Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

23^ giornata – Goleada Vanzaghellese, Cas bloccato. Sale il Gorla, Luino corsaro a Brebbia

ISPRA – Pareggio adrenalitico fra Ispra e Cas di Socconago. Partono bene gli ospiti che si propongono in avanti nei primi minuti, ma le loro azioni non riescono ad essere incisive. Poco alla volta l’ispra produce gioco e prende fiducia, sfiorando il gol in più occasioni dove è mancata un pò di precisione. I bianco-rosso producono un gioco apprezzabile, anche se non sono mancati errori tecnici da una parte e dall’altra. Nel secondo tempo le squadre iniziano con giocate di qualità che avrebbero meritato il gol. La partita non si sblocca neanche dopo l’espulsione di Modde. Il match diventa più fisico e gli scontri aumentano. Finale adrenalitico da una parte e dall’altra ma la gara si chiude sullo 0 – 0

IspraPRIMO TEMPO – I padroni di casa schierano con in 4 – 3 – 3, i bianco-blu di Sacconago rispondono con lo stesso schieramento. I bianco blu sono subito pronti all’offensiva. La prima occasione è degli ospiti, che al 10′ sfiorano il palo con tiro su punizione di Agrello. Rispondono subito i padroni di casa due minuti dopo con Bouraya che vede la porta e prova a concludere da fuori ma il suo tiro è centrale e non impensierisce Sabatini. Non si passa con facilità nè da una parte nè dall’altra, le difese sono ben schierate e attente. Al 21′ l’Ispra produce una bella azione sulla sinistra grazie alla spinta di Cialona che scambia rapidamente prima con Bouraya e poi imbuca con Verde ma l’azione non trova finalizzzione. La formazione di carica prende fiducia e alza il baricentro, buon lavoro di Verde che riesce a dare profondità e a scaricare bene per le giocate dei compagni, al 28′ libera per il tiro da posizione molto favorevole Dhardha che colpisce male. Ancora Dhardha sulla fascia destra che trova Golisciano libero, ma effettua una conclusione prevedibile. L’ispra è molto pericoloso, Golisciano va al recupero in zona avanzata, la palla che arriva a Ba elhagji è buona ma l’attaccante spara sul corpo dell’ultimo difensore. I bianco-blu provano a reagire ma lo scambio in avanti fra Cavaleri e Berton non è preciso. Ripartenza di cavaleri in velocità che prova a sfondare, Gaballo glielo impedisce stendendolo e arriva il giallo. Ancora l’Ispra all’ultimo minuto, recupera palla e sale in contropiede con Ba elhadji, ma sugli sviluppi dell’azione la difesa ospite riesce a non farsi sorprendere. Si và negli spogliatoi con risultato di parità, 0 – 0.

CasSECONDO TEMPO – Si rientra in campo con più lucidità e ne guadagna il gioco, succede tutto in dieci minuti. Bell’azione dell’Ispra palla dentro per Verde che trova l’uomo e và sull’esterno servendo bene sul movimento di Ba elhadji, il numero unidici non arriva di un soffio. C’è anche il Cas, cambio giocoda una parte all’altra, palla ad Agrello che lascia partire un cross perfetto sul secondo palo per Berton che manca l’impatto con il pallone di un niente. Al 16′ Verde pulisce una palla sporca al limite, gioca d’astuzia e cerca il movimento dei compagni, la palla arriva ad Ba elhadji che spara alto. Al 19′ c’è l’episodio che può cambiare la partita, contropiede del Cas, Cavaleri riceve palla in velocità, Modde lo butta giù per impedirgli la conclusione, è ultimo ultimo e l’Ispra rimane in dieci. Al 40′ il nuovo entrato Caccia serve ilin profondità il movimento di Cavaleri, l’attaccante fa gol ma l’arbitro annulla per fuorigioco. Ci provo ancora il Cas su punizione, ma il tiro di Agrello trova la barriera. I calci piazzati creano apprensione, i bianco-blu in dieci provano a fare il colpo ma di testa la svetta la difesa di casa, su ribaltamento della situazione occasionissima all’ultimo minuto per Verde, che riceve palla solo davanti a Heinzl, l’attaccante aspetta quella frazione di secondo in più e il portiere è bravo a rispondere. Non si sblocca il match, è 0 – 0 fra Ispra e Cas

I MIGLIORI IN CAMPO
Verde (Ispra Calcio) 7 –
Dà profondità alla squadra, tiene bene palla, favorisce il gioco dei compagni.
Cavaleri (Cas Sacconago) 6,5 – Generoso nell’aiutare i compagni, difende bene palla e cerca di creare gioco.

