 6, Canazza 6, Colavito 5.5, Patella 6, Bosetti 6, Picetti 6.5, Gerevini 6.5 (dal 30’ st  Bovo 5.5), Libralon 5.5, Ghizzi 6.5, Vezzoli 6 (dal 15’ st Giordano 6), Romeo 5. A disposizione: Zerboni, Sola, Costa, Egnoletti, Loielo, Pinna, Bovo, Di Stefano. Allenatore: Stincone
Uboldese: Menegon 6, Bartucci 5.5, Soldi 6, Colombo 6, Valenzano 6, Corrado 6.5, Tartaglione 5.5, Maiorano 6, Papillo 5, Martucci 5 (dal 10’ st Porchera 6), Mazzupappa 6. A disposizione: Giglio, De Carlo, Razzari, Berti, Di Vito, Galli, Maggioni, Petruzzellis. Allenatore: Maestroni
Arbitro: Andreotti di Varese (Frasson-D’Onofrio di Busto Arsizio)
Marcatori: pt: 6’ Corrado (U), 23’ Gerevini (M).
Note: soleggiato, campo in buone condizioni. Spettatori: circa 100. Ammoniti: Tartaglione (U), Maiorano (U), Gerevini (M). Angoli: 2-4. Recuperi: 1’+4’

Inviato Matteo Carraro

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Base 96 – Olimpia 1-1 (1-0)
Base 96:
Spada, Molteni A, De Petri, Arienti, Cicola, Larese, Filomeno, Carraro, Giglio, Panin (st 15’ Rose), Pozzi (st 40’ Ceppi). A disposizione: Frontino, Meroni, Busnelli, Serafini, Elezi, Tagliabue. Allenatore: Castellazzi
Olimpia:
Rossi, Calizzi (pt 33’ Chiurato), Brivio, Di Dio, Zonta (st 2’ Santillo), Manera, Arrigoni, Pasci (pt 29’ Piazza), La Iacona, Ferrari (st 25’ Monteverdi), Niesi. A disposizione: Ambrosetti, Confeggi, Sassi, Visconti, Piazza, Fiore. Allenatore: Rinaldi
Arbitro:
Ruggeri di Bergamo
Marcatori:
pt 5’ Pozzi (B); st 38’ Piazza (O)
Finisce in parità la sfida tra Base 96 e Olimpia. I padroni di casa segnano subito in avvio con Pozzi che sfrutta un filtrante di Cicola e insacca con un interno destro sul palo lungo e sfiorano il raddoppio al 10’ quando Filomeno calcia addosso a Rossi la corta respinta sul tiro di Cicola. Gli ospiti rimangono in partita e trovano il pareggio in maniera abbastanza fortuita al 38’ della ripresa. Piazza sorprende Spada con un tiro dal limite che il portiere si lascia sfuggire dalle mani.

Cob91 – Lentatese 2-4 (0-2)
Cob91:
Riboldi, Ghidoni, Genovese D, Bortolotti (st 1’ Mastrapasqua), Genovese S, Andreotti, Personè, De Vita (st 29’ Profeta), Amelotti (st 32’ Calì), Troiano (st 24’ Novi), Davi (st 1’ Disca). A disposizione: Marelli, Rushaj, Stellari, Gasparini. Allenatore: Provasi
Lentatese:
Tagliabue, Perani, Pozzati (st 15’ Fontana), Rampoldi, Fagone, Meroni T, Corti (st 30’ Banfi), Abd Alla (st 37’ Perucchini), Picone (st 48’ Fossati), Termine, Inncenti (st 27’ Malacarne). A disposizione: Regina, Monti, Meroni W, Secchi. Allenatore: Martelli
Arbitro:
Bassi di Cremona
Marcatori:
pt 38’ Picone (L), 42’ Meroni (L); st 7’ Picone (L), 20’ Genovese S (C), 28’ Innocenti (L), 37’ Genovese S (C)
Poker della Lentatese sul campo della Cob91. Partita in discesa per gli ospiti già alla fine del primo tempo in virtù delle reti siglate da Picone e Meroni nel giro di quattro minuti. Lo stesso Picone arrotonda il punteggio a inizio ripresa, Genovese S accorcia per i padroni di casa ma tocca a Innocenti ridare alla Lentatese il triplo vantaggio. Ininfluente, a otto minuti dallo scadere, il secondo gol firmato da Genovese S.

