Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Calcio, Prima Categoria girone A

20^ giornata – Il Gorla vince il big match e si avvicina alla vetta, goleada Ispra. Valceresio bloccata, tris Cas

ISPRA – Si ritorna in campo dopo che la neve della scorsa settimana ha fermato i campi. Oggi i ragazzi di mister Pasetti ospitano il Luino-Maccagno che non naviga in acque buone anzi le possibilità di salvarsi sono poche. L’Ispra al contempo se vuole stabilirsi nella metà classifica non deve compiere falsi passi. Domina i 90 minuti l’Ispra che schiaccia un Luino in grande difficoltà e che conferma la stagione da dimenticare. Finisce 6 a 2.

IspraPRIMO TEMPO – Dopo 7 minuti primo tiro per i ragazzi di casa con Golisciano che su passaggio di Ba Elhadji manda la palla di poco fuori.Subito dopo occasione per il Luino che su calcio d’angolo non riesce a sfruttare una mischia in area. Ripartenza per l’Ispra con Ba Elhadji che tira e c’è l’intervento magistrale del portiere che respinge in angolo. Al 15’ Verde mette a segno il goal del vantaggio con un bel tiro potente. Di nuovo occasione per l’Ispra ancora con Ba Elhadji che a tu per tu non riesce a trovare la porta. Al 22’ ecco che arriva il goal di Ba Elhadji, lasciato libero in area insacca la rete. Il Luino non c’è in campo e la squadra di casa ne approfitta: al 26’ secondo goal di giornata di Verde che da fuori area porta i suoi sul 3 a 0. Tutto semplice oggi per l’Ispra e al 36’ Marzetta  mette a segno il quarto goal. Prima frazione di gioco in cui si vede solo la squadra di casa.

LuinoSECONDO TEMPO – Al 15’ della ripresa goal di Antonetti che sfrutta un calcio d’angolo. Calcio di rigore assegnato al Luino dopo un minuto. Sul dischetto si presenta Testa che non sbaglia e regala un goal ai suoi ma che non basta a risollevare l’animo. Al 21’ doppietta di Be Elhadji che con un pallonetto beffa il portiere. Non demordono i ragazzi del Luino e trovano il secondo goal al 36’ segna Silipo con un colpo di testa. Un po più presente il Luino in questa seconda frazione di gioco ma non basta per cambiare una partita decisa già dal primo tempo.

I MIGLIORI IN CAMPO
Verde F. (Ispra) 7
–  in questa giornata contrassegnata da tanti reti non solo ha contribuito segnando una doppietta ma si dimostra un giocatore solido e si presta al servizio dei suoi
Belkhadir (Luino-Maccagno) 6– il migliore tra i suoi, copre bene la sua area.

I COMMENTI
Pasetti (allenatore Ispra): “Arriviamo da 2 settimane in cui stiamo lavorando bene. I giocatori sono contenti per il momento. Oggi la partita non fa testo anche se non era da sottovalutare. Abbiamo già giovedì un recupero e poi domenica, e in queste due partite ci dobbiamo riconfermare. La società vuol fare bene e vuole arrivare tra le prime cinque”.

IL TABELLINO
Ispra– Luino-Maccagno 6-2 (4-0)
Ispra:
Sabatino 6.5, Cerutti 6.5, Verde F. 7, Becerri 6, Magistri 6.5 (dal st 15’ Pomi), Gaballo 6.5, Marzetta6.5 (dal st 1’ Lamorte6.5), Dardha 6(dal pt 36’ Bouraya 6),Verde S 6.5(dal st 11’ Antonetti 6), Golisciano 6.5 (dal st 11’ Sottocorna 6), Ba Elhadji 7A disposizione:Tenti, Pomi, Bouraya,Antonetti,Sottocorna,Lamorte,Cialona Allenatore: Pasetti
Luino-Maccagno: Passera 5.5 , Berisha 6 (dal st 1’Bianchi 6), Iozzino5.5,Bellini 6, Arioli 5.5, Pariotti 5.5 (dal st 36’Pizzuti), Zanzi6.5 (dal st 1’ Notturno6), Dozzio 6.5, Belkhadir 6 (dal st 11’ Granai6), Pirai5.5 (dal st 26’ Silipo 6), Testa 6.  A disposizione:Braccio, Granai, Pizzuti,Silipo, Imatralica, Bianchi, Notturno   Allenatore:Castellotti
Arbitro: Zamigna
Marcatori: pt: 15’ Verde(I), 22’ Ba Elhadji(I), 26’ Verde(I), 36’ Marzetta(I) st: 15’Antonetti(I), 16’ Testa(L), 21’ Be Elhadji(I),36’ Silipo(L)
Note: Giornata nuvolosa, campo in discrete condizioni, spettatori 20 circa. Ammoniti: pt:41’Gaballo(I) st: 4’ Iozzino(L), 13’ Pomi(I)Angoli: 6-3 Recupero: 2’+3’

