Your message has been sent, you will be contacted soon

Call Me Now!

Chiudi

Prima Categoria girone A

13^ GIORNATA – La Solbiatese prende il largo, poker Ferno, parità fra Cantello e Valceresio. Tre rinvii

ferno-arsagheseMAGNAGO – Si giocano un posto ai piani alti Ferno e Arsaghese, con questi ultimi che in un ottimo momento di forma vogliono provare a strappare punti anche su un capo difficile come quello del Ferno, squadra neopromossa dalle aalte ambizioni.
Novanta minuti di “guerra” non lasciano spazio all’immaginazione: un Ferno in grande spolvero, grazie soprattutto ad una partenza shock, castiga severamente la squadra di mister Marsich che si presenta al match solo nella ripresa. Al triplice fischio è 4 a 1.

PRIMO TEMPO – Pronti via e si capisce subito che sarà una battaglia. Con il campo al limite della praticabilità e con davvero poco gioco. Al 5′ passa già il Ferno: palla lunga, Panarese in scivolata tenta di allontanare, la sfera resta lì e Madeo controlla e trova l’angolino basso. 1 a 0. Ma 5′ minuti più tardi ecco anche il 2 a 0: palla in area da rimessa, Madera controlla e si gira in un fazzoletto battendo un incolpevole Noto. Il campo pesante è ora tutto in salita per l’Arsaghese che in questi primi minuti non ha affatto interpretato la gara nel modo giusto. Poco più tardi infatti potrebbe arrivare anche il 3 a 0, Arsago ringrazia il salvataggio sulla linea in acrobazia di Passera. Gli ospiti devono necessariamente rimettersi in sesto, ma ogni giocata pare davvero complicata. Sono i locali a provarci ancora con più insistenza. I ragazzi di Marsich non si scuotono, provano a scodellare un paio di palle in area su cui non è rearrivo nè Caimano nè Bernasconi, e al 27′ la doccia è gelata. Fallo di Passera su Ciccone, per il direttore di gara non ci sono dubbi è rigore. Sul dischetto si presenta Casiraghi che non sbaglia. 3 a 0. Al 34′ Madera cerca l’eurogol vedendo il numero uno arsaghese un po’ fuori dai pali, la palla scende a dovere ma appena fuori bersaglio. I Gli ospiti tentano di scuotersi, e lo fanno al 38′ con la conclusione di Caimano, respinge Migliorin in tuffo, la palla resta lì si avventa Lo Bello ma viene fermato dalla retroguardia gialloblù, per il direttore di gara è tutto regolare, tante invece le lamentele ospiti. Noto sugli scudi al 42′ quando respinge la botta da fuori di Casiraghi. La prima frazione di gioco si chiude qui, senza altri sussulti. Netto predominio fernese che ha dimostrato fin da subito il piglio giusto in una gara chiaramente complicata. Troppo timida la reazione arsaghese fino a questo momento, vedremo però se saprà fare qualcosa in più nel secondo tempo.

