Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Promozione girone A

20^ giornata – Vola il Morazzone, crollo Rhodense. Vincono Vergiatese e Gavirate, pari Olimpia

VERGIATE – Riprende il campionato dopo lo stop della 19° giornata, rinviata per neve su molti campi. La Vergiatese, che nell’ultima partita disputata aveva vinto contro la Lentatese, ospita il Cob 91 reduce da un pareggio contro il Saronno. Allo scadere del primo tempo i padroni di casa sono in vantaggio di 3 goal. Dopo 90 minuti il risultato è sempre lo stesso: 3-0 sul campo di Vergiate.

VergiatesePRIMO TEMPO – Mister Gatti schiera un 4-1-3-2 con Shala regista davanti al centrocampo, mentre gli ospiti scendono in campo con un 4-3-2-1 con Troiano e Stellari alti dietro la punta Turchi. La partita è scoppiettante sin dai primi minuti di gioco, e di fatti i padroni di casa sbloccano subito il risultato con un tiro di Becerri a pochissimi metri dalla porta di Riboldi. Vergiatese in vantaggio all’8’. Nell’altra metà campo il Cob ha subito una grandissima occasione con Stellari solo davanti al portiere dopo un calcio di punizione. L’attaccante, però, perde l’attimo e Caputo è bravo a uscire e deviare la conclusione in calcio d’angolo. La Vergiatese insiste ancora e al 13’ si guadagna un calcio di rigore. Va Shala al dischetto e con un pallonetto sorprende Riboldi. Raddoppio dei padroni di casa in questa prima fase del match. Il Cob accusa il colpo e inizia a soffrire il pressing degli avversari, che mantengono piuttosto alto il baricentro della formazione. Al 23’ ci prova Personè da un calcio di punizione, ma il suo rasoterra non centra la porta e comunque la distanza era troppa per poter impensierire Caputo. Brivido al 28’ quando il Cob reclama un calcio di rigore, ma il direttore di gara non è dello stesso parere e fischia un fallo di mano a favore della Vergiatese. La tensione è alta e un dirigente del Cob viene allontanato dal campo per protesta. I due goal di vantaggio non fermano la Vergiatese che continua a mettere a dura prova la difesa del Cob, dimostrando di essere fisicamente superiore agli avversari. Mancano pochi minuti allo scadere del primo tempo quando Becerri lascia ancora il segno e liberatosi in area a destra di Riboldi si accentra velocemente e con un tiro rasoterra trova l’angolino opposto. La rete si gonfia per la terza volta e la partita sembra essere già chiusa.

Cob91SECONDO TEMPO – Triplo cambio nella formazione del Cob all’inizio del secondo tempo. Fuori Profeta, Leone e Stellari e dentro Bortolotti, De Vita e Morin. La Vergiatese, invece, mantiene gli stessi 11 che hanno dato prova di trovarsi in un’ottima condizione fisica. Il Cob scende in campo con un rinnovato entusiasmo per giocarsela a testa alta fino alla fine, indipendentemente dal tabellino. Di fatti impegna subito Caputo, che è costretto a un doppio intervento con i pugni su un calcio d’angolo e successiva ribattuta. Al 12’ ci prova Pioggia da fuori area, ma calcia alto sopra la traversa. Punizione pericolosa per la Vergiatese al 15’: va al tiro Becerri che da posizione defilata sulla fascia destra cerca direttamente la porta, ma la difesa del Cob è brava a intercettare la sfera. Buona uscita di Riboldi al 19’, che ferma in tempo Guarda troppo libero e solo in area. I padroni di casa sembrano rallentare leggermente il ritmo sicuri del risultato, senza per questo concedere molto agli avversari. Vanno di fatti vicino al quarto goal con una cavalcata di Martinoia a tu per tu con Riboldi. All’ultimo tocco, tuttavia, si allunga troppo il pallone che viene così intercettato dal portiere. Riboldi ancora reattivo allo scadere del tempo di gioco, con tre parate di file su possibili occasioni da rete dell’attacco della Vergiatese. C’è poco da fare, però, per la sua squadra, che al triplice fischio rientra sconfitta negli spogliatoi.

I MIGLIORI IN CAMPO
Becerri (Vergiatese) 8.5 – 
Non solo mette a segno due goal, ma si fa sempre trovare pronto in attacco e lavora bene anche in fase di costruzione.
Bortolotti (Cob 91) 6.5 –  Entra in campo con grinta nonostante il risultato avverso e porta un po’ di ordine e freschezza.

