Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

21^ giornata – Cas corsaro, l’Ispra ferma l’Aurora. Pareggia il Brebbia, bene il CantelloBelfortese

ISPRA – Incontro che merita una particolare attenzione quello che si disputa oggi tra Ispra e Aurora perché se quest’ultimi vengono da un periodo delicato si trovano di fronte un Ispra che vuole continuare a fare bene, insomma tre punti importanti in palio per entrambe le squadre. Primo tempo intenso giocato dalle due compagini a differenza del secondo contrassegnato molto dal nervosismo in campo e dal punto di vista tattico il livello è calato. Finisce 2 a 2 l’incontro.

IspraPRIMO TEMPO – Nei primi minuti le squadre non si scoprono più di tanto.Al 10’ punizione dal limite guadagnata dall’Aurora e tirata da Simone, un rasoterra respinto in angolo. Occasionissima per l’Ispra che vede come protagonisti Golisciano che serve a Ba Elhadji una palla che fa tremare la traversa. I ragazzi di mister Pasetti hanno messo il turbo, cercano il goal in ogni modo.
Al 18’ Verde S. con una zuccata non trova la misura della porta e la manda alta . Tapinetto la tenta, un tiro preciso ma non potentissimo intercettato dai guantoni del portiere.Rigore,un po generoso, concesso dall’arbitro al 25’ alla squadra ospite per un fallo commesso dal numero uno Sabatino che travolge Busatto in area . Si presenta sul dischetto Ruggeri che non sbaglia e spiazza il portiere.
Golisciano dalla bandierina serve Verde S. che gonfia la rete e pareggia subito i conti al 30’. Partita vivace in questo momento.Vernocchi poco dopo con un destro potente colpisce un’altra traversa. Bei primi 45 minuti giocati da tutte e due le formazioni , di certo non si sono risparmiate.

AuroraSECONDO TEMPO – Secondi 45 minuti che iniziano senza cambi nelle due formazioni.
Primo quarto un po’ stazionario in cui si crea poco e l’intensità di gioco si è abbassata rispetto al primo tempo. Al 18’ ecco che Vernocchi ha una buona possibilità ma manda la palla sul portiere. Dopo 3 calci d’angolo consecutivi al 27’ arriva il goal del vantaggio di Golisciano con una sassata imprendibile dal portiere.Gioia per tutta la squadra.Neanche il tempo di festeggiare che c’è un altro rigore concesso al 30’ all’Aurora per un fallo di mano commesso da Bouraya e trasformato da Ruggeri. Giocatori tesi in campo e ne risente anche lo spettacolo. Ultima occasione con Vernocchi che tira un fulmine parato dal portiere,

I MIGLIORI IN CAMPO
Golisciano(Ispra) 6.5
– non delude anche quest’oggi anche se in alcuni momenti è spento
Ruggeri (Aurora Cantalupo) 6.5– contribuisce con due goal pesanti per la sua squadra

IL TABELLINO
Ispra– Aurora Cantalupo 2-2 (1-1)
Ispra:
Sabatino 6, Cerutti 6, Verde F. 6,Becerrri 6 (dal st 18’Bouraya 5.5), Antonetti 6, Gaballo, Marzetta6 (dal st 18’ Sottocorna), Dardha 6, Verde S 6.5 (dal st 5’Lamorte 6), Golisciano 6.5 (dal st 46’ Pomi), Ba Elhadji 6 A disposizione:Tenti, Pomi,Bouraya, Lamorte, Sottocorna, Cialona Allenatore: Pasetti
Aurora Cantalupo: Pansera 6, Moneta6, Simone 6, Vernocchi 6, Banfi 6, Bortignon, Tapinetto 6, Moretta 6, Ruggeri 6, Busatto 6.5, Pasotti 6 (dal st 27’ Luraghi). A disposizione: Spirito, Mpongui, Castelli, Villacis, Luraghi, Gioeli, Gariboldi, El Atrouchi R, El Atrouchi A.  Allenatore:Senziani
Arbitro: Maracrida
Marcatori:
pt: 25’Ruggeri (A), 30’ Verde S (I) st: 27’ Golisciano (I), 30’ Ruggeri (A)
Note: Giornata soleggiata, campo in buone condizioni, spettatori 40 circa. Ammoniti: pt: 38’ Vernocchi(I) st: 15’ Antonetti(I), 27’ Pansera (A), 48’ Sottocorna (I) Espulso: st 35’ Banfi (A). Angoli: 6-2 Recupero: 3’+5’

