Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

21^ giornata – Morazzone all’ultimo respiro, tonfo Rhodense! Gavirate a valanga, poker Vergiatese

FAGNANO – Dopo la sconfitta infrasettimanale contro il Saronno nel recupero della 19° giornata, il Fagnano ospita la terza classificata Vergiatese, che sta inanellando un risultato positivo dietro l’altro. Vergiatese in vantaggio di 3 goal allo scadere del primo tempo. Al triplice fischio il risultato è di 0-4.

FagnanoPRIMO TEMPO – Mister Raza schiera un 4-3-2-1 con Ingribelli e Manuzzato M. a sostegno di Manuzzato D. La Vergiatese risponde con un 4-1-2-3, schema già collaudato con Shala davanti alla difesa. La partita si sblocca subito con un’incursione della Vergiatese che vede Guarda libero alla sinistra di Bertagnoli. L’attaccante non ci pensa due volte e cerca la porta, portando in vantaggio la sua squadra dopo appena due minuti di gioco. Punizione per il Fagnano al 14’ minuto: calcia Ingribelli che mette al centro un buon pallone, Bacchion spizza e sfiora il goal, rimediando un calcio d’angolo che viene spazzato via subito dalla difesa avversaria. Il detto “goal mancato, goal subito” non potrebbe essere più azzeccato. Becerri in prossimità del dischetto del rigore riceve un ottimo pallone da centro campo e trova la porta con un’elegantissima rovesciata. Raddoppio degli ospiti dopo un quarto d’ora. I padroni di casa non si fanno abbattere dallo svantaggio e continuano a testa alta con la determinazione e buona volontà che sono sicuramente il tratto distintivo di questa squadra. Ci prova Savoldi dalla distanza: la sua conclusione è precisa ma non abbastanza pericolosa per impensierire Caputo, che para senza problemi. La Vergiatese spinge ancora in avanti e al 32’ Guarda viene fermato in fuorigioco a pochi passi da Bertagnoli. Gli va decisamente meglio dopo appena un minuto, quando su un bell’assist di Kate involatosi sulla fascia destra appoggia di destro e gonfia ancora la rete. Bertagnoli salva un possibile quarto goal uscendo con un perfetto tempismo su un cross rasoterra di Garri quasi dalla linea di fondo. L’attaccante viene fermato in fuorigioco all’azione successiva e la sua reazione gli costa il cartellino giallo, piuttosto pesante in quanto diffidato. Un minuto di recupero e formazioni che rientrano negli spogliatoi sullo 0-3.

VergiateseSECONDO TEMPO – Nessun cambio a inizio secondo tempo, ma la panchina del Fagnano inizia a muoversi. Di fatti, dopo 3 minuti entra Cicchettit per Bacchion. Episodio dubbio nell’area della Vergiatese: il Fagnano reclama un rigore ma la bandierina del guardalinee aveva fermato l’azione per fuorigioco. Il match si ferma momentaneamente al 7’ per un fallo di Toma su Vitulli, che rimane a terra dolorante. Mister Raza ricorre ai cambi per portare più freschezza in campo. I ritmi sono alti e le due squadre si propongono ripetutamente in avanti. Manuzzato accelera sulla fascia sinistra e si conquista una punizione al 17’: va lui stesso al tiro ma il pallone viene ribattuto dalla barriera. Ci riprova ancora il Fagnano, con Beltemacchi che galoppa sulla fascia destra e cerca un compagno al centro, ma il suo cross viene respinto in calcio d’angolo. Il tiro dalla bandierina è troppo vicino ai pali e Caputo esce coi pugni. Siamo al 26’ quando il fresco Paredes dribbla due uomini sulla fascia destra e mette in mezzo per Mastromarino, che calcia di prima alto sopra la traversa. Insistono ancora gli uomini di Raza che si guadagnano una punizione da una buona posizione: calcia Manuzzato che cerca direttamente la porta senza trovarla. Da un calcio d’angolo al 36’ nasce il quarto goal della Vergiatese grazie a un colpo di testa vincente di Caccia, entrato in campo da poco. Il risultato non cambia negli ultimi minuti di gioco: la Vergiatese si impone in trasferta e continua la sua corsa verso la vetta della classifica.