SECONDO TEMPO – Inizia la ripresa e Marsich prova a cambiare qualcosa. Dentro Nebuloni, Degradi e Fontana M. per Berardi, Azimonti e Bernasconi Manuel. Gli ospiti ora pressono di più e sono più solidi, costruendo nei primi dieci minuti diverse palle invitanti in area avversaria su cui manca solo la zampata. I padroni di casa sembrano aver abbassato troppo il baricentro, Traore salva sulla linea un gol fatto di Lo Bello. L’Arsaghese predica “cattiveria” in area. Gli uomini di Minniti, che a sua volta ha iniziato la girandola dei cambi, si salvano come riescono in alcune circostanze piuttosto insidiose. La gara prosegue come una vera e propria lotta soprattutto in mezzo al campo, la pioggia battente continua a peggiorare le condizioni del terreno di gioco. L’Arsaghese non ha fortuna nemmeno al 26′ quando Fontana con il sinistro strozza troppo la conclusione, ma al 29′ nel miglior momento dell’Arsaghese arriva il poker: Casiraghi fa tutto benissimo poi serve una palla invitantissima per Traore che opta per il tocco sotto e castiga, nuovamente, Noto. Subito dopo è standing ovation proprio per Casiraghi sostituito. Nonostante il Ferno sembri tirare un po’ il fiato per poco non trova il pokerissimo da corner ottimo il riflesso di Noto sul colpo di testa di Ciccone, sulla ribattuta è Madeo a cercare gloria un missile dal limite che si stampa sulla traversa. Al 44′ si mette in mostra anche Migliorin quando salva tutto sulla punizione di Palese. C’è spazio anche per il gol della bandiera con Fontana M., forse oltre la linea dei difensori, che scatta e s’invola verso la porta ospite, manona di Migliorin a dirgli di no, è lesto Panarese sulla ribattuta. Non c’è più tempo, 4 a 1.

I Migliori
Casiraghi 7.5 – Nfo Ferno
: in questa lotta nel fango gioca con un’eleganza che potrebbe portarlo ad uscire con la maglietta bianca, ma non è così: oltre la qualità ci mette anche la sostanza. Standing ovation.
Nebuloni 6 – Arsaghese: quando entra nel secondo tempo non perde mai la bussola e si fa sempre trovare pronto sulle palle alte.

IL TABELLINO
NFO Ferno – Arsaghese 4-1 (3-0)
NFO Ferno
: Migliorin 6, Crivelli 7, Madeo 7, Madera 7 (dal 16′ st Turri 6), Traore 7, Tatani 7, Casotto 7 (dal 37′ st Vecchio sv), Boccato 7 (dal 7′ st Madeo A. 6), Dal Cortivo 7, Ciccone 7, Casiraghi 7.5 (dal 30′ st Camara). A disposizione: De Maria, Ferrario, Madeo, Camara, Viceconte, Turri, Vecchio, Gaudio, Barcucci. , Allenatore: Minniti
Arsaghese: Noto 6, Bernasconi Marco 5.5, Panarese 6, Berardi 5.5 (al 1′ st Nebuloni 6), Passera Davide 5 (dal 38′ st Cardoso sv), Castoldi 6 (dal 31′ st Fontana C. 6), Caimano 6, Lo Bello 6, Bernasconi Manuel 5.5 (dal 1′ st Fontana M. 6), Palese 6, Azimonti 5 (dal 1′ st Degradi 5.5). A disposizione: Cosentino, Cardoso, Marchioni, Degradi, Nebuloni, Fontana C., Fontana M.Allenatore: Marsich.
Arbitro:  Criscimanna di Milano
Marcatori: pt: 5′ Madeo (F), 10′ Madera (F), 27′ rig. Casiraghi (F); st: 29′ Traore (F), 48′ Panarese (A)
Note: giornata piovosa, terreno in discrete condizioni, spettatori 80 circa. Ammoniti: Berardi (A), Palese (A), Angoli: 7-3  Recupero: 1’+4′.

 Inviata Mariella Lamonica
_____________________________________________________________________

 

- RISULTATI E CLASSIFICA
_____________________________________________________________

Le altre partite:

SOLBIATESE-ANTONIANA (in diretta)

RINVIATE

TURBIGHESE-BOSTO
Turbighese: Noto, Garavaglia, Crini, Frontini, Maglione, Bigoni, Spreafico, Lo Presti, Bouzida, Delvecchio, Tolotti. A disposizione: Mazzoleni, Ferrario, Giubertoni, Jaayt, Tambara, Costa. Allenatore: Giubertoni.
Calcio Bosto: Marcon, Pellegrini, Piatti, Fronte, Ghiringhelli, Lovisetto, Munari, Granata, M. Alongi, Tasco, Borrelli. A disposizione: Arrigoni, J. Alongi, Vista, Sgarbi, Tuveri, Canestrelli, Carabelli, Fiori, Redaelli. Allenatore: Epifani.