Inviata Roberta Sgarriglia

————————————————————————————————————————————————————

BREBBIA – Pari che non accontenta nessuno a Brebbia. Nel primo tempo le squadre sono attente a non sbilanciarsi, si fa fatica a trovare spazi liberi, portieri sono raramente impegnati. Gialloblu lesti a concretizzare in una delle poche occasioni da gol nella prima porte. Il San Marco ha il merito di non demordere, e spingere sempre non appena la pressione del Brebbia lo concede. Partita equilibrata ed è un nuovo tiro da fuori a sbloccare il risultato, Possoni pareggia sul finale della prima parte. Nella ripresa cresce l’intensità e anche il nervosismo, gialloblu subito in vantaggio al primo minuto, ci sono poche geometrie e si viaggia sull’agonismo e il gioco fisico, nonostante l’inferiorità numerica il San Marco è pericoloso e pareggia con Vendemmiati. Non si passa più nè da una parte ne dall’altra. finisce 2 -2

BrebbiaPRIMO TEMPO – La squadra di casa si schiera in campo con un 4-3-3, gli ospiti rispondono con lo stesso modulo. Parte forte il Brebbia, determinato Milano ruba palla sulla trequarti e lascia partire un destro potente e angolato che trafigge Pitaro, è subito vantaggio gialloblu al 5′. La partita è ruvida, i duelli fisici non mancano e l’arbitro deve fischiare spesso. Al 14′ è di nuovo il Brebbia ad essere pericoloso, scambio a limite fra Milano e Mirabella che trova lo spazio per tirare, conclusione di poco alta. Due minuti dopo ci prova il San Marco, sugli sviluppi di un calcio di punizione Diouf fa da sponda per Andreolli che vede la porta ma il suo tiro è murato. I biancoblu producono una bella azione offensiva al 21′, giropalla da un lato all’altro del campo cercando il lato libro e arrivano al tiro con Lambertini, la difesa gialloblu chiude in angolo. Brutto scontro fra numeri 2, Principato si allunga il pallone e entra in scivolato in ritardo su Iouraini, l’arbitro non può che ammonirlo. Al 35′ la difesa del San Marco si fa trovare impreparato su lancio da dietro, Mirabella si agguanta sul pallone ma il suo diagonale e fuori di pochissimo. Subito i Biancoblu rispondono e sugli sviluppi di un calcio da fermo Roncato raccoglie palla da una mischia e conclude di potenza, grande risposta di Stefanelli che si fa trovare pronto. Insiste il San Marco, velo di Diouf su passaggio filtrante, Andreolli anticipato al momento di concludere. Vendemmiati tiene in apprensione la difesa gialloblu e al 42′ guadagna ancora una punizione dal limite che i biancoblu non riescono a sfruttare. Proprio allo scadere del primo tempo il San Marco vede concretizzati i suoi sforzi, sul alto sinistro la palla arriva a Passoni che lascia partire una conclusione angolatissima, Stefanelli in tuffo non ci arriva, è il pareggio del San Marco. Non c’è tempo per rispondere per il Brebbia e si negli spogliatoi sul 1 – 1.