Inviata Roberta Sgarriglia

————————————————————————————————————————————————————

ARCISATE – Valceresio e Brebbia si scontrano in un match che vede le due squadre lottare per obiettivi completamente diversi, ma ne esce un pareggio a reti bianche, a seguito di una partita giocata per lunghi tratti sottoritmo. Primo tempo anonimo, praticamente senza occasioni da gol. Ripresa decisamente più vivace, ma il risultato non cambia; da segnalare il rigore fallito da Piccinotti al 65’, complice un grande intervento di Stefanelli.

Valceresio-BrebbiaPRIMO TEMPO – 4-4-2 per la Valceresio con Piccinotti e Rigoni larghi a supportare la manovra offensiva con Ponti davanti e Cinieri che gli ruota intorno. Ndzie e Robustellini agiscono in mezzo al campo, mentre in difesa si ricompone la classica linea a quattro con Azzolin e Di Carluccio terzini, Soave e Carini centrali; in porta Dicara. Risponde il Brebbia affidandosi al 4-4-2 a rombo con Galbignani vertice basso di centrocampo e Squizzato alto dietro alle due punte Reggiori e Mirabella; Ruffo e Louraini larghi completano il reparto centrale. Linea difensiva composta da Frattini, Lombardo, Mazzotta e Marchesini, schierata a protezione dell’estremo difensore Stefanelli. Partita che stenta a decollare, molto combattuta a centrocampo. L’unico sussulto nei primi venti minuti è un’innocua punizione di capitan Carini al 13’ respinta senza troppe difficoltà dalla barriera. Al 21’ una dormita colossale dell’accoppiata Marchesotti-Louraini favorisce l’inserimento in area di Cinieri, ma la conclusione mancina dell’attaccante sorvola la traversa. Al 26’ punizione dal limite per il Brebbia: stesso esito vista dalla parte opposta con la barriera che respinge. A tre minuti dall’intervallo debole tentativo in girata di Louraini che Dicara blocca in due tempi. Si conclude senza recupero un primo tempo giocato davvero a ritmi blandi.

Valceresio-Brebbia 2SECONDO TEMPO – In avvio di ripresa ci prova Robustellini con una conclusione da limite, facile per Stefanelli. Risponde il Brebbia al 7’ con il colpo di testa di Reggiori, anche se troppo debole per impensierire Dicara. Al 20’ l’episodio che potrebbe cambiare il match: Ponti, partito in posizione sospetta, è bravo a guadagnarsi un rigore per fallo di Marchesotti, ma Piccinotti si fa ipnotizzare da Stefanelli che con un grande intervento alla sua destra devia il penalty in angolo. Sul ribaltamento di fronte batti e ribatti in area a seguito di una punizione dalla trequarti con Milano che liscia clamorosamente il pallone da buona posizione. La partita sembra finalmente accendersi e al 26’ la Valceresio trova lo spiraglio vincente con il tocco di punta di Ponti, ma il gol viene annullato per il precedente tocco con il braccio di Ambrosoli. È lo stesso Ambrosoli a sfiorare il gol con un gran colpo di testa al 36’ che però s’infrange sulla traversa. Al 41’ bolide dalla distanza del neo-entrato Coccioli, fuori non di molto. Clamorosa occasione al 45’ giocata sull’asse Coccioli-Di Carluccio con la palla messa in mezzo per Piccinotti che, a porta spalancata, sfiora appena il pallone concludendo incredibilmente a lato; giornata no per il fantasista della Valceresio. Nel recupero Ambrosoli da buona posizione su angolo non trova l’inzuccata vincente. Pochi istanti dopo Cinieri spara alto da buona posizione; è l’ultima occasione del match che si conclude sullo 0-0, non senza rimpianti per i padroni di casa che nel secondo tempo hanno se non altro provato a fare il risultato.