I COMMENTI
Pasetti Fabio (Allenatore Ispra): “Abbiamo giocato per vincere e per come è stata la partita il pari ci sta un po stretto, sono davvero contento della prestazione che abbiamo fatto contro la prima in classifica. Abbiamo dimostrato di esserci sia con la testa che con le gambe, facendo una ripartenza portando quattro uomini in aria di rigore al 95° in dieci contro undici”.
Cau Luciano (Allenatore Cas Sacconago): “La tattica che ho scelto per la partita di oggi era di aspettarli per poi prenderli in contropiede, restando nella nostra metà campo per manovrare gioco e prenderli in velocità con Cavalieri e Berton, abbiamo fatti molti errori nelle ripartenze. Nel secondo tempo abbiamo giocato più alti e provato di più, trovando quasi il gol e creando l’azione dell’espulsione. Adesso abbiamo da recuperare e dare tutto nelle ultime partite”.

IL TABELLINO
Ispra Calcio – Cas Sacconago 0-0
Ispra:
Sabatini, Becerri, Cialona 6,5 (dal 41′ st Pomi), Modde, Magistri, Gaballo, Bouraya, Dardha, Verde, Golisciano 6 (dal 26′ st Marzetta), Ba Elhadji. A disposizione: Tenti, Pomi, Marzetta, Lamorte, Sottocorna, Antonetti. Allenatore: Pasetti Fabio
Cas Sacconago: Heinzl, Tireni, Vacirca 6 (dal 39′ Cantignoni L.), Tirconi, Panarese, Oldani, Cavaleri, Azimonti (dal 41′ st Macchi), Berton, Agrello, Bolognini (dal 12′ st Caccia). A disposizione: , Cantignoni f., Macchi, Nardone, Iorfida, Caccia
Allenatore: Cau Luciano
Arbitro: Rignanese (Legnano)
NOTE: Giornata nuvolosa, terreno in erba. Spettatori 70 circa. Ammoniti: Agrello 35′ (C), Panarese 38′ (I), Gaballo 41′ (I), Vacirca 18′st (C), Ba elhadji 45′ st (I). Espulsi: Modde 19′ st (I). Recupero 0 + 5

Inviato Antonio La Montagna

————————————————————————————————————————————————————

BREBBIA – La squadra di mister Pizzuti ospita il Luino Maccagno che proviene da un pareggio importante col Gorla dopo mesi in cui non riuscivano a trovare punti ed il Brebbia non deve sottovalutare questa sfida.
Ritorna alla vittoria il Luino che si impone in casa del Brebbia per 1 a 0, giornata da dimenticare per loro.

BrebbiaPRIMO TEMPO – Dopo soli 4 minuti dall’inizio c’è uno scontro aereo tra Ventura e Pallavicini, i due vengono prontamente soccorsi e il gioco riprende poco dopo.
Al 10’ ripartenza lampo di Lucanto che non c’entra di poco la porta. Risponde al 17’ Frattini, dalla distanza prova la conclusione ma la sfera si stampa sul palo. Mirabella trova l’inserimento di Milano che la passa a Cizzico ma quest’ultimo non trova la rete.
Al 23’ Lombardo per un fallo subito è costretto ad abbandonare il campo per un problema alla caviglia, al suo posto entra Squizzato. Altro bello scambio tra Mirabella e Milano anche se non riescono a concretizzare il tutto. Alla mezz’ora Cizzico tenta la rovesciata ma Ghelfi lo blocca sul più bello rubandogli palla. Ci prova Cizzico ma il suo tiro è fin troppo debole e il portiere lo aspetta tra i suoi guantoni.
Sono 3 i minuti di recupero concessi dall’arbitro.
Primo tempo ben giocato, rispetto alle previsioni, da parte della squadra ospite e forse il Brebbia non è entrato in campo con la giusta mentalità, ma non è tutto deciso ancora.

