Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

2^ GIORNATA – Cas, vittoria al cardiopalma. Pokerissimo Gavirate

BESNATE – Dopo la vittoria riportata in settimana in Coppa Italia, in questa seconda giornata di campionato la Besnatese ospita il Magenta, che ha iniziato il campionato con un pareggio contro il Vighignolo. Dopo i primi 45 minuti di gioco il risultato è di 1-2. Al triplice fischio, dopo un secondo tempo di tante emozioni, i giocatori rientrano negli spogliatoi sul 2-3.

besnatesePRIMO TEMPO – Mister Rasini ripropone il 4-3-1-2 con Dall’Omo dietro a Caccia e Vendemmiati. Il Magenta scende in campo con un 4-4-2, con Ferrario e Italia coppia d’attacco e Cotugno e Rampinini alti a centrocampo. Besnatese vicinissima al goal al 4′, quando Brivio parte sulla fascia sinistra e mette in mezzo un buon cross per Vendemmiati, che spizzica di testa e non trova la porta per un soffio. Ci ritenta ancora Vendemmiati dopo appena tre minuti, quando riesce a mettere il piede su un pallone arrivato troppo forte da centrocampo e che in caso contrario sarebbe finito direttamente tra i guantoni di Cotugno. Nell’altra metà campo prova a inserirsi il Magenta, che al 9′ parte in contropiede con Rampinini, che però non si capisce con i compagni e li sorprende con un passaggio troppo in profondità. Buona giocata sulla tre quarti per i padroni di casa, con Dall’Omo che libera Caccia solo davanti al portiere, ma il direttore di gara ferma l’azione per fuorigioco. Siamo al 14′ quando un errore di Caputo costa caro alla sua squadra. Italia si ritrova il pallone tra i piedi su un cattivo rinvio del portiere e la sua conclusione, dopo aver colpito il palo interno, finisce in rete e sblocca il risultato. Non ci mettono molto a pareggiare i conti gli uomini di Rasini. Al 18′, dopo un buon recupero di Passafiume sulla fascia destra, Caccia riceve un assist a tu per tu con Cotugno, appena dentro l’area, e insacca con un tiro su cui il portiere non poteva proprio arrivare. Ci riprova sempre lui dopo due minuti, con un buon destro a giro che questa volta, però, non trova lo specchio della porta. I bianco-blu fanno un buon pressing e spingono in avanti per ribaltare il risultato. A metà campo Cesaro vede Brivio smarcato sulla sinistra e lo lancia sulla fascia: il terzino si accentra e trova Vendemmiati in area, che però non viene ben contenuto dalla difesa. Dopo un minuto è brivido nell’area di casa, con un cross rasoterra che sfila davanti alla porta sguarnita e viene poi allontanato dalla difesa. Punizione per la Besnatese al 27′: va al tiro Bonfante ma centra in pieno la barriera. Nell’altra metà campo Italia viene lanciato in area, ma è troppo defilato sulla destra e la sua conclusione finisce lontana dai pali. Il gioco si interrompe momentaneamente al 33′ per uno scontro di gioco che lascia Cotugno M. a terra dolorante. Poco dopo, la Besnatese reclama un rigore per un fallo su Caccia, ma il direttore di gara non è dello stesso avviso. Il pallone passa agli ospiti, che cercano di concludere dalla distanza con Rampinini, ma il tiro finisce alto sopra la traversa. Ancora una buona azione per i padroni di casa sul binario di sinistra, con Brivio che si lascia dietro la difesa avversaria e serve Vendemmiati. L’attaccante trova la porta ma la sua conclusione è troppo debole e Cotugno para senza problemi. Nell’altra metà campo, ottima giocata di Ferrario che ruba palla e serve Italia: la rete si gonfia ma l’arbitro aveva già fermato tutto per fuorigioco. Al 42′ Rampinini è bravo a verticalizzare per Ferrario che, solo davanti a Caputo, colpisce di prima e trova l’angolino tra il palo e il portiere. Accusano il colpo gli uomini di Rasini, che dopo aver costruito tanto si ritrovano ancora una volta in una situazione di svantaggio. Il primo tempo finisce senza altri emozioni, ma lasciando presagire una ripresa ad alta intensità fino all’ultimo minuto.