I MIGLIORI IN CAMPO
Manuzzato M. (Fagnano) 6.5 – 
Si propone sia in area sia largo sulla fascia, velocizzando il gioco non appena ha la palla tra i piedi.
Guarda (Vergiatese) 8 – Non solo firma una doppietta ma è anche una presenza imponente in attacco.

I COMMENTI
Raza (allenatore Fagnano):
“È stata una partita faticosa e al di là del goal subito nei primi minuti di gioco abbiamo ricevuto un trattamento vergognoso. Non è possibile che si dimostri così tanta arroganza e maleducazione in campo. La prestazione dei singoli non è stata negativa, ma il risultato ancora una volta non è arrivato”.
Gatti (allenatore Vergiatese): “Era una partita che temevamo perché le squadre di Raza sono sempre bene organizzate. Il campo di oggi era difficile ma siamo partiti bene con tre goal in mezz’ora. Complimenti a tutti. Becerri ci ha regalato una rete speciale e anche Guarda sta crescendo tanto: abbiamo bisogno dei suoi goal”.

IL TABELLINO
FAGNANO – VERGIATESE 0-4 (0-3)
Fagnano
: Bertagnoli 5, Clerici 5.5, Savoldi 6, Mastromarino 6.5, Toma 5.5 (dal 13’ st Garzonio 6), Bacchion 6 (dal 3’ st Cicchettit 6), Manuzzato M. 6.5, Galbiati 5.5 (dal 6’ st Paredes 6.5), Manuzzato D. 6, Ingribelli 6 (dal 10’ st Beltemacchi 6), Garri 6. A disposizione: Trubia, Abati, Terzi, Garzonio, Beltemacchi, Rondanini, Paredes, Cicchettit, Coppio Baccaneto. Allenatore: Raza.
Vergiatese: Caputo 7 (dal 25’ st Trubia 6), Dolce 6.5, Azzolin 6.5, Shala 6.5 (dal 36’ Tatani 6), Cantoni 6, Trionfo 6, Martinoia 6.5 (dal 15’ st Baca 6.5), Vitulli 6.5, Guarda 8, Becerri 7.5 (dal 29’ st Inguimbert 6), Kate 7 (dal 26’ st Caccia 7). A disposizione: Pappa, Lombardi, Cattaneo, Baca, Tatani, Randon, Inguimbert, Galbersanini, Caccia. Allenatore: Gatti.
Arbitro: Radice (Re, Trotta)
Marcatori: pt: 2’ Guarda (V), 15’ Becerri (V), 34’ Guarda (V); st: 36’ Caccia (V)
Note: Giornata soleggiata. Terreno in perfette condizioni. Spettatori circa 100. Ammoniti: Martinoia (V), Garri (V), Toma (F), Shala (V), Manuzzato D. (F), Mastromarino (F). Calci d’angolo: 7-2. Recupero: 1’+0’

 Inviata Silvia Alabardi

————————————————————————————————————————————————————

MORAZZONE – Il Morazzone approfitta del passo falso della Rhodense aggiudicandosi il match contro la Besnatese all’ultimo secondo grazie al rigore conquistato e trasformato da Ghizzi al 94’ che vale l’1-0. Partita equilibrata fino a quel momento nonostante l’espulsione all’82’ dell’estremo difensore Martignoni (sospetto tocco di mano fuori dall’area). Morazzone che riconquista la vetta della classifica.