LuinoSECONDO TEMPO – La ripresa comincia con la squadra di casa in fase di attacco che tenta in ogni modo di trovare la rete.
Al 10’ occasione Brebbia: in area un colpo di testa del neo entrato Quadrelli va sui piedi di Milano che prova una mezza rovesciata ma il numero uno avversario respinge in angolo.
Beffa Brebbia, il portiere perde la palla e ne approfitta Lucanto che ci mette il piede e al 16’ segna il goal del vantaggio tra la gioia dei suoi compagni.
Trascorsa la metà del tempo regolamentare le due squadre non hanno dato vita ad occasioni particolari.
Al 35’ occasione sprecata del numero 10 del Luino Tansini che a tu per tu col portiere non trova il varco per segnare.
Non demorde il Brebbia, non vuole perdere questa partita ma non c’è più tempo, l’arbitro manda tutti sotto la doccia.

I MIGLIORI IN CAMPO
Mirabella (Brebbia) 6.5
– anche se è stata una giornata no per la squadra lui è ha sempre cercato di far muovere e creare inserimenti per i suoi.
Lucanto (Luino Maccagno) 6.5 – bella prestazione e il goal è la degna conclusione della partita che ha giocato oggi.

I COMMENTI
Pizzuti non rilascia dichiarazioni e annuncia le dimissioni
Cracas: “Mancava la vittoria da tanto tempo, già giovedì abbiamo pareggiato a Gorla. La squadra ha cambiato atteggiamento ed è questo quello che conta. I ragazzi erano molto abbattuti da quando sono arrivato io e da giovedì qualcosa è cambiato. Il nostro obiettivo è non arrivare ultimi e ce le giocheremo tutte”.

IL TABELLINO
Brebbia– Luino Maccagno 0-1 (0-0)
Brebbia:
Stefanelli 6, Ventura 6 (dal st 1’ Marchesotti 6.5), Louraini 6, Lombardo (dal pt 23’ Squizzato 6.5), Mazzotta 6, Galbignani 6, Frattini 6, Ruffo 6.5, Milano 6.5, Mirabella 6.5 (dal st 42’ Stigliani), Cizzico 6 (dal st 1’ Quadrelli 6.5) A disposizione: Mattioni, Traore, Stigliani, Pascalis, Marchesotti, Quadrelli, Squizzato Allenatore: Pizzuti
Luino Maccagno: Braccio 6, Ghelfi 6 (dal st 49’ Parietti), Arioli 6, Bellini 6, Iozzino 6, Dozzio 6,5 , Belkhadir 6.5 (dal st 33’ Granai), Perri 6, Lucanto 6.5, Tansini 6, Pallavicini 5.5 ( dal pt 34’ Matranga 6.5 ) A disposizione: Passera, Parietti, Granai, Matranga, Silipo, Cracas, Notturno Allenatore: Granai
Marcatori: st: 16’ Lucanto (L)
Note: Giornata serena, campo in buone condizioni, spettatori 30 circa. Ammoniti: pt: 20’ Ventura (B), 34’ Pallavicini (L), 46’ Iozzino (L) st: 19’ Mazzotta (B), 23’ Ghelfi (L) Angoli: 8-4 Recupero: 3’+5’

Inviata Roberta Sgarriglia

————————————————————————————————————————————————————

CANTELLO – È sfida da metà classifica fra Cantello Belfortese e Tradate dove vincere vuol dire solo rimanere il più vicino possibile al treno delle big, con i sogni di gloria, però, sfumati.
Ci si aspetta una gara maschia fra due squadre tutt’altro che arrendevoli: così è, nonostante al triplice fischio arrivi un pareggio che scontenta tutti. 1 a 1 con Italiano che risponde a Guerrini.