San MarcoSECONDO TEMPO – Inizio a mille per il Brebbia, azione in velocità Reggiori imbuca per Mirabella che si presenta da solo davanti a Pitaro e freddissimo di sinistro sigla il nuovo vantaggio. Il San Marco non ci sta e spinge in avanti ma non è preciso negli ultimi 16 metri, non arrivano occasioni limpide. Al 20′ squillo di Vendemmiati, i biancoblu muovono palla da rimessa laterale da una parte all’altra palla all’attaccante che difende il pallone e conclude in porta per il 2 – 2. La partita sale di tensione e i giocatori in campo viaggiano nervosi, al 30′ accenno di rissa fra Principato e Mirabella, giallo per entrambi ma per il biancoblu è il secondo cartellino e lascia la sua squadra in dieci. Al 35′ il Brebbia ha la possibilità di vincerla, Reggiori và in azione solitaria seminando il panico, salta più avversari ma in area è lento a concludere e si lascia murare. Ancora Reggiori due minuti dopo, finte al limite per crearsi spazio, conclusione deviata in angolo. Nel finale i gialloblu ancora pericolosi con Cizzico sulla destra, scambio con Milano, conclusione del numero 15 ma  Pitaro nega la vittoria alla squadra di casa. Il Match non propone più squilli interessanti e si conclude con un 2 -2 che fa scontenti un pò tutti.

I MIGLIORI IN CAMPO
Milano (Brebbia)
6,5 Gioca per la squadra, si fa sempre vedere, generoso.
Vendemmiati (San Marco) 7 – Veloce e pericoloso, crea giocate e imprevedibilità.

I COMMENTI
Pizzuti (Allenatore Brebbia): “Siamo ripartiti dopo la partita di giovedì. Nel secondo tempo abbiamo avuto un calo fisico e poteva andare peggio. Dovevamo fare il due a zero nel primo tempo e chiuderla, avremmo indirizzato la partita in maniera diversa”.
Marchiorato (Allenatore San Marco): “Siamo entrati male in partita nei primi minuti, poi siamo entrati in partita e l’abbiamo raddrizzata. Con il match in bilico dispiace che qualcuno sia partito un pò con la testa, questo è il nostro limite. Fisicamente stiamo benissimo, dobbiamo liberare la mente per fare la differenza e avere un finale di campionato tranquillo”.

IL TABELLINO
Brebbia – San Marco 2 – 2 (1 – 1)
Brebbia:
Stefanelli, Iauraini (dal 1′ st Ventura), Marchesotto, Lombardo, Mazzotta, Galbignani, Squizzato (dal 18′ st Cizzico), Ruffo, Milano, Mirabella, Reggiori. A disposizione: Traore, Pascalis, Cizzico, Quadrelli, Ventura. Allenatore: Pizzuti Mario
San Marco: Pitaro, Principato, Landonio, Salmoiraghi, Primi, Roncato, Possoni (dal 1′ st Migliore), Diouf (Kuklev dal 1′ st), Andreolli (dal 1′ st Napolitano), Lambertini, Vendemmiati. A disposizione: Polimeni, Airoldi, Vergari, Passafiume, Migliore, Kuklev, Napolitano, Gallo, Carraro
Allenatore: Marchiarato Paolo
Arbitro: Barbuscio (Como)
Marcatori: pt: Milano 5′ (B), Andreolli (S); st: 1′ Mirabella (B), 28′ Vendemmiati (S)
Note: giornata soleggiata, terreno in erba . Spettatori circa 50. Ammoniti: Principato 26′ (S), Mirabella 30′ st (B), Principato 30′ st (S). Ruffo 32′ (B). Espulsi: Principato 30 st’ (S). Recupero: 0 + 4.

Inviato Antonio La Montagna

————————————————————————————————————————————————————

CANTELLO – Sulla carta forse potrebbe sembrare un sfida facile, ed invece non c’è nulla di scontato in Cantello Belfortese – Luino Maccagno. All’andata i rossoblù beffarono proprio i varesini, oggi gli uomini di Criscimanni tenteranno di prendersi la rivincita per tenere vivo il sogno playoff. Rivincita servita: Cantello Belfortese battese Luino Maccagno 2 a 0 grazie alle reti di Fontana e Bianchi.