Guanzatese – Gavirate 3-3 (2-0)
Guanzatese:
Fumagalli, Bonella, Favero, Sagnella, De Boni, Corti (st 23’ Imperiali), Ruggioni (st 11’ Borghi), Scaccarabozzi, Girola (st 36’ Lamanna), Colombo (st 31’ Dal Bello), Coppola. A disposizione: Nava, Yeo, Pirotta, Cabrera, Santin. Allenatore: Papis
Gavirate:
Albe, Testa (st 1’ Carretta), Petruzzi, Bottone, Broggini, Candeliere (st 1’ Di Noto), Jammeh (st 11’ Miele), Esteri, Galli, Moro (st 12’ Caon), Cinotti (st 1’ Mendez). A disposizione: Teseo, Triacca, Pinorini,  Qosaj, Miele. Allenatore: Crippa
Arbitro:
Marini di Seregno
Marcatori:
pt 15’ Colombo (GU), 25’ Girola (GU); st 15’ Sagnella (GU); 25’ e 40’ Miele (GA), 44’ Petruzzi (GA)
Il Gavirate rischia grosso a Guanzate, va sotto di tre reti ma alla fine riesce a strappare un punto. Al quarto d’ora Colombo chiude un uno-due con un compagno e insacca sotto la traversa, al 25’ Girola sfrutta un cross dello stesso Colombo e insacca di testa tutto solo a centro area. Nella ripresa la Guanzatese cala il tris con Sagnella, ma poi subisce la reazione rabbiosa del Gavirate: Miele segna due gol tra il 25’ e il 40’, prima su assist di Moro e poi sul filtrante di Esteri tra le linee, mentre nel recupero ci pensa Petruzzi a insaccare su cross di Di Noto e completare la rimonta.

Muggiò – Saronno 1-1 (1-0)
Muggiò:
Mancuso, Banfi, Brevi, Cesana, Odone, Sanfilippo, Gigante (st 30’ Pozzi), Alitto, Ghidelli, Tentori, Zambrano (st 43’ Lascala). A disposizione: Pungente, Bonavoglia, Gagliano, Crema, Legnini, D’Agostino. Allenatore: Natobuono
Saronno:
Nucera, Puzziferri, Carluccio, Morandi (st 25’ Inzaghi), Patea, Stevanin, Rossi, Guerriero (st 35’ Spitaleri), Strano, Scavo, Szekeley. A disposizione Comi, Bonfrate, Di Benedetto, Bocellari, Balconi, Vannucci, Busnelli. Allenatore: Imburgia
Arbitro:
Rignanese di Legnano
Marcatori:
pt 43’ Tentori (M); st 50’ Scavo (S)
Il Saronno agguanta il pareggio all’ultimo respiro nello scontro salvezza contro il Muggiò, passato in vantaggio poco prima dell’intervallo con un super gol su punizione di Tentori. Nella ripresa i padroni di casa sfiorano più volte il raddoppio colpendo una traversa al 22’ e un palo cinque minuti più tardi con Gigante, ma all’ultima palla lanciata in area il Saronno trova il pareggio grazie alla deviazione vincente di Scavo.

Rhodense – Besnatese 3-1 (1-0)
Rhodense:
Mantovani, Gazzea (st 24’ Pastori), Formato, Bonizzi (st 14’ Hyso, 33’ Incoronato), Degiorgio, Galbiati, Zanus, Castelnuovo, Gentile, Caruso (st 42’ Lodi), Battaglia (st 29’ Beretta). A disposizione: Englaro, Guarino, Prada, Triolo. Allenatore: Raspelli
Besnatese:
Novello, Bonizzoni, Cimino, Martignoni, Passafiume A, Comani, Berardi (st 16’ Randon), Dani, Angelucci, Bonfante, Passafiume F (st 37’ Gennari). A disposizione: Tortorella, Dal Cortivo, Macchi, Milani, Bonfante, Tosetto, De Angeli. Allenatore: Rasini
Arbitro:
Pigozzi di Lomellina
Marcatori:
pt 10’ Caruso rig. (R); st 25’ Passafiume F (B), 32’ Galbiati (R), 44’ Incoronato (R)
Tris della Rhodense che supera la Besnatese e si mantiene attaccata alla vetta. Caruso sblocca su rigore in apertura (espulso nell’occasione Passafiume A). Nella ripresa Passafiume F pareggia sugli sviluppi di una mischia, ma l’equilibrio dura poco perché sette minuti più tardi Galbiati spizza in rete una punizione laterale. Nel finale, sugli sviluppi di una palla recuperata, Incoronato chiude la partita su cross dalla destra di Pastori.

Meda – Vergiatese 0-1 (0-1)
Meda:
Cassina, Ronzoni, Castello, Marano, Bonacini, Parravicini, Forni, Cutuli, Galliani (st 25’ Ballabio), Battaglino, Pozzoli. A disposizione: Girardi, Citterio, Longoni, Bianco, Frigerio, Bertani, Tavella, Manca. Allenatore: Cairoli
Vergiatese:
Caputo, Dolce, Azzolin, Shala, Cantoni, Trionfo, Martinoia, Vitulli, Caccia, Kate (st 190 Inguimbert), Guarda. A disposizione: Pappa, Lombardi, Tatani, Turconi, Randon, Baca, Cattaneo, Galbersanini. Allenatore: Gatti
Arbitro:
Foresti di Bergamo
Marcatori:
pt 24’ Caccia (V)
Successo di misura per la capolista Vergiatese che espugna il campo del Meda con il minimo scarto al termine di una gara combattuta ed equilibrata. Decisiva la rete di Caccia che al 24’ del primo tempo riceve il cross di Kate, controlla e supera Cassina con un diagonale sul secondo palo. Nella ripresa il Meda ha la grossa chance per pareggiare, ma Caputo è prodigioso sul tentativo di Forni.

In redazione Indro Pajaro