TradatePRIMO TEMPO – È gara dai ritmi alti fin dalle prime battute, squadra un po’ confusionarie e frettolose ma decise in ogni frangente. Un calcio d’angolo su cui sfiora soltanto Camara ed un tiro da fuori di Galluzzo D. che non trova lo specchio sono i primi sussulti del Tradate. Il Cantello Belfortese ci mette 18’ minuti per costruire la prima vera occasione da gol e per poco non passa: lancia da sinistra verso destra, Arena mette in mezzo teso, Motta a botta sicura trova la provvidenziale respinta di testa di piede di Drago, la sfera resta lì ma il direttore di gara fischia un gioco pericoloso a Giacopinelli. E proprio il centravanti poco dopo imbecca di testa Motta, il terzino restituisce ed il numero nove trova la respinta della retroguardia da pochi passi. Animi già caldi, la gara è frammentata, i gialloneri si procurano una punizione in zona centrale, Galluzzo la stampa sulla barriera e poi trova corner. Sull’azione seguente ecco il tentativo in girata di Traore, sfera oltre la traversa. Al 30’ la chance è per il mancino di Veronesi che raccoglie in area ed in equilibrio precario ci prova, tiro smorzato Drago blocca. Si mette in proprio Fontana quando riceve da calcio da fermo, stop, si gira e calcia, palla alta ma non di molto. I ribaltamenti di fronte sono continui adesso, ma il Cantello Belfortese seppur con qualche errore in fase d’impostazione, insiste un po’ di più. È ancora Fontana il protagonista quando di prima intenzione tenta dai sedici metri dopo un’azione confusa, palla deviata, s’impenna e si stampa sulla traversa, nessuno però è pronto sulla respinta. A l 44’ staffilata di destro di Fontana da punizione, palla insidiosa, Drago si allunga e manda in corner. Nell’ultimo minuto di extra time il Cantello Belfortese lamenta un fallo in area su Veronesi, l’arbitro lascia correre, si va così al riposo.

CantelloSECONDO TEMPO – Due giri di lancette e Tradate pericoloso in area con una palla in area dopo un corner su cui il direttore di gara chiama fallo in attacco. Da segnalare, tra l’altro, che mister Garantola ha scelto Rossato al posto di Traore. In queste prime situazioni di gioco è il Tradate ad essere partito meglio. Errore di Italiano in mezzo che sbaglia lo stop e perde palla, non ci pensa due volte Camara e da fuori di destro fa la barba al palo. Ancora gli ospiti cercano gloria con un calcio da fermo di Verna, Boschini la toglie da sotto la traversa. Il numero uno è poi provvidenziale sulla semirovesciata di Aresi, palla forte a fil di palo ma Boschini gli dice di no. Al 13’ però il Tradate sblocca il match: mischia in area, batti e ribatti la risolve Guerrini. 0 a 1. Ora i padroni di casa si scuotono, devono necessariamente cambiare registro se vogliono invertire la rotta del match. Giacopinelli fa a sportellate e si procura una punizione invitantissima dal limite, ci prova Arena ma sbatte sulla barriera, proteste copiose dei ragazzi di Criscimanni che lamentano un’eccessiva foga di Traore, davvero al limite in un alcune circostante. Animi alle stelle, si gioca davvero pochissimo e va tutto a vantaggio del Tradate, forte dell’1 a 0. Criscimanni cerca forze fresche in panchina e sceglie Arena Y. e Martini, successivamente anche Bianchi spingendo Italiano più su. Ci vorrebbe un episodio per i locali per rimetterla in sesto e l’episodio arriva al minuto 40’ quando Italiano di testa da corner spiazza tutti: 1 a 1. I biancorossi ora lanciano il cuore l’ostacolo e conquistano una serie di calci da fermo invitanti, vedi quando Pantelis cerca Ossola di testa che da pochi passi sfiora soltanto. Si gioca in area Tradate: Italiano per poco non trova la doppietta sempre di testa e sempre con un tiro dalla bandierina. Gara avvincente ora, nello sconcerto generale l’arbitro chiama solo due minuti di recupero. Ultimi assalti biancorossi, Drago blocca il colpo di testa di Giacopinelli, il Tradate chiama un cambio ma per il direttore di gara non c’è più tempo. Finisce 1 a 1, un pareggio che scontenta tutti.