CantelloBelfortesePRIMO TEMPO – Pronti via ci sono un paio di palle pericolose in area per parte poi il gioco si fa subito frammentato. Italiano riceve un colpo alla testa, poi rientra, va peggio a Dozzio che invece dopo uno scontro riporta un taglio al sopracciglio ed è costretto alle cura mediche, oltre che a rientrare in campo con una grossa fasciatura. Proprio lui al ritorno sul terreno di gioco tenta un tiro dalla distanza che lambisce il palo. È una gara disordinata ma intensa, i biancorossi non sfruttano con Fontana una punizione dalla incrocio delle linee, mentre sul fronte opposto ci pensa Boschini a mantenere il risultato intatto avendo la meglio a tu per tu con Lucanto. I padroni di casa provano a scuotersi dapprima con la chance per Italiano, quando dalla distanza tenta di prima intenzione vedendo Braccio fuori dai pali ma non trova lo specchio, poi con la punizione di Arena F. Il numero quattro ci prova di potenza, piega le mani al numero uno ma la sfera si stampa poi sulla traversa. Da un montante all’altr: questa volta al minuto 29 è Boschini a negare la gioia del gol a Dozzio che con un pallonetto prova a batterlo, ma il numero uno di casa ci mette la manona e manda sulla traversa. Non ci arrivano poi né Martini né Fontana sul tiro cross di Italiano, la palla scorre fuori. Al 33’ si mette in proprio Martini che raggira due avversari e poi scaglia di potenza, Braccia con una mano si salva grazie anche alla complicità del palo. Animi caldi e sfida continuamente frammentata, il Luino Maccagno è tutt’altro che arrendevole e prova ad alzare il baricentro grazie soprattutto a Bellini, che chiama a raccordo i suoi. Ultimi concitati minuti, i biancorossi cercano con qualche mischia di sbloccare il risultato prima del duplice fischio (in una lamentano anche un rigore per fallo di Dozzio su Italiano) ma non ci riescono, si va al riposo sullo 0 a 0.

Luino MaccagnoSECONDO TEMPO – Si riparte senza cambi e con la fortuna che non strizza l’occhio al Cantello visto che anche il tiro di Motta si stampa sulla traversa. Mentre i locali ogni tanto si complicano la vita da soli ed il Luino non ne approfitta, in fase offensiva costruiscono una palla d’oro con l’asse Fontana – Motta, ma al volo di prima intenzione e dentro l’area il terzino non trova lo specchio di un niente. Al 7’ però qualcosa cambia: lancio di Italiano, Fontana raccoglie, salta il diretto avversario e ringrazia battendo Braccio sul primo palo. 1 a 0. Per il 2 a 0 ci prova Italiano con una punizione, Braccio devia in corner. Lampo rossoblù con Belkhadir che riceve dal limite e con una serpentina si presenta negli ultimi sedici metri, destro prepotente Boschini si allunga e respinge al mittente. Per un altro episodio decisivo bisogna attendere il 25’ quando Bianchi di corner spizza di testa quanto basta per regalare ai suoi il 2 a 0. I biancorossi ora più sereni non hanno intenzione di accontentarsi e mister Criscimanni sceglie forze fresche. Al 32’ il neoenntrato Giacopinelli servito da Bianchi cerca di destro un tris che ora sarebbe anche legittimo, ma non trova il bersaglio. Il bersaglio non lo trova nemmeno Michelotti quando con un’incornata dalla bandierina la stampa direttamente all’incrocio, poi la palla finisce nelle mani dell’estremo difensore. Anche Lazzarini ha la chance buona ma dopo una bella involata manda oltre la traversa. Stessa sorte per il tiro di Giacopinelli. Gli uomini di Criscimanni potrebbero davvero rimpolpare il risultato in questi ultimi frangenti, ma la mira non è perfetta. Tre minuti di recupero che scorrono senza sussulti, al 93’ è gioia Cantello.