FOLGORE LEGNANO-CRENNESE GALLARATESE
Folgore Legnano: Bertola, Ristori, Rosana, Ciocia, Re, Cattaneo, Brun, Russo, Gazzardi, Moretta, Castellotti. A disposizione: Colombo A., Favareto, Colombo G., Scandroglio, Castiglioni, Maggio, Corizzo, Monti. Allenatore: Colombo
Crennese Gallaratese: Diana, Capitale, Peroni, Zoccarato, Spitaleri, Milani, Antonino, Di Stefano, Marchioro, Apone, Libralon. A disposizione: Sarati, Gramuglia, Galbersanini, Sartorato, Bellin, Bogni, Callegarin, Sylla, Zantomio. Allenatore: Mona

SAN MARCO-ACCADEMIA BMV
San Marco: Cardi, Bellin, Vergari, Corrado, Cortellaro, Primi, Salmoiraghi, Gallarati, Lambertini, Turconi, Carraro. A disposizione: Pitaro, Iorfida, Quatraro, Petena, Passafiume, Azuokwu, Bugini, Anzaghi, Andreolli. Allenatore: Torretta – Efrem
Accademia Bmv: Rogora, Cobianchi, Pisoni, Lo Piccolo, Villa,Grassi, Bellin, Mombrini, Izzo, Pisoni Gandolfo. A disposizione: Bonini, Vacirca, Venturelli R., Daggiano, Vago, Venturelli A., Bonina, Spadaccino, Epoli. Allenatore: Trubia
_______________________________________________________________________________________________

CANTELLO BELFORTESE-VALCERESIO 2-2 (1-0)
Cantello Belfortese: Piovezan, Calemme, Motta, Da Pos, Mariano, Di Bari, Bianchi (dal 35′ st Martini), Italiano, Touli, Binda (dal 25′ st Giacopinelli), Fontana (dal 45′ st Ciss). A disposizione: Boschini, Michelotti, Essoh, quiray, Bottinelli, Arena, Martin, Ciss, Giacopinelli. All. Criscimanni.
Valceresio: Dicara, Di Carluccio, Azzolin, Robustellini, Soave, Dell’Orto, Cinieri, Bosio, Ambrosoli, Piccinotti, Rigoni. A disposizione: Carullo, Carini, Lo Presti, Cabrio, Ndzie, Dogbo, Premoli, Barozzi. All. D’Onofrio.
Arbitro: Scialpi di Legnano
Marcatori: pt: 30′ Italiano (C); st: 25′ Dell’Orto (V), 30′ rig. Fontana (C), 35′ Ndzie (V)
Finisce 2 a 2 tra Cantello Belfortese e Valceresio con i padroni di casa che si fanno acciuffare per due volte.
Alla mezz’ora il più puntuale dei gol dell’ex grazie a Italiano che dopo un cross di Calemme sfrutta la sponda di Binda ed insacca con un tiro da dentro l’area. Regna poi il sostanziale equilibrio fino a metà secondo tempoquando Dell’Orto stacca più in alto di tutti da corner e pareggia i conti. Passano cinque minuti ed è di nuovo vantaggio locale grazie a Fontana che si procura un rigore e che poi trasforma dagli undici metri. Ma la Valceresio non ci sta e al 35′ sigla il 2 a 2 sempre su un’azione da calcio d’angolo: la presa non perfetta di Piovezan spiana la strada a Ndzie che raccoglie una palla ad uscire e batte il numero uno di casa. Ad avere la meglio negli ultimi minuti è la paura di perdere, finisce 2 a 2.

