Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Promozione girone A

13^ GIORNATA – Pioggia… di gol a Morazzone. Poker della Besnatese. Un punto per il Cassano. Due rinvii

BESNATE – La Besnatese in splendida forma ha inanellato quattro vittorie consecutive portandosi a 20 punti in quarta posizione a pari merito con il Meda, che è tornato a vincere domenica scorsa imponendosi contro il Vighignolo dopo quattro sconfitte di fila. Il primo tempo finisce sul risultato di 2-1. Al triplice fischio si aggiungono altri due goal al tabellino: finisce 4-1 e la Besnatese continua la sua serie di vittorie.

besnatesePRIMO TEMPO – Gli uomini di Rasini si schierano con un 4-3-1-2 consolidato, con Angelucci e il capocannoniere Caccia sostenuti da Dall’Omo. Risponde il Meda con un 4-4-2, con Maugeri e Cutuli coppia di attacco. Prima bella occasione per la formazione di casa al 2′, quando Brivio si smarca sulla fascia sinistra e serve al centro Caccia, che calcia direttamente in porta di sinistro e Cassina è bravo a respingere. Nell’altra metà campo al 13′ Pozzoli dalla destra cerca Maugeri in area, che però era ben coperto dalla difesa di casa e non può arrivare sul pallone. Al 18′ ottima verticalizzazione di Dall’Omo per Angelucci, che si trova solo davanti a Cassina, ma appena arriva sul pallone il direttore di gara ferma tutto per fuorigioco. Siamo al 21′ quando gli uomini di Cairoli si aggiudicano un calcio di punizione dalla trequarti. Caputo chiede la barriera a quattro, si prepara al tiro Pozzoli, ma la sua conclusione finisce sopra la traversa. Punizione anche per la Besnatese dopo quattro minuti, da posizione più arretrata. Randon la mette in mezzo ma la difesa avversaria allontana di testa. Insiste ancora la Besnatese, con Passafiume che crossa per Angelucci dalla fascia destra: l’attaccante colpisce di testa e mette a segno. 1-0 a Besnate sotto una pioggia incessante. Gli uomini di Rasini vogliono chiuderla e pressano davanti. Fallo suCaccia al 29′ e punizione insidiosa a pochi metri dal limite dell’area. Prende la rincorsa Brivio ma poi è Randon a mettere al centro un rasoterra, la difesa allontana e la Besnatese reclama un calcio d’angolo, ma l’arbitro non è dello stesso avviso. Nell’altra metà campo, doppia occasione per il Meda al 30′ con Martino che prima entra pericolosamente in area e arriva sul pallone in scivolata provocando un brivido nella difesa di casa, poi dopo una manciata di secondi colpisce una traversa dal limite. Prova la rovesciata Fraternali al 36′, ma è ben contenuto dalla difesa avversaria e non riesce a completare il gesto. Nell’altra metà campo è Caccia a cercare la porta dalla distanza al 38′, ma manca di precisione e non centra lo specchio. Riparte il Meda che si rende pericoloso con un colpo di testa di Cutuli smarcato in area, che però finisce fuori dal palo destro di Caputo. Siamo quasi a fine prime tempo quando un retropassaggio del Meda coglie di sorepsa Cassina: Caccia è bravo a rubare palla e viene fermato da dietro: espulsione del portiere per fallo su ultimo uomo e calcio di punizione dal limite. Calcia Cesaro che supera la barriera e spiazza il neo-entrato Biffi: raddoppio della Besnatese al 43′. Il Meda, però, accorcia subito le distanze con un tiro all’incrocio di Di Noto al 44′. Dopo un minuto di recupero le due formazioni rientrano negli spogliatoi sul risultato di 2-1.