I MIGLIORI IN CAMPO
Fontana 7 – Cantello Belfortese:
ha il merito di aprire le marcature in una gara divenuta difficile, gioca sempre al servizio dei compagni.
Bellini 6.5 – Luino Maccagno: è il più lucido e quello che cerca di mettere ordine senza mai rinunciare a provarci.

I COMMENTI
Criscimanni (allenatore Cantello Belfortese):Oggi contava vincere, nel primo tempo abbiamo fatto fatica anche perché ci siamo un po’ lasciati coinvolgere dal loro modo di gioco, nella ripresa molto meglio invece, abbiamo indirizzato la gara nel verso giusto, il passivo sarebbe potuto essere più pesante ma credo che vada bene così anche nel rispetto di una squadra in una situazione difficile“.

IL TABELLINO
Cantello Belfortese – Luino Maccagno 2-0 (0-0)
Cantello Belfortese:
Boschini 7, Di Bari 7, Motta 7, Arena F. 6.5 (dal 37’ st Michelotti 6.5), Da Pos 6.5, Ossola 5.5, Bianchi 7 (dal 40′ st Adamo sv), Italiano 6.5, Fontana 7 (dal 27’ st Giacopinelli 6.5), Arena Y. 6.5, Martini 6.5 (dal 30’ st Lazzarini 6). A disposizione: Tripodi, Adamo, Mariano, Lazzarini, Michelotti, Candiloro, Giacopinelli. Allenatore: Criscimanni
Luino Maccagno:. Braccio 6, Testa 5.5, Ghelfi 6, Arioli 6, Iozzino 6, Bellini 6.5 (dal 33’ st Notturno 6), Belkhadir 6 (dal 26’ st Silipo 6), Dozzio 5.5, Lucanto 5.5 (dal 33’ st Rudi), Pezzi 5.5 (dal 26’ st Bianchi) , Tansini 6 (dal 35’ st Granai). A disposizione: Passera, Granai, Notturno, Rudi, Bianchi, Silipo, Cracas. Allenatore: Cracas.
Arbitro: Molino di Sesto San Giovanni
Marcatori: st: 7’ Fontana (C), 25’ Bianchi (C)
Note: Giornata serena, terreno in buone condizioni, spettatori 50 circa. Ammoniti: Testa (L), Arena Y. (C),  Dozzio (L), Arioli (L), Ghelfi (L). Angoli: 6-1. Recupero: 5’+3’.

Inviata Mariella Lamonica

RISULTATI E CLASSIFICA

 

Le altre partite

 

Vanzaghellese – Amici dello Sport 1-2 (0-0)
Vanzaghellese
. Rogora, Cobianchi, Moro, Lo Piccolo, Vago, Villa, Spadaccino, Suman, Izzo, Pisoni Stefano., Stefanazzi. A disposizione: Rogora, Grassi, Vago, Colombo, Stefanazzi, Pisoni, Quaini, Ascente, Ferioli. Allenatore: Trubia.
Amici dello Sport
: Heinzl, Tirelli, Vacirca (dal 15’ st Bolognini), Turconi, Panarese, Oldani, Caccia (dal 35’ st Alessi), Nardone, Berton, Agrello (dal 25’ st Azimonti), Cavaleri (dal 20’ st Castiglioni F). A disposizione: Ferni, Castiglioni L, Oprandi, Castiglioni F, Macchi, Alessi, Iorfida, Bolognini, Azimonti. Allenatore: Cau
Arbitro: Targa di Como
Marcatori: st: 20’ Izzo (V), 35’ aut. Stefanazzi (V), 92’ Berton (A)
Il big match finisce nelle mani del Cas di mister Cau che grazie ad un gol all’ultimo respiro di Berton si mette momentaneamente da solo in vetta.
Il primo tempo è piuttosto equilibrato, nonostante gli ospiti abbiano qualche chance in più grazie ai tiri di Nardone e Caccia (uno fuori ed uno parato).
Nella ripresa la sblocca Izzo quando raccoglie una palla in mezzo e di destro non sbaglia. Sempre Izzo va vicino al raddoppio di testa, palla fuori di un soffio. Poi al 35’ ci pensa Stefanazzi a rimettere tutto in equilibrio con una spizzata di testa sfortunata che batte il suo stesso numero uno. Ma non è finita perché al 92’ quando il neoentrato Alessi rifornisce con un cross basso Berton, l’attaccante va di tapin e regala il successo ai suoi.