MorazzonePRIMO TEMPO – Mister Stincone scegli il 4-4-2 a rombo per il Morazzone con Vezzoli a supporto di Romeo e bomber Ghizzi. LibraDal Cortivo-lon vertice basso di centrocampo, Patella e Gerevini mezzali; in porta confermatissimo Martignoni, mentre la difesa si compone con Colavito e Scuderi terzini, Bosetti e Picetti centrali. Risponde mister Rasini disponendo la Besnatese con il 4-3-3: tra i pali prende posto De Stefano, protetto dai quattro di difesa Dal Cortivo, Passafiume A., Comani e Cimino. Randon in cabina di regia viene affiancato da Martignoni e Dani; manovra offensiva affidata al tridente Bonfante-Corcione-Passafiume F. Partenza aggressiva della Besnatese con il Morazzone che fatica a prendere le misure, ma i padroni di casa hanno dimostrato più volte in stagione di essere letali alla prima occasione: al 12’ buona iniziativa di Gerevini che arriva alla conclusione dal limite, respinta incerta di De Stefano e tap-in facile di Ghizzi, ma l’arbitro ferma tutto per fuorigioco. Sospiro di sollievo per la Besnatese. Al 22’ cambio forzato per i padroni di casa con Canazza che rileva Scuderi. Partita che cala d’intensità: prova a dare una scossa Corcione al 33’ con una girata improvvisa dal limite, ma Martignoni c’è e devia in corner. Al 39’ squillo offensivo dei padroni di casa con Gerevini che imbuca per Patella, ma solo contro De Stefano calcia addosso all’estremo difensore. Finale in crescendo per il Morazzone che conquista anche un paio di angoli, ma non riesce a capitalizzare. Dopo un minuto di recupero squadre negli spogliatoi sul giusto risultato di pareggio.

BesnateseSECONDO TEMPO – Partita equilibrata anche a inizio ripresa, condizionata da tanti errori di misura da entrambe le parti. La Besnatese prova a farsi vedere davanti soprattutto con le sgroppate di Bonfante, ma i centrali Bosetti e Picetti gestiscono bene ogni situazione sfruttando la superiorità fisica. Al 19’ ancora protagonista Martignoni con un grande intervento sulla conclusione dal limite del suo omonimo rivale. Al 25’ arriva la risposta del Morazzone con la botta dal limite di Colavito neutralizzata in angolo da De Stefano. Al 32’ grandissimo intervento di De Stefano su colpo di testa ravvicinato da parte di Bosetti. Al 37’ l’episodio che potrebbe cambiare il match: su un pallone lungo Martignoni esce dalla propria area per anticipare l’avversario e a giudizio del direttore di gara tocca il pallone con la mano, cartellino rosso immediato. Dentro dunque il classe 2002 Dozio che si rende subito protagonista con un grande intervento su conclusione di Angelucci. Al 49’ Ghizzi si carica il Morazzone sulle spalle: guadagna con grande astuzia un calcio di rigore (ingenuo De Stefano) e con freddezza lo trasforma a tempo scaduto per un quasi insperato 1-0 che permette al Morazzone di riconquistare la vetta della classifica.

I MIGLIORI IN CAMPO
Ghizzi (Morazzone) – voto 6.5
: partita anonima, ma gli basta un secondo per dimostrare di che pasta è fatto. Rigore guadagnato a tempo scaduto e gol che vale tre punti d’oro.
Corcione (Besnatese) – voto 6.5: protagonista di qualche buono spunto offensivo, ma è poco seguito dal resto della squadra.