medaSECONDO TEMPO – Niente cambi alla ripresa. Si inizia con un calcio di punizione quasi dal limite per la Besnatese. Va Caccia di sinistro ma tira sopra la traversa. Il ritmo cala leggermente in questa fase della partita, con le squadre un po’ più compatte a centrocampo. Al 13′, dopo un tentativo offensivo del Meda, riparte in contropiede la Besnatese con Caccia che servito da centrocampo passa la sfera ad Angelucci che a sua volta apre sulla fascia per Brivio; il terzino gli restituisce il pallone e lui ci mette il piede e insacca ancora, portando il risultato sul 3-1. Lo stesso Angelucci ci prova ancora dopo un minuto, cercando la conclusione da fuori, ma non trova la porta. Mister Cairoli prova a portare più freschezza in campo con una doppia sostituzione: fuori Pozzoli e Fraternali e dentro Bottos e Cesarotti al 19′ della ripresa. Insiste ancora la Besnatese sul binario sinistro, con Brivio che al 23′ arriva sin quasi alla linea di fondo lasciandosi dietro gli avversari; poi, però non riesce a trovare un compagno smarcato. Non demorde il Meda, che malgrado i due goal di scarto cerca comunque di costruire e di spingere in avanti. Ci prova al 26′ con Di Noto, che prova a caricare il destro dalla distanza, ma il pallone colpisce la difesa e non arriva a impensierire Caputo. Al 30′ Dall’Omo vince due scontri sulla trequarti e serve in area l’appena entrato Vendemmiati; l’attaccante cerca il supporto della fascia, dopo una serie di rimpalli riceve di nuovo il pallone e mette a segno, mettendo in cassaforte il risultato. Dopo due minuti il direttore di gara annulla per fuori gioco la rete di Martino. Il Meda reclama un rigore al 40′, ma si trattava di una semplice spallata e l’arbitro lascia proseguire. In questo secondo tempo sono 4 i minuti di recupero. La formazione di casa mantiene il possesso palla e conquista altri tre punti pesanti.

I COMMENTI

Rasini (allenatore Besnatese): “Oggi è stata una vittoria pesante contro la miglior squadra che abbiamo incontrato finora, a parte il Gavirate alla prima giornata quando si era ancora in fase di assestamento. Nel primo tempo ci hanno messo in difficoltà, ma siamo stati bravi a saper soffrire e a concretizzare la prima occasione da goal. Per il morale e la classifica sono tre punti importantissimi, per cui ci godiamo questo momento: i ragazzi se lo meritano davvero.”

Cairoli (allenatore Meda): “Forse nonostante la vittoria di domenica scorsa il momento negativo non era finito. Restare in dieci a maggior ragione non ci ha facilitato. Dovevamo essere più quadrati e ora dovremo impostare un altro tipo di campionato.”

I MIGLIORI IN CAMPO
Angelucci (Besnatese) 8 – 
Mette a segno una doppietta ed è una presenza importante davanti, anche a sostegno dei compagni d’attacco.

Di Noto (Meda) 6.5 – Riapre momentaneamente la partita accorciando le distanze e fa una buona prestazione in fase di costruzione.

IL TABELLINO
BESNATESE – MEDA 4-1 (2-1)
Besnatese
: Caputo 6, Passafiume 7, Brivio 7, Randon 6.5 (dal 25′ st Mancuso 6.5), Lanzo 6, Comani 7, Cesaro 7, Dani 6.5 (dal 41′ st Cova Caiazzo sv), Angelucci 8 (dal 33′ st Bonfante 6), Dall’Omo 7 (dal 44′ st De Lodovici sv), Caccia 7.5 (dal 29′ st Vendemmiati 7). A disposizione: Sozzi, Bonizzoni, De Lodovici, Mancuso, Gennari, De Angelis, Vendemmiati, Bonfante, Cova Caiazzo. Allenatore: Rasini.
Meda: Cassina 5, Pozzoli 6 (dal 19′ st Cesarotti 6), Martino 6.5, Bonacina 5.5, Sala 5.5, Ronzoni 6 (dal 41′ Bernareggi sv), Fraternali 6 (dal 19′ st Botttos 6), Di Noto 6.5, Cutuli 6, Battaglino 6, Maugeri 6 (dal 42′ pt Biffi 5.5). A disposizione: Biffi, Orsenigo, Castella, Bottos, Bernareggi, Boseggia, Di Pentimo, Cesarotti. Allenatore: Cairoli.
Arbitro: Belloni (Galiotto, Orio).
Marcatori: pt: 26′ Angelucci (B), 43′ Cesaro (B), 44′ Di Noto (M); st: 14′ Angelucci (B), 30′ Vendemmiati (B).
Note: Giornata piovosa. Terreno in buone condizioni. Spettatori circa 90. Ammoniti: Sala (M), Cutuli (M). Calci d’angolo: 3-5. Recupero: 1′+4′.