I MIGLIORI IN CAMPO
Giacopinelli 7 – Cantello Belfortese:
se c’è uno che ci prova dal primo all’ultimo minuto in una gara difficile, è proprio lui. Suona la carica dopo lo svantaggio, si mette al servizio dei compagni e lotta fino all’ultimo
Guerrini 6.5- Tradate: dopo un primo tempo sottotono si riscatta nella ripresa, segnando di rapina e trovando nuova e preziosa energia in mezzo al campo.

I COMMENTI
Criscimanni (allenatore Cantello Belfortese):È stata una gara equilibrata dove tutto sommato il pareggio ci sta, buon primo tempo poi nella ripresa siamo ripartiti male, lenti, non riuscivamo a giocarla, ci è voluto il gol per svegliarci e per andare ad acciuffare il pari“.
Garantola (allenatore Tradate):Risultato giusto, nel primo tempo abbiamo rischiato qualcosa ma poi nella ripresa siamo rientrati bene, peccato non essere riusciti a difendere al meglio l’1 a 0, le palle inattive le paghiamo sempre care, inoltre oggi avevamo anche la panchina corta, va bene così, sono contento dei miei ragazzi“.

IL TABELLINO
Cantello Belfortese – Tradate 1-1 (0-0)
Cantello Belfortese:
Boschini 7, Di Bari 5.5 (dal 33’ st Bianchi 6.5), Motta 6.5, Arena F. 5.5 (dal 23’ st Arena Y. 6), Da Pos 6.5, Ossola 6, Veronesi 5.5 (dal 23’ st Martini 6), Italiano 6.5, Giacopinelli 7, Pantelis 6, Fontana 6.5 (dal 38’ st Lazzarini 6.5). A disposizione: Pucci, Mariano, Arena Y., Bianchi, Lazzarini, Calemme. Allenatore: Criscimanni
Tradate: Drago 6.5, Verna 6.5, Panuccio 6.5, Galluzzo D. 6.5, Aresi 6, Akpolat 6, Guerrini 6.5, Galluzzo M. 6.5, Camara 6, Traore 5.5 (dal 1’ st Rossato 6.5), Dama 5.5. A disposizione: Giugliano, Rossato, Crivellari, Gigli, Calderaro, Oliverio, Toia. Allenatore: Garantola.
Arbitro: Barbuscio di Como
Marcatori: st: 13’ Guerrini (T), 40’ Italiano (C),
Note: Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 50 circa. Ammoniti: Dama (T), Italiano (C), Traore (T), Di Bari (C), Aresi (T), Arena F. (C), Martini (C),   Angoli: 7-5. Recupero: 3’+2’.

Inviata Mariella Lamonica

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Gorla Maggiore – Union Tre Valli 2-0 (1-0)
Gorla Maggiore: 
Galizia, Bernasconi, Pietroboni, Bahamad, Caristina, Voltan, Ruggia (dal 10’ st Morelli), Bene (dal 40’ st Toutcha), Deservi (dal 32’ st Perri), Ippolito, Falsaperna. A disposizione: Savastano, Toutcha, De Simone, Perri, Morelli, Puricelli. Allenatore: Contaldo
Union Tre Valli:
 Zullo, Coppola, Trizio, Grosset, Roca (dal 40’ st Benedetto), De Maddalena, Borella (dal 22’ st Harabi), Pastorelli, Binda, Londino, Frigeri (dal 30’ st Pastorelli). A disposizione: Aiello, Gilardi, Martini, Benedetto, Pastorelli, Harabi. Allenatore: Vincenzi
Arbitro: Criscimanna di Milano
Marcatori: pt: 1’ Ippolito (G); 3’ Falsaperna (G)
Un Gorla per tempo e il gol torna al successo.
Rientrato dopo la squalifica capitan Ippolito si fa perdonare siglando l’1 a 0 dopo appena un minuto ricevendo da centrocampo e castigando Zullo con tiro secco dal limite. I padroni di casa potrebbero allungare ma Ruggia non inquadra lo specchio, Bene si fa parare la conclusione dopo una bella gira e ancora Ippolito manda oltre la traversa di un niente.
Nella ripresa passano 3’ ed è già 2 a 0: Falsaperna salta un avversario, resiste ad un altro e si ritrova a tu per tu non sbagliando il diagonale. Proteste ospiti per un fallo che non servono a nulla se non, poco dopo, a surriscaldare gli animi. Ne fa le spese capitan Londino per una parolina di troppo all’arbitro.
Il Tre Valli si disunisce un po’, Gorla non infierisce e al triplice fischio è 2 a 0.