I COMMENTI
Gatti: (allenatore Vergiatese): “Un’ottima prestazione frutto dell’impegno dimostrato negli allenamenti. La classifica è migliorata molto con 4 vittorie e un pareggio nel girone di ritorno. Oggi abbiamo messo in cassaforte il risultato nel primo tempo, ma anche dopo i tre goal i ragazzi non si sono fermati e hanno continuato ad attaccare e a esprimersi. Il loro punto di forza è che corrono e si divertono ed è un vero piacere vederli in campo. C’è anche molta armonia e collaborazione tra i giovani e veterani, che è molto importante per costruire un bel gioco”.
Provas: (allenatore Cob 91): “Abbiamo incontrato una squadra forte. Hanno segnato subito e hanno mantenuto un bel ritmo per tutto il primo tempo. Noi abbiamo sbagliato un goal che avrebbe potuto portare la partita sull’uno pari e poi a loro è stato concesso il rigore. L’ultima nostra sconfitta risaliva a inizio dicembre: oggi torniamo a casa con 0 punti ma continueremo a lavorare per raggiungere l’obiettivo della salvezza”,

IL TABELLINO
VERGIATESE – COB 91 3-0 (3-0)
Vergiatese
: Caputo 7, Randon 7 (dal 44’ st Cattaneo n.c.), Azzolin 6.5, Shala 7.5, Cantoni 6.5, Trionfo 6.5, Martinoia 6.5, Vitulli 6 (dal 42’ st Baca n.c.), Kate 6 (dal 40’ st Bertani n.c.), Becerri 8.5 (dal 27’ st Caccia 6.5), Guarda 6 (dal 27’ st Inguimbert 6.5). A disposizione: Pappa, Lombardi, Cattaneo, Baca, Tatani, Dolce, Inguimbert, Caccia, Bertani. Allenatore: Gatti
Cob 91: Riboldi 5, Profeta 5.5 (dal 1’ st Bortolotti 6.5), Ghidoni 5.5, Leone 6 (dal 1’ st De Vita 6), Genovese S. 5.5, Andreotti 6, Personè 6 (dal 27’ st Novi 6), Pioggia 6, Turchi 5.5, Troiano 5.5, Stellari 5 (dal 1’ st Morin 6). A disposizione: Marelli, Genovese D., Novi, Mastropasqua, Stella, Disca, Bortolotti, Morin, De Vita. Allenatore: Provas
Arbitro: Scarano (Treve, Russo)
Marcatori: pt: 8’ Becerri (V), 14’ Shala (V), Becerri (V); st: ()
Note: Giornata coperta. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 100. Ammoniti: Profeta (C), Personè (C), Turchi (C), Azzolin (V). Calci d’angolo: 4-4. Recupero: 2’+4’.

Inviata Silvia Alabardi

————————————————————————————————————————————————————

GAVIRATE – È una vittoria di misura del Gavirate, ma il campo racconta un’ottima prova dei padroni di casa, in grado di controllare la partita fin dalle prime battute e trovare il gol allo scadere del primo tempo. il Muggiò costruisce poco, se non nell’assedio finale, ma dopo 7 minuti di recupero il Gavirate riesce a conquistare i tre punti necessari per restare in zona playoff.

GaviratePRIMO TEMPO – La prima conclusione della gara -alta sopra la traversa- arriva dai piedi di Cinotti dopo un bel movimento senza palla, in un inizio di gara in cui le squadre cercano spesso la profondità dettata dagli attaccanti. Specialmente Qosaj per il Gavirate e Zambrano per il Muggiò sono molto bravi nello scattare alle spalle della difesa avversaria, senza però riuscire mai a concludere. Prova a ravvivare la gara, per nulla scoppiettante dopo un quarto d’ora, Cesana con una bella rovesciata, centrale tra le mani di Teseo. Anche Qosaj, sempre attivo nei pressi dell’area del Muggiò, è vicino alla prima realizzazione del pomeriggio, quando una sua bella girata risulta essere un po’ strozzata per impensierire Mancuso. Con il passare dei minuti è il Gavirate ad avanzare di più in attacco, creando qualcosa con Di Noto e Cinotti ma senza produrre niente di pericoloso. I padroni di casa si affidano spesso e volentieri alle catene laterali, trovando con continuità Cinotti a sinistra e D’Amico sulla destra, ma il Muggiò difende bene la propria area di rigore. L’ultimo quarto d’ora del primo tempo regala decisamente più emozioni rispetto alla precedente mezz’ora, prima con le proteste del Gavirate prima per un presunto rigore, poi con quelle del Muggiò quando viene convalidata la rete di Candeliere allo scadere del tempo. Il direttore di gara, nonostante la segnalazione di fuorigioco del guardalinee, ha ravvisato un colpo di testa di un difensore del Muggiò che avrebbe riportato in posizione regolare Candeliere prima che quest’ultimo battesse Mancuso con una bella girata. Il primo tempo si conclude quindi sul punteggio di 1-0.