Inviata Silvia Alabardi
_______________________________________________________________________

morazzone-magentaMORAZZONE – Il Morazzone ospita il Magenta, sua diretta rivale. La classifica vede le due squadre distanti di solo 3 punti, il Morazzone a 17 punti e il Magenta a 14. In questa domenica piovosa entrambe lotteranno con il coltello tra o denti per ottenere i 3 punti.

PRIMO TEMPO – Il Morazzone si schiera in campo con Martignoni, Colavito, Dal Molin, Libralon, Egnoletti, Picetti, Petruzzellis, Loielo, Guizzi, Vezzoli, Giordano. Gli ospiti rispondono con Temporiti, Decio, Gianni, Chiodini, Candiani, Turconi, Pravettoni, Papa, Ferrario, Cotugno, Italia. La partita inizia subito a ritmi morazzonealti, lo testimonia la punizione al 5′ battuta dai padroni di casa con Vezzoli. Il tiro è forte e preciso ma Temporti la devia sul palo e sventa il pericolo. Al 7′ sempre il Morazzone si rende pericoloso con una bella rovesciata di Petruzzellis che centra la traversa. Qualche minuto dopo Colavito crossa in mezzo per Ghizzi che da distanza ravvicinata di testa non inquadra lo specchio della porta. Il gol per il Morazzone arriva al 14′ con un duplice scambio tra Petruzzellis e Ghizzi, con il primo che la piazza e sblocca il risultato. Al 17′ su ripartenza avversaria arriva il pareggio con il tap in da pochi passi di Candiani, dopo un flipper in area di rigore. Al 30′ Ghizzi scarica il tiro ma Temporiti ancora una volta ci mette una pezza, mandando il pallone sulla traversa. Nel recupero (1 min.) Colavito salva tutto sulla linea. Il primo tempo si conclude sul risultato di 1-1.

magentaSECONDO TEMPO – La ripresa si apre con il rigore realizzato da Ghizzi al 5′, spiazza il portiere tirando alla sua sinistra. La reazione del Magenta è immediata, infatti i giocatori in maglia bianca si propongono in avanti ripetutamente. Al 13′ il Morazzone fa 3-1 con Gerevini che sfrutta il filtrante di Vezzoli. La partita prende una svolta quando al 21′ Papa viene espulso (rosso diretto), nonostante l’entità del contatto non era eccessiva. Nonostante l’uomo in meno l’orgoglio del Magenta emerge. Sono molti gli errori tecnici di entrambe le squadre ormai lunghe e stanche. I padroni di casa sfruttano una ripartenza che si rivela letale. Pascale imbuca per Vezzoli che cala il poker.
Gli ospiti non mollano e al 39′ accorciano le distanze con Italia su assist di Ferrario da destra. Insistono ancora i ragazzi di Cartabia. Al 47′ (45+2) Bencivenga fa 4-3 con una girata di destro su una palla vagante in area, che si insacca all’angolino basso sinistro. 5 di recupero. 4-3 il risultato finale.

I COMMENTI
Lorenzi (allenatore Morazzone): “Bella vittoria nonostante un po’ di fatica a mantenere il vantaggio, soprattutto nei minuti finali”.
Cartabia (allenatore Magenta): “Orgoglioso dei ragazzi, hanno lottato fino all’ultimo secondo, considerando anche l’uomo in meno”.

I MIGLIORI IN CAMPO
Libralon (Morazzone) – voto 8: Tocca una quantità enorme di palloni, fa girare la squadra, sempre preciso e grande senso della posizione
Candiani (Magenta) – voto 7: Nonostante il ruolo da difensore centrale va in rete e imposta il gioco da dietro.