Gorla Maggiore – Tradate 0-1 (0-1)
Gorla Maggiore: 
Savastano, Hushi, Pietroboni, Bernasconi, Caristina, Bahamad (dal 1’ st Voltan), Deservi (dal 43’ st Perri), Antonini, Ruggia (dal 30’ st Toutcha), Morelli (dal 1’ st Bene), Falsaperna. A disposizione: Galizia, Toutcha, Belvisi, Voltan, Bene, Perri, Tedesco. Allenatore: Contaldo
Tradate: 
Giugliano, Traorè (dal 26’ st Camara), Panuccio, Galluzzo D, Aresi, Akpolat, Calderaro (dal 46’ st Gigli), Guerrini (dal 30’ st Rossano), Dama, Re, Verna. A disposizione: Vanetti, Gigli, Rossato, Galluzzo M, Camara, Crivellari. Allenatore: Garantola
Arbitro: Rignanese di Legnano
Marcatori: pt: 30’ rig. Re (T)
Passa il Tradate in casa del Gorla Maggiore.
Il gol arriva al 30’ del primo tempo quando Caristina tocca con la mano in mischia, l’arbitro concede il penalty. Savastano non può nulla contro la freddezza di Re 0 a 1.
Le altre occasioni ed i ritmi si registrano tutte nella ripresa. I padroni di casa tentano di scuotersi, faticano a penetrare in area avversaria ci riescono però due volte: prima con il colpo di testa di Hushi, riflesso di Giugliano, poi il numero uno ospite si supera sull’incornata di Caristina nei minuti di recupero, e tiene intatto il risultato. Sul finale espulso anche Hushi per doppio giallo. Alla fine Tradate betta Gorla 1 a 0.

Folgore Legnano – Valceresio 1-1 (0-1)
Folgore Legnano: Bertuola, Panozzo, Castellotti, Cattaneo, Monti, Re (dal 26’ st Corizzo), Ciocia, Russo (dal 45’ st Gagliardi), Gazzardi, Moretta (dal 50’ st Scandroglio), Bertola (dal 41’ st Catalano). A disposizione:Colombo A., Gadda, Gagliardini, Scandroglio, Corizzo, Colombo F., Brun, Ristori, Catalano. Allenatore: Colombo
Valceresio: Dicara, Di Carluccio, Dell’Orto, Robustellini, Soave, Carini, Cinieri (dal 31’ st Premoli), Ndzie (dal 45’ st Iori), Ponti (dal 15’ st Ambrosoli), Piccinotti, Bosio (dal 24’ st Coccioli). A disposizione:Valvassori, Rania, Giardino, Premoli, Iori, Coccioli, Rigoni, Ambrosoli. Allenatore: D’Onofrio
Arbitro: Cannata di Lomellina
Marcatori: pt: 21’ Ponti (V); st: 11’ Gazzardi (F)
Pari e patta tra Folgore Legnano e Valceresio con un gol per tempo che alla fine fissa il risultato sull’ 1 a 1.
Gara piuttosto equilibrata nella prima frazione di gioco con un’occasione per parte. Quella ospite vale lo 0 a 1: Ndzie trova l’imbucata per l’attaccante che controlla, salta anche il portiere e fa centro. Quella di Bertola invece si stampa sulla traversa dopo una mischia da corner.
Nella ripresa Dicara si fa trovare pronto sia su Bertola che su Gazzardi poi nulla può sulla semirovesciata di quest’ultimo che vale il pareggio. Al 40’ chance per i ragazzi di Arcisate con Ambrosoli che si gira in un fazzoletto ma poi trova solo l’esterno della rete. Triplice fischio ed è 1 a 1.