magentaSECONDO TEMPO – Un solo cambio alla ripresa nella formazione di casa: esce Passafiume ed entra Bonizzoni. Nessuna sostituzione, invece, da parte di Mister Gandini, ma la sua panchina comincia a scaldarsi. Il possesso palla è a favore della Besnatese, che non ci sta proprio a rimanere a quota zero punti. Siamo al 7′ quando Dall’Omo riesce a penetrare in area dopo aver vinto uno scontro con la difesa, serve Caccia ma il compagno spara alto. Risponde dopo pochi minuti, e con più fortuna, il Magenta con un contropiede che smarca Italia solo davanti a Caputo. L’attaccante non sbaglia e porta il risultato sull’1-3. Gran numero di Vendemmiati al 10′, quando sorprende la difesa con una rovesciata da manuale che manca davvero di poco la porta. Sempre lui al 20′ si lascia sfuggire una grossa opportunità solo davanti a Cotugno, con un destro poco convinto su cui fa in tempo ad arrivare la difesa. La partita potrebbe riaprirsi al 26′, quando i bianco-blu si conquistano un calcio di rigore. Si presenta agli undici metri Dall’Omo, che spiazza Cotugno riducendo lo svantaggio. Tutto è ancora possibile in questi ultimi venti minuti di gioco e anche gli animi si fanno più accesi in entrambi gli schieramenti. Siamo al 31′ quando Vendemmiati cerca la porta da fuori area e la manca di poco. Costruiscono molto gli uomini di Rasini, che conquistano un calcio d’angolo dopo l’altro, ma davanti ai pali non riescono a concretizzare. Allungati in avanti per provare il tutto per tutto, rischiano con le ripartenze del Magenta, che in pochi passaggi riesce a presentarsi davanti. Punizione per la Besnatese al 44′: la mette in mezzo Randon, Bonizzoni colpisce di testa e Cotugno respinge, ma l’arbitro fischia il fuorigioco. Ultima occasione per la formazione di casa in pieno tempo di recupero con una punizione a pochi metri dal limite dell’area. Si prepara al tiro Randon, ma opta per un rasoterra che colpisce in pieno la barriera. Fischia subito dopo il direttore di gara sul risultato finale di 2-3.

I MIGLIORI IN CAMPO
Vendemmiati (Besnatese) 6.5 – 
Ci mette tanta grinta e mostra di avere i numeri. Manca però il goal.
Italia (Magenta) 7 –  Una doppietta pesante che apre e chiude il tabellino della sua squadra.

I COMMENTI
R
asini (allenatore Besnatese): “Dobbiamo essere più pratici. Possiamo dire di aver subito un solo in tiro in porta e di avere le nostre colpe sugli altri due goal. Ci siamo giocati la partita a livello di possesso, abbiamo cercato di creare, ma alla fine conta il risultato e dobbiamo imparare a non commettere più errori, perché in questa categoria si pagano puntualmente. Avere zero punti dopo due prestazioni positive fa un po’ male. Domenica ci aspetta il Fagnano e andremo lì per giocarcela.”
Gandini (allenatore Magenta): “I punti in classifica premiano il lavoro che stiamo facendo. Oggi sapevo che avremmo affrontato una squadra ben organizzata e in effetti sono stati più bravi. Da parte nostra siamo comunque riusciti a fare bene e ad essere incisivi nelle occasioni che abbiamo costruito.”

IL TABELLINO
BESNATESE – MAGENTA 2-3 (1-2)
Besnatese
: Caputo 5, Pasafiume 6.5 (dal 1′ st Bonizzoni 6.5), Brivio 6.5, Mancuso 6 [(dal 3' st Cova Caiazzo 6 (dal 40' st De Angelis sv)], Martignoni 6, Comani 6.5, Bonfante 6, Cesaro 6 (dal 3′ st Randon 6), Caccia 6, Dall’Omo 6.5, Vendemmiati 6.5. A disposizione: Tortorella, Gennari, De Lodovici, Randon, De Angelis, Cova Caiazzo, Bonizzoni, Pozzato, Sokaj. Allenatore: Rasini.
Magenta: Cotugno D. 6, Decio 6, Pravettoni 6.5 (dal 38′ st Kevin sv), Garavaglia 6.5, Candiani 6, Turconi 6, Rampinini 6.5, Azzarone 6 (dal 3′ st Mazzetti 6), Ferrario 7 (dal 9′ st Paparella 6.5), Cotugno M. 6.5, Italia 7 (dal 31′ st Marise 6). A disposizione: Temporiti, Chiodini, Mazzetti, Paparella, Kevin, Mazzuchelli, Marise, Cardia, Bencivenga. Allenatore: Gandini.
Arbitro: Bassoli (Martin, Russo)
Marcatori: pt: 14′ Italia (M), 18′ Caccia (B), 42′ Ferrario (M); st: 10′ Italia (M), 36′ Dall’Omo (B).
Note: Giornata soleggiata. Terreno in perfette condizioni. Spettatori circa 130. Ammoniti: Dall’Omo (B). Calci d’angolo: 11-1. Recupero: 0’+3’.