Vanzaghellese – Folgore Legnano 5-0 (2-0)
Vanzaghellese: 
Rogora, Cobianchi, Pisoni (dal 22’ st Moro), Lo Piccolo (dal 21’ st Colombo), Daggiano, Villa (dal 32’ st Quaini), Spadaccino (dal 15’ st Mombrini), Suman, Izzo (dal 26’ st Stefanazzi), Pisoni, Vago. A disposizione: Urso, Moro, Mombrini, Colombo, Stefanazzi, Quaini, Ascente, Ferioli. Allenatore: Trubia
Folgore
: Bertuola, Panozzo (dal 1’ st Gadda), Castellotti (dal 19’ st Ciocia), Cattaneo, Monti, Corizzo (dal 30’ pt Favareto), Gagliardi (dal 7’ st Chiodini), Russo, Gazzardi (dal 8’ st Brun), Moretta, Catalano. A disposizione: Colombo, Gadda, Ciocia, Scandroglio, Favareto, Chiodini, Brun, Bertola, Giglio. Allenatore: Colombo
Arbitro: Ceri di Pavia
Marcatori: pt: 2’ Izzo (V), 4’ Vago (V); st: 3’ Izzo (V), 6’ Izzo (V), 38’ Stefanazzi (V)
Il big match dice Vanzaghellese con gli uomini di Trubia che fanno addirittura la manita.
Dopo 2’ bomber Izzo sblocca la gara con una bordata al volo su lancio di Suman, dopo altri due minuti il rasoterra di Vago da fuori regala il 2 a 0. Gazzardi prova ad accorciare le distanze per i legnanesi ma il suo lob trova la deviazione di Rogora.
Nella ripresa sale ancora in cattedra Izzo che al 3’ vince un rimpallo fuori area e poi trova un’altra bordata vincente dai sedici metri, e al 6’ completa l’opera quando su assist di Lo Piccolo il suo tiro è nuovamente imprendibile per Bertuola. L’ultimo sigillo è di Stefanazzi che da corner, dopo la sponda di testa di Vago, sempre di testa chiude i conti.

Arsaghese – Aurora Cantalupo 2-2 (0-2)
Arsaghese: 
Franishta, Bernasconi (dal 38’ st Caprioli), Castoldi, Ricci, Mai, Nebuloni (dal 50’ st Guidali) Fontana C, Gueye (dal 39’ st Gjini), Caimano (dal 22’ st D’Aloia), Gandolfo (dal 44’ st Dakhate) Palese. A disposizione: Cosentino, D’Aloia, Caprioli, Lo Bello, Guidali, Dakhate, Gjini. Allenatore: Marsich
Aurora Cantalupo
: Pansera, Moneta, Pasotti, Vernocchi, Banfi, Bortignon, Tapinetto, Moretta (dal 44’ st l Atruchi), Busato, D’Ascanio, Mencarelli (dal 18’ st Luraghi). A disposizione: Spirito, Galbiati, Luraghi, Prela, El Atrouchi, Gioeili, Hpongui, Progres, Gilardengo. Allenatore: Senziani
Arbitro: Crespi di Busto Arsizio
Marcatori: pt: 22’ rig. 46’ D’Ascanio (Au); st: 13’ Caimano (Ar), 18’  rig. Gandolfo (Ar)
Si lascia rimontare l’Aurora Cantalupo che sopra di due reti subisce la reazione veemente dell’Arsaghese  e alla fine deve accontentarsi di un solo punto.
La partenza vede gli ospiti su di giri. Mai commette fallo in area, l’arbitro concede il penalty e D’Ascanio non sbaglia. 0 a 1. Nei minuti di recupero del primo tempo è ancora il numero dieci a regalare una gioia ai suoi con un sinistro al volo da fuori area imprendibile per Franishta. 0 a 2.
Nella ripresa i padroni di casa non ci stanno e al 13’ accorciano le distanze con Caimano che riceve dopo una spizzata di testa di Nebuloni e ben appostato in area non sbaglia. Passano 5’ ed è 2 a 2: scontro in rea Nebuloni – Pansera, altro calcio di rigore. Gandolfo non si scompone e fa 2 a 2.
Girandola di cambi ma il risultato non cambia più.