I COMMENTI
Ivan Stincone (allenatore Morazzone)
: “All’andata la Besnatese era stata una delle squadre che più ci aveva messo in difficoltà e oggi hanno confermato le loro qualità giocando anche meglio di noi. Anche per questo ho cambiato modulo per avere più certezze tra le linee, dato che se avessi mantenuto il 4-3-3 credo che sarebbe stato peggio. Noi siamo stanchi, infatti oggi arrivavamo sempre in ritardo sui palloni e non riuscivamo a chiudere linee di passaggio che solitamente non ci creano problemi. La partita è stata decisa da un episodio e Ghizzi si è dimostrato il valore aggiunto che tutti sapevamo; oggi abbiamo recuperato i punti persi contro la Base 96 nel recupero di mercoledì. Abbiamo riconquistato la vetta della classifica, ma non dobbiamo pensarci; dobbiamo continuare a lavorare come abbiamo sempre fatto e soprattutto c’è bisogno di recuperare a livello fisico per essere pronti a una sfida difficile come quella di domenica prossima contro la Vergiatese”.
Stefano Rasini (allenatore Besnatese): “Perdere così fa male soprattutto per il morale dei ragazzi che non meritavano la sconfitta. Abbiamo per lunghi tratti giocato meglio: sicuramente non è stata una bellissima partita, ma ho visto la mia squadra giocare a calcio e tener testa alla prima della classe. Fra l’altro ero sicuro che cambiassero modulo dato che all’andata li avevamo messi in difficoltà, per cui i ragazzi sono stati bravi anche a leggere la partita fin dall’inizio. Però se loro sono lassù un motivo c’è e lo hanno dimostrato oggi dato che sono riusciti cinicamente a portarsi a casa il match. Ci stava perdere qui, ma chiaramente così fa molto più male; adesso dovremo essere bravi a recuperare mentalmente per due match fondamentali contro Meda e Cob. Play-off? Pensiamo alla salvezza, poi vedremo”.

IL TABELLINO
MORAZZONE – BESNATESE 1-0 (0-0)
Morazzone
: Martignoni M. 6.5, Scuderi 6 (dal 22’ pt Canazza 6), Colavito 6.5, Patella 6, Bosetti 6.5, Picetti 6.5, Gerevini 6 (dal 19’ st Bovo 6), Libralon 6, Ghizzi 5.5, Vezzoli 5.5 (dal 30’ st Pascale 6), Romeo 5 (dal 37’ st Dozio 6). A disposizione: Costa, Egnoletti, Pozzi, Di Stefano, Boscolo. Allenatore: Stincone
Besnatese: De Stefano 6, Dal Cortivo 5.5, Cimino 6, Randon 6, Passafiume A. 6, Comani 6, Corcione 6.5, Martignoni S. 6, Passafiume F. 5 (dal 26’ st Russo 6), Bonfante 6 (dal 28’ st Angelucci 6), Dani 5.5 (dal 36’ st Cova). A disposizione: Novello, Bonizzoni, Cova, Gennari, Tosetto, Macchi, Berardi. Allenatore: Rasini
Arbitro: Costa di Busto Arsizio (Puerto-Camelia di Gallarate)
Marcatori: st: 49’ rig. Ghizzi (M)
Note: soleggiato, campo in ottime condizioni. Spettatori: circa 100. Ammoniti: Dal Cortivo (B), Martignoni S. (B), De Stefano (B). Espulsi: al 37’ st. Martignoni M. (M) per tocco di mano fuori dall’area. Angoli: 3-5. Recuperi: 1’+4’.

Inviato Matteo Carraro

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Lentatese – Gavirate 1-5 (0-3)
Lentatese:
Tagliabue, Perani, Pozzati (st 22’ Fossati), Termine, Fagone, Meroni T, Banfi (st 1’ Dell’Orto), Abd Alla, Picone (st 22’ Meroni W), Raviotta (st 1’ Innocenti), Malacarne (st 36’ Corti). A disposizione: Regina, Monti, Galimberti, Nelzi, Dell’Orto. Allenatore: Martelli
Gavirate: Teseo, D’Amico (st 26’ Caon), Petruzzi (st 20’ Testa), Esteri (st 14’ Bottone), Broggini, Candeliere, Di Noto (st 7’ Moro), Carretta, Qosaj (st 7’ Mendez), Miele, Galli. A disposizione: Albe, Jammeh, Boldini, Cinotti. Allenatore: Crippa
Arbitro: Schiavini di Crema
Marcatori:
pt 8’ Miele (G), 30’ Galli (G), 40’ Broggini (G); st 15’ Galli (G), 20’ Moro (G), 42’ Innocenti (L)
Il Gavirate travolge la Lentatese per 1-5 al termine di una gara chiusa già dopo i primi 45’. Miele spezza l’equilibrio in avvio, Galli raddoppia alla mezz’ora e Broggini cala il tris dieci minuti più tardi. Nella ripresa gli ospiti dilagano con Galli e Moro, mentre il gol della bandiera per i padroni di casa arriva nel finale con Innocenti.