Inviata Silvia Alabardi

RISULTATI E CLASSIFICA

LE ALTRE PARTITE:

UNION VILLA CASSANO – BASE 96 0-2 (0-0)
Union Villa Cassano: De Stefano, Omodei, Giordano, Toma (36’ st Martignoni), Vesco, Brebbia (38’ st Muharemi), Pedroni, Shala A., Qosaj (31’ st Rondanini), Shala K. (46’ st Ruggia), Fusco. A disposizione: Dosoli, Magini, Giberti, Montemurro, Shala D.,. Allenatore: Visentin
Base 96: Frontino, Serafini (27’ st Elezi), De Petri, Cicola, Quitadamo, Arienti, Filomeno (45’ st Rose), Carraro, Scavo (40’ st Cossa), Panin (22’ st Sanseverino), Ingribelli. A disposizione: Assanelli, Bosisio, Meroni, Pacini, Vicario. Allenatore: Castellazzi
Arbitro: Trombello di Como (Alimani-Calini di Legnano)
Marcatori: st: 2’ Scavo (B), 33’ Filomeno (B)  

L’Union Villa Cassano fallisce anche il secondo appuntamento e si vede espugnare il terreno amico 2-0dalla Base96 che muove così la sua classifica. Buon avvio per i padroni di casa che colpiscono il palo al 6’ con A. Shala, ma ben presto escono gli ospiti e tocca a De Stefano sventare i tentativi di Panin, Filomeno e Carraro. Nella ripresa parte forte la Base96 che trova immediatamente il gol con l’inzuccata di scavo su corner di Ingribelli, e potrebbe raddoppiare subito dopo, ma la traversa nega il gol a Filomeno. Al 56’ Qosaj guadagna un rigore per il Cassano a seguito del fallo di Frontino, ma l’estremo difensore ospite rimedia all’errore parando il penalty di A. Shala. E a dieci minuti circa dalla fine il Cassano paga a caro prezzo il mancato pareggio subendo il secondo gol con la punizione dai 35 metri rasoterra di Filomeno, complice l’intervento goffo di De Stefano.

_________________________________________________________________

UNIVERSAL SOLARO – MEDA 1-1 (1-1)
Universal Solaro: Piuri, Franco, Cetti (38’ st Pizzato), Capelli, Greco, Parisi, Somaini, Mercorillo, Cisse (49’ st Pianta), Carà, Niesi (6’ st Piccolo). A disposizione: Scolfaro, Aloi, Quaglia, Raineri, Cattafi, Lancellotti. Allenatore: Stincone
Meda: Cassina, Pozzoli, Bottos (32’ st Martino), Bonacina, Sala, Ronzoni, Cutuli, Di Noto (32’ st Fraternali), Porta, Battaglino, Maugeri. A disposizione: Biffi, Di Pentima, Orsenigo, Castella, Bernareggi, Peani, Boseggia. Allenatore: Cairoli
Arbitro: Viola di Abbiategrasso (Maurello di Sesto San Giovanni – Borchielli di Milano)
Marcatori: pt: 13’ Cisse (S), 15’ Bonacina (M); st:
Note: 2’ st espulso Capelli (U) per doppio giallo.  

Universal Solaro e Meda si dividono la posta in paio al termine di una gara grintosa. I padroni di casa approcciano la gara nella maniera giusta, soprattutto in fase di non possesso, bloccando sul nascere i tentativi del Meda. Cisse di rapina porta avanti i suoi avventandosi su un retropassaggio verso il portiere, ma due minuti più tardi Bonacina di testa sugli sviluppi di una punizione agguanta il pareggio. A inizio ripresa i padroni di casa restano in dieci per l’espulsione di Capelli (doppio giallo) e subiscono per una decina di minuti la pressione ospite. Col passare dei minuti il Solaro si riorganizza e sono gli uomini di Stincone a rischiare di vincere la gara con Carà che a cinque minuti dalla fine colpisce in pieno la traversa.