MuggiòSECONDO TEMPO – Pronti, via e il Gavirate ha subito sui piedi di Cinotti l’occasione del raddoppio, ma la diagonale dell’attaccante è di pochissimo larga a fil di palo. Sono sempre i padroni di casa a tenere il pallino del gioco durante l’inizio della ripresa, e le proteste si fanno sempre più veementi quando non viene assegnato un calcio di rigore per un intervento di Ghidelli ai danni di Cinotti. Non smettono le polemiche nei confronti dell’arbitro nemmeno quando viene segnalato in posizione di fuorigioco Qosaj, che aveva controllato bene il pallone e doveva superare soltanto Mancuso. Con il passare dei minuti il Gavirate cerca di controllare la partita, abbassando il ritmo e mantenendo il possesso del pallone, ma non rinuncia a spingere appena può sfruttando i soliti, incessabili movimenti senza palla di Qosaj, bravo a servire in mezzo all’area Cinotti, che non riesce a regalare il raddoppio ai suoi. Ha una bella occasione per il pareggio anche il Muggiò, che non appena esce fuori dalla sua metacampo trova un paio di buone soluzioni, senza però trovare la reta tanto agognata. Intanto il Gavirate si avvicina ancora di più al raddoppio al termine di una azione bellissima, tutta in verticale, nata da una progressione di Esteri, capace poi di trovare Mendez sulla fascia, ma la spizzata di testa di Miele esce di poco. Nell’ultimo quarto d’ora di gara sale la pressione degli ospiti, con Petruzzi che effettua una chiusura decisiva in area e Teseo che blocca il colpo di testa di Sessi. In contropiede il Gavirate non riesce a concludere, e nei minuti finali il Muggiò tenta il tutto per tutto, spostando il suo baricentro sensibilmente in avanti, con Ghidelli che sbaglia nettamente il suo diagonale di destro. Pochi secondi dopo Federico Caon scaglia un autentico missile da 30 metri che prende la traversa. L’arbitro assegna la bellezza di 7 minuti di recupero e il Muggiò si riversa con la forza della disperazione nell’area avversaria, ma il Gavirate è bravo nel ripartire bene e non soffrire troppo. La gara si conclude sul punteggio di 1-0.

I MIGLIORI IN CAMPO
Gavirate: Qosaj 7:
il centravanti del Gavirate disputa un’ottima prova, mettendo in mostra tutte le sue qualità: ricerca la profondità con i tempi giusti, si abbassa per giocare con la squadra, si gira velocemente, dimostra qualità nella visione e nei passaggi. Gli manca solo il gol.
Muggiò: Sessi 6.5: il centrale del Muggiò ha di che tenersi occupato quest’oggi, con un Gavirate che bazzica spesso e volentieri nell’area avversaria. Ma Sessi disputa una buona prova, dimostrando anche della qualità in fase di prima impostazione.

I COMMENTI
Crippa (allenatore Gavirate): “Vittoria di misura ma prestazione molto convincente, bisognava uscire da una situazione di stallo, finalmente siamo riusciti a fare gol. La forza della squadra sta anche nei giovani che entrano dalla panchina e ci danno tanto. Abbiamo 20 titolari.”
Natobuono (allenatore Muggió): “È stata una gran partita da parte dei nostri ragazzi, contro la squadra più tecnica del girone. C’è molto da recriminare per quanto riguarda il gol, sono quasi due mesi e mezzo che non vinciamo. Anche oggi ci è girata male.”

IL TABELLINO
GAVIRATE – MUGGIO’ (1-0)
Gavirate:
Teseo, D’Amico, Jammeh (6’ st Carretta), Esteri, Broggini, Candeliere, Caon, Testa (17’ st Mendez), Qosaj (31’ st Galli), Di Noto (16’ st Petruzzi), Cinotti. A disposizione: Albe, Petruzzi, Triacca, Carretta, Galli, Pinorini, Mendez, Moro, Miele (Miele 23’ st). All: Crippa.
Muggiò: Mancuso, Ricci (5’ st Banfi), Sanfilippo (Brevi 29’ st), Cesana, Sessi, Ghezzi, Zambrano, Odone, Ghidelli, Gigante, Vacri (19’ st Alitto). A disposizione: Pungente, Brevi, Pozzi, Alitto, D’Agostino, D’Apice, Banfi, Crema. All: Natouono
Arbitro: Petrov di Roma (Nicolò – Tomarchio)
Marcatori: pt 45′ Candeliere (G)
Ammoniti: st: Cinotti 14’ (G), Qosaj 14’ (G), Teseo 45’ (G), Broggini 47’ (G)