Arsaghese – SolbiateInsubria 1-1 (0-0)
Arsaghese: 
Franishta, Ricci, Castoldi, Carnaghi (dal 1’ st Caimano), Mai, Nebuloni, Fontana C. (dal 45’ st D’Aloia), Lo Bello (dal 23’ pt Guidali – dal 39’ st Bernasconi), Gueye, Gandolfo (dal 40’ st Fontana M.), Palese. A disposizione: Cosentino, Bernasconi, Marterello, D’Aloia, Guidali, Caimano, Fontana. Allenatore: Marsich
SolbiateInsubria: Policastro, Ferrenti, Castelli, Bossi A, Cafaro, Monticelli, Gobbato (dal 6’ st Figliolia), Malumore, Cerutti (dal 30’ st Ana Petre), Ventura, Lo Giudice. A disposizione: Bottani, Bossi L, Ana Petre, Accetta, Lo Presti, Libralon, Manfredi, Mattiuz, Figliola. Allenatore: Castiglioni
Arbitro: Di Summa di Varese
Marcatori: pt 32’ Gobbato (S); st: 44’ Caimano (A)
Si dividono la posta Arsaghese e SolbiateseInsubria grazie alle reti di Gobbato per gli ospiti, e alla zampata allo scadere di Caimano.
Gara vivace con più di un’occasione per parte. Nel primo tempo Franishta è protagonista in positivo sia su Lo Giudice sia su Gobbato, poi nulla può quando il numero sette dimenticato in mezzo all’area finalizza un cross di Ferrenti. Dall’altra parte bene anche Policastro che respinge al mittente il tiro di Gandolfo ma in generale è un’Arsaghese un po’ fiacca.
Nella ripresa è sempre Franishta a tenere a galla i suoi, fin quando al minuto 44’ Fontana C. scodella in area, Nebuloni prolunga, Caimano ben appostato sul secondo palo non perdona. I ragazzi di Castiglioni tentano il tutto per tutto ma il doppio intervento Franishta prima e Nebuloni sulla linea poi, permettono all’Arsaghese di racimolare un punto prezioso.

Antoniana – Tre Valli 4-0 (2-0)
Antoniana: 
Melchiorre, Venturelli, Muggeri, Badjii, Larocca, Ranieri, Macchi, Santaniello, Mileo, Sorrentino, Venturelli. A disposizione: Paroni, Negri, Maneggia, Zaroli, Corbetta, Maglio, Ranieri, Tirdea. Allenatore: Pavone
Union Tre Valli:Zullo, Benedetto, De Maddalena, Coppola, Roca, Trizio, Borella, Grosset, Touili, Londino, Pastorelli E. A disposizione: Aiello, Gilardi, Frigeri, Harabi, Martini, Binda, Pastorelli N. Allenatore: Iori
Arbitro: Grignani di Saronno
Marcatori: pt: 33’ Macchi (A), 38’ Mileo (A); 8’ 31’ Venturelli (A)
Nella scontro salvezza l’Antoniana cala il poker e prolunga la striscia positiva di risultati.
Nel primo tempo ci pensa Macchi di testa da corner a sbloccare la gara, poi al 38’ Mileo sfrutta un errato disimpegno e vis a vis con Zullo non sbaglia. Si va al riposo sul 2 a 0.
Nella ripresa sale in cattedra Venturelli con una doppietta fotocopia: lancio sul filo del fuorigioco di Santaniello, il numero undici non perdona né all’8’ né al 31’. Nient’altro da registrare, Antoniana batte Union Tre Valli 4 a 0.

 

In redazione Mariella Lamonica