_________________________________________________________________

OLIMPIA CALCIO – GORLA MAGGIORE 3-0 (3-0)
Olimpia Calcio: Rossi, Cavallaro (10’ st Ovalle) , Balconi, Manera (22’ st Chiurato), Zecchini, Visconti, Sassi (22’ st Lovergine), Silva, La Iacona (34’ st Confeggi), Moro (20’ st Piazza), Martinoia. A disposizione: Rinaldi, Calizzi, Pradelli, Marcozzi. Allenatore: Rinaldi
Gorla Maggiore: Ceveli, Antonini, Bernasconi, Rivoltella, Caristina (35’ st Ferro), Paolillo, Puricelli, Chiarion (43’ st Bene), Gallo (35’ pt Coltraro), Ippolito, Ostuni (35’ st Hushi). A disposizione: Novello, Di Simone, Macchi, Mahracha, Callini. Allenatore: Contaldo
Arbitro: Marini di Seregno (Letterio-Scognamiglio di Saronno)
Marcatori: pt: 10’ La Iacona (O), 17’ La Iacona (O), 25’ Moro (O). 

Primi tre punti per l’Olimpia che sbriga la pratica Gorla Maggiore già nella prima mezzora di gioco. Padroni di casa avanti al 10’ con La Iacona che intercetta il rinvio di Ceveli per poi depositare in rete il pallone; il centravanti si ripete poco dopo con un tiro a incrociare, su assist di Martinoia, che non lascia scampo all’estremo difensore avversario. L’Olimpia continua a insistere e cala il tris con il colpo di testa di Moro che trasforma in rete l’ottimo cross di Manera. Nella ripresa totale controllo per i ragazzi di mister Rinaldi che portano a casa un’ottima vittoria che dà morale.

_________________________________________________________________

VITTUONE – GAVIRATE 0-5 (0-2)
Vittuone: Previtali, Pisoni (20’ st Abate), Razzini, Pepe (39’ pt Musso), Iacono (36’ pt Serinelli), Foresti, Battaglia, Granata, Maugeri (10’ st Barbieri), Gemmi, Dibitetto (20’ st Bottara). A disposizione: Malerba, Fedeli, Ceresani, Riva. Allenatore: Annoni
Gavirate: Teseo, D’Amico, Nyanzu Aka (20’ st Masinari), Esteri, Comani (26’ st Clerici), Candeliere, Tartaglione (30’ st Bertani), Caon, Pinorini (21’ st Montagner), Cortez Aguirre (20’ st Miele), Lercara. A disposizione: Massacra, Scotti, Bocci, Seno. Allenatore: Genovesi
Arbitro: Riboli di Crema (Perrella-Benzi di Crema)
Marcatori: pt: 28’ rig. Tartaglione (G), 30’ Cortez Aguirre (G); st: 17’ Caon (G), 18’ Lercara (G), 31’ Bertani (G)
Note: 45’ pt espulso Serinelli (V) per fallo di mano al limite dell’area su conclusione indirizzata verso lo specchio della porta. 

Partita a senso unico con il Gavirate che espugna nettamente il campo del Vittuone. Ospiti avanti al 28’ del primo tempo con il rigore trasformato da Tartaglione, ed è lo stesso Tartaglione, due minuti più tardi, a pescare Cortez Aguirre per il 2-0. Al 45’ l’espulsione di Serinelli facilita il compito per il Gavirate che dilaga nella ripresa con Caon su altro assist di Tartaglione (62’), Lercara servito da Cortez Aguirere (63’) e con l’inzuccata di Bertani su cross di D’Amico (76’). Bottino pieno dopo due giornate per il Gavirate che si conferma la squadra da battere di questo campionato di Promozione.

_________________________________________________________________

UBOLDESE – MORAZZONE 3-0 (2-0)
Uboldese: Giglio, Maggioni, Bartucci, Colombo, Besati (35’ st Sulejmani), Sponga, De Milato (42’ st Emiliano), Maiorano, Giglio, Martucci (31’ st Fiore), Arrigoni (44’ st De Carlo). A disposizione: Trubia, Masserini, Schiattarella, Roccheggiani, Cusimano. Allenatore: Maestroni
Morazzone: Zerboni, Colavito (36’ st Sanfilippo), Corti (1’ st Dal Molin), Pascale (21’ st Loielo), Egnoletti, Bosetti, Gerevini (31’ st Bovo), Libralon, Ghizzi, Vezzoli (20’ st Giordano), Petruzzellis. A disposizione: Baialuna, Canazza, Pozzi, Costa. Allenatore: Lorenzi
Arbitro: Doronzo di Lomellina (Re-Puerto di Gallarate)
Marcatori: pt: 5’ Giglio (U), 39’ Besati (U); st: 43’ Emiliano (U)