TICINIA ROBECCHETTO-ISPRA 0-3 (0-1)
Ticinia Robecchetto: Ghirardelli, Sardo, Lovati, Toma, Cattaneo, Valloni, Demetrio, Croci, Sessa, Limonta, Agosti. A disposizione: Ferracin, Bighiani, Mazzon, Pochini, Ventura, Mira, Donia. All. Cislaghi
Ispra: Scapolo, Dardha, Verde F. (dal 30′ st Cerutti), Oldrini, Maistri, Gaballo, Battistello (dal 33′ st Milano), Modde  (dal 40′ st Antonetti), Verde S., Brovelli, Lamorte (dal 10′ st Sottocorna). A disposizione: Tenti, Pomi, Cerutti, Milano, Sottocorna, Antonetti, Bouraya. All: Pasetti
Arbitro: Cicognani di Busto Arsizio
Marcatori: pt: 35′ Battistello (I); st: 30′ Magistri (I), 45′ Milano
Tris dell’Ispra che non fa sconti in casa della Ticinia e vince per 3 a 0.
La prima rete arriva al 35′ e trova la firma di Battistello che dopo un uno-due con Verde S. la piazza nell’angolino. I padroni di casa rispondono con un paio di conclusioni dalla distanza ma non impensieriscono particolarmente Scapolo.
Per il raddoppio bisogna attendere la mezz’ora della ripresa quando Magistri con un fendente da fuori area, su spizzata da corner di Sottocorna, castiga nuovamente Ghirardelli. L’ultima marcatura giunge allo scadere grazie a Milano, lodevole il suo tuffo di testa che chiude i conti. Ottima prova dei ragazzi di Pasetti, trascinati da un Brovelli ed un Verde S. in grande spolvero.

TRADATE-SAN MICHELE 2-3 (2-1)
Tradate
: Giugliano, Ferrenti (dal 48′ st Sala), Akpolat, Galluzzo D., Galluzzo M., Moretti (dal 27′ st Basaglia), Guerrini (dal 42′ st Kiemtore), Monticelli, Ana Petre (dal 22′ st Dama), Knouzi (dal 24′ st Lattuada), Stefanazzi. A disposizione: Martignoni, Basaglia, Sava, Sala, Dama, Lattuada, Kiemtore. All. Castiglioni,
San Michele: De Leo, Agosti, Ceccarelli (dal 29′ st Cervellin), Bardotti (dal 37′ st Bartolomei), Cosenza, Ricci, Cereti (dal 34′st Ghezzi), Tenti, Ciccone, Parente (dal 22′ st Boscolo), Landi (dal 43′ st Smeraglia). A disposizione: Dozio, Smeraglia, Bartolomei, Cervellin, Ghezzi, Mastropietro, Boscolo, Tancredi, Battiston. All. Saporiti.
Arbitro:
Marcatori: pt: 3′ Galluzzo M. (T), 31′ Ciccone (S), 44′ rig. Ana Petre (T); st: 11′ Agosti (S), 39′ aut. Basaglia (T)
La spunta il San Michele in una gara che soprattutto nel secondo tempo si mostra viva e fra due compagini agguerrite.
Al 3′ passano in vantaggio i padroni di casa con la punizione insidiosa di Galluzzo M. Poi un legno per parte con Landi da un lato e Knouzi dall’altro fino al pareggio firmato Ciccone che da corner di testa trova il palo lungo e fa 1 a 1. Poco prima dle duplice fischio ecco il nuovo vantaggio tradatese che arriva dal  dischetto con Ana Petre a seguito di un fallo di mano di Ceccarelli.
Nella ripresa i gialloneri alzano un po’ il ritmo e con l’incornata di Agosti su lancio di Cereti trovano il 2 a 2. Ma non è tutto perchè quando il crono indica 39′ ecco che il Tradate la combina grossa: lancio in area di Ricci, il numero uno di casa devia con i pugni ma la sfera sbatte su. È 2 a 3. Tradate attonito provano a reagire ma non c’è più tempo.

 

In redazione Mariella Lamonica