I MIGLIORI IN CAMPO
Cinieri (Valceresio) – voto 6.5
: Valceresio non particolarmente brillante oggi; Cinieri è tra i pochi a provar continuamente la giocata, anche se non sempre gli riesce, come nell’occasione finale.
Stefanelli (Brebbia) – voto 7: non particolarmente impegnato, ma è prodigioso l’intervento sul rigore di Piccinotti che salva il risultato. Fortunato in occasione della traversa.

I COMMENTI
Basso D’Onofrio (allenatore Valceresio)
: “Sono contento della prestazione dato che non era facile riprendere dopo praticamente venti giorni di inattività; chiaramente non sono contento del risultato dato che oggi ci è mancato solo il gol. Pareggite? Ci sono pareggi e pareggi: oggi secondo me meritavamo qualcosa di più, ma è andata così e dobbiamo accettarlo. Ora testa alla prossima dato che andremo ad affrontare la capolista in una gara importante, ma non decisiva. All’andata li avevamo battuti quando nessuno dava loro credito; adesso troveremo un’altra squadra totalmente in fiducia, ma sono ottimista: andremo la per fare la nostra partita e portare a casa il risultato”.
Mario Pizzuti (allenatore Brebbia): “Un buon punto ottenuto su un campo difficile, un pareggio meritato a seguito di una partita equilibrata nonostante loro nel finale abbiano spinto tanto. Ultimamente stiamo facendo bene e abbiamo preparato al meglio il girone di ritorno, per cui vogliamo arrivare il prima possibile alla quota salvezza. Arbitraggio? Ho sempre difeso la classe arbitrale e oggi non fa eccezione: non ho criticato la scelta del rigore, ma la posizione che mi sembrava più che dubbia e a fine partita alcuni avversari hanno sportivamente confermato che era fuorigioco netto. In ogni caso come possono sbagliare i calciatori possono sbagliare gli arbitri; oggi comunque è andata bene”.

IL TABELLINO
VALCERESIO – BREBBIA 0-0 (0-0)
Valceresio
: Dicara 6, Di Carluccio 6.5, Azzolin 5.5 (dal 10’ st Dell’Orto 6), Robustellini 6, Soave 6, Carini 6, Rigoni 6 (dal 18’ st Ambrosoli 6), Ndzie 5, Ponti 6 (dal 39’ st Coccioli sv), Piccinotti 4.5, Cinieri 6.5. A disposizione: Valvassori , Visconti, Giardino, Premoli, Iori, Puka. Allenatore: D’Onofrio
Brebbia: Stefanelli 7, Frattini 6, Marchesotti 5, Lombardo 6, Mazzotta 6, Galbignani 5.5 (dal 13’ st Milano 6), Louraini 6.5, Squizzato 6, Ruffo 6, Mirabella 5.5, Reggiori 6. A disposizione: Mattioni, Traore, Pascalis, Stigliani, Quadrelli. Allenatore: Pizzuti
Arbitro: Chiariello di Legnano
Note: nuvoloso alternato a debole pioggia, campo in brutte condizioni. Spettatori: circa 150. Ammoniti: Azzolin (V), Galbignani (B), Carini (V), Reggiori (B), Ndzie (V). Angoli: 6-3. Recuperi: 0+4’.

Inviato Matteo Carraro

————————————————————————————————————————————————————

CERRO MAGGIORE – È super sfida in via Asiago dove si affrontano due squadre appaiate in classifica ovvero l’Aurora Cerro Cantalupo ed il Gorla Maggiore. I primi devono scuotersi dopo aver perso qualche punticino in queste prime uscite del 2019, i gorlesi invece cercano di sfatare il tabù big match che non li ha ancora visti vittoriosi. Tabù sfatato, un Gorla tutto cuore vince 1 a 0 in casa dell’Aurora Cantalupo grazie ad un gol di capitan Ippolito.