 Inviato Marco Mastrorilli

RISULTATI E CLASSIFICA

Le altre partite

Base 96 – Rhodense 3-0 (0-0)
Base 96:
Spada, De Laurentis, Petri, Quitadamo, Cicola (st 49’ Busnelli), Larese, Filomeno (st 43’ Elezi), Molteni N, Giglio, Panin (st 47’ Arienti), Pozzi. A disposizione: Frontino, Ballabio, Boniardi, Busnelli, Cerri, Serafini. Allenatore: Castellazzi
Rhodense: Mantovani, Pastori, Gazzea (st 34’ Beretta), Bonizzi (st 13’ Prada), Degiorgio, Galbiati, Zanus, Castelnuovo, Gentile, Caruso (st 26’ Incoronato), Battaglia. A disposizione: Englaro, Bezzi, Rudello, Lodi, Guarino. Allenatore: Raspelli
Allenatore: Castellazzi
Arbitro:
Gabbio di Crema
Marcatori:
st 10’ Panin (B), 40’ Pozzi (B), 42’ Giglio (B)
Brutta caduta della Rhodense che perde per 3-0 sul campo della Base 96. Dopo un primo tempo in equilibrio, al 10’ della ripresa Panin porta avanti i padroni di casa. Pozzi raddoppia al 40’ e poco dopo c’è gloria anche per Giglio che arrotonda il risultato.

Besnatese – Fagnano 2-2 (1-2)
Besnatese:
De Stefano, Passafiume A, Dal Cortivo, Randon F, Martignoni, Comani, Berardi, Dani, Angelucci, Bonfante (st 42’ Russo), Cova Caiazzo (st 11’ Passafiume F). A disposizione: Novello, Cimino, Bonizzoni, Macchi, Tosetto. Allenatore: Rasini
Fagnano:
Bertagnoli, Putignano (st 13’ Paredes), Savoldi, Mastromarino (st 23’ Cicchetti), Bacchion, Toma, Beltemacchi, Galbiati, Manuzzato, Ingribelli (st 27’ Abati), Garri (st 44’ Clerici). A disposizione: Trubia, Plebani, Garzonio, Cicchetti, Beltemacchi, Rondanini. Allenatore: Raza
Arbitro:
Cremonesi di Lodi
Marcatori:
st 2’ Berardi (B), 31’ rig. e 34’ Manuzzato (F); st 30’ Angelucci rig. (B)
Besnatese e Fagnano animano una sfida condita da quattro goal e tornano a casa con un punto ciascuna. Pronti-via e Berardi sfrutta un assist di Angelucci e fa 1-0 con un tiro dall’interno dell’area di rigore. La risposta del Fagnano si materializza in un terribile uno-due firmato da Manuzzato tra il 31’ e il 34’ che vale il sorpasso: prima pareggia su rigore, poi anticipa tutti e mette dentro il cross di Ingribelli. La Besnatese riesce a rimettere le cose in parità nel secondo tempo. Angelucci realizza, con l’aiuto del palo, il rigore del definitivo 2-2 concesso per fallo su Martignoni.

Saronno – Morazzone 0-5 (0-4)
Saronno:
Nucera, Vannucci, Carluccio, Guerriero (st 12’ Inzaghi), Confuorto, Stevanin (st 8’ Puzziferri), Morandi, Rossi (st 27’ Busnelli), Strano, Scavo, Bocellari (st 20’ Szekeley). A disposizione Scolfaro, Spitaleri, Di Benedetto, Balconi, Patea. Allenatore: Imburgia
Morazzone
: Martignoni, Scuderi, Colavito, Patella (st 27’ Pascale), Bosetti, Picetti, Gerevini (st 18’ Bovo), Libralon, Ghizzi (st 23’ Di Stefano), Vezzoli, Romeo. A disposizione: Baialuna, Canazza, Costa, Pozzi, Boscolo, Bernasconi. Allenatore: Stincone
Arbitro:
Orio di Milano
Marcatori:
pt 3’ e 44’ Ghizzi (M), 17’ Romeo (M), 40’ Picetti (M); st 5’ Romeo (M)
Larga vittoria della capolista Morazzone che rifila un perentorio 5-0 al Saronno. Partita già chiusa nei primi 45’. Ghizzi sblocca in apertura con una splendida rovesciata, Romeo raddoppia al 17’ approfittando di un errore difensivo, poi ci pensano Picetti (sugli sviluppi di un corner) e ancora Ghizzi ad appesantire il punteggio. L’ultima rete è opera di Romeo, che al 5’ della ripresa si libera bene in area e fulmina Nucera.