Sconfitta pesante per il Morazzone che è ancora a secco di punti dopo due giornate. Match che comincia subito in salita per gli uomini di Lorenzi con Giglio che semina il panico sulla sinistra, entra in area e trafigge Zerboni. Al 15’ il Morazzone potrebbe rimettere in equilibrio la gara su rigore, ma Ghizzi si fa ipnotizzare dall’estremo difensore di casa. Gli ospiti provano comunque a farsi vedere in avanti, ma mancano di cattiveria e anche Petruzzellis a tu per tu con il portiere non riesce a mettere il pallone in fondo al sacco. Al 39’ erroraccio sull’out di destra del Morazzone che perde palla e consente agli avversari di entrare in area e mettere un pallone teso sul quale si avventa Besati per il 2-0. È il colpo di grazia per il Morazzone, che non riesce più a farsi pericoloso e in chiusura di partita subisce anche il tris firmato da Emiliano che dopo essersi visto respinte ben due conclusioni, alla terza riesce a gonfiare la rete.

_________________________________________________________________

VIGHIGNOLO – FAGNANO 2-0 (0-0)
Vighignolo: Amadori, Lavano, Costa (1’ st Crippa), Rossi (24’ st Moi), Guerrini (29’ st Malnati), Ambroso, Sala, Lardera (13’ st Drago), Maraschio, Maccarone (40’ st Mazzoleni), Lolli. A disposizione: Tanzi, Filiberti, Scala, D’Angelo. Allenatore: Pistone
Fagnano: Bertagnoli, Compagnone (29’ st Savoldi), Salatino, Lepori, Paolillo, Garzonio, Manuzzato M. (46’ st Beltemacchi), Mastromarino (22’ st Pecoraro), Manuzzato D., Bernasconi (1’ st Panizza), De Rosa (21’ st Abati). A disposizione: Gajeta, Caprioli, Rinaldi. Allenatore: Mattavelli
Arbitro: Gambirasio di Bergamo (Casiraghi-Gatti di Seregno)
Marcatori: st: 28’ Maraschio (V), 42’ Lolli (V)

Il Vighignolo fa sua nel finale una partita fino a quel momento all’insegna dell’equilibrio, lasciando il Fagnano con l’amaro in bocca. Nel primo tempo sono i padroni di casa a fare la partita collezionando un paio di ottime occasioni, senza però riuscire a trovare il vantaggio. Nella ripresa esce il Fagnano che deve però fare i conti con un Amadori in giornata di grazia: l’estremo difensore si oppone per ben tre volte ai tentativi di D. Manuzzato. Ma a poco più di un quarto d’ora dalla fine Maccarone si scatena sulla fascia e la mette a rimorchio per la conclusione al volo di Maraschio che non lascia scampo a Bertagnoli. Il Fagnano si getta in avanti alla ricerca del pari, ma si espone al contropiede avversario e al 42’ Lolli chiude i conti con un sontuoso pallonetto.

_________________________________________________________________

SEDRIANO – CAS SACCONAGO 2-3 (0-2)
Sedriano: Cukaj, Oliva, Vitagliano, Rossi M., Di Davide, Raimondi, Rossi A., Citro (30’ st Criscione), Paoluzzi (16’ st Trezzi), Ghidoli, Savarese. A disposizione: Bertolotti, Luci, Di Benedetto, Allegretti, Giordano, Gentile, Groe. Allenatore: Galli
Cas Sacconago: Heinzl, Maestri, Finato, Napolitano, Tirelli, Zaroli, Brusa (22’ st Castiglioni), Macchi, Berton (22’ st Negri), Cavaleri (37’ Amato), Gomaa. A disposizione: Ferni, Paparazzo, Ferrario, Mariani, Raimondi, Adejumobi. Allenatore: Cau
Arbitro: Basilici di Sesto San Giovanni (Antonioli-Ruggeri di Bergamo)
Marcatori: pt: 5’ Berton (C), 20’ Berton (C); st: 30’ Gomaa (C), 37’ Rossi A. (S), 47’ Oliva (S)
Note: espulso Ghidoli (S) 

Dopo la buona prestazione all’esordio arriva anche la prima vittoria per il Cas Sacconago che torna dal milanese con i tre punti. Partita in discesa già nel primo tempo con Berton che al 5’ in mischia firma l’1-0. L’attaccante si ripete al 20’ spingendo in rete in scivolata il traversone di Napolitano, consentendo ai suoi di andare a riposo col doppio vantaggio. Nella ripresa Gomaa chiude i conti concretizzando nel migliore dei modi la galoppata sull’out di Brusa. Nel finale i padroni di casa si fanno pericolosamente sotto trovando due gol a seguito di due punizioni, prima con A. Rossi (83’) e poi con Oliva (89’), ma ormai è troppo tardi e il Cas si porta a casa la vittoria.                                                              

In redazione Matteo Carraro