AuroraPRIMO TEMPO – Bastano 5’ al Gorla Maggiore per passare in vantaggio: schema da punizione battuta da Caristina, palla che arriva a capitan Ippolito bravo con un pallonetto di esterno destro a beffare una retroguardia non impeccabile. 0 a 1. I bianconeri potrebbero anche raddoppiare quando poco dopo Ippolito crossa dalla bandierina e Falsaperna non impatta come dovrebbe da due passi. Ospiti più propositivi in questo inizio gara, i biancorossi invece sono più imprecisi soprattutto in fase d’impostazione. L’Aurora prova ad alzare il baricentro ma si fa vedere dalle parti di Galizia solo al 23’ quando prima Ruggeri tenta una rovesciata da fuori area, il numero uno blocca senza patemi, e poi con il mancino di D’Ascanio che invece fa la barba al palo. Prima degna di nota anche l’incursione di Bene che scippa un pallone sulla trequarti ma che poi in area appoggia corto per l’accorrente Falsaperna. Ritmi alti, azioni un po’ difficoltose anche a causa di un campo piuttosto pesante; gli uomini di Senziani si accendono ad intermittenza ma faticano a rendersi effettivamente pericolosi, vedi il tiro di Moretta al 43’ che non trova lo specchio. C’è ancora tempo per un brivido prima del duplice fischio: punizione dalla destra di Bahamad, il numero sei calcia un tiro cross da oltre 30 metri che sta per terminare la sua corsa all’incrocio dei pali, si salva davvero in extremis Pansera che ci mette la punta delle dita e devia in angolo. Dopo il tiro dalla bandierina si chiude la prima frazione di gioco. Un Gorla più coraggioso e più pimpante chiude meritatamente avanti rispetto ad un’Aurora che pare aver perso lo smalto dei giorni migliori ma che ha tutte le carte in regola per invertire le sorti del match.

GorlaSECONDO TEMPO – Formazioni invariate, si ricomincia. Il più determinato fra i biancorossi pare essere Ruggeri che si fa vedere in più circostante, ma la retroguardia ospite è solida e attenta nel chiudere ogni spiraglio. Occasione al 9’ per i locali con il tiro da fuori di Vernocchi, respinta di Galizia sulla ribattuta è pronto Busatto ma spara alto da posizione favorevolissima. E dopo questa azione Senziani sceglie forze fresche: ecco Simone e Luraghi al posto di Villacis e Moretta. È una gara avara di occasioni, i biancorossi nonostante abbiano guadagnato qualche metro non riescono né a trovare sbocchi né ad essere esenti da errori di precisione, Gorla ci mette compattezza e si affida ai contropiedi, guadagnando anche qualche calcio d’angolo che però non si trasforma in chance da gol. Al 26’ punizione dai venti metri, s’incarica della battuta Ruggeri, palla oltre la traversa. Stessa sorte per il tira da fuori di prima intenzione di Simone, l’Aurora non trova il bersaglio. Al 30’ si mette in proprio Ippolito che raggira un difensore, vince un contrasto e poi ci prova di sinistro ma non angola abbastanza, blocca Pansera. Squadre stanche e lunghe ora, si fa fatica in ogni zona ma mentre il Gorla prova tiene dura, l’Aurora prova a raccogliere le ultime energie. Contaldo sceglie Morelli e Toutcha per il finale. Al 41’ D’Ascanio prova ancora da fuori, sinistro insidioso Galizia blocca in tuffo. Aurora a trazione anteriore negli ultimi frangenti. Arrivano anche 5’ minuti di recupero, l’Aurora ci prova con una serie di mischie ma il risultato non cambia più. 0 a 1.

I MIGLIORI IN CAMPO
Bortignon 6 – Aurora Cantalupo:
è il capitano ed è l’ultimo a mollare in una gara piuttosto complicata dove l’Aurora dimostra di essere in un periodo un po’ in ombra.
Antonini 7.5 – Gorla Maggiore: il giustiziere del match è Ippolito, la sostanza imprescindibile è di Bahamad, ma il giovane ’99 merita davvero una lode per una gara dove ci mette personalità e grande attenzione fino alla fine.