San Marco – Solbiatese Insubria 4-1 (1-0)
San Marco: Pitaro, Bellin, Cortellaro (dal 49’ st Petenà), Salmoiraghi, Primi, Roncato, Napolitano (dal 23’ st Landonio), Lambertini (dal 22’ st Migliore), Andreolli (dal 20’ st Gallo), Possoni, Vendemmiati (dal 35’ st Petenà) A disposizione: Polimeni, Principato, Landonio, Azuokwu, Migliore, Carraro, Gallo, Petenà. Allenatore: Marchiorato
Solbiatese Insubria: Policastro, Lo Presti, Cosenza, Bossi A., Monticelli, Figliolia, Bellumore, Bossi L., Ana Petre, Gobbato, Ventura. A disposizione: Assoumou, Castelli, Cafaro, Lo Giudice, Cerutti, Accetta, Libralon, Manfredi, Visentin. Allenatore: Castiglioni
Arbitro: Di Biase di Milano
Marcatori: pt: 30’ Napolitano (SM); st: 10’ Figliolia (SI), 28’ Carraro (SM), 37’ 43’ Migliore (SM)
Scontro salvezza tra San Marco – Solbiatese Insubria, sorridono i bustocchi dopo un secondo tempo autoritario.
Nel primo tempo un solo gol firmato Napolitano che di testa, su cross di Vendemmiati, manda alle spalle di Policastro.
Il pareggio arriva al 10’ della ripresa con un eurogol di Figliolia che dai trenta metri toglie la ragnatela dal sette. La San Marco non ci sta e si riporta in vantaggio con il neoentrato Carrara che di tuffo in testa trova il 2 a 1. Al 37’ e al 43’ sale in cattedra Migliore: prima finalizza con una girata in area l’assist di Landonio, poi con uno scavetto trova il poker finalizzando un’azione corale nata da Possoni, continuata dal colpo di tacco di Gallo e finalizzata dall’attaccante.

Antoniana – Valceresio 0-0 (0-0)
Antoniana: Melchiorre, Venturelli, Muggeri, Badji, Larocca, Ranieri S., Macchi, Santaniello, Sorrentino, Corbetta, Venturelli. A disposizione: Paroni, Maneggia, Mantovan, Zaroli, Maglio, Tirdea, Macretti, Ranieri A. Allenatore: Pavone
Valceresio: Dicara, Di Carluccio, Dell’Orto, Iori, Soave, Carini, Cinieri, Ndzie, Ambrosoli, Piccinotti, Bosio.A disposizione: Monceri, Rania, Giardino, Visconti, Puka, Premoli, Ponti, Rigoni, Coccioli. Allenatore:D’Onofrio
Arbitro: Enis di Colombo
Pari e patta tra Antoniana e Valceresio con un’occasione d’oro per parte non finalizzata dai rispettivi attaccanti.
Nel primo tempo arriva una palla invitante sui piedi di Ambrosoli, ma il centravanti non trova il bersaglio. Si gioca prevalentemente a centrocampo con pochi sussulti.
Nella ripresa gara viva ma senza chiare chance da rete. Al 30’ espressione blasfema di Ambrosoli, l’arbitro non ha dubbi e lo caccia sotto la doccia. L’Antoniana con l’uomo in più ci prova e potrebbe davvero fare il colpaccio in extremis, ma Venturelli riceve in area dopo un’azione e senza pensarci troppo manda alto da posizione favorevolissima.

In redazione Mariella Lamonica