IL TABELLINO
MORAZZONE – MAGENTA 4-3 (1-1)
Morazzone: Martignoni, Colavito, Dal Molin, Libralon, Egnoletti, Picetti, Petruzzellis (Pascale 28′ st), Loielo, Ghizzi, Vezzoli (Pirrello 37′ st), Giordano. A disposizione: Baialuna, Sola, Barni, Canazza, Pozzi, Bovo, Gerevini, Portello.  Allenatore: Lorenzi
Magenta: Temporiti, Decio, Gianni (Bencivenga 14′ st), Chiodini (Sacheli 45′+1′), Candiani, Turconi, Pravettoni (Dosseni 45′+2′), Papa, Ferrario, Cotugno, Italia. A disposizione: Nebuloni, Pellegatta, Garavaglia, Paparella, Marise. Allenatore: Cartabia
Arbitro: Rignanese (Martin, Russo)
Marcatori: pt: Petruzzellis 14′ (MO), Candiani 17′ (MA) ; st: Ghizzi 5′ (rig.) (MO), Gerevini 13′ (MO), Vezzoli 36′ (MO), Italia 39′ (MA), Bencivenga 45′+2 (MA)
Note: Giornata piovosa, campo sintetico in buone condizioni. Spettatori: 50 Ammoniti: Ferrario 34′ pt, Chiodini 17′ st, Gerevini 45′+3′ st  Espulsi: Papa 21′ st. (rosso) diretto. Angoli: 4-10 Recuperi: 1+5

                                                                                                                   Simone Castellano

_________________________________________________________________

- RISULTATI E CLASSIFICA

LE ALTRE PARTITE:

 

CAS SACCONAGO – FAGNANO rinviata per impraticabilità del campo

UBOLDESE – GAVIRATE rinviata per impraticabilità del campo

_________________________________________________________________

 

VITTUONE – OLIMPIA CALCIO 2-1 (1-1)
Vittuone: Mercuri, Pisoni, Razzini, Fedeli (40’ st Pepe), Balashi, Foresti, Granata, Battaglia, Maugeri, Castiglioni (18’ st Riva), Barbieri (18’ st Dibitetto). A disposizione: Previtali, Gemmi, Polesini, Bottara. Allenatore: Annoni
Olimpia Calcio: Rossi, Cavallaro, Balconi (35’ st Pradelli), Chiurato (36’ st Lovergine), Zecchini, Visconti, Martinoia, Confeggi, La Iacona, Sassi, Piazza. A disposizione: Rinaldi, Pasci, Calizzi, Keller, Ovalle. Allenatore: Rinaldi
Arbitro: Saffioti di Como (Rigiretti di Como – Suardi di Bergamo)
Marcatori: pt: 2’ Maugeri (V), 4’ Balconi (O); st: 11’ Razzini (V)
Note: 9’ st espulso Maugeri (V) per fallo di reazione, 48’ st espulso Confeggi per doppio giallo

Cade l’Olimpia sul campo del Vittuone che torna a sorridere dopo cinque sconfitte consecutive. Botta e risposta nei primi minuti: padroni di casa avanti grazie al piattone di Maugeri che non spreca la punizione dalla sinistra di Razzini, ma pronta risposta degli ospiti con il siluro da fuori di Balconi. Al 13’ l’Olimpia sfiora il vantaggio, ma il palo nega a La Iacona, bravo a girare di testa, la gioia del gol. Dopo un inizio scoppiettante la partita cala d’intensità e si riaccende solo nella ripresa: al 54’, dopo un contrasto subìto, Maugeri ha una reazione eccessiva nei confronti dell’avversario e l’arbitro estrae il rosso diretto. Passano un paio di minuti e, a sorpresa, è proprio il Vittuone a trovare il gol: Barbieri scappa sulla sinistra e la mette in mezzo dove Razzini si fa trovare pronto per spingere il pallone in rete. L’Olimpia non ci sta e, forte della superiorità numerica, alza il baricentro chiudendo i padroni di casa nella loro area di rigore; nonostante ciò, però, scarseggiano le occasioni da gol e il Vittuone si porta a casa un successo importantissimo. Nel finale espulso anche Confeggi per doppio giallo.