I COMMENTI
Contaldo (allenatore Gorla Maggiore):Lo abbiamo detto e lo ripetiamo sempre, in un campionato come questo ogni partita è uno scontro diretto, ogni partita vale tantissimo, abbiamo fatto altre buone prestazioni con altre squadre d’alta classifica dove abbiamo raccolto meno di quanto meritassimo, certo vincere contro una squadra che ha così tanta qualità ci rende ancora più contenti, ma in realtà siamo contenti per come stiamo reagendo a tutte le mille vicissitudini di questa stagione, i ragazzi mi seguono, il gol nasce da uno schema provato in allenamento e non è un caso, ora però azzeriamo subito perchè giovedì abbiamo un’altra sfida importante con la SolbiateseInsubria“.

IL TABELLINO
Aurora Cantalupo – Gorla Maggiore 0-1 (0-1)
Aurora Cantalupo:
Pansera 5.5, Moneta 5.5 (dal 38’ st El Atrouchi sv), Villacis 5.5 (dal 10’st Simone 6), Vernocchi 6, Banfi 5.5, Bortignon 6, Busatto 5.5 (dal 45’ st Serighelli sv), Moretta 5.5 (dal 10’ st Luraghi 6), Ruggeri 5.5, D’Ascanio 5, Pasotti 5. A disposizione: Roveda, Simone, Luraghi, Tapinetto, Cossu, Mpongui, El Atrouchi, Serighelli, Gioeli, Allenatore: Senziani.
Gorla Maggiore: Galizia 6.5, Hushi 6.5, Pietroboni 6.5, Bernasconi 6.5, Caristina 6.5, Bahamad 7.5 Antonini 7.5, Bene 6.5, Deservi 6.5 (dal 35’ st Ruggia sv), Ippolito 7 (dal 39’ st Toutcha sv), Falsaperna 6.5 (dal 35’ st Morelli 6). A disposizione: Savastano, Toutcha, Ruggia, Voltan, Morelli, Zavatta, Maharacha, Perri. Allenatore: Contaldo
Arbitro: Monti di Como
Marcatori: pt: 5’ Ippolito (G).
Note: Giornata piovosa, terreno pesante, spettatori 100 circa. Ammoniti: Deservi (G), Moretta (A), Angoli: 5-5. Recupero: 1’+5’.

Inviata Mariella Lamonica

RISULTATI E CLASSIFICA

 

Amici dello Sport – Antoniana 3-0 (0-0)
Amici dello Sport
: Heinzl, Tirelli (dal 23’ st Vacirca), Bolognini (dal 30’ st Castiglioni L.), Turconi, Iorfida, Oldani, Caccia, Nardone (dal 20’ st Oprandi), Berton (dal 27’ st Macchi), Agrello, Castiglioni F. (dal 9’ st Azimonti). A disposizione: Ferni, Castiglioni L, Mariani, Oprandi, Macchi, Vacirca, Gamaa, Azimonti, Cavaleri. Allenatore: Cau
Antoniana: Melchiorre, Negri, Muggeri, Mantovan (dal 35’ pt Zaroli), Larocca, Ranieri S, Venturelli, Santaniello, Ranieri A. (dal 27’ st Sorrentino), Corbetta (dal 23’ st Venturelli), Mileo (dal Maglio – dal 24’ st Macchi). A disposizione: Paroni, Venturelli, Maneggia, Zaroli, Maglio, Macchi, Sorrentino, Tirdea. Allenatore: Pavone
Arbitro: Marasco di Saronno
Marcatori: st: 2’ 10’ Caccia (Am), 20’ Berton (Am)
Il derby dice Cas. La squadra di mister Cau fa tutto nella ripresa e castiga con un secco 3 a 0 l’Antoniana.
Nel primo tempo da segnalare l’espulsione al 35’ di Santaniello (doppio giallo) che lascia così i suoi in dieci per tutto il resto del match.
Nella ripresa apre le marcature Caccia al 2’ che con un diagonale da dentro l’area fa secco l’ex Melchiorre. Azione fotocopia al 10’ quando Caccia si ripete e porta i suoi sul 2 a 0. I conti li chiude Berton al 20: corner, stop di petto e tipo imprendibile. La reazione d’orgoglio non c’è, i biancoblù si prendono derby e tre punti.