Rhodense – Olimpia 2-4 (1-3)
Rhodense:
Mantovani, Formato (st 28′ Guarino), Gazzea (st 8′ Prada), Bonizzi, Degiorgio, Bezzi, Zanus, Castelnuovo (st 44′ Incoronato), Gentile, Caruso, Battaglia (st 20′ Beretta). A disposizione: Englaro, Galbiati, Pastori, Lodi. Allenatore: Raspelli
Olimpia: Rossi, Calizzi (st 41′ Di Dio), Brivio, Fiore, Zonta, Manera (st 35′ Chiurato), Arrigoni, Confeggi, La Iacona (st 38′ Monteverdi), Ferari (st 25′ Niesi), Papasodaro. A disposizione: Ambrosetti, Pasci, Santillo, Visconti, Piazza. Allenatore: Rinaldi
Arbitro:
Esposito di Bergamo
Marcatori:
pt 10’ Ferrari (O), 16’ e 32’ La Iacona (O), 34’ Formato (R); st 25’ Ferrari (O), 50’ Gentile (R)
Crollo casalingo della Rhodense che perde contro l’Olimpia, vittoriosa per 2-4, e abbandona la prima posizione della classifica. Ferrari apre le marcature al 10’ dribblando un avversario e trafiggendo Mantovani con un tiro sul secondo palo, La Iacona raddoppia al quarto d’ora con un colpo di testa su cross di Calizzi e segna nuovamente alla mezz’ora ribadendo in rete la conclusione di Arrigoni respinta dal palo. La Rhodense accorcia con Formato, ma viene rimessa a distanza di sicurezza al 25’ della ripresa dalla doppietta di Ferrari che sfrutta la verticalizzazione di Papasodaro. Ininfluente il gol di Gentile in pieno recupero che non serve ad evitare un pesante ko alla Rhodense.

Cob91 – Uboldese 1-5 (1-2)
Cob91:
Riboldi, Novi (st 1’ Ghidoni), Genovese D, Leone (st 36’ Calì), Genovese S, Andreotti, Bortolotti (st 25’ Mastrapasqua), Pioggia, Stellari (st 9’ Davì), Troiano, De Vita (st 21’ Personè). A disposizione: Marelli, Amelotti, Profeta, Disca. Allenatore: Provasi
Uboldese:
Menegon, Maggioni, Soldi, Colombo, Razzari, Corrado (st 33’ Petruzzellis), Tartaglione, Di Dito (st 36’ Besati), De Milato (st 31’ Morelli), Martucci, Papillo (st 41’ Galli). A disposizione: Giglio, Berti, Maiorano, Vismara, Muzzupappa. Allenatore: Maestroni
Arbitro:
Traversi di Brescia
Marcatori:
pt 3’ Tartaglione rig. (U), 14’ Leone (C), 35’ Papillo (U); st 4’ e 17’ Tartaglione (U), 21’ De Milato (U)
Netta vittoria dell’Uboldese che rifila un pokerissimo in trasferta alla Cob91. Dopo il rigore siglato da Tartaglione in avvio, gli ospiti pareggiano al quarto d’ora con un bel tiro al volo di Leone da fuori area sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Papillo riporta avanti gli ospiti intorno alla mezz’ora sfruttando al meglio il lancio di Martucci, poi ci pensa Tartaglione ad arrotondare il punteggio: prima segna con un pallonetto ad inizio ripresa, dieci minuti più tardi realizza la sua personale tripletta su punizione. Al 21’ c’è gloria anche per De Milato che si invola, salta in dribbling un avversario e buca per l’ennesima volta Riboldi.