_________________________________________________________________

VIGHIGNOLO – GORLA MAGGIORE 2-0 (1-0)
Vighignolo: Amadori, Bruschi, Airoldi, Rossi (38’ st Crippa), Drago, Ambroso, Sala, Lardera, Lolli, Maccarone, Giannettino (38’ st Cante). A disposizione: Guerrini, Mazzoleni, Brugnuolo, Scala, Moi, D’Angelo. Allenatore: Pistone
Gorla Maggiore: Ceveli, Chiarion, Ferro, Di Simone, Bernasconi (23’ pt Voltan), Paolillo, Puricelli (18’ st Hushi), Callini (18’ st Coltraro), Gualtieri (38’ st Ostuni), Ippolito, Falsaperna. A disposizione: Betti, Caristina, Bene, Macchi, Gallo. Allenatore: Contaldo
Arbitro: Palmisano di Saronno (Omrani-Puerto di Gallarate)
Marcatori: pt: 28’ rig. Maccarone (V); st: 33’ Lolli (V)

Un gol per tempo basta al Vighignolo per stendere 2-0 il Gorla Maggiore e rilanciare la sua candidatura alle zone alte della classifica. Partita bloccata nel primo tempo, con gli estremi difensori praticamente mai chiamati in causa. La situazione si sblocca al 28’ quando Puricelli stende Sala in area di rigore, e dal dischetto Maccarone non sbaglia. Nella ripresa il ritmo aumenta e seppur senza particolari occasioni il match è sicuramente più godibile: alla mezzora la punizione di Chiarion si infrange sulla traversa, mentre qualche minuto dopo Lolli di testa firma il raddoppio. La rete del 2-0 spegne definitivamente le ambizioni di rimonta del Gorla, e i padroni di casa gestiscono il vantaggio senza problemi fino al triplice fischio.

_________________________________________________________________

 

UNION VILLA CASSANO – UNIVERSAL SOLARO 1-1 (0-1)
Union Villa Cassano: Dosoli, Giordano, Giberti, Brebbia, Martignoni, Vesco (28’ st Russo), Fusco, Toma (14’ st Omodei), Qosaj, Ruggia, Muharemi (18’ st Spagnolo). A disposizione: Rinaldi, Magini, Signorelli, Boretta, D. Shala, Giacometti. Allenatore: Visentin
Universal Solro: Scolfaro, Cetti, Parisi, Capelli, Greco, Leoncini, Pizzato (23’ st Pianta), Franco, Niesi, Sulka, Lancellotti (34’ st Somaini). A disposizione: Dossena, Aloi, Poerio, Cattafi, Piccolo, Delia, Carà. Allenatore: Stincone
Arbitro: Crispino di Frattamaggiore (Cappelletti di Lodi – Savoldi di Brescia)
Marcatori: pt: 20’ Franco (U); st: 29’ Brebbia (U)

Su un campo ai limiti dell’impraticabilità Union Villa Cassano e Universal Solaro si dividono la posta in palio: al 90’ è 1-1. Buon avvio degli ospiti che al 20’ trovano il vantaggio firmato Franco, bravo a incrociare il traversone dalla destra di Niesi. Il Cassano fatica a trovare il bandolo della matassa e ringrazia la poca freddezza sottoporta del Solaro che spreca il raddoppio con Pizzato prima e Niesi poi. Sono errori che la formazione di Stincone paga a caro prezzo perché a un quarto d’ora dalla fine, su un pallone ribattuto da angolo, si avventa Brebbia che con una conclusione sporca beffa Scolfaro. Nel finale altra grande occasione per il Solaro, ma Pianta chiude troppo la conclusione col destro e il pallone si perde sul fondo.

_________________________________________________________________

SEDRIANO – BASE 96 0-2 (0-0)
Sedriano: Bertolotti, Groe (15’ st Micciché), Vitagliano, Rossi, Di Davide, Raimondi, Rossi (35’ st Bonomelli), Moscatelli, Paoluzzi, Criscione (16’ st Trezzi), Savarese. A disposizione: Cukaj, Bovolenta, Citro, Gentile. Allenatore: Galli
Base 96: Frontino, Serafini, Sanseverino, Cicola, Quitadamo, Borlina, Carraro, Elezi, Ponti, Filomeno (42’ st Cossa), Scavo (41’ st De Petri). A disposizione: Redaelli, Arienti, Rose, Meroni, Vicario, Papa, Panin. Allenatore: Castellazzi
Arbitro: Grandi di Bergamo (Cinotti-Camelia di Gallarate)
Marcatori: st: 31’ Filomeno (B), 39’ Filomeno (B)

In redazione Matteo Carraro