San Marco – Arsaghese 1-1 (1-1)
San Marco: Pitaro, Gallarati, Cortellaro, Salmoiraghi (dal 33’ st Passafiume), Principato, Primi, Vergari (dal 4’ st Diouf), Kuklev (dal 12’ st Migliore), Andreolli (dal 26’ st Carraro), Lambertini, Vendemmiati (dal 41’ st Napolitano). A disposizione: Agliano, Landonio, Passafiume, Carraro, Diouf, Migliore, Napolitano, Gallo, Petenà. Allenatore: Marchiorato
Arsaghese: Franishta, Conserva, Bernasconi (dal 23’ st Castoldi), Diedhiou (dal 28’ st Ricci), Mai, Nebuloni, Fontana C. (dal 35’ st Caimano), Lo Bello, Gueye, Gandolfo, Palese. A disposizione: Curia, Caprioli, D’Aloia, Castoldi, Guidali, Tamborini, Ricci, Caimano, Fontana M. Allenatore: Marsich.
Arbitro: Nisticò di Sesto San Giovanni
Marcatori: pt: 30’ Andreolli (S), 38’ Palese (A)
Un punto a testa tra San Marco e Arsaghese che si dividono la posta in palio.
I gol arrivano nel primo tempo. La sblocca Andreolli che raccoglie una respinta del numero uno Arsaghese dopo un cross dalla destra di Lambertini. Otto minuti più tardi l’Arsaghese la riacciuffa: lancio di Gandolfo, Palese scatta sul filo del fuorigioco e con un esterno destro batte Pitaro.
Nella ripresa sono i bustocchi ad avere qualche chance in più sia con Gallarati, sia con Vendemmiati ma non riescono a colpire, l’Arsaghese che si muove bene soprattutto davanti, alla fine contiene e porta a casa un punto che smuove la classifica.

SolbiateseInsubria – Cantello Belfortese 0-1 (0-1)
SolbiateseInsubria: Policastro, Ferrenti, Bossi A., Accetta, Monticelli, Cafaro, Ventura, Bellumore, Cerutti, Figliolia, Ana Petre. A disposizione: Bottani, Castelli, Bossi L., Gobbato, Lo Presti, Libralon, Manfredi, Mattiuz, Visentin. Allenatore: Cafaro
Cantello Belfortese: Pucci, Motta, Adamo, Lazzarini, Da Pos, Ossola, Bianchi, Italiano, Fontana, Pantelis, Martini. A disposizione: Tripodi, Di Bari, Arena F., Arena Y., Michelotti, Caruso, Candiloro. Allenatore: Criscimanni
Arbitro: Grassi di Gallarate
Marcatori: pt: 5’ rig. Pantelis (C)
Al Cantello Belfortese basta Pantelis. È il numero dieci, infatti, a regalare il successo ai suoi grazie alla freddezza dal dischetto. Dopo 5’ minuti Policastro stende Italiano, per l’arbitro non ci sono dubbi ed il centrocampista non lascia scampo. 0 a 1. La gara è maschia e povera di occasioni anche se fino al duplice fischio sono gli ospiti ad essere più propositivi.
Nella ripresa altri due episodi chiave: i locali conquistano un rigore fotocopia a quello del primo tempo, ma Ana Petre spara alto, poi restano pure in dieci perché Cafaro dice qualche parolina di troppo al direttore di gara e viene spedito sotto la doccia. L’Insubria ci prova ma non trova sbocchi, al triplice fischio a sorridere è il Cantello Belfortese.

Tradate – Vanzaghellese 0-0 (0-0)
Tradate: Giugliano, Traorè, Panuccio, Galluzzo M, Akpolat, Aresi, Re, Gallizzo D, Rossato, Guerrini, Dama. A disposizione: Drago, Crivellari, Gigli, Calderano, Knouzi, Camara, Verna. Allenatore: Garantola
Vanzaghellese: Mainini, Pisoni, Moro, Lo Piccolo, Daggiano, Villa, Bellin, Suman, Izzo, Mombrini, Spadaccino. A disposizione: Rogora, Grassi, Vago, Colombo, Stefanazzi, Pisoni, Quaini, Ascente, Ferioli. Allenatore: Trubia
Arbitro: Zanichelli di Legnano

[email protected]