Olimpia – Meda 1-1 (1-0)
Olimpia:
Rossi, Calizzi, Brivio, Fiore, Zonta, Manera, Arrigoni, Confeggi, La Iacona, Ferari, Piazza (st 17’ Niesi). A disposizione: Ambrosetti, Chiurato, Pasci, Papasodaro, Monteverdi, Santillo, Visconti, Sassi. Allenatore: Rinaldi
Meda:
Cassina, Ronzoni (st 14’ Tavella), Orsi, Fumagalli (st 7’ Manca), Cortinovis, Parravicini, Cutuli (st 43’ Miucci), Bianco (st 20’ Marano), Pozzoli, Battaglino, Maugeri (st 40’ Forni). A disposizione: Giraldi, Citterio, Frigerio, Lanigna. Allenatore: Cairoli
Arbitro:
Colombo di Legnano
Marcatori:
pt 25’ La Iacona rig. (O); st 23’ Cutuli (M)
Bella partita tra Olimpia e Meda, senza clamorose occasioni da una parte e dall’altra, terminata con un giusto pareggio per quanto visto in campo. Al vantaggio dei padroni di casa siglato da La Iacona su rigore al 25’ del primo tempo, risponde Cutuli con un gol in mischia al 23’ della ripresa.

Solaro – Lentatese 2-1 (1-1)
Solaro:
Ceveli, Messaoudi, Baglio, Bajoni (st 31’ Piccolo), Greco, Quaglia (st 10’ Sponga), Prota (st 43’ Ferraro), Mercorillo, Miculi (st 25’ Vottari), Sulka, Emiliano (st 10’ Pizzato). A disposizione: Porro, Sponga, Bara, Scherma, Paolillo. Allenatore: Crucitti
Lentatese:
Tagliabue, Meroni T, Perani, Rampoldi (st 40’ Corti), Fagone, Fontana, Malacarne (st 31’ Secchi), Dalla, Picone (st 41’ Dell’Orto), Termine, Innocenti. A disposizione: De Nicolo, Meroni W, Fossati, Raviotta, Amaro, Banfi. Allenatore: Martelli
Arbitro:
Andreoni di Milano
Marcatori:
pt 23′ Miculi (S), 36′ Picone (L); st 46′ Mercorillo (S)
Il Solaro supera di misura la Lentatese per 2-1. Miculi apre le marcature finalizzando uno scambio con Messaoudi che lo mette davanti al portiere; una rimessa laterale battuta in modo sbagliato dalla Lentatese, ma non ravvisata dalla terna, permette a Picone di pareggiare punendo la retroguardia di casa rimasta ferma in attesa di un fischio. Nella ripresa, in pieno recupero, ci pensa Mercorillo a regalare la vittoria ai padroni di casa con una conclusione da distanza ravvicinata.

Uboldese – Guanzatese 3-3 (3-2)
Uboldese:
Menegon, Di Vito, Soldi, Valenzano, Razzari (st 7’ Colombo), Bartucci, Tartaglione, Petruzzellis, De Milato, Martucci, Muzzupappa. A disposizione: Giglio, Porchera, Berti, Besati, Galli, Papillo, Morelli, Corrado. Allenatore: Maestroni
Guanzatese: Fumagalli, Bonella, Coppola, Sagnella (st 35’ Imperiali), De Boni (st 1’ Favero), Bruschi, Girola, Molteni (st 16’ Colombo), Puggioni (st 1’ Paganini), Scaccarabozzi, Pappalardo (st 7’ Lamanna). A disposizione: Maugeri, Borghi, Santin, Cabrera. Allenatore: Papis
Arbitro:
Ruggeri di Bergamo
Marcatori:
2’ pt Coppola (G), 22’ Girola (G), 38’ Martucci (U), 43’ Tartaglione rig. (U), 46’ De Milato (U); st 14’ Paganini (G)
Tanti gol tra Uboldese e Guanzatese che si spartiscono la posta in palio. Succede quasi tutto nel primo tempo. Coppola porta subito in vantaggio gli ospiti dopo 2’, Girola raddoppia al 22’ sfruttando un errore di De Vito. Martucci accorcia al 38’, poi Tartaglione pareggia su rigore al 43’ e De Milato completa il sorpasso insaccando su assist dello stesso Tartaglione. Al quarto d’ora della ripresa il neoentrato Paganini riceve da Bruschi e non sbaglia: finisce 3-3.

In redazione Indro Pajaro