Muggiò – Base 96 0-2 (0-2)
Muggiò:
Mancuso, Banfi (st 1’ Sanfilippo), Brevi (st 25’ Vacri), Cesana, Sessi, Ghezzi (st 9’ Ricci), Gigante (st 15’ Alitto), Odone, Ghidelli, Tentori, Zambrano (st 34’ Pozzi). A disposizione: Pungente, D’Agostino, Bonavoglia. Allenatore: Natobuono
Base 96:
Spada, De Laurentis, Molteni, Arienti, Cicola, Larese, Carraro (st 29’ Elezi), Molteni N, Giglio (st 42’ Ghezzi) , Panin (st 22’ Serafini), Filomeno (st 43’ Tagliabue). A disposizione: Frontino, Boniardi, Serafini, Meroni S, Busnelli. Allenatore: Castellazzi
Arbitro:
Nasca di Sesto San Giovanni
Marcatori:
pt 30’ Carraro (B), 38’ Giglio (B)
La Base 96 risolve la pratica Muggiò grazie a due reti a distanza ravvicinata a cavallo della mezz’ora del primo tempo. Prima Carraro viene innescato dal lancio di Larese, si inserisce partendo da posizione regolare e trafigge Mancuso con una precisione conclusione di destro, poi Giglio trova il raddoppio anticipando tutti di testa sulla punizione di Filomeno battuta dalla sinistra.

Guanzatese – Solaro 1-2 (1-2)
Guanzatese:
Fumagalli, Bonella, Bruschi, Sagnella (st 37’ Imperiali), De Boni, Favero, Girola (st 17’ Molteni), Scaccarabozzi (st 1’ Colombo), Paganini, Coppola, Pappalardo (st 9’ La Manna). A disposizione: Nava, Borghi, Santia, Cabrera, Puggioni. Allenatore: Papis
Solaro:
Ceveli, Messaoudi, Baglio, Bajoni (st 38’ Ferrari), Sponga, Quaglia, Prota  (st 42’ Piccolo), Mercorillo, Miculi (st 20’ Vottari), Sulka, Scherma (st 12’ Pizzato). A disposizione: Porro, Emiliano, Paolillo, Aloi. Allenatore: Crucitti
Arbitro:
Garbo di Monza
Marcatori:
pt 11’ Scherma (S), 13’ Bajoni (S), 21’ De Boni (G)
Il Solaro vince di misura sul campo della Guanzatese. Succede tutto nel primo tempo: dopo undici minuti Scherma devia in rete la punizione di Sulka, poco dopo tocca a Bajoni finalizzare un contropiede e segnare il gol del 2-0. Al 21’ De Boni accorcia di testa su calcio d’angolo. Nei rimanenti 70 minuti di partita il Solaro gestisce il vantaggio e contiene le iniziative della Guanzatese, senza peraltro correre grossi pericoli.

Meda – Saronno 1-0 (0-0)
Meda:
Giraldi, Manca (st 22’ Bianco), Orsi, Bonacina, Cortinovis, Parravicini, Cutuli, Marano, Pozzoli (st 41’ Galliani), Battaglino, Forni (st 30’ Frigerio). A disposizione: Roccatello, Citterio, Ronzoni, Fumagalli, Tavella, La Nigra. Allenatore: Cairoli
Saronno:
Nucera, Puzziferri, Carluccio, Rossi, Vannucci, Stevanin, Guerriero (st 29’ Busnelli), Morandi, Strano, Scavo, Bocellari (st 29’ Inzaghi). A disposizione Scolfaro, Spitaleri, Bonfrate, Szekeley, Confuorto, Balconi, Patea. Allenatore: Imburgia
Arbitro:
Saffioti di Como
Marcatori:
st 30’ Cutuli (M)
Il Meda supera il Saronno nel posticipo: decisiva la marcatura, alla mezz’ora della ripresa, di Cutuli che insacca sulla respinta di Nucera dopo il tentativo di Forni.

In redazione